Carrello
Carrello vuoto



Realizzazione di autorimesse e parcheggi ai sensi della "Legge Tognoli" (L. 24 marzo 1989, n. 122)


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:LE STRADE
anno:2017
pagine: 2523 in formato A4, equivalenti a 4289 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 40,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


OPERE ED INTERVENTI --> CASISTICA --> PARCHEGGI --> LEGGE TOGNOLI

L'art. 9 della L. 24 marzo 1989, n. 122, non è applicabile nel caso di realizzazione di un garage che non è interrato e che al fine del suo interramento richiede una operazione di sistemazione del soprassuolo per rendere in definitiva interrato ciò che non lo sarebbe.

L'art. 9 della l. 122/1989 riguarda i soli edifici esistenti e non anche gli edifici nuovi, per i quali trova invece applicazione l'art. 41 sexies della legge 17 agosto 1942, n. 1150, il quale prevede parcheggi che, a differenza degli spazi a parcheggio di cui all'art. 41 quinquies, non sono aree pubbliche conteggiabili nella dotazione degli standards e che peraltro, a seguito della novella di cui all'art. articolo 12, comma 9, della legge 28 novembre 2005, n. 246, che ha aggiunto un secondo comma alla disposizione, non sono assoggettati a vincoli pertinenziali e sono trasferibili autonomamente.

La mancanza di carico urbanistico va individuata nei soli parcheggi obbligatori e pertinenziali, (a differenza dei parcheggi non pertinenziali, apportatori di carico urbanistico), laddove per pertinenziali si intendono i parcheggi realizzati, se non nei locali del piano terra di un fabb... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...sistente, nel sottosuolo dello stesso fabbricato ovvero nel sottosuolo di un'area pertinenziale esterna.

L'art. 9 legge 122/1989 non limita in modo esclusivo ai proprietari degli immobili interessati la legittimazione a realizzare parcheggi di tipo pertinenziale; il tenore stesso della disposizione in parola (la quale declina con formula impersonale il riferimento ai «parcheggi da destinare a pertinenza») implica che i parcheggi collocati in aree esterne rispetto ai fabbricati interessati non debbano necessariamente essere realizzati dai proprietari dell'immobile, ma possano essere realizzati anche da parte di terzi soggetti.

Non è ragione di illegittimità del titolo edilizio rilasciato per la realizzazione di un parcheggio ex art. 9 legge 122/1989 il fatto che l'immobile che dovrebbe avvantaggiarsi del garage interrato da realizzare sia di un soggetto diverso dal proprietario dell'area ove viene realizzato il parcheggio.

La realizzazione di autorimesse e parcheggi, ai sensi dell'art. 9 legge 122/1989 è condizionata dal fatto che questi siano realizzati nel sottosuolo per l'intera altezza, opera cioè solo nel caso in cui, i parcheggi da destinare a pertinenza di singole unità immobiliari,... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...lmente al di sotto dell'originario piano naturale di campagna; di conseguenza, qualora non si rispetti tale condizione, la realizzazione di un' autorimessa non può dirsi realizzata nel sottosuolo, per cui in tali casi si applica la disciplina urbanistica dettata per le ordinarie nuove costruzioni fuori terra dal P.R.G..

La ratio della legge 122/1989 di venire incontro al bisogno di parcheggi dei residenti nelle aree urbane notoriamente congestionate motiva la prevista deroga agli strumenti urbanistici e ai regolamenti edilizi a condizione che i parcheggi siano realizzati al piano terreno o nel sottosuolo delle aree pertinenziali esterne al fabbricato.

L'art. 9 legge 122/1989 ha la finalità di far fronte al problema dell'ingombro dei veicoli parcheggiati nelle pubbliche vie causato dalla conformazione dei nostri centri storici risalenti ad epoca antecedente l'avvento delle automobili.

L'art. 9 legge 122/1989 si applica solo con riferimento ai fabbricati già esistenti, per i quali non si è tenuto conto, al momento del rilascio del titolo edilizio che ne ha autorizzato la realizzazione, della necessità di prevedere una adeguata dotazione di parcheggi onde ovviare alla problematica suindicata.
[Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... 9 della legge 24 marzo 1989, n. 122 (così come l'art. 124 della l.p. Bolzano 11 agosto 1997, n. 13) risponde all'esigenza di parcheggi nelle aree cittadine e allo scarso impatto visivo dei parcheggi, se realizzati in spazi sottostanti agli edifici o nel sottosuolo.

L'art. 9 della legge n. 122/1989 va interpretato in coerenza con la ratio della disposizione medesima (ed anche con la ratio delle modifiche via via introdotte dall'art. 17, comma 90, l. 15 maggio 1997, n. 127 e dall'art. 37, l. 7 dicembre 1999, n. 472) orientata a privilegiare lo scopo della "legge Tognoli" di far fronte alla carenza di parcheggi urbani, e deve essere pertanto oggetto di interpretazione estensiva.

L'applicazione dell'art. 9 legge 122/1989 deve formare oggetto di esplicita richiesta in sede di rilascio del permesso di costruire, altrimenti il parcheggio interno realizzato in violazione della vigente normativa urbanistica deve considerarsi come abusivo.

Alla luce della legge Tognoli e della L.R. Campania n. 19 del 2001, art. 6, il Comune è tenuto a scrutinare e spiegare le ragioni che rendono insuperabili i vincoli derivanti dalla destinazione urbanistica impressa all'area dal vigente P.R.G. e dunque il perché sia necessario disattend... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...a di deroga dello strumento urbanistico prevista dalla legge quando si verte in materia di parcheggi, opere di indubbio interesse generale.

OPERE ED INTERVENTI --> CASISTICA --> PARCHEGGI --> LEGGE TOGNOLI --> ALIENAZIONE

Il principio del divieto di alienazione separata del parcheggio pertinenziale, dettato dal'art. 9 comma 5 della legge n. 122/1989, non sembra possa essere più considerato un principio fondamentale cui si deve uniformare la legislazione regionale.

OPERE ED INTERVENTI --> CASISTICA --> PARCHEGGI --> LEGGE TOGNOLI --> AREE URBANE

L'art. 9 legge 122/1989 è applicabile alla costruzione di spazi parcheggio nelle sole aree urbane, mentre la realizzazione di parcheggi in aree extraurbane, e in particolare nelle zone agricole, resta soggetta alle ordinarie prescrizioni urbanistiche ed edilizie e necessita della normale concessione edilizia ed oggi del permesso di costruire.

L'art. 9, comma 1, della l. n. 122/1989 è applicabile alla costruzione di spazi-parcheggio nelle sole aree urbane, mentre la realizzazione di parcheggi in aree extraurbane resta assoggettata alle ordinarie prescrizioni urbanistiche ed edilizie e necessita di concessione edilizia (o ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... costruire).

La disciplina della legge 122/1989 non è invocabile per la realizzazione sine titulo di un garage interrato in zona agricola.

Le disposizioni di cui alla l. 122/89 sono applicabili alla costruzione di spazi parcheggio nelle sole aree urbane, mentre la realizzazione di parcheggi in aree extraurbane, e in particolare nelle zone agricole, resta soggetta alle ordinarie prescrizioni urbanistiche ed edilizie e necessita del normale permesso di costruire.

OPERE ED INTERVENTI --> CASISTICA --> PARCHEGGI --> LEGGE TOGNOLI --> EFFETTI

La realizzazione di autorimesse e parcheggi pertinenziali effettuata in locali siti a piano terra o totalmente al di sotto del piano di campagna naturale non è soggetta alla disciplina urbanistica che regola le nuove costruzioni fuori terra.

OPERE ED INTERVENTI --> CASISTICA --> PARCHEGGI --> LEGGE TOGNOLI --> IMMOBILI ABUSIVI

L'articolo 9 della legge 122/1989 (cd. legge Tognoli), sulla realizzazione di parcheggi da destinare a pertinenze delle singole unità immobiliari, non si applica agli immobili abusivi.

OPERE ED INTERVENTI --> CASISTICA --> PARCHEGGI --> LEGGE TOGNOLI --> INTERPRET... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...t; ECCEZIONALITÀ

L'art. 9, l. 24 marzo 1989 n. 122 consente di realizzare gratuitamente parcheggi da destinare a pertinenza delle singole unità immobiliare solo se realizzati secondo determinate caratteristiche costruttive. La predetta norma, ponendosi in deroga agli strumenti urbanistici e ai regolamenti edilizi vigenti, è di stretta interpretazione e di rigorosa applicazione, di guisa che il regime di gratuità è applicabile solo in presenza delle condizioni previste da essa.

La sfera applicativa delle agevolazioni da contemplate dall'art. 9, comma 1, della l. n. 122/1989, in considerazione delle finalità della legge e in relazione al suo carattere eccezionale, non può estendersi al di fuori delle ipotesi normativamente previste.

La norma dell'art. 9, l. 24 marzo 1989 n. 122, che consente di realizzare gratuitamente "nel sottosuolo" parcheggi da destinare a pertinenza delle singole unità immobiliari, è una norma che ponendosi in deroga "agli strumenti urbanistici ed ai regolamenti edilizi vigenti" è di stretta interpretazione per cui deve trovare rigorosa applicazione solo nelle fattispecie in essa espressamente previsti.

L'art. 9 legge 122/1989 non ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...essere invocato per realizzare un parcheggio coperto attraverso la copertura di un chiostrino: diversamente opinando e ammettendo la possibilità di realizzare parcheggi mediante opere di copertura di spazi interclusi, si utilizzerebbe la legge per realizzare l'inserimento di nuovi volumi, in contrasto con la sua ratio che è quella di reperire spazi a parcheggio utilizzando immobili già esistenti.

La realizzazione dei parcheggi è possibile anche in deroga agli strumenti urbanistici solo nel sottosuolo ovvero nei locali siti al piano terreno dei fabbricati già esistenti mentre per le nuove costruzioni fuori terra, anche se destinate a parcheggio, devono essere comunque rispettate le disposizioni dettate dalla strumentazione urbanistica.

La realizzazione di autorimesse e parcheggi, se non effettuata in locali preesistenti o totalmente al di sotto del piano di campagna naturale, è soggetta alla disciplina urbanistica che regola le nuove costruzioni fuori terra, stante l'eccezionalità e la conseguente inapplicabilità in via analogica dell'art. 9 legge 122/1989.

L'applicabilità delle agevolazioni per i parcheggi, in considerazione delle finalità della legge ed in relazion... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...rattere eccezionale, non può estendersi ad altre ipotesi non contemplate nella indicata normativa.

La sfera applicativa delle agevolazioni contemplate dall'art. 9, comma 1, della l. n. 122/1989, in considerazione delle finalità della legge e in relazione al suo carattere eccezionale, non può estendersi al di fuori delle ipotesi normativamente previste.

Consentendo interventi suscettibili di trasformazione del territorio in completa deroga alla pianificazione urbanistica e senza pagamento di oneri, l'art. 9 della l. 122/89 non può che essere una norma di stretta interpretazione.

In considerazione delle finalità della legge e del suo carattere eccezionale, l'applicabilità delle agevolazioni previste dalla l. 122/89 non può estendersi ad ipotesi non contemplate nella indicata normativa.

OPERE ED INTERVENTI --> CASISTICA --> PARCHEGGI --> LEGGE TOGNOLI --> INTERPRETAZIONE --> INTERPRETAZIONE ESTENSIVA

Fermo restando il minor impatto sul territorio dei parcheggi sotterranei, per tale caratteristica (oltre che per l'indubbia utilità) realizzabili anche in deroga agli strumenti urbanistici, una legge che imponga limitazioni degli interventi a... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... al solo scopo di non compromettere la formazione dei piani attuativi (finalizzati a specificazioni di dettaglio degli strumenti urbanistici generali) non può costituire fonte di un generalizzato e sostanziale divieto di realizzazione di opere che (come quelle di cui si discute) possono in via eccezionale, essere realizzate anche in deroga a detti strumenti.

OPERE ED INTERVENTI --> CASISTICA --> PARCHEGGI --> LEGGE TOGNOLI --> NORMATIVA DEROGABILE

La deroga agli strumenti urbanistici prevista dall'art. 9, comma 1, della l. n. 122/1989 è da reputarsi operante solo quando i parcheggi siano realizzati nel sottosuolo ovvero nei locali ubicati al piano terra dei fabbricati già esistenti, mentre è da escludersi – e, quindi, i parcheggi devono essere realizzati nel rispetto delle disposizioni urbanistiche –, in mancanza di tali condizioni.

La portata derogatoria della legge 122/1989 non appare poter operare nei confronti di qualsiasi disposizione del P.R.G., ma con riguardo a quelle che, prevedendo per l'area interessata una destinazione diversa, precluderebbero la realizzazione o l'uso dello spazio (se già esistente) a parcheggio, senza una modifica dello strumento urbanistico.
[Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...La realizzazione dei parcheggi pertinenziali previsti dalla legge 122/1989 è possibile anche in aree destinate destinate a verde e servizi locali, e ciò anche se il P.R.G. prevede che in tali aree la realizzazione di tali parcheggi sia possibile soltanto se l'area è comunale o inserita nel programma urbano dei parcheggi da destinare a pertinenza di immobili privati.

L'art. 9 legge 122/1989 consente di derogare alle norme sulle distanze che siano stabilite dal piano regolatore o da altre fonti normative.

La portata derogatoria della legge 122/1989 ricomprende soltanto la disciplina contenuti negli strumenti urbanistici e non anche quella afferente alle disposizioni vincolistiche di natura paesaggistica.

Il vincolo cimiteriale non è suscettibile di deroga ex art. 9 legge 122/1989 in quanto, anche il parcheggio interrato, in quanto struttura servente all'uso abitativo e, comunque, posta nell'ambito della fascia di rispetto cimiteriale, rientra tra le costruzioni edilizie del tutto vietate dalla disposizione di cui all'art. 338 R.D. 1265/1934.

L'art. 9 va interpretato nel senso che il richiamo in essa contenuto al soli vincoli paesaggistici non consente l'indiscriminata utilizzazione del territor... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ealizzazione di parcheggi anche in zone soggette ad altri vincoli imposti dalla legislazione statale e regionale, che devono ritenersi fermi è impregiudicati, atteso che l'efficacia derogatoria di cui al citato art. 9 è prevista solo con riferimento, "agli strumenti urbanistici ed ai regolamenti edilizi vigenti".

I parcheggi pertinenziali non possono essere costruiti in deroga alle disposizioni che regolano la fascia di rispetto autostradale.

OPERE ED INTERVENTI --> CASISTICA --> PARCHEGGI --> LEGGE TOGNOLI --> NUOVA COSTRUZIONE

L'art. 9 della L. n. 122 del 1989 nella sua formulazione letterale si riferisce al solo caso della realizzazione di parcheggi a servizio di edifici già esistenti e non anche all'ipotesi in cui detti parcheggi siano realizzati contemporaneamente alla edificazione del fabbricato. La ratio di tale limitazione appare facilmente intuibile sulla base dell'interpretazione sistematica della Legge Tognoli: essa nell'intento di porre rimedio alla cronica mancanza di spazi per parcheggio nelle aree urbane ha modificato la L. 17 agosto 1942, n. 1150, art. 41- sexies della nel senso di aumentare la quantità delle aree da destinare a parcheggio delle nuove costruzioni, portando il rap... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ali aree e la volumetria del fabbricato ad un metro quadro per ogni dieci metri cubi di costruzione.

L'art. 9 della legge Tognoli riguarda i soli edifici esistenti e non anche gli edifici nuovi, per i quali ultimi trova invece applicazione l'art. 41-sexies della legge urbanistica n. 1150 del 1942, come sostituito dall'art. 2 l. n. 122 del 1989, per il quale "Nelle nuove costruzioni ed anche nelle aree di pertinenza delle costruzioni stesse, debbono essere riservati appositi spazi per parcheggi in misura non inferiore ad un metro quadrato per ogni 10 metri cubi di costruzione".

L'art. 9 della legge n. 122/1989 trova applicazione soltanto nelle ipotesi di creazione di parcheggi a favore del patrimonio edilizio già esistente e che sia privo di superfici con tale destinazione, ma non può estendersi anche alla diversa ipotesi inerente la edificazione di nuovi fabbricati in cui siano contestualmente previste anche superfici per parcheggio, da realizzare obbligatoriamente nella misura di legge.

Per i fabbricati di nuova realizzazione non si applica l'art. 9 legge 122/1989 ma l'aer. 41-sexies legge 1150/1942 che impone, già al momento del rilascio del titolo edilizio, di verificare se nel progetto sia prevista una adeguat... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... di parcheggi.

L'art. 9 l. 24 marzo 1989 n. 122, nel consentire la costruzione di parcheggi, da destinare a pertinenza delle singole unità immobiliari, nel sottosuolo degli immobili o nei locali siti al piano terreno anche in deroga alla vigente disciplina urbanistica, necessariamente fa implicito riferimento ai soli fabbricati già esistenti e non anche le concessioni edilizie rilasciate per realizzare edifici nuovi, per i quali invece provvede l'art. 2 comma 2 della stessa L. n. 122 che, nel novellare l'art. 41 sexies, l. 17 agosto 1942 n. 1150, stabilisce l'obbligo di riservare appositi spazi per parcheggi di misura non inferiore a 1 mq per ogni 10 mc di costruzione.

L'art. 9 della L. n. 122/1989 non è applicabile ai box auto realizzati con corpo edilizio staccato dall'edificio principale.

La disciplina di favore posta dagli artt. 9 L. 122/1989 e 6 L. Reg. Campania n° 19/2001 è riferita a parcheggi pertinenziali rispetto ad edifici preesistenti, e non si applica a quelli realizzati nell'ambito di un nuovo edificio.

Le disposizioni dettate dall'art. 9 della legge n. 122 del 1989 e dall'art. 6 della legge regionale n. 19 del 2001, in materia di parcheggi pertinenziali, si devono interpret... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...renza con il quadro normativo di riferimento, nel senso che la realizzazione dei parcheggi è possibile anche in deroga agli strumenti urbanistici solo nel sottosuolo ovvero nei locali siti al piano terreno dei fabbricati già esistenti mentre per le nuove costruzioni fuori terra, anche se destinate a parcheggio, devono essere comunque rispettate le disposizioni dettate dalla strumentazione urbanistica.

Le autorimesse edificate fuori terra non rientrano nell'ambito di operatività dell'art. 9 l. 24 marzo 1989 n. 122, sicché sono soggette alla disciplina urbanistica come ordinarie nuove costruzioni.

OPERE ED INTERVENTI --> CASISTICA --> PARCHEGGI --> LEGGE TOGNOLI --> PARCHEGGI A PAGAMENTO

Esula dalle previsioni dell'articolo 9 della legge 122/1989 (cd. legge Tognoli) sulla realizzazione di parcheggi da destinare a pertinenze delle singole unità immobiliari l'intervento finalizzato a realizzare un parcheggio a pagamento.

OPERE ED INTERVENTI --> CASISTICA --> PARCHEGGI --> LEGGE TOGNOLI --> PIANO DI CAMPAGNA

Nella realizzazione di autorimesse e parcheggi è possibile derogare le norme degli strumenti urbanistici avvalendosi della norma di cui all... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... del 1989, art. 9 qualora vengano realizzati per l'intera altezza al di sotto dell'originario piano di campagna. La deroga opera solo in questi casi perché le prescrizioni urbanistiche in tema di altezze distanze e volumetria degli edifici sono diretti a tutelare valori specifici: area, luce, vista.

La realizzazione di garage è consentita con la procedura semplificata prevista dalla L. 24 marzo 1989, n. 122, art. 9 soltanto se essi vengano ubicati nel sottosuolo delle aree di pertinenza di immobili già esistenti o su apposite aree condominiali, mentre qualora siano realizzati in superficie necessitano del preventivo rilascio del permesso di costruire, in ragione del loro impatto sull'assetto urbanistico e sull'utilizzazione del territorio.

La deroga per la realizzazione di autorimesse e parcheggi prevista dall'art. 9, l. 24 marzo 1989 n. 122, opera solo ed esclusivamente nel caso in cui i detti garage (oltre ad essere formalmente vincolati a pertinenza di singole unità immobiliari) siano totalmente realizzati al di sotto dell'originario piano attuale di campagna, senza alcuna tolleranza di sorta.

La realizzazione di autorimesse e parcheggi, non totalmente al di sotto del piano naturale di campagna, non pu&o... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...lersi della deroga prevista dall'art. 9 della Legge Tognoli, ma è soggetta alla disciplina urbanistica dettata per le ordinarie nuove costruzioni fuori terra.

La norma della L. 24 marzo 1989, n. 122, art. 9, che consente di realizzare gratuitamente parcheggi da destinare a pertinenza delle singole unità immobiliari solo se realizzati nel sottosuolo per l'intera altezza, ponendosi in deroga agli strumenti urbanistici ed ai regolamenti edilizi vigenti, è di stretta interpretazione e di rigorosa applicazione: in altre parole, la deroga per la realizzazione di autorimesse e parcheggi da essa prevista, opera solo ed esclusivamente nel caso in cui i garage (oltre ad essere formalmente vincolati a pertinenza di singole unità immobiliari) siano totalmente realizzati al di sotto dell'originario piano naturale di campagna, senza tolleranza di sorta.

La realizzazione di autorimesse e parcheggi, ai sensi dell'art. 9, 1° comma, della L. n. 122/1989 è condizionata dal fatto che questi siano realizzati nel sottosuolo per l'intera altezza, opera cioè solo nel caso in cui, i parcheggi da destinare a pertinenza di singole unità immobiliari, siano totalmente al di sotto dell'originario piano naturale di campagna.[Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... Il permesso di costruire e le autorizzazioni conseguenti alla ubicazione della costruzione in zona vincolata ex d.lg. n. 42/2004, restano necessari in caso di realizzazione, in area vincolata, di un manufatto fuori terra (quindi, né insistente nel sottosuolo, né in locali siti al piano terra del fabbricato).

La realizzazione di autorimesse e parcheggi, se non effettuata totalmente al di sotto del piano di campagna naturale è soggetta alla disciplina urbanistica dettata per le ordinarie nuove costruzioni fuori terra.

L'art. 9 legge 122/1989 non è applicabile nel caso di realizzazione di un garage che non è interrato e che al fine del suo interramento comunque richiede una operazione di "sistemazione del soprassuolo".

Ai sensi dell'art. 9 legge 122/1989 la realizzazione di autorimesse e parcheggi è soggetta alla disciplina urbanistica dettata per le ordinarie nuove costruzioni fuori terra se non effettuata totalmente al di sotto del piano di campagna naturale.

L'apertura di un varco carrabile fuori terra per l'accesso all'autorimessa interrata non ne fa mutare le caratteristiche strutturali.

La costruzione di autorimesse e parcheggi, se non effettuata in... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...esistenti o totalmente al di sotto del piano di campagna naturale, rimane assoggettata al regime urbanistico delle nuove costruzioni fuori terra.

La deroga agli strumenti urbanistici di cui all'art. 9, comma 1, della l. n. 122/1989 è da reputarsi operante solo quando i parcheggi siano realizzati nel sottosuolo ovvero nei locali siti al piano terra dei fabbricati già esistenti, mentre è da escludersi – e quindi, i parcheggi devono essere realizzati nel rispetto delle disposizioni urbanistiche – se non vengano a ciò adibiti i locali (preesistenti) siti al piano terra di un fabbricato o se le autorimesse non vengano allocate nel sottosuolo dei fabbricati.

Salvo che non vi siano esplicite disposizioni normative di segno contrario, per piano interrato si intende quello costruito al di sotto dell'originario piano di campagna, in quanto le prescrizioni dettate dagli strumenti urbanistici in tema di altezza, distanze e volumetria degli edifici sono dirette a tutelare quegli specifici valori – aria, luce, vista – sui quali incidono tutti i volumi che, sporgendo al di sopra della linea naturale del terreno, modificano in maniera significativa la conformazione del suolo e dell'ambiente.

Nelle a... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...nziali la realizzazione dei parcheggi in deroga agli strumenti urbanistici, prevista dall'art. 9 l. 122/89, risulta possibile solamente nel sottosuolo, a differenza di quelli realizzati nel corpo dell'edificio, i quali possono essere anche seminterrati.

Ai sensi della L. 24 marzo 1989, n. 122, art. 9, la realizzazione di autorimesse o parcheggi destinati a pertinenza di fabbricati esistenti è soggetta ad autorizzazione gratuita soltanto se è realizzata nel sottosuolo o nei locali del piano terreno del fabbricato di cui costituiscono pertinenza o nel sottosuolo di aree esterne al fabbricato ma sempre pertinenziali allo stesso.

La realizzazione di autorimesse e parcheggi destinati al servizio di fabbricati esistenti è soggetta ad autorizzazione gratuita esclusivamente se effettuata totalmente al di sotto del piano di campagna naturale.

La deroga agli strumenti urbanistici prevista dalla l. 122/89 è consentita solo quando i parcheggi sono realizzati nel sottosuolo ovvero nei locali siti al piano terreno dei fabbricati già esistenti.

OPERE ED INTERVENTI --> CASISTICA --> PARCHEGGI --> LEGGE TOGNOLI --> POTERI DEL COMUNE

La circostanza che, al fine di decongestion... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...fico automobilistico, la legge ordinaria n. 122/1989, con disposizione di carattere eccezionale e derogatorio, abbia inteso favorire la costruzione di autorimesse pertinenziali nel sottosuolo, anche in deroga agli strumenti urbanistici ed ai regolamenti edilizi vigenti, non impedisce al Comune di esercitare anche in altro modo le proprie ampie prerogative di governo del territorio per rendere comunque più agevole la costruzione di garage accessori all'edificio principale, fermo il rispetto della normativa di carattere generale (coerenza con gli strumenti urbanistici e necessità della concessione o del permesso di costruire) alla quale invece solo la speciale disciplina della legge suddetta consente di derogare, sotto l'ovvia condizione che siano integrati i presupposti previsti dalla legge medesima.

Poiché l'art. 9 l. 1221989 assume una valenza di principio anche a fini di disciplina di governo del territorio, nonché a fini di tutela degli aspetti paesaggistici ed ambientali, non è ammissibile che la pianificazione urbanistica escluda l'ammissibilità di un progetto sotto profili che le amministrazioni dotate di competenza primaria abbiano invece assentito.

E' illegittimo denegare la realizzazione di un'autor... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...rrata in virtù di una norma regolamentare che si ponga in frontale conflitto con l'art. 9 della legge 122/1989.

Rientra certamente nei poteri del comune disciplinare il rapporto tra edifici e parcheggi (sia in termini di superficie che di volume) al fine di evitare "sproporzioni" che certamente il legislatore non ha inteso incentivare.

La disciplina dei parcheggi aggiuntivi appartiene all'autonomia programmatoria comunale ed è il frutto di una scelta ponderata ai fini dell'ottimale assetto del territorio.

OPERE ED INTERVENTI --> CASISTICA --> PARCHEGGI --> LEGGE TOGNOLI --> RAPPORTO CON PIANI ATTUATIVI

L'art. 9 legge 122/1989 non può essere utilizzato per realizzare parcheggi in quantità superiore a quella prevista dallo strumento urbanistico attuativo, qualora questa soddisfi già il fabbisogno di cui all'art. 41-sexies legge 1150/1942.

OPERE ED INTERVENTI --> CASISTICA --> PARCHEGGI --> LEGGE TOGNOLI --> USO ESCLUSIVO DEI RESIDENTI

La locuzione legislativa "ad uso esclusivo dei residenti", contenuta nella l. 122/89, che permette la realizzazione di parcheggi in deroga agli strumenti urbanistici, è da intendersi riferita, in ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...erpretazione sistematica, non allo status soggettivo di iscritto all'anagrafe comunale, bensì al rapporto necessario di pertinenzialità tra l'immobile ed il parcheggio stesso.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI