Carrello
Carrello vuoto



La revoca del provvedimento amministrativo


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:AUTOTUTELA AMMINISTRATIVA nel governo del territorio
anno:2018
pagine: 1174 in formato A4, equivalenti a 1996 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 30,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


PATOLOGIA --> AUTOTUTELA --> REVOCA

In applicazione del principio del "contrarius actus", la competenza all'adozione degli atti di secondo grado in funzione di autotutela – nella specie, si richiedeva la parziale modifica di una delibera giuntale – deve provenire dall'organo che ha adottato l'atto della cui revoca parziale si discute.

L'amministrazione pubblica che intenda modificare propri provvedimenti reiettivi può farlo solo se sussistono i presupposti per l'emanazione di atti di secondo grado.

La revoca è un provvedimento discrezionale attraverso il quale l'amministrazione persegue l'interesse pubblico primario, comparando gli interessi pubblici e privati intercettati dall'azione amministrativa ed esternando le correlate ragioni.

La revoca disposta per vizi di forma è compatibile con l'accoglimento parziale dell'istanza originaria.

Costituisce mero errore materiale la revoca di una delibera disposta al termine di un procedimento dal quale emergono diversi ed univoci elementi per individuare l'oggetto effettivo ed indiscutibile della revoca.

È illegittima la norma del regolamento comunale per l'applicazione dell'imposta comunale sulla pubblic... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...e del diritto sulle pubbliche affissioni che preveda la revoca delle autorizzazioni di impianti pubblicitari senza una motivazione sul contemperamento dei contrapposti interessi (pubblico e privato) e senza la previsione dei criteri per la liquidazione dell'indennizzo.

E' illegittimo l'atto di revoca con il quale il Comune, anziché rinnovare la valutazione dei presupposti di fatto e di diritto precedentemente considerati al fine dell'emanazione del provvedimento, tenti di ovviare ad una ritenuta illegittimità originaria dello stesso.

PATOLOGIA --> AUTOTUTELA --> REVOCA --> AGIBILITÀ

La revoca del certificato di agibilità deve essere preceduta dalla comunicazione di avvio del procedimento e deve comunque recare le ragioni di interesse pubblico che hanno spinto all'adozione di tale provvedimento, non essendo sufficiente il mero inadempimento a degli obblighi nascenti da una convenzione urbanistica.

PATOLOGIA --> AUTOTUTELA --> REVOCA --> AUTORIZZAZIONE COMMERCIALE

L'abusività dell'immobile non è di per sé sola causa sufficiente a sorreggere la revoca dell'autorizzazione alla somministrazione di alimenti e bevande.

La condizion... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ità del manufatto adibito all'esercizio dell'attività di somministrazione di alimenti e bevande non giustifica di per sé la revoca dell'autorizzazione all'esercizio di tale attività, ma potrebbe essere posta a fondamento di un annullamento in autotutela di questo titolo; in quest'ultimo caso, tuttavia, sarà necessaria una specifica motivazione in punto di interesse pubblico e di contemperamento con l'affidamento del privato, specie ove quest'ultimo sia un soggetto subentrato nella gestione dell'attività al responsabile dell'abuso.

È legittima la revoca dell'autorizzazione commerciale qualora i locali in cui svolge l'attività commerciale siano privi di titolo edilizio.

In caso di violazione della disciplina urbanistica, l'interesse pubblico alla revoca della licenza commerciale è in re ipsa.

PATOLOGIA --> AUTOTUTELA --> REVOCA --> BANDI DI GARA

Nel caso di revoca (o di annullamento) d'ufficio di atti relativi a una pubblica gara, prima dell'aggiudicazione definitiva, che è il solo atto idoneo a determinare una sicura posizione di vantaggio in capo all'aggiudicataria, sull'amministrazione che eserciti il potere di autotutela incombe un onere di... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...e fortemente attenuato circa le ragioni di interesse pubblico che lo hanno determinato, essendo sufficiente che sia reso palese il ragionamento seguito per giungere alla determinazione negativa attraverso l'indicazione degli elementi concreti ed oggettivi in base ai quali si ritiene di non dare ulteriore corso al procedimento.

E' legittima la revoca della procedura di assegnazione di beni pubblici se l'interesse pubblico attuale è rapportato ad una serie di valori ed evenienze quali la necessità di operare con trasparenza ed imparzialità, quindi con scelte opportunamente integrate con la sopravvenuta disciplina regionale rilevante per aspetti connessi alla pianificazione ed al rapporto di concessione.

La P.A. può sempre procedere alla revoca di procedure di gara da essa bandite, ma questo è legittimo solo in presenza di certi presupposti: in primo luogo, vi deve essere un interesse pubblico comprovato (di solito si tratta di problemi legati alla mancanza di copertura finanziaria oppure alla modifica della situazione che giustificava l'affidamento dell'appalto); in secondo luogo, tale interesse pubblico deve essere motivatamente ritenuto prevalente rispetto agli interessi dei concorrenti alla prosecuzione della gara... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...pula ed all'esecuzione del contratto.

La revoca del bando di gara non è legittima quando - in assenza di specifiche ragioni - essa costituisce lo strumento per neutralizzare iniziative giurisdizionali poste in essere da o uno o più dei concorrenti e favorire in qualche modo altri concorrenti (e in specie l'aggiudicatario).

L'esigenza di modificare il bando in modo da consentire una più ampia partecipazione non può integrare di per sé un interesse pubblico prevalente, specie se l'amministrazione non dimostra (ad esempio) la maggiore convenienza economica che potrebbe derivare dalla ripetizione della procedura.

E' illegittima la revoca del bando per la cessione di case popolari intervenuta dopo la conclusione del contratto di assegnazione e tale illegittimità rilevabile dal G.O. in via incidentale.

PATOLOGIA --> AUTOTUTELA --> REVOCA-->MOTIVAZIONE

Nei casi di revoca di un contributo pubblico perché erogato in assenza dei presupposti di legge o per l'inadempimento del beneficiario l'Amministrazione non ha uno specifico obbligo di motivazione, essendo l'interesse pubblico all'adozione dell'atto in re ipsa quando ricorra un indebito esborso di danaro pu... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...vantaggio ingiustificato per il privato e senza che assuma rilievo in senso contrario il decorso del tempo.

La motivazione del provvedimento di revoca è costituita appunto da una nuova valutazione dell'interesse pubblico al fine di procedere ad un intervento di carattere tecnico differente.

La P.A. non può limitarsi, per giustificare il provvedimento di revoca, a segnalare le evenienze consequenziali favorevoli che ne deriverrebbero.

Il provvedimento di revoca deve essere sorretto da una sia pur minima motivazione in ordine ai mutamenti eventualmente intervenuti nella situazione di fatto, ovvero alle ragioni per cui una situazione sia pure uguale debba essere considerata e valutata in modo diverso da quanto si fece al momento iniziale del rapporto.

E' legittima la revoca della concessione di occupazione di suolo pubblico motivata sulla base della necessità di riservare spazi all'uso della cittadinanza nonché in relazione alla panoramicità dell'area.

Il titolare di concessione di suono pubblico revocata che lamenti di essere stato discriminato rispetto ad altro titolare deve dimostrare l'identità di situazione topico-panoramica.

PATOLOGIA --> AUTO... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...t; REVOCA --> NULLA OSTA SISMICO

È legittima la revoca del nullaosta ex art. 18 legge 64/1974 disposta dopo che sia stata scoperto che la zona è interessata dalla presenza di faglie e è soggetta a disturbi tettonici.

PATOLOGIA --> AUTOTUTELA --> REVOCA --> PARERE COMPATIBILITÀ PAESAGGISTICA

Il termine per l'annullamento da parte della Soprintendenza del parere comunale relativo ad una domanda di condono inizia a decorrere dal momento in cui la documentazione completa perviene all'organo competente a decidere.

Il termine di sessanta giorni per l'annullamento da parte della Soprintendenza del parere comunale relativo a una domanda di condono attiene al solo esercizio del potere di annullamento.

Nel revocare il parere in cui ha ritenuto compatibile con i valori paesaggistici il manufatto da realizzare, la Soprintendenza è tenuta ad esternare una precisa e convincente motivazione in merito alla incompatibilità ovvero alle ragioni che avevano reso il manufatto esaminato non più compatibile; è dunque illegittima la revoca in autotutela che adduce ragioni estranee alle prescrizioni contenute nell'art. 146, comma 8, con riguardo peraltro a fatti ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...er loro natura incerti, espressi in maniera non del tutto corretta.

È illegittima la revoca in autotutela del parere favorevole rilasciato dalla Soprintendenza all'interno del procedimento preordinato al conseguimento della concessione demaniale marittima, qualora dalla motivazione del provvedimento si evinca che non vi è stata alcuna rivalutazione della compatibilità paesaggistica.

PATOLOGIA --> AUTOTUTELA --> REVOCA --> CONTRIBUTI

L'Amministrazione Regionale ha il potere di intervenire in via di autotutela sui propri atti di assegnazione dei fondi ai Comuni allorché emergano elementi tali da dimostrare un'indebita erogazione delle risorse finanziarie.

La revoca del contributo costituisce un atto dovuto da parte dell'Amministrazione concedente, che è tenuta a porre rimedio alle conseguenze sfavorevoli derivanti all'Erario per effetto di un'indebita erogazione di contributi pubblici sia quando emerge che il beneficio è stato accordato in assenza dei presupposti di legge sia quando è rimasto accertato un successivo inadempimento da parte del beneficiario.

PATOLOGIA --> AUTOTUTELA --> REVOCA --> EFFETTI

La revoca della discipl... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... normalmente determina l'automatico venir meno della aggiudicazione disposta in sua applicazione.

PATOLOGIA --> AUTOTUTELA --> RAPPORTO CON ANNULLAMENTO GIUDIZIALE

L'annullamento giudiziale non appare precluso dall'annullamento in autotutela del decreto di esproprio impugnato in principalità, atteso che la proposizione della domanda risarcitoria integra il concreto interesse del proprietario a richiedere appunto l'annullamento del provvedimento originariamente lesivo.

PATOLOGIA --> AUTOTUTELA --> RATIFICA O CONVALIDA

Il risanamento del vizio di incompetenza relativo non è più affidato ad una semplice e formale appropriazione da parte dell'organo competente all'adozione del provvedimento ma postula, oltre al fatto di intervenire in un termine ragionevole, l'esternazione delle "ragioni di interesse pubblico" giustificatrici del potere di sostituzione; esternazione intesa a far percepire se, nell'emendare il vizio di incompetenza dell'organo privo di legittimazione, l'organo a legittimazione naturale all'adozione dell'atto l'abbia ratificato sotto la spinta di effettive esigenze a valenza pubblicistica.

Il provvedimento di ratifica o convalida dell'atto viziato va l... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...te a sostituirsi a quest'ultimo solo ove ricorrano i presupposti previsti dell'individuazione dell'atto da convalidare, della specificazione del vizio da eliminare e del c.d. animus convalidandi, cioè la volontà di rimuovere il vizio.

PATOLOGIA --> AUTOTUTELA --> REVOCA --> SERVIZIO GESTIONE PORTO TURISTICO

È illegittimo il provvedimento di revoca dell'affidamento del servizio pubblico (locale e di rilevanza economica) di gestione di un porto turistico che non sia preceduta da un'adeguata istruttoria e da un'effettiva partecipazione della società affidataria del servizio.

PATOLOGIA --> AUTOTUTELA --> REVOCA --> SOSPENSIONE INTERINALE

Sussiste un rapporto di strumentalità tra la sospensione del rapporto concessorio ed potere di autotutela attraverso revoca, in virtù del quale la prima deve necessariamente avere un collegamento procedimentale o quanto meno un richiamo alla seconda, così da non introdurre surrettiziamente una regolamentazione definitiva del rapporto attraverso l'esercizio di un potere provvedimentale di carattere interinale.

PATOLOGIA --> AUTOTUTELA --> REVOCA --> VERBALE DI AGGIUDICAZIONE

Se l'Agenzia... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...o, successivamente all'aggiudicazione della vendita di un terreno demaniale ne scopre una diversa destinazione urbanistica e procede ad una nuova valutazione del bene, e ad una conseguente richiesta di integrazione del prezzo, il mancato riscontro di tale ultima richiesta impone il ricorso al potere di annullamento, in ragione delle sopravvenute evenienze a rivalutare l'interesse pubblico originariamente sotteso alla procedura selettiva di vendita.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI