Carrello
Carrello vuoto



La modifica del P.R.G. tra adozione ed approvazione

Una nuova pubblicazione del P.R.G. s’impone nel solo caso in cui le modifiche apportate siano tali da comportarne uno stravolgimento nei suoi fondamenti, e non anche le modifiche, per quanto numerose sul piano quantitativo e incidenti in modo inteso sulla destinazione di singole aree o gruppi di aree.

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:IL CODICE DELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA
anno:2017
pagine: 3590 in formato A4, equivalenti a 6103 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 45,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


PIANIFICAZIONE --> VARIANTE URBANISTICA --> MODIFICA TRA ADOZIONE E APPROVAZIONE

Le modifiche che impongono al Comune una nuova pubblicazione del P.R.G. sono solo quelle che comportano uno stravolgimento dello strumento adottato ovvero un profondo mutamento dei suoi stessi criteri ispiratori, e non anche le modifiche, per quanto numerose sul piano quantitativo e incidenti in modo inteso sulla destinazione di singole aree o gruppi di aree, che comunque ne lascino inalterato l'impianto originario.

Nel procedimento di formazione degli strumenti di pianificazione urbanistica, la pubblicazione è finalizzata alla presentazione delle osservazioni da parte degli interessati al progetto di piano adottato ma, di regola, non è richiesta per le successive fasi del procedimento, anche se il piano originario risulti modificato a seguito dell'accoglimento di talune osservazioni, se non quando l'accoglimento delle osservazioni abbia comportato una profonda deviazione dai criteri posti a base del piano stesso; fattispecie non sussistente, qualora il soggetto interessato si sia limitato a sottolineare il peggioramento della destinazione urbanistica delle aree di proprietà.

Una nuova pubblicazione del piano s'impone nel solo ca... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...e modifiche apportate siano tali da comportarne uno stravolgimento nei suoi fondamenti, determinandone una sostanziale nuova adozione; ciò che è da escludersi che avvenga laddove sia in questione una modifica "puntuale" interessante una singola area o singole aree specificamente individuate.

Nel caso in cui la Regione, in sede di approvazione del piano, introduca modifiche "facoltative", ossia "non implicanti innovazioni sostanziali", non sussiste l'obbligo di ripubblicazione del piano medesimo da parte del comune, dal momento che tali modifiche, per loro natura, non sono tali da superare "il limite di rispetto dei canoni guida del piano adottato".

Le amministrazioni preposte alla pianificazione del territorio vantano una lata discrezionalità nella funzione regolatoria loro affidata, e ciò anche nella sede approvativa, ove possono essere introdotte modifiche d'ufficio (senza ritorno alla fase di adozione e pubblicazione), a condizione che tali modifiche non comportino sostanziali innovazioni.

Il procedimento di approvazione del piano regolatore generale da parte della Regione può portare, secondo le previsioni degli artt. 8 e 10, della l. n. 1150/1942, all'approvazione integrale del piano con o senza... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...d'ufficio non comportanti innovazioni tali da mutare le caratteristiche essenziali di esso ed i suoi criteri di impostazione, ovvero alla sua restituzione per modifiche, integrazioni o rielaborazioni, che il Comune non è tenuto ad effettuare, salva l'ipotesi in cui, essendo l'adozione del piano obbligatoria, l'inadempimento venga sanzionato con un intervento sostitutivo.

Le modificazione ai criteri posti a base del piano adottato che incidono su elementi fondamentali dello stesso, rendono necessaria una nuova pubblicazione, con la conseguente raccolta delle nuove osservazioni.

L'approvazione della variante in un testo difforme da quello adottato è pienamente legittima quando è la conseguenza dell'accoglimento delle osservazioni presentate dai privati e non comporta lo stravolgimento delle linee fondamentali del piano.

Non è essenziale, e pertanto è ammissibile in sede di approvazione della variante allo strumento strumento urbanistico generale, la modifica della destinazione in E4 (zone a bosco) di aree classificate in sede di adozione come E4 (zone a bosco) e E1 (zona agricola di interesse primario).

Con la delibera di adozione della variante allo strumento urbanistico generale, il Co... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...sce il proprio potere in ordine all'organizzazione urbanistica del proprio territorio, e la competenza passa alla Regione o alla Provincia autonoma che possono introdurre modifiche nei soli limiti previsti dalle rispettive leggi urbanistiche.

Non vi è alcun dubbio sulla possibilità per il Comune di intervenire - su sollecitazione del Servizio Urbanistica Provinciale o Regionale - con aggiustamenti, chiarimenti e correzioni sulla variante al piano urbanistico già adottata ma non ancora approvata: ciò che non può essere fatto è adottare una nuova previsione urbanistica difforme da quella precedentemente deliberata.

Una volta adottato uno strumento urbanistico da parte del Consiglio, quando il medesimo organo comunale intenda comunque variarne la previsione prima del pronunciamento dell'Assessorato regionale (ad esempio qualora intenda accogliere le osservazioni dei privati non limitandosi ad esprimere un parere favorevole al loro accoglimento, ma apportando esso stesso le modifiche richieste al progetto di piano adottato), deve rispettare il medesimo procedimento previsto per l'adozione, trattandosi di esercizio di un potere di modifica – revoca, in parte qua, dell'originario provvedimento.

[Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...>

 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI