Carrello
Carrello vuoto



Natura giuridica e soggetti attivi del reato di lottizzazione abusiva

Il reato di lottizzazione abusiva, consistente nel frazionamento/vendita di terreno in lotti idonei a modificare la pianificazione del territorio, ha natura di reato formale e di pericolo presunto. I soggetti attivi possono essere diversi, con condotte anche eterogenee e diverse da quella strettamente costruttiva.

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:IL CODICE DEGLI ABUSI EDILIZI
anno:2017
pagine: 5843 in formato A4, equivalenti a 9933 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 50,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


TITOLO EDILIZIO --> ABUSI EDILIZI --> INTERVENTI ABUSIVI, CASISTICA --> LOTTIZZAZIONE ABUSIVA --> REATO, NATURA GIURIDICA

Il reato di lottizzazione abusiva va qualificato reato di pericolo e pertanto la sua lesività non può ritenersi confinata nella sola trasformazione effettiva del territorio ma deve, al contrario, essere riferita alla potenzialità di tale trasformazione intesa come il pericolo di una urbanizzazione non prevista o diversa da quella programmata.

La fattispecie di lottizzazione abusiva riflette un illecito a carattere permanente e, perciò, la misura sanzionatoria prevista dalla disciplina di settore, oltre che dovuta, deve ritenersi, per definizione, sempre attuale. Né a conclusioni diverse potrebbe indurre il comportamento dell'amministrazione che, in questo lasso di tempo, possa aver riscosso tributi per quegli stessi immobili o tenuto condotte analoghe, che in nessun caso varrebbero a legittimare ex post l'avvenuta lottizzazione in contrasto con gli strumenti urbanistici vigenti.

In relazione al reato di lottizzazione abusiva, qualificato reato di pericolo, la sua lesività non può ritenersi confinata nella sola trasformazione effettiva del territorio ma dev... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ario, essere riferita alla potenzialità di tale trasformazione intesa come il pericolo di una urbanizzazione non prevista o diversa da quella programmata.

La lottizzazione abusiva è un illecito permanente e permanentemente insanabile e ciò a tutela della potestà programmatoria del comune e serve ad assicurare l'effettivo controllo del territorio da parte dell'amministrazione titolare della funzione di pianificazione al fine di garantire nel tempo un'ordinata pianificazione urbanistica, un corretto uso del territorio ed uno sviluppo degli insediamenti abitativi e dei correlativi standard compatibili con le esigenze di finanza pubblica e con il vivere civile.

La lottizzazione abusiva è un reato di pericolo integrato non solo dalla trasformazione effettiva del territorio ma da qualsiasi attività che oggettivamente comporti anche solo il pericolo di una urbanizzazione non prevista o diversa da quella programmata.

La lottizzazione abusiva costituisce un reato a forma libera, permanente e progressivo nell'evento, del quale è pacifica la natura di reato di pericolo, cosicché la sua lesività non può ritenersi confinata nella sola trasformazione effettiva del territorio ma d... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...trario, essere riferita alla potenzialità di tale trasformazione intesa come il pericolo di una urbanizzazione non prevista o diversa da quella programmata.

Nella lottizzazione abusiva cartolare la soglia di allarme è anticipata, talchè la fattispecie penale scatta per il semplice fatto di predisporre giuridicamente i suoli per un'edificabilità diffusa, tipica di una nuova maglia urbanistica.

Il reato di lottizzazione abusiva, nel sanzionare il frazionamento e la vendita o atti equivalenti del terreno in lotti, che siano idonei, per la loro direzione inequivoca ed oggettiva, a mettere in pericolo la pianificazione del territorio, ha inteso anticipare la tutela penale dell'interesse protetto da una fattispecie criminosa che, per la sua natura contravvenzionale, non prevede la rilevanza penale del tentativo.

Il reato di lottizzazione abusiva ha natura di reato formale e di pericolo presunto, con conseguente sottrazione al giudice di un qualsiasi sindacato in ordine alla concreta pericolosità della condotta.

TITOLO EDILIZIO --> ABUSI EDILIZI --> INTERVENTI ABUSIVI, CASISTICA --> LOTTIZZAZIONE ABUSIVA --> SOGGETTI ATTIVI

In materia di lottizzazione abusiva &egrav... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...l potenziale acquirente accertare, al momento dell'acquisto ed usando la normale diligenza la regolarità urbanistica ed edilizia dell'immobile oggetto dell'atto di alienazione.

Il reato di lottizzazione abusiva può essere posto in essere da una pluralità di soggetti, i quali, in base ai principi che regolano il concorso di persone nel reato, possono partecipare alla commissione del fatto con condotte anche eterogenee e diverse da quella strettamente costruttiva, purché ciascuno di essi apporti un contributo causale alla verificazione dell'illecito e senza che vi sia alcuna necessità di un accordo preventivo.

L'acquirente non può considerarsi, solo per tale sua qualità, soggetto terzo estraneo al reato di lottizzazione abusiva, ben potendo egli tuttavia, benché compartecipe al medesimo accadimento materiale, dimostrare di avere agito in buona fede, senza rendersi conto, cioè, di partecipare ad un'operazione di illecita lottizzazione.

Per disporre la confisca prevista dal D.P.R. n. 380 del 2001, art. 44, comma 2, il proprietario della res non deve essere necessariamente condannato, in quanto detta sanzione ben può essere disposta anche quando sia stata comunque accert... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...istenza del reato di lottizzazione abusiva in tutti i suoi elementi, soggettivo ed oggettivo, anche laddove, per una causa diversa (come ad esempio l'intervenuto decorso della prescrizione) non si pervenga alla condanna del suo autore ed alla inflizione della pena.

La lottizzazione abusiva negoziale non è configurabile in caso di frazionamento operato a seguito di donazioni fra coniugi e fra parenti in linea retta (cfr. l'ultimo comma art. 18 della l. n. 47/1985), sia in quanto la fattispecie incriminatrice di cui all'art. 18 cit. non riguarda propriamente le richieste di concessione edilizia ma consente l'esercizio di poteri inibitori a fronte di immobili realizzati in assenza di una convenzione di lottizzazione.

Nel giudizio cautelare concernente il sequestro di immobili o terreni abusivamente lottizzati, la dedotta buona fede del terzo acquirente può essere oggetto di valutazione a condizione che risulti immediatamente evidente.

Nel caso in cui i proprietari di terreni interessati ad un piano di lottizzazione regolino i rispettivi obblighi mediante convenzione urbanistica, il Comune legittimamente può accettare come utili, previo collaudo, sia lavori eseguiti con l'intesa di tutti i lottizzanti sia lavori esegu... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ralmente da alcuni di questi. In entrambi i casi, se le opere sono eseguite senza rilascio del titolo edilizio, è possibile la sanatoria formale, una volta accertata la conformità urbanistica.

Gli acquirenti di singoli lotti risultanti da un frazionamento non possono invocare sic et simpliciter la loro buona fede, non potendo essi, solo per tale loro qualità, qualificarsi terzi estranei ad un'operazione di lottizzazione abusiva.

L'acquirente di un lotto non può considerarsi, come tale, estraneo al reato di lottizzazione abusiva, essendo tenuto a dimostrare di aver agito in buona fede, senza cioè rendersi conto (pur avendo adoperato la necessaria diligenza nell'adempimento dei doveri di informazione e conoscenza) di partecipare ad un'opera di illecita lottizzazione.

In tema di lottizzazione abusiva non ha rilievo alcuno il fatto che l'amministrazione dei beni in regime di comunione o la rappresentanza in giudizio per gli atti ad essa relativi spettino disgiuntamente ad entrambi i coniugi.

Il concorso di persone nel reato di lottizzazione abusiva è identificabile anche "in itinere", non essendo necessaria la sua presenza fin dal momento della programmazione e preparazion... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...dotta vietata.

La lottizzazione abusiva negoziale ha carattere generalmente plurisoggettivo, poiché in essa normalmente confluiscono condotte convergenti verso un'operazione unitaria caratterizzata dal nesso causale che lega i comportamenti dei vari partecipi diretti a condizionare la riserva pubblica di programmazione territoriale.

Per la cooperazione dell'acquirente nel reato di lottizzazione abusiva formale non è necessario un previo concerto o un'azione concordata col venditore, ma è sufficiente una semplice adesione al disegno criminoso da quegli concepito, posta in essere anche attraverso la violazione di specifici doveri di informazione e conoscenza, sia essa deliberata sia essa dovuta a trascuratezza.

L'acquirente non può sicuramente considerarsi, solo per tale sua qualità, terzo estraneo al reato di lottizzazione abusiva, anche se può dimostrare di aver agito in buona fede, senza rendersi conto cioè di aver partecipato, nonostante abbia adoperato la necessaria diligenza nell'adempimento dei propri doveri di informazione e conoscenza, ad un'operazione di illecita lottizzazione.

Il subacquirente non può automaticamente considerarsi, per la sua qualità... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...raneo al reato di lottizzazione abusiva formale, visto che l'utilizzazione delle modalità dell'acquisto successivo ben potrebbe costituire un sistema surrettiziamente finalizzato a vanificare le disposizioni legislative in materia di lottizzazione negoziale.

Il compratore che omette di acquisire ogni prudente informazione circa la legittimità dell'acquisto si pone colposamente in una situazione di inconsapevolezza che fornisce, comunque, un determinante contributo causale all'attività illecita del venditore.

Considerato che il reato di lottizzazione abusiva ha normalmente un carattere plurisoggettivo in cui confluiscono condotte convergenti verso un'operazione unitaria, è da escludere che normalmente la condotta dell'acquirente costituisca per il venditore un evento imprevisto ed imprevedibile.

Il reato di lottizzazione abusiva, nella molteplicità di forme che esso può assumere in concreto, può essere posto in essere da una pluralità di soggetti, i quali, in base ai principi che regolano il concorso di persone nel reato, possono partecipare alla commissione del fatto con condotte anche eterogenee e diverse da quella strettamente costruttiva, purché ciascuno di essi apporti... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...uto causale alla verificazione dell'illecito (sia pure svolgendo ruoli diversi ovvero intervenendo in fasi circoscritte della condotta illecita complessiva) e senza che vi sia alcuna necessità di un accordo preventivo.


 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI