Carrello
Carrello vuoto



L'impugnazione del procedimento d'esproprio da parte del livellario dell'area


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:RICORSI, IMPUGNAZIONI, DOMANDE GIUDIZIALI
anno:2016
pagine: 3048 in formato A4, equivalenti a 5182 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 45,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


Sintesi: Pur nella prefigurazione dei ricorrenti come livellari e/o enfiteuti, comportando tale posizione l’esercizio del diritto di godimento del fondo concesso dal proprietario, certamente l’attività espropriativa è per essi lesiva (oltre che per il proprietario) perché sottrae agli stessi il detto diritto, conseguendone la sussistenza dell’interesse all’impugnazione e con questo la posizione legittimante ad agire.

Estratto: «2.3) Richiamati i principi di riferimento, può affrontarsi il primo problema che è quello processuale inerente alla sussistenza o meno della legittimazione ad agire dei ricorrenti.Al riguardo deve considerarsi che, pur nella prefigurazione dei ricorrenti come livellari e/o enfiteuti, comportando tale posizione l’esercizio del diritto di godimento del fondo concesso dal proprietario, certamente l’attività espropriativa è per essi lesiva (oltre che per il proprietario) perché sottrae agli stessi il detto diritto, conseguendone la sussistenza dell’interesse all’impugnazione e con questo la posizione legittimante ad agire (Cfr. decisione di questo Tribunale – Sez. II – 26/2/2009 n. 669 e riferimenti ivi), legittimazione che, nella fattispecie,... [Omissis - La versione integrale é presente nel prodotto - Omissis] ...consegue in via diretta anche dall’ottenuta pronuncia giurisdizionale favorevole.Va disattesa, pertanto, l’eccezione del Comune di carenza di legittimazione ad agire dei ricorrenti.»

Sintesi: Il livellario è titolare di una posizione differenziata e qualificata ed ha quindi interesse ad impugnare i provvedimenti facenti parte del procedimento di espropriazione di un’area in suo possesso.

Estratto: «A tale proposito occorre richiamare la giurisprudenza che il Collegio condivide, secondo cui nell'ambito dei soggetti legittimati ad impugnare gli atti di una procedura espropriativa, è compreso anche il livellario, in quanto il livello costituisce un diritto sul fondo, i cui contenuti sono assimilabili a quello d'enfiteusi, e il livellario è titolare di una posizione differenziata e qualificata, ed ha quindi interesse ad impugnare i provvedimenti facenti parte del procedimento di espropriazione di un’area in suo possesso (cfr. T.A.R. Campania, Salerno, sez. II, 26 febbraio 2009, n. 669).»

Sintesi: Il livellario è titolare di una posizione differenziata - al pari dell'enfiteuta - che lo legittima ad impugnare gli atti di una procedura espropriativa.

Estratto: «1)Secondo un'esege... [Omissis - La versione integrale é presente nel prodotto - Omissis] ...storico - sistematico, il “livello” è un diritto reale i cui contenuti sono assimilabili a quelli dell'enfiteusi, per cui il livellario è titolare di una posizione differenziata - al pari dell'enfiteuta - che lo legittima ad impugnare gli atti di una procedura espropriativa (cfr. TAR Campania Salerno, sez. II, 26.02.2009, n. 669; TAR Toscana Sez.II^ 2003, n.5055; TAR CampaniaNapoli, sez.V 15-7.1994 n.305)»



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI