Carrello
Carrello vuoto



I privati assegnatari degli alloggi realizzati in P.E.E.P. sono legittimati a rivendicarne il possesso


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:RICORSI, IMPUGNAZIONI, DOMANDE GIUDIZIALI
anno:2016
pagine: 3048 in formato A4, equivalenti a 5182 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 45,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


Sintesi: La domanda di rivendicazione ai sensi dell’art. 948 c.c., deve essere proposta contro coloro che si trovano, al momento della sua proposizione, nel possesso del bene rivendicato. La legittimazione passiva nell'azione reale di rivendicazione compete infatti al soggetto che, secondo la prospettazione attorea, sia di fatto ed illegittimamente nel possesso o nella detenzione del bene preteso. In ipotesi di aree occupate per la realizzazione del PEEP, tale legittimazione spetta ai privati assegnatari degli alloggi realizzati.

Estratto: «Tuttavia la domanda di rivendicazione non può essere accolta poiché, ai sensi dell’art. 948 c.c., deve essere proposta contro coloro che si trovano, al momento della sua proposizione, nel possesso del bene rivendicato. La legittimazione passiva nell'azione reale di rivendicazione compete infatti al soggetto che, secondo la prospettazione attorea, sia di fatto ed illegittimamente nel possesso o nella detenzione del bene preteso (Cass. civ. II, 25 maggio 2012 n. 8363). Fra tali soggetti non sono annoverabili né il Comune di Marciana Marina, né la Cooperativa Forze dell’Ordine, bensì gli assegnatari degli alloggi da quest’ultima realizzati.Il ricorso è stato notificato anche... [Omissis - La versione integrale é presente nel prodotto - Omissis] ...Donati e Manuela Agnese Maria Morgantini. La loro posizione non è specificata nella narrazione dei fatti contenuta nel ricorso; stante la loro residenza nella via San Giovanni può ritenersi che si tratti di due degli assegnatari degli alloggi realizzati sui fondi oggetto di rivendica, ma l’estensione alle stesse del contraddittorio egualmente non è sufficiente per indurre il Collegio a scrutinare la domanda proposta dai ricorrenti. Come già stabilito da questo Tribunale nella soprarichiamata sentenza n. 134/2013, la rivendicazione proposta da un soggetto privato contro l’assegnatario di un alloggio realizzato a seguito di un’operazione di edilizia convenzionata dà luogo ad una controversia tra privati che fuoriesce dalla giurisdizione esclusiva amministrativa. In tal caso infatti manca il presupposto soggettivo della giurisdizione di questo Tribunale, ossia che una delle parti in causa sia qualificabile come pubblica amministrazione o soggetto equiparato, e manca anche il presupposto oggettivo poiché in tale ipotesi la controversia non riguarda l’esercizio di un pubblico potere.La domanda in esame deve quindi essere dichiarata inammissibile difettando la giurisdizione del giudice amministrativo e i ricorrenti dovranno ripropo... [Omissis - La versione integrale é presente nel prodotto - Omissis] ...o i singoli assegnatari, innanzi alla giurisdizione ordinaria.»



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI