Carrello
Carrello vuoto



Opere ed interventi edilizi: container


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:OPERE EDILIZIE E TITOLO EDILIZIO
anno:2018
pagine: 6201 in formato A4, equivalenti a 10542 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 50,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


OPERE ED INTERVENTI --> CASISTICA --> CONTAINER

L'installazione di un container, al pari dei manufatti leggeri, qualora venga utilizzato come ambiente di lavoro per uno scopo servente ad un'attività aziendale stabile e durevole, rappresenta un intervento di nuova costruzione, ai sensi dell'art. 3, co. 1, lett. e.5, del d.P.R. n. 380 del 2001 e non può essere considerato nell'ambito delle opere a carattere precario se non è destinato a soddisfare esigenze contingenti e temporanee.

La destinazione di containers a spogliatoi per gli atleti va inquadrata nell'ambito applicativo dell'articolo 3, comma 1, lettera e.5) del d.P.R. 380 del 2001 e va conseguentemente annoverata tra gli interventi di nuova costruzione.

Nel caso di container non rileva la natura dei materiali impiegati, né la rimovibilità , ma la stabile modifica dell'assetto del territorio realizzata con l'edificazione di una ampia piattaforma e pilastri in ferro, su cui poggiano i container stessi, e la altrettanto stabile destinazione dei manufatti ad abitazione e deposito.

La posa di containers, pur essendo riconducibile alla previsione normativa di cui a... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...omma 1, lett e), d.P.R. n. 380/2001, non può ritenersi di natura precaria, quando è funzionale ad una utilizzazione perdurante nel tempo e non ad un uso realmente precario e temporaneo per fini specifici, contingenti e limitati nel tempo: in tal caso su tratta comunque di nuove costruzioni.

I container da adibire a deposito attrezzature rientrano, a pieno titolo, nella nozione di interventi di nuova costruzione di cui all'art. 3 comma 1 lett. e) n. 5 del D.P.R. n. 380/01 in quanto diretti a soddisfare esigenze di carattere meramente temporaneo.

E' inipotizzabile la legittimità di un preesistente edificato laddove si contesti l'abuso edilizio consistente nell'abitazione di un container.


 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI