Carrello
Carrello vuoto



Quando la destinazione a parcheggi ha natura espropriativa?

La destinazione a parcheggio (come quella a verde pubblico) può assumere sia la connotazione di un vincolo preordinato all'espropriazione, che quella della previsione conformativa di aree destinate a standards, in base al contenuto che le previsioni urbanistiche concretamente esplicano sul diritto di proprietà. Tali destinazioni, infatti, non escludono necessariamente l'intervento privato.

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:VINCOLI URBANISTICI
anno:2017
pagine: 3658 in formato A4, equivalenti a 6219 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 45,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


VINCOLI URBANISTICI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI --> ESPROPRIATIVI E CONFORMATIVI --> CONFORMATIVI O ESPROPRIATIVI --> PARCHEGGIO

Solo una destinazione urbanistica di una zona a parcheggi che preveda la realizzabilità degli interventi sia ad iniziativa pubblica che ad iniziativa privata - così rendendo possibile l'iniziativa del privato, ancorché conformata al perseguimento del peculiare interesse pubblico e subordinata alle previste approvazioni - si pone al di fuori dello schema ablatorio espropriativo ed i relativi vincoli non rivestono carattere espropriativo, ma solo conformativo. Allorquando, invece, le aree sottoposte a vincolo non sono suscettibili di sfruttamento da parte del proprietario dell'area e sono destinate alla fruizione soggettivamente pubblica, il vincolo che le contempla non può assumere carattere meramente conformativo ma riveste carattere espropriativo.

L'orientamento prevalente in giurisprudenza propende per la natura conformativa dei vincoli di piano regolatore preordinati alla realizzazione di parcheggi pubblici, ma tale orientamento si fonda da una parte sulla inidoneità di tali vincoli a determinare l'ablazione automatica del suoli, d'altro canto sulla circo... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...normalmente il parcheggio pubblico non implica la proprietà pubblica degli stessi. Viceversa, qualora non vi sia prova della compatibilità della realizzazione del parcheggio con la proprietà privata, il vincolo è di natura espropriativa, come tale soggetto a decadenza.

La scelta pianificatoria che impone la realizzazione di opere destinate esclusivamente alla fruizione soggettivamente pubblica, configura un vincolo espropriativo; non così in ipotesi in cui sia garantito al privato, attraverso strumenti di convenzionamento, un adeguato sfruttamento economico del diritto dominicale mediante (nel caso di specie), la costruzione di parcheggi privati non pertinenziali, in aggiunta alla dotazione di uso pubblico, con conseguente percezione di una utilità strettamente collegata al valore economico delle aree.

Alla luce della sentenza della Corte Cost. n. 179/1999, l'esclusione dallo schema ablatorio della destinazione a parcheggio deve intendersi riferito al parcheggio privato a pagamento, che determina un interesse commerciale al suo sfruttamento e non anche ai parcheggi pubblici in cui l'erogazione del servizio pubblico è riservata all'Ente territoriale, il quale la esercita mediante la concessione dei pro... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... sia pure assicurando l'introito della tariffa.

La destinazione a parcheggio impressa dallo strumento urbanistico a determinate aree, costituisce vincolo conformativo, e non anche espropriativo, della privata proprietà, per cui la relativa imposizione non necessita della contestuale previsione di un indennizzo, né di una puntuale motivazione sulle ragioni poste a base della eventuale reiterazione della previsione. Tuttavia, questo può dirsi solo se il vincolo non comporta automaticamente l'ablazione dei suoli ed, anzi, ammette la realizzazione anche da parte di privati, in regime di economia di mercato, delle relative attrezzature destinate all'uso pubblico.

Ai fini della determinazione dell'indennità di espropriazione di una zona attrezzata a parco, gioco e sport, o di una zona destinata a parcheggi, tale destinazione esprime vincolo a carattere conformativo, come evenienza ordinaria, sicché, ove si sostenga, al contrario, il carattere ablatorio, perché riconducibile a una limitazione incidente su beni determinati in funzione della localizzazione puntuale di un'opera pubblica, occorre indicarne gli specifici elementi, idonei ad avvalorare detta tesi, e non limitarsi a ricondurre la destinazione indicata, in... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...matico, ad un vincolo preordinato a esproprio.

La destinazione a parcheggio pubblico può assumere sia la connotazione di un vincolo preordinato all'espropriazione, che quella della previsione conformativa di aree destinate a standards; la prova di quale delle due qualità possiedano le prescrizioni imposte sulla zona di interesse, nonché la dimostrazione della concreta incidenza che esse assumano sul contenuto del diritto di proprietà incombe su chi lamenta la lesione di quest'ultimo.

La destinazione a parcheggio non costituisce necessariamente un vincolo espropriativo, dipendendo tale qualificazione, in concreto, dall'effettiva incidenza che la relativa previsione esplica sul contenuto del diritto di proprietà; trattasi infatti di una destinazione che non comporta necessariamente la previsione di un'opera pubblica, e quindi necessariamente preordinata all'esproprio, ben potendo concretarsi in iniziative imprenditoriali private.

La destinazione a parcheggio pubblico, può assumere sia la connotazione di un vincolo preordinato all'espropriazione, che quella della previsione conformativa di aree destinate a standard.

La destinazione nel P.R.G. a parcheggio pubblico, non costituisce ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ente e ontologicamente un vincolo espropriativo, dipendendo tale qualificazione, in concreto, dalla effettiva incidenza che la relativa previsione esplica sul contenuto del diritto di proprietà, elemento questo che necessariamente va coordinato con l'onere della prova.

La destinazione a parcheggio ( come quella a verde pubblico), viene variamente ricondotta alla categoria dei vincoli conformativi o espropriativi in relazione al contenuto che concretamente le previsioni urbanistiche esplicano sul contenuto del diritto di proprietà.

La destinazione di un'area a parcheggio pubblico non implica di per sé la necessaria costituzione di un vincolo preespropriativo, dipendendo tale qualificazione, in concreto, dall'effettiva incidenza che la relativa previsione esplica sul contenuto del diritto di proprietà. Infatti, tali destinazioni non escludono necessariamente l'intervento privato, atteso che il parcheggio potrebbe essere realizzato e gestito dal privato che potrebbe farne oggetto dell'esercizio di una attività economica.

La destinazione a parcheggi pubblici viene variamente ricondotta alla categoria dei vincoli conformativi o preespropriativi in relazione al contenuto che concretamente le previsioni urb... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...i riconnettono.

La destinazione a parcheggio pubblico può assumere sia la connotazione di vincolo preordinato all'espropriazione, che di vincolo conformativo; ciò in relazione al contenuto delle previsioni urbanistiche. La previsione di aree pubbliche destinate a parcheggio non esclude infatti necessariamente l'intervento privato, potendo l'opera essere realizzata e gestita da quest'ultimo che ne fa oggetto dell'esercizio di una attività economica.


 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI