Carrello
Carrello vuoto



Motivazione e prescrizione del recupero delle somme sostenute dal Comune per la realizzazione del piano P.E.E.P.

La prescrizione del diritto al conguaglio delle spese sostenute dal Comune per la realizzazione di un piano P.E.E.P., può farsi decorrere solo dalla data in cui la P.A. ha effettivamente appreso il costo definitivo per l’acquisizione delle aree espropriate ed ha potuto avviare le operazioni necessarie per i relativi calcoli.

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:IL CODICE DELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA
anno:2017
pagine: 3590 in formato A4, equivalenti a 6103 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 45,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


PIANIFICAZIONE --> PIANI URBANISTICI ATTUATIVI --> PEEP --> PRINCIPIO DEL PAREGGIO --> RECUPERO ONERI ASSEGNATARI --> MOTIVAZIONE

L'attività di recupero delle somme versate per l'acquisizione delle aree peep e per la loro urbanizzazione, appare direttamente derivante dalle previsioni normative e dai rapporti convenzionali tra le parti; trattandosi quindi di attività di carattere paritetico, e quindi carente di profili discrezionali, non trova spazio la censura di carenza di motivazione, non essendovi spazio giuridico, in tale ambito, per la disamina degli elementi sintomatici dell'eccesso di potere.

PIANIFICAZIONE --> PIANI URBANISTICI ATTUATIVI --> PEEP --> PRINCIPIO DEL PAREGGIO --> RECUPERO ONERI ASSEGNATARI --> PRESCRIZIONE

La prescrizione del diritto al rimborso delle spese sostenute per l'acquisizione delle aree destinate alla realizzazione di alloggi di edilizia economica e popolare, secondo la regola generale di cui all'art. 2935 c.c., decorre dal momento dell'avvenuta determinazione dei costi di esproprio dei beni oggetto della procedura in questione, poiché è solo da tale data che il Comune acquisisce contezza in ordine all'effettivo costo per metro quadro da utilizzar... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...metro per calcolare l'importo da richiedere all'impresa costruttrice, in ossequio al principio del "perfetto pareggio economico", per cui, in caso di controversie, il dies a quo non può che coincidere con la data della effettiva definizione delle stesse, id est con il passaggio in giudicato delle relative sentenze.

In merito alla prescrizione dell'azione di recupero dagli assegnatari di alloggi edificati in area peep da parte del Comune delle somme a conguaglio ex art. 35 L. n. 865/71, infondata è l'eccezione di prescrizione qualora la richiesta di pagamento sia pervenuta dall'ente locale entro il termine ordinario decennale decorrente dal completamento delle operazioni di acquisizione che ha consentito di operare il calcolo definitivo delle somme spese dal Comune per l'acquisizione dell'area, ai fini del conguaglio.

Il diritto al pagamento delle somme a conguaglio ai sensi dell'art. 35 L. n. 865/71, può esser azionato soltanto a seguito della liquidazione delle somme dovute agli espropriati a titolo d'indennità di esproprio e/o del corrispettivo delle cessioni bonarie, considerate nel loro complessivo ammontare, poiché solo in quel momento può stabilirsi il costo complessivo di a... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... delle aree e quindi verificarsi se esse abbiano ecceduto il prezzo di cessione. Non possono viceversa assumere rilievo alcuno la semplice determinazione in sede giudiziale civile della somma ad opera di consulenza tecnica d'ufficio, in funzione dell'esigibilità della somma a conguaglio all'esito della liquidazione e pagamento dell'integrale costo di acquisizione delle aree.

Il principio della esatta corrispondenza tra i costi sostenuti dal Comune per l'acquisizione in via espropriativa delle aree incluse del PEEP e il corrispettivo erogato dal concessionario del lotto (ovvero il principio del perfetto pareggio economico dell'operazione complessivamente compiuta dall'Ente), fa sì che la definizione della singola controversia con i soggetti espropriati non può far decorrere la prescrizione fino a quando non si sono concluse tutte quelle pendenti relative alle aree oggetto della convenzione PEEP.

In ossequio al principio dell'esatta corrispondenza tra i costi effettivamente sostenuti dal Comune per l'acquisizione in via espropriativa delle aree da destinare all'ERP e il corrispettivo ritratto dai soggetti assegnatari, ovvero del perfetto pareggio economico dell'operazione espropriativa complessivamente sostenuta dall'Amministrazio... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ine prescrizionale per la richiesta di pagamento a titolo di conguaglio per oneri di espropriazione sostenuti, comincia a decorrere dal momento dell'effettivo pagamento delle indennità dovute ai proprietari espropriati da farsi coincidere con quello della avvenuta determinazione dei costi di esproprio dell'intero comprensorio.

In materia di recupero degli oneri sostenuti dagli assegnatari di aree PEEP, trova applicazione il principio secondo cui la prescrizione decorre ex art. 2935 c.c. non dalla data di stipula della convenzione (decorrendo da tale data unicamente la prescrizione dei crediti che trovano in essa fondamento), bensì dal giorno in cui il diritto può essere fatto valere, e quindi dall'epoca in cui i costi finali sono stati quantificati.

Deve aversi riguardo alla conclusione del procedimento di acquisizione di tutte le aree interessate dal Piano di Zona al fine di poter ritenere l'insorgenza del diritto dell'Amministrazione a richiedere il corrispettivo della concessione in diritto di superficie o di proprietà. Solo una volta completata l'acquisizione delle aree l'ente procedente potrà, infatti, avere cognizione del costo delle stesse e procedere alla sua determinazione al fine di riversare sui benefici... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...itto di superficie o di proprietà i relativi costi, con la conseguenza che solo da tale data potrà iniziare a decorrere il termine decennale di prescrizione del diritto al conguaglio.

E' a decorrere dal deposito presso la Cassa Depositi e Prestiti della maggior somma che l'Amministrazione è tenuta a corrispondere agli ex proprietari delle aree espropriate in ambito peep, in forza di una pronuncia giudiziale definitiva, momento questo in cui le somme escono dal bilancio comunale per soddisfare un debito certo, liquido ed esigibile, che l'Amministrazione stessa è in grado di esercitare l'azione di rimborso a carico degli assegnatari; ne consegue che è da questo momento e non da quello dello svincolo che decorre la prescrizione del diritto a richiedere il rimborso.

Solo dalla data in cui l'amministrazione ha effettivamente appreso il costo definitivo per l'acquisizione delle aree espropriate ed ha potuto correttamente ed utilmente avviare le operazioni necessarie per il calcolo dei costi sostenuti, accertando con esattezza e puntualità, nel rispetto anche dei fondamentali principi di imparzialità e buon andamento prescritti dall'articolo 97 della Costituzione, le eventuali somme a conguaglio da richieder... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ti interessati, precedentemente non essendo in grado di far valere il proprio diritto ex art. 2935 c.c., può farsi decorrere la prescrizione del diritto al conguaglio.

La prescrizione decorre, ex art. 2935 cod. civ., solo dal giorno in cui il diritto può essere fatto valere. In ipotesi di recupero delle maggiori somme sostenute dal Comune rispetto a quanto inizialmente previsto nella convenzione relativa ad assegnazione di aree PEEP, tale prescrizione non può che decorrere dal giorno in cui le relative somme siano state conosciute ed anticipate dal Comune stesso, e quindi (nel caso di specie), dalla data della sentenza di condanna al pagamento dei maggiori oneri in favore dell'opponente alla stima.

L'azione, a mezzo della quale l'ente pubblico, che ha espropriato le aree per poi concederle alle cooperative per la realizzazione degli edifici di edilizia economia e popolare, mira a garantirsi la copertura di tutti i costi sostenuti per l'espropriazione medesima, è di rivalsa; la prescrizione del relativo diritto inizia pertanto a decorrere dal giorno in cui il Comune ha anticipato le relative somme, cioè ha pagato le indennità di espropriazione a favore dei proprietari della aree.

La prescrizion... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...to al conguaglio delle somme corrisposte per l'espropriazione delle aree assegnate nell'ambito degli interventi PEEP, decorre dal momento in cui il diritto può essere fatto valere e pertanto, trattandosi di recupero delle maggiori somme sostenute dal Comune rispetto a quanto inizialmente previsto nella convenzione, tale prescrizione non può che decorrere dal giorno in cui le relative somme siano state conosciute ed anticipate dal Comune stesso (nel caso di specie a seguito di pronunciamento della Corte d'Appello conseguente ad opposizione alla stima).

Il termine di prescrizione del diritto a richiedere agli assegnatari il conguaglio del costo di acquisizione delle aree incluse nel Peep, decorre dalla data in cui l'amministrazione ha appreso il costo definitivo per l'acquisizione delle aree del medesimo p.d.z., potendo solo a tale momento procedere al calcolo dei costi sostenuti.

Le questioni concernenti l'ammontare del conguaglio a carico dei soggetti assegnatari di aree interessate da programmi di edilizia residenziale, vertono in materia di diritti soggettivi attribuiti alla giurisdizione esclusiva del g.a.; ne consegue che per la cognizione delle relative controversie non è necessario il rispetto del termine decadenziale di i... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... degli atti (che ne hanno determinato l'ammontare), potendo i diritti in questione essere azionati comunque nel termine di prescrizione.

La prescrizione del diritto al conguaglio spettante al Comune nei confronti degli assegnatari dei terreni interessati da interventi di edilizia residenziale decorre dall'ultima liquidazione delle indennità di espropriazione.

La prescrizione decennale del diritto al conguaglio del prezzo di cessione delle aree espropriate per interventi di edilizia residenziale pubblica, non comincia a decorrere dal momento della stipulazione della convenzione con gli assegnatari, ma dal momento in cui è divenuta definitiva per effetto della pronuncia giudiziale, la determinazione dell'indennità di espropriazione da corrispondersi ai proprietari espropriati; ciò in quanto solo in quel momento possono dirsi concluse le operazioni di espropriazione, con conseguenziale determinazione (inoppugnabile) della somma dovuta.

Con riferimento al diritto a richiedere, ai cessionari, il conguaglio delle somme corrisposte ai proprietari espropriati delle aree cedute in proprietà ai sensi dell'art. 35 L. n. 865/71, opera la prescrizione decennale con decorrenza dalla data in cui divie... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...va la determinazione dell'indennità di espropriazione da corrispondersi ai proprietari espropriati.


 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI