Carrello
Carrello vuoto



Il titolo per l'immissione in possesso


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:OCCUPAZIONE LEGITTIMA DI BENI PRIVATI PER PUBBLICA UTILITÀ
anno:2018
pagine: 1271 in formato A4, equivalenti a 2161 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 35,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


Va affermata l'illegittimità degli atti afferenti l'accertamento dello stato di consistenza degli immobili e l'immissione nel possesso delle aree e, dunque, l'illiceità dell'attività materiale a tale fine posta in essere dall'Amministrazione, qualora non sia dato riscontrare – a monte di tale attività materiale di spossessamento e, quindi, a giustificazione della stessa - la previa adozione dei provvedimenti all'uopo prescritti dalla legge, già individuati in un decreto di espropriazione e/o in un decreto d'occupazione d'urgenza.

Per l'effettiva immissione in possesso è sufficiente l'individuazione dell'area e l'affermazione da parte degli incaricati dell'operazione che da quel momento il possesso dell'area si intende trasferito all'amministrazione espropriante.

L'acquisto del possesso e la contemporanea perdita da parte del soggetto cui faceva capo, non richiedono per la loro realizzazione, un rapporto materiale con la cosa nella sua totale consistenza ma soltanto un atto (sostanzialmente) simbolico, indicativo dell'inizio del nuovo rapporto (e la cessazione di quello precedente) con la cosa (ad es. la traditio brevi manu) ovvero un atto negoziale comportante il mutamento della natura giuridica della d... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...à della cosa (costituito possessorio) o comportante la sua esclusiva disponibilità: quali esemplificativamente la recinzione di un'area, ovvero il suo dimensionamento tramite apposizione di picchetti.

L'immissione in possesso coattiva può avvenire solo a seguito di un decreto di occupazione d'urgenza previsto dall'art. 22 bis del D.P.R. n. 327/2001 ovvero di un decreto di esproprio previsto dal successivo art. 23. In assenza di alcuno di tali atti sono illegittimi sia l'avviso di immissione in possesso che la sua conseguente attuazione, per la mancanza del necessario atto presupposto, con la conseguenza che il bene deve essere restituito rimesso al pristino stato.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI