Carrello
Carrello vuoto



Opere ed interventi edilizi: impianti sportivi


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:OPERE EDILIZIE E TITOLO EDILIZIO
anno:2018
pagine: 6201 in formato A4, equivalenti a 10542 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 50,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


In materia di accordi di programma per la costruzione di un impianto sportivo, nessuna norma specifica impone che il parere del C.O.N.I. sia reso prima della sottoscrizione dell'accordo; resta fermo, tuttavia, l'obbligo per il privato di munirsi in sede esecutiva dei necessari titoli edilizi per adeguarsi alle indicazioni progettuali date nel parere del C.O.N.I..

Il fatto che talune modifiche progettuali ad un impianto sportivo siano approvate dalla Commissione Provinciale Vigilanza Locali Pubblico Spettacolo non comporta automaticamente il rilascio del titolo edilizio per le stesse, neppure se a detta commissione ha partecipato un rappresentante del Comune: tale organo, infatti, esprime delle valutazioni che attengono all'aspetto della sicurezza dell'impianto e non anche all'aspetto della conformità edilizia dello stesso.

L'individuazione dall'ambito delle attività produttive - tra le quali si colloca la c.d. "macrocategoria" artigianale - di particolari attività artigianali connotate dalla loro immediata funzionalizzazione alla residenza e assimilabili a quelle commerciali di vendita al dettaglio, comporta in modo del tutto naturale che l'utilizzazione di un immobile, già a destinazione artigianale come palestra, ossia c... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...à artigianale posta al servizio della residenza, si configuri anche come passaggio tra destinazioni d'uso urbanisticamente rilevanti.

Nel caso in cui il piano paesaggistico vieti qualsiasi alterazione dell'andamento naturale del terreno, non può essere assentita la realizzazione di una piscina.

Il campo di calcetto di limitata estensione è compatibile con la destinazione residenziale della zona.

La copertura di un campo da tennis costituisce ampliamento volumetrico dell'impianto sportivo.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI