Carrello
Carrello vuoto



Occupazione temporanea, aspetti particolari


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:OCCUPAZIONE LEGITTIMA DI BENI PRIVATI PER PUBBLICA UTILITÀ
anno:2018
pagine: 1271 in formato A4, equivalenti a 2161 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 35,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


OCCUPAZIONE --> ACCESSO, OCCUPAZIONE PRECEDUTA DA

Il decreto ex art 22 bis del DPR 327/2001 è preordinato al solo fine di consentire all'autorità amministrativa espropriante di conseguire la disponibilità materiale dell'area assoggettata ad esproprio e di determinare l'indennità provvisoria in favore del soggetto espropriando; a suddetto decreto di occupazione d'urgenza non può essere pertanto assegnata la ben diversa finalità di costituire cornice giuridica di riferimento di un'attività (nel caso di specie consistente nell'effettuazione dei saggi idraulici), che deve necessariamente collocarsi in una fase antecedente del procedimento, proprio per conferire alla procedura ablatoria in discussione logicità e razionalità operativa.

E' illegittima l'emanazione di un decreto di occupazione senza preventive operazioni planimetriche, e l'omissione dell'allegazione di planimetrie al provvedimento di immissione in possesso, solo se ciò abbia determinato inesatta conoscenza della realtà inducendo in errore l'autorità autorizzante l'occupazione.

Il decreto di occupazione non è illegittimo se non è preceduto dall'accesso per i rilievi, a meno che ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...non abbia determinato un'inesatta conoscenza della realtà.

Le operazioni planimetriche e preparatorie di cui agli articoli 7 e 16 della legge 2359/1865 non sono presupposti necessari per poter avviare la procedura espropriativa o di occupazione, salvo che la loro omissione abbia causato inesatta conoscenza della realtà, inducendo in errore di fatto l'autorità procedente.

OCCUPAZIONE --> ASSISTENZA FORZA PUBBLICA

Le funzioni di pubblica sicurezza in materia di ordine pubblico sono riservate allo Stato e, in sede locale, spettano al Prefetto; ciò con riferimento all'uso della forza pubblica onde accedere coattivamente alla proprietà privata qualora il proprietario si opponga al primo accesso spontaneo degli incaricati di redigere le operazioni peritali.

Il decreto di occupazione può contenere l'autorizzazione all'assistenza della forza pubblica.

OCCUPAZIONE --> CLASSIFICAZIONE

L'occupazione temporanea che la L. n. 2359/1865 disciplina con le norme degli arti 65 e seguenti è quella che riguarda l'estrazione di pietre, ghiaia e gli altri usi necessari all'esecuzione delle opere pubbliche, non già l'occupazione d'urgenza preordinata a... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...azione per pubblica utilità che è invece quella che trova il proprio fondamento, nel sistema della legge fondamentale, nella seconda parte del comma I dell'art. 71.

OCCUPAZIONE --> CUSTODIA

La responsabilità della PA derivante dal possesso del bene occupato è quella di conservarla con la diligenza del buon padre di famiglia alla cui osservanza è tenuto ogni debitore, ma non quella discendente da una vera e propria custodia ex art. 2051 c.c.

In tema di responsabilità per i danni cagionati da cose in custodia, ex art. 2051 c.c., incombe all'attore la dimostrazione dell'esistenza del nesso eziologico tra la cosa custodita e l'evento lesivo, mentre il convenuto, per liberarsi, dovrà provare l'esistenza di un fattore causale estraneo alla sua sfera soggettiva.

OCCUPAZIONE --> RAPPORTO CON IL BENE OCCUPATO

Nell'occupante, che riconosce la proprietà in capo all'espropriando, manca l'"animus rem sibi habendi", onde lo stesso è un mero detentore.

OCCUPAZIONE --> RAPPORTO CON IL PROCEDIMENTO PENALE

Il sequestro penale ex art. 321 c.p.p. delle aree, è misura cautelare preordinata ad evitare l'uso de... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...inente al reato per protrarre o aggravare quest'ultimo, o per poterne commettere di nuovi. Sicché alla P.A., pur se estranea al rapporto penale, non è consentito di occupare in via di urgenza il bene fintanto che non sia almeno definita la vicenda della pertinenza di esso al reato o non si ravvisino più le esigenze cautelari che l'hanno determinato.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI