Carrello
Carrello vuoto



La prescrizione nel reato di cui all'art 1161 co. 1 cod,nav.


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:IL CODICE DEL DEMANIO MARITTIMO, FLUVIALE E LACUALE
anno:2018
pagine: 4005 in formato A4, equivalenti a 6808 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 45,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!

Avvocato

DEMANIO E PATRIMONIO --> ABUSI DEI PRIVATI --> REATI --> ART. 1161, CO. 1, COD. NAV. --> PRESCRIZIONE

Il termine di prescrizione del reato di abusiva occupazione di spazio demaniale (artt. 54 e 1161 c.n.) non decorre dalla data dell'accertamento ma dalla data di rilascio della concessione o da quella dello sgombero, individuandosi in tale momento la cessazione dell'illegittimo uso e godimento di fatto del bene demaniale, ovvero con la sentenza penale di condanna di primo grado.

Il reato di cui all'art. 1161 Cod. Nav. ha natura permanente e cessa solo quando vengano meno l'uso ed il godimento illegittimi, anche per l'intervenuto il rilascio di una concessione, pertanto finché tale uso non cessa va esclusa la prescrizione.

La permanenza del reato di abusiva occupazione di spazio demaniale viene interrotta dalla sentenza di primo grado, che procrastina quindi la decorrenza del termine di prescrizione.

Il termine di prescrizione del reato di abusiva occupazione del demanio marittimo decorre dalla cessazione della permanenza dello stesso e quindi con il venir meno dell'esercizio del possesso dell'area occupata (sia per iniziativa spontanea dell'occupante, sia in forza di provvedimento come il sequestro dell... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...n il rilascio del necessario atto autorizzativo.

Il reato di innovazione senza autorizzazione su area demaniale marittima perseguito dall'art. 1161 cod. nav. ha natura istantanea e non permanente, a differenza del reato di occupazione abusiva perseguito dalla medesima norma: pertanto, la sua consumazione cessa con l'ultimazione delle opere che costituiscono l'innovazione, a meno che non si determini un ampliamento abusivo dell'area già occupata, nel qual caso si configura il reato di occupazione arbitraria avente natura permanente.

Il dies a quo del termine di prescrizione del reato di innovazione senza autorizzazione su area demaniale marittima perseguito dall'art. 1161 cod. nav. decorre dalla ultimazione dell'innovazione abusiva: tale reato, infatti, ha di regola natura istantanea e il permanere delle innovazioni è un semplice effetto naturale della condotta dell'agente e non già, come avviene per l'occupazione, un evento che si protrae nel tempo con la permanente violazione della legge.

La permanenza del reato di costruzione, senza autorizzazione, di opera distante meno di trenta metri dal demanio marittimo cessa con il conseguimento dell'autorizzazione, con la sospensione del lavori, con il loro perfezionament... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...canza, con la sentenza di primo grado: da questo termine decorre anche la prescrizione.

Il termine di prescrizione del reato di cui all'art. 1161 cod.nav. non decorre dalla data di accertamento ma dalla data di cessazione della permanenza, quindi dalla data dello sgombero, individuandosi in tale momento la cessazione dell'illegittimo uso o godimento di fatto del bene demaniale

Il termine di prescrizione del reato di cui all'art. 1161 cod. nav. prorogato ai sensi dell'art. 161 c.p. è di cinque anni (quattro anni aumentati di un quarto).



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI