Carrello
Carrello vuoto



Occupazione coattiva e ICI


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:OCCUPAZIONE LEGITTIMA DI BENI PRIVATI PER PUBBLICA UTILITÀ
anno:2018
pagine: 1271 in formato A4, equivalenti a 2161 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 35,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


Ai fini della soggezione all'imposta comunale sugli immobili, l'occupazione di urgenza, per il suo carattere coattivo, non priva il proprietario del possesso dell'immobile in quanto il bene, finché non interviene il decreto di esproprio o comunque l'ablazione, continua ad appartenere a lui - tanto che per tal motivo gli si riconosce un'indennità per l'occupazione - mentre nell'occupante, che riconosce la proprietà in capo all'espropriando, manca l'"animus rem sibi habendi", onde lo stesso è un mero detentore. Quindi, il proprietario è soggetto passivo dell'ici, ed obbligato a presentare la relativa dichiarazione, anche se l'immobile è detenuto da terzi.

L'occupazione di urgenza, per il suo carattere coattivo, non priva il proprietario del possesso dell'immobile in quanto il bene, finché non interviene il decreto di esproprio o comunque l'ablazione, continua ad appartenere a lui - tanto che per tal motivo gli si riconosce un'indennità per l'occupazione - mentre nell'occupante, che riconosce la proprietà in capo all'espropriando, manca l'"animus rem sibi habendi", onde lo stesso è un mero detentore. Ne consegue che il proprietario è soggetto passivo dell'ICI ed è, ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ligato a presentare la relativa dichiarazione, anche se l'immobile è detenuto da terzi.

Nel caso in cui a seguito dell'immissione in possesso da parte della P.A., il proprietario abbia perso la disponibilità dell'area, con l'irreversibile trasformazione del fondo, a seguito della realizzazione dell'opera pubblica, si verifica lo spossessamento del bene a favore della P.A. non solo sotto il profilo materiale, ma anche sotto il profilo dell'animus in quanto in tema di conservazione del possesso o della detenzione "solo animo", è necessario che il possessore (o il detentore) abbia la possibilità di ripristinare il contatto materiale con la cosa quando lo voglia; ne consegue che l'obbligo del pagamento dell'ICI viene meno qualora l'immobile sia stato occupato dalla P.A. con effettiva immissione in possesso.

Per effetto dell'occupazione di urgenza l'ente occupante acquista la detenzione qualificata dell'immobile, mentre il proprietario conserva "solo animo" il possesso giuridico del fondo; il proprietario, cui continua a far carico il pagamento dell'ICI, ha diritto all'indennità di occupazione legittima fino al decreto di trasferimento, circostanza da cui indirettamente si desume che il possesso... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...n suo favore si protrae fino a tale data.

L'occupazione d'urgenza, per il suo carattere coattivo, non priva il proprietario del possesso del bene occupato, in quanto questo, finché non intervenga il decreto di esproprio o comunque ablazione, continua ad appartenergli, tant'è che per tal motivo gli si riconosce anche una indennità per l'occupazione (cfr. n. 10686/05 e successive conformi).

A seguito dell'intervenuta occupazione d'urgenza, nell'occupante, che riconosce la proprietà del bene in capo all'espropriando, manca l'animus rem sibi habendi, onde lo stesso è un mero detentore; non v'è dubbio che il proprietario è soggetto passivo dell'ici, ed obbligato, quindi, a presentare la relativa dichiarazione, anche se l'immobile è detenuto da terzi.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI