Carrello
Carrello vuoto



Casi in cui l'acquisizione sanante ex art. 42-bis, d.P.R. 8 giugno 2001, n. 327 ha o non ha effetto retroattivo


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:OCCUPAZIONI ED ESPROPRI ILLEGITTIMI PER PUBBLICA UTILITÀ
anno:2019
pagine: 7956 in formato A4, equivalenti a 13525 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 50,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!

Avvocato, Responsabile Servizio Espropri Amministrazione provinciale di Catanzaro

PATOLOGIA --> OPERA PUBBLICA --> OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA --> ACQUISIZIONE SANANTE --> ART. 42 BIS DPR 327/2001 --> RETROATTIVITÀ

L'acquisizione ex art. 42-bis, d.P.R. 8 giugno 2001, n. 327 costituisce una delle possibili cause legali di estinzione del fatto illecito dell'amministrazione incidente sul diritto di proprietà e trova legittima applicazione anche alle situazioni prodottesi prima della sua entrata in vigore.

L'articolo 42-bis del dPR 327/2001 si applica ai processi in corso anche ove essi concernano procedure espropriative pregresse.

PATOLOGIA --> OPERA PUBBLICA --> OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA --> ACQUISIZIONE SANANTE --> ART. 42 BIS DPR 327/2001 --> RETROATTIVITÀ --> NON RETROATTIVO

Vicende che traggano origine da procedimenti ablatori avviati in epoca anteriore all'entrata in vigore del D.P.R. n. 327 del 2001, ai sensi dell'art. 57 di tale decreto, restano sottratte al disposto dell'art. 42-bis. Il comma 8 dell'art. 42-bis del dpr 327/2001, secondo cui le disposizioni da esso introdotte si applicano anche ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore, non può essere interpretato nel senso che l'ambito applicativo delle stesse si estenda anche ai fatti ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...i in data anteriore all'entrata in vigore del Testo unico.

Il carattere non retroattivo dell'acquisizione sanante, impedisce l'utilizzo dell'istituto in presenza di un giudicato che abbia già disposto la restituzione del bene al privato.

Ad avviso delle SS.UU. della Corte di Cassazione (sentenza n. 735 del 2015), dell'art. 42 bis DPR 327/2001, potrebbe farsi applicazione solo a decorrere dal 30 giugno 2003 (data di entrata in vigore del D.P.R. n. 327/2001), in analogia a quanto previsto dal previgente art. 43 dello stesso D.P.R. n. 327/2001 (la possibilità di estendere il campo di applicazione dell'art. 42-bis alle occupazioni anteriori al 30 giugno 2003 è stata prospettata, ma non vagliata, dalle Sezioni Unite per difetto di rilevanza nel caso trattato).

L'art. 42 bis DPR 327/2001 ha sostituito l'art. 43 del medesimo decreto, che aveva introdotto nel nostro ordinamento l'istituto dell'acquisizione sanante e che era stato espunto per eccesso di delega dalla Corte costituzionale. E' evidente, pertanto, la preoccupazione del legislatore del 2011 di assicurare alla nuova disposizione la stessa applicazione temporale già prevista per quella dettata dall'art. 43, che si inseriva in un sistema organico di norme d... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...superare l'istituto dell'occupazione acquisitiva, ma soltanto dopo il 30 giugno 2003 (data di entrata in vigore dei testo unico), come confermato dall'assenza in quella norma della previsione di una applicabilità anche ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore. Tale preoccupazione emerge, in particolare, laddove nel comma ottavo dell'art. 42 bis, è stata specificamente prevista e disciplinata l'ipotesi della avvenuta emissione di un provvedimento di acquisizione ai sensi del precedente art. 43.

PATOLOGIA --> OPERA PUBBLICA --> OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA --> ACQUISIZIONE SANANTE --> ART. 42 BIS DPR 327/2001 --> RETROATTIVITÀ --> RETROATTIVO

Una occupazione divenuta illegittima nel 1986 può essere sanata con l'articolo 42-bis.

Il provvedimento di cui all'art. 42 bis TUES è adottabile anche per le situazioni prodottesi prima della sua entrata in vigore.

Espunto dall'ordinamento l'istituto dell'accessione invertita (altrimenti detta occupazione acquisitiva, appropriativa o espropriativa), l'occupazione abusiva posta in essere dall'amministrazione ha natura di illecito permanente, la cui cessazione può aversi anche per effetto del provvedimento di acquisizione sana... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... 42 bis d.P.R. n. 327 del 2001, applicabile, ai sensi della norma di cui all'ottavo comma dello stesso art. 42 bis, ad ogni occupazione illecita, anche se anteriore all'entrata in vigore del testo unico n. 327 del 2001.

L'art. 42 bis del D.P.R. n. 327/2001 è applicabile anche alle occupazioni non concluse con l'adozione di un valido titolo di esproprio e iniziate precedentemente alla sua introduzione.

Non è di ostacolo all'accoglimento del ricorso avverso il silenzio ad istanza di attivazione del procedimento ex art. 42 bis DPR 327/2001, il fatto che nella fattispecie l'occupazione sia divenuta illegittima in epoca antecedente alla formulazione del cit. art. 42-bis, atteso che, posto il carattere permanente dell'illecito, il comma 8 del citato articolo estende la possibilità di applicare la nuova disciplina anche a fatti anteriori alla sua entrata in vigore.

L' art. 42 bis del DPR 327/01 è applicabile anche alle situazioni pregresse.

Non è di ostacolo all'accoglimento del ricorso a fronte di silenzio ad istanza di acquisizione del bene ex art. 42 bis DPR 327/2001, il fatto che nella fattispecie l'occupazione sia divenuta illegittima in epoca antecedente alla formulazione dell'art. 42-b... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...R. n. 327/2001, atteso che, posto il carattere permanente dell'illecito, il comma 8 del citato articolo estende la possibilità di applicare la nuova disciplina anche a fatti anteriori alla sua entrata in vigore.

In ipotesi di occupazione illegittima l'unico potenziale ostacolo al pieno esplicarsi della tutela restitutoria è costituito dall'esercizio, da parte dell'Amministrazione interessata, dello speciale "potere sanante" previsto dall'art. 42 bis del d.p.r. 8 giugno 2011, n. 2001, applicabile anche "a fatti anteriori" alla sua entrata in vigore in virtù dell'espressa previsione contenuta al comma 8.

La giurisprudenza amministrativa appare univocamente indirizzata nel senso di ritenere l'acquisizione ex art. 42-bis DPR 327/2001 applicabile a tutti i fatti pregressi alla sua entrata in vigore, ivi comprese le occupazioni antecedenti il 30 giugno 2003.

La difformità di vedute fra il giudice ordinario e il giudice amministrativo in merito all'applicabilità dell'acquisizione ex art. 42-bis DPR 327/2001 a tutti i fatti pregressi alla sua entrata in vigore, riflette la divaricazione di indirizzi già fatta registrare nel vigore dell'art. 43 del D.P.R. n. 327/2001. Non sorprende pertanto che, come s... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...i lavori preparatori della legge di conversione del D.L. n. 98/2011, il legislatore abbia inteso risolvere con l'ottavo comma del cit. 42 bis tu una volta per tutte la questione, originata dal fatto che l'art. 43 del T.U. espropri taceva sul punto della sua efficacia temporale.

L'ottavo comma dell'art. 42-bis DPR 327/2001, rende l'istituto dell'acquisizione "sanante" applicabile tout court ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore, senza discrimini cronologici ulteriori. E' questa infatti l'unica opzione interpretativa che, tenendo fede all'inequivoco tenore letterale della norma, fornisce una soluzione generalizzata al problema delle occupazioni – anche molto risalenti – non seguite dall'adozione del decreto di esproprio e risponde all'esigenza del legislatore del 2011 di colmare il vuoto creato dalla dichiarazione d' illegittimità dell'art. 43 T.U., apprestando all'amministrazione una "legale via d'uscita" in tutti i casi, nessuno escluso, di opere pubbliche realizzate in assenza del valido ed efficace decreto di esproprio.

L'ottavo comma dell'art. 42-bis DPR 327/2001 rende l'istituto dell'acquisizione "sanante" applicabile tout court ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore, senza discrimini cronologici ulteriori. Con... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...grave; che la stessa Corte Costituzionale – nel respingere con sentenza n. 71 del 30 aprile 2015 le questioni di legittimità sollevate in riferimento agli artt. 3, 24, 42, 97, 111 e 117 co. 1 Cost., e quindi anche in relazione alla sua compatibilità con le norme interposte della CEDU – si è espressa nel senso dell'applicazione dell'art. 42-bis ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore e anteriori al 30 giugno 2003.

L'art. 42 bis DPR 327/2001 trova applicazione anche in relazione "ai fatti anteriori", (art. 42 bis, comma 8).

L'art. 42 bis DPR 327/2001 deve ritenersi applicabile anche alla fattispecie in cui l'apprensione e la trasformazione dei terreni è avvenuta prima della sua entrata in vigore, come si evince dal suo stesso comma 8, il quale testualmente recita: "Le disposizioni del presente articolo trovano ... applicazione ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore".

Non v'è motivo per ritenere che il limite all'applicabilità del testo unico sulle espropriazioni alle fattispecie anteriori alla sua entrata in vigore, previsto dall'art. 57, debba operare anche come limite alla prescritta ed espressa retroattività dell'art. 42 bis DPR 327/2001; ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...rende, infatti, per quale motivo l'intentio legis della espressa retroattività dovrebbe essere quella di limitarne l'operatività alle procedure illegittime poste in essere tra il 30.6.2003, data di entra in vigore del testo unico espropri, e la data di introduzione del medesimo art. 42 bis, tanto più che non si rinvengono elementi testuali per suffragare una tale interpretazione restrittiva.

Il fatto che l'effetto traslativo della proprietà conseguente all'adozione del provvedimento di acquisizione sanante ex art. 42 bis DPR 327/2001 avvenga con efficacia ex nunc, non può certo implicare la non applicabilità del nuovo istituto alle fattispecie venute in essere prima della sua entrata in vigore, attenendo l'uno effetto al piano del regime dominicale l'altro all'ambito di applicazione della nuova fattispecie normativa.

Proprio la controversa gestazione e l'inderogabile necessità di normare in modo conforme alla CEDU ed alla Costituzione, un istituto idoneo ad eliminare definitivamente il fenomeno delle "espropriazioni indirette" e a sanare pregresse situazioni di fatto, variamente caratterizzate da rilevanti finalità di interesse pubblico, giustifica la speciale portata retroattiva dell'acquisizi... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... ex art. 42 bis DPR 327/2001, con valenza ultrattiva rispetto alla disciplina transitoria generale prevista, per le norme del testo unico espropri, dall'art. 57. Ed anzi proprio le situazioni prodottesi prima della sua entrata in vigore, integrano quegli «imperativi motivi di interesse generale» che legittimano l'applicazione dello ius superveniens in cause già pendenti per rispondere all'ineludibile esigenza di eliminare la situazione di deficit strutturale, stigmatizzata dalla Corte EDU.

L'acquisizione del bene ex art. 42-bis DPR 327/2001 costituisce una delle possibili cause legali di estinzione di un fatto illecito; essa trova legittima applicazione anche alle situazioni prodottesi prima della sua entrata in vigore.

Secondo l'art. 42 bis DPR 327/2001, il provvedimento con cui l'Amministrazione acquisisce il bene al suo patrimonio indisponibile opera "non retroattivamente".

L'inequivoco tenore di cui al comma 8 dell' articolo 42 bis DPR 327/2001 e le consolidate affermazioni della pacifica giurisprudenza consentono di affermare che la norma in questione si applichi ai processi in corso, ed anche ove essi concernano procedure espropriative pregresse.

L'art. 42-bis, comma 8, DPR 327/2001 dispone che ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... esso contenute «trovano altresì applicazione ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore» (comma 8).

Al quesito inerente l'applicabilità della disposizione dell'art. 42-bis del D.P.R. n. 327/2001 alle occupazioni illecite anteriori all'entrata in vigore del testo unico è possibile dare una risposta positiva; limitando l'ambito di applicazione dell'art. 42 bis, comma 8, alle sole occupazioni successive alla data del 30 giugno 2003, si verrebbe a creare una ingiustificata disparità di trattamento tra situazioni sostanzialmente identiche, perché le occupazioni illecite verificatesi prima e dopo tale data verrebbero ad essere disciplinate in modo differente in assenza di valide ragioni, sebbene l'istituto dell'accessione invertita sia da ritenersi espunto dall'ordinamento anche per le fattispecie anteriori all'entrata in vigore del testo unico.

Appare preferibile un'interpretazione dell'art. 42 bis, comma 8, DPR 327/2001 che non ponga alcun limite temporale all'applicazione retroattiva di tale disposizione, con l'ulteriore conseguenza che il provvedimento di acquisizione sanante dell'art. 42-bis può essere adottato in relazione ad ogni occupazione illecita, anche se anteriore all'entrata in vigo... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...o unico.

Lo speciale potere sanante previsto dall'art. 42-bis del d.P.R. n. 327 del 2001 è istituto espressamente esteso dal legislatore "…ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore …" (v. comma 8), con la sola esclusione dei fatti materiali per i quali la vicenda traslativa della proprietà fosse già stata regolata da atti amministrativi definitivi o da decisioni giurisdizionali passate in giudicato.

La tesi secondo la quale l'art. 42 bis DPR 327/2001 non sarebbe applicabile a fatti antecedenti all'entrata in vigore del testo unico degli espropri non è condivisibile, atteso che l'istituto di nuova introduzione consiste in una sorta di autonomo procedimento espropriativo che opera ex nunc, che per espressa previsione normativa può essere adottato anche durante la pendenza di un giudizio e che è applicabile ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore.

Per effetto del disposto di cui al comma 8, l'art. 42 bis DPR 327/2001 si applica anche ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore.

Ai sensi del comma 8 dell'art. 42-bis DPR 327/2001, la disciplina prevista da tale norma trova applicazione ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore; deve pertanto ritenersi c... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...cquisizione sanante ivi regolamentata si applichi pure alle occupazioni anteriori all'entrata in vigore della nuova normativa.

Il comma 8 dell'art. 42 bis DPR 327/2001 precisa che il provvedimento di acquisizione sanante può essere adottato anche "ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore".

Il comma 8 dell'art. 42-bis del D.P.R. n. 327/2001 e s.m.i. estende la possibilità di applicare la nuova disciplina anche a fatti anteriori alla sua entrata in vigore.

L'art. 42 bis d.P.R. n. 327 del 2001 è applicabile, ai sensi della norma di cui all'ottavo comma dello stesso art. 42 bis, ad ogni occupazione illecita, anche se anteriore all'entrata in vigore del testo unico n. 327 del 2001.

L'inequivoco tenore di cui al comma 8 dell'art. 42 bis DPR 327/2001 e le consolidate affermazioni della pacifica giurisprudenza consentono di affermare che la norma in questione si applichi ai processi in corso, ed anche ove essi concernano procedure espropriative pregresse.

L'art. 42 bis del TU sugli espropri è disposizione testualmente applicabile anche alle fattispecie verificatesi antecedentemente alla sua entrata in vigore.

Il comma ottavo dell'art. 42 bis DPR 327/2001 prevede ch... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... disposizione trovi applicazione anche in relazione "ai fatti anteriori".

Non è di ostacolo all'accoglimento del ricorso il fatto che esso sia basato sull'art. 43 del d.P.R. n. 327/2001, qualora al momento della proposizione del ricorso non fosse ancora intervenuta la sentenza della Corte costituzionale n. 293/2010, dichiarativa dell'illegittimità costituzionale della predetta disposizione normativa; peraltro il comma 8 dell'art. 42-bis del d.P.R. n. 327/2001 e s.m.i. estende la possibilità di applicare la nuova disciplina anche a fatti anteriori alla sua entrata in vigore.

Non è di ostacolo all'applicazione dell'art. 42 –bis del d.P.R. n. 327/2001 e s.m.i., il fatto che l'occupazione sia avvenuta antecedentemente alla emanazione della predetta disposizione normativa, atteso che il comma 8 dell'art. 42-bis del d.P.R. n. 327/2001 e s.m.i. ne estende l'applicazione anche a fatti anteriori alla sua entrata in vigore.

Lo speciale "potere sanante" previsto dall'art. 42-bis DPR 327/2001 è applicabile anche "a fatti anteriori" alla sua entrata in vigore in virtù dell'espressa previsione contenuta al comma 8.

Le disposizioni di cui all'art. 42 bis DPR 327/2001 «tr... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...icazione ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore ed anche se vi è già stato un provvedimento di acquisizione successivamente ritirato o annullato» (comma 8).

L'art. 42 bis DPR 327/2001 si riferisce tanto alle situazioni verificatesi dopo la sua entrata in vigore, quanto ai fatti anteriori (comma 8).

La norma, che novella il vigente t.u. espropriazioni mediante l'inserimento dell'art 42-bis, è dichiarata espressamente applicabile ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore (comma 8).

L'art. 42 bis DPR 327/2001 è norma pacificamente ritenuta applicabile anche alle procedure espropriative avviate prima della introduzione del decreto medesimo.

Il procedimento delineato dall'art. 42 bis DPR 327/2001 risulta applicabile anche alle occupazioni sine titulo già sussistenti alla data di entrata in vigore della norma ( cfr. art. 42 bis, comma 8).

Non è di ostacolo all'applicazione dell'art. 42–bis del d.P.R. n. 327/2001 e s.m.i., il fatto che l'occupazione sia avvenuta antecedentemente all'emanazione della predetta disposizione normativa, atteso che il comma 8 del cit. art. 42-bis ne estende l'applicazione anche a fatti anteriori alla sua entrata in vigo... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...
L'art. 42 bis DPR 327/2001 si riferisce tanto alle situazioni verificatesi dopo la sua entrata in vigore, quanto ai fatti anteriori (comma 8).

L'art. 42 bis DPR 327/2001 è applicabile anche "a fatti anteriori" alla sua entrata in vigore in virtù dell'espressa previsione contenuta al comma 8.

L'art. 42-bis del d.P.R. 8 giugno 2001, n. 327 è norma che anche con riguardo ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore, disciplina le modalità attraverso le quali, a fronte di un'utilizzazione senza titolo di un bene per scopi di pubblico interesse, è possibile - con l'esercizio di un potere basato su una valutazione degli interessi in conflitto - pervenire ad un'acquisizione non retroattiva della titolarità del bene al patrimonio indisponibile della pubblica amministrazione.

Non è di ostacolo alla applicazione dell'art. 42 –bis del d.P.R. n. 327/2001 e s.m.i. il fatto che l'occupazione sia avvenuta antecedentemente all'emanazione della predetta disposizione normativa, atteso che il comma 8 dell'art. 42-bis del d.P.R. n. 327/2001 e s.m.i. ne estende l'applicazione anche a fatti anteriori alla sua entrata in vigore.

Ai sensi del comma 8 dell'art. 42-bis DPR 327/200... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...izione sanante prevista da tale norma si applica anche alle occupazioni anteriori alla sua entrata in vigore.

Il comma 8 dell'art. 42 bis DPR 327/2001 statuisce espressamente la sua "applicazione ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore".

Il nuovo art. 42 bis d.P.R. n. 327/2001, stante stante l'espressa previsione ivi contenuta, nel comma 8, è applicabile anche a fatti anteriori alla sua entrata in vigore.

La cd. acquisizione sanante, di cui all'art. 42-bis del testo unico sulle espropriazioni, contenente la nuova disciplina dell'istituto, introdotto dall'art. 34 del d.l. 6 luglio 2011 n. 98, recante norme per la stabilizzazione finanziaria e convertito con legge del 15 luglio 2011 n. 111, è disciplina espressamente dichiarata applicabile anche ai fatti anteriori alla entrata in vigore del decreto legge.

Il provvedimento acquisitivo ex art. 42 bis DPR 327/20014 si riferisce tanto alle situazioni verificatesi dopo la sua entrata in vigore, quanto ai fatti anteriori (VIII comma), ma presuppone comunque la mancanza di un titolo attuale che fondi il possesso.

Non è di ostacolo all'applicazione dell'art. 42 –bis del d.P.R. n. 327/2001 e s.m.i. il fatto che l'occupazione sia a... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ecedentemente all'emanazione della disposizione normativa, atteso che il comma 8 dell'art. 42-bis del d.P.R. n. 327/2001 e s.m.i. ne estende l'applicazione anche a fatti anteriori alla sua entrata in vigore.

Lo speciale potere sanante ex art. 42 bis DPR 327/2001 è applicabile anche "a fatti anteriori" alla sua entrata in vigore in virtù dell'espressa previsione contenuta al comma 8.

L'art. 42 bis DPR 327/2001 trova applicazione anche in relazione "ai fatti anteriori" (art. 42 bis, comma 8).

L'art. 42 bis DPR 327/2001 trova applicazione anche a fatti anteriori alla sua entrata in vigore (comma 8).

Attraverso il procedimento delineato dall'art. 42 bis DPR 327/2001, l'amministrazione può divenire proprietaria delle aree e tale meccanismo "sanante" risulta applicabile anche alle occupazioni sine titulo già sussistenti alla data di entrata in vigore della norma (cfr. art. 42 bis, comma 8).

Ai sensi del comma 8 dell'art. 42 bis DPR 327/2001 "Le disposizioni del presente articolo trovano altresì applicazione ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore".

L'art. 42 bis DPR 327/2001 è stato dichiarato applicabile anche alle vicende espropriative p... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...r />
L'art. 42 bis d.P.R. n. 327/2001, per espressa previsione contenuta nel comma 8, trova applicazione ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore.

Il nuovo art. 42 bis d.P.R. n. 327/2001 trova applicazione, stante l'espressa previsione ivi contenuta, nel c. 8, anche ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore.

Stante l'espressa previsione contenuta nel comma 8, le disposizioni dell'art. 42 bis DPR 327/2001 trovano applicazione ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore.

Lo speciale "potere sanante" previsto dall'art. 42-bis DPR 327/2001 è applicabile anche "a fatti anteriori" alla sua entrata in vigore, in virtù dell'espressa previsione contenuta al comma 8.

La disposizione di cui all'art. 42 bis del d.p.r. n. 327/2001, sull'utilizzazione senza titolo di un bene per scopi di interesse pubblico, è applicabile (a norma del comma ottavo) anche ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore.

L'art. 42 bis DPR 327/2001 è dichiaratamente applicabile anche alle vicende espropriative pregresse.

L'intervento dell'art. 42 bis del d.P.R. n. 327 del 2001, e specificamente dell'ottavo comma consente di escludere che la proprietà... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...tilizzato per la realizzazione dell'opera pubblica sia stata acquisita, nel passato, con un istituto diverso dal legittimo decreto espropriativo o dalla cessione bonaria.

L'intervento dell'art. 42-bis del D.P.R. 8 Giugno 2001 n.327 e specificamente dell'ottavo comma ("Le disposizioni del presente articolo trovano altresì applicazione ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore ed anche se vi è già stato un provvedimento di acquisizione successivamente ritirato o annullato …" ), impone di escludere che la proprietà del bene utilizzato per la realizzazione dell'opera pubblica sia stata acquisita, nel passato, con un istituto diversa dal legittimo decreto espropriativo o dalla cessione bonaria.

La norma di cui all'art. 42 bis comma 3 DPR 327/2001 è applicabile anche ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore per espressa previsione contenuta nell'ultimo comma del citato articolo.

Lo speciale "potere sanante" previsto dall'art.42-bis DPR 327/2001 è applicabile anche "a fatti anteriori" alla sua entrata in vigore, in virtù dell'espressa previsione contenuta al comma 8.

Lo speciale "potere sanante" previsto dall'art. 42 bis del d.p.r. 327/2001 è applicabile a... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ti anteriori" alla sua entrata in vigore in virtù dell'espressa previsione contenuta al comma 8.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI