Carrello
Carrello vuoto



Impugnazione di un provvedimento di autotutela


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:AUTOTUTELA AMMINISTRATIVA nel governo del territorio
anno:2018
pagine: 1174 in formato A4, equivalenti a 1996 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 30,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


GIUDIZIO --> IMPUGNAZIONE --> ANNULLAMENTO IN AUTOTUTELA

In sede di annullamento d'ufficio di un silenzio assenso deve essere restituito integro il potere-dovere di compiere, per la prima volta, quelle valutazioni che l'amministrazione avrebbe dovuto porre a fondamento dell'esercizio della funzione istituzionale di primo grado ad essa spettante.

L'impugnazione di un atto di annullamento di ufficio di un pregresso provvedimento abilitativo non va necessariamente notificata all'autore dell'esposto-denuncia che aveva sollecitato l'esercizio dell'atto di autotutela.

Nel giudizio di impugnazione del provvedimento di annullamento, in sede autotutela, di un permesso di costruire e/o di una concessione edilizia, non sono configurabili soggetti controinteressati.

I soggetti interessati alla conservazione del provvedimento di autotutela del titolo edilizio possono intervenire ad opponendum nel giudizio di impugnazione attivato dal destinatario del provvedimento di annullamento, ma non possono proporre ricorso incidentale contro il provvedimento deducendo che lo stesso non avrebbe rilevato ulteriori profili di illegittimità del titolo edilizio.

GIUDIZIO --> IMPUGNAZIONE --> AUTOTUTELA POSSESSORIA[Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...> Ove il provvedimento di decadenza della concessione demaniale marittima sia divenuto inoppugnabile, l'ordine di sgombero è impugnabile esclusivamente per vizi propri; pertanto, è inammissibile il ricorso proposto contro il provvedimento di autotutela demaniale che sia tutto incentrato sulla contestazione del provvedimento di decadenza.

L'adozione di un nuovo piano demaniale che rende ammissibili le opere abusive di cui in precedenza il Comune ha ordinato la rimozione non comporta l'improcedibilità del ricorso proposto avverso il provvedimento di autotutela demaniale, in quanto non ha ex se efficacia sanante.

È atto lesivo e immediatamente impugnabile il provvedimento con il quale la P.A. intima lo sgombero al soggetto che occupa abusivamente il demanio marittimo.

L'atto che reca intimazione ad abbandonare l'alloggio non è sufficiente a configurare un vero e proprio ordine di rilascio, bensì una mera diffida prodromica all'effettivo rilascio: pertanto esso non deve essere necessariamente impugnato prima dell'ordine di rilascio.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI