Carrello
Carrello vuoto



Rapporto tra piano regolatore generale e piani di lottizzazione

Non è giuridicamente possibile che l'area destinata all’edificazione dal P.R.G. non vada considerata in concreto edificabile per ragioni ambientali e paesaggistiche in sede di approvazione del piano attuativo. In sede di valutazione dei piani di lottizzazione, infatti, la giunta ed il consiglio comunale non possono effettuare valutazioni che contrastino con quelle già formalizzate con il piano regolatore.

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:IL CODICE DELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA
anno:2017
pagine: 3590 in formato A4, equivalenti a 6103 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 45,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


PIANIFICAZIONE --> PIANI URBANISTICI ATTUATIVI --> PIANO DI LOTTIZZAZIONE --> RAPPORTI CON IL PIANO REGOLATORE

L'assetto definitivo del territorio, derivante da un piano attuativo, può essere modificato da uno strumento urbanistico di livello superiore solo ove questo lo disponga espressamente, valutando gli interessi consolidatisi sulla base dello stesso piano attuativo.

La circostanza che per una determinata zona di espansione lo strumento urbanistico non subordini necessariamente l'edificazione alla preventiva approvazione di un piano di lottizzazione non preclude l'esercizio di un potere di valutazione da parte dell'Amministrazione comunale in relazione agli interventi complessivi da realizzare.

In sede di valutazione dei piani di lottizzazione, la giunta ed il consiglio comunale non possono effettuare valutazioni che contrastino con quelle già formalizzate con il piano regolatore.

Se un'area è stata da destinata all'edificazione dal piano regolatore generale, nel corso del procedimento di approvazione del piano attuativo non è giuridicamente possibile che la medesima area non vada considerata in concreto edificabile per ragioni ambientali e paesaggistiche, e cioè sulla bas... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...zioni diametralmente opposte a quelle già poste a base dello strumento primario che ha previsto l'edificabilità sul piano urbanistico: ove emergano le relative ragioni, può essere attivato il procedimento per la modifica del piano regolatore, ma – sul piano urbanistico - non può essere respinto il progetto di lottizzazione conforme allo strumento primario.

PIANIFICAZIONE --> PIANI URBANISTICI ATTUATIVI --> PIANO DI LOTTIZZAZIONE --> RAPPORTI CON IL PIP

Il PLU (Piano di Lottizzazione d'ufficio) non può essere assimilata al PIP; stante l'evidente differenza dei due procedimenti, tale equiparazione è illegittima, in quanto si pone in evidente violazione dei principi di legalità e di tipicità degli atti amministrativi.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI