Carrello
Carrello vuoto



Possibili effetti di sentenze passate in giudicato nel processo amministrativo di ottemperanza


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:GIUDIZIO 2014-2016 in materia di urbanistica ed edilizia, demanio e patrimonio pubblico, espropriazione per pubblica utilità
anno:2017
pagine: 2761 in formato A4, equivalenti a 4694 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 40,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


GIUDIZIO --> GIUDICATO --> OTTEMPERANZA --> CASISTICA

A seguito della notifica di una sentenza di accoglimento del silenzio rifiuto l'amministrazione non può applicare le modificazioni dei piani urbanistici successive alla notifica del provvedimento giurisdizionale.

La concessione demaniale marittima non rappresenta alcun ostacolo all'attivazione delle procedure propedeutiche alla demolizione delle opere abusive e alla gara per l'affidamento dei relativi lavori in forza del giudicato di annullamento del titolo edilizio, non occorrendo attendere il completamento di alcun iter procedurale relativo all'eventuale decadenza del detto titolo concessorio ovvero all'eventuale revoca delle licenze di ristorazione e di balneazione.

Una volta passata in giudicato la sentenza di annullamento di un diniego di concessione edilizia, non è ammesso il ricorso per l'esecuzione del giudicato se l'amministrazione abbia rinnovato il diniego sulla base di diversa motivazione.

GIUDIZIO --> GIUDICATO --> OTTEMPERANZA --> CASISTICA --> ACCERTAMENTO DEL DIRITTO ALLA CONSEGNA DEL BENE PUBBLICO

In sede di ottemperanza i sopravvenuti motivi di interesse pubblico, apprezzabili ed ostativi all'assegnaz... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...bene demaniale possono essere solo quelli precedenti la notifica della sentenza passata in giudicato salvo che il giudice dell'ottemperanza precisi la portata del comando giudiziale contenuto nel giudicato dando rilevanza ai sopravvenuti motivi di interesse pubblico.

GIUDIZIO --> GIUDICATO --> OTTEMPERANZA --> CASISTICA --> ANNULLAMENTO DEL DINIEGO DI CONCESSIONE DEMANIALE

In seguito all'annullamento del diniego di concessione demaniale marittima, è legittimo richiedere all'interessato la presentazione di una nuova domanda, specie se la sentenza non ha disposto che la prima istanza fosse esaminata ora per allora, ma anzi prevedendo la conformazione alle disposizioni regolamentari eventualmente adottate, in base al principio del tempus regit actum.

In caso di ingiustificato inadempimento dell'Amministrazione all'obbligo di dare esecuzione alla sentenza di annullamento del diniego di concessione demaniale, la sentenza del Giudice dell'Ottemperanza deve essere trasmessa alla Procura presso la Sezione Regionale della Corte dei Conti, alla Procura della Repubblica, nonché all'organo competente per le valutazioni circa la performances del personale dirigenziale responsabile del protrarsi della mancata ottemperanza ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...za di annullamento, in conformità a quanto previsto dal comma 9 dell'art. 2 della L. n. 241/1990, così come aggiunto dall'art. 1, comma 1, D.L. 9 febbraio 2012, n. 5, convertito, con modificazioni, dalla L. 4 aprile 2012, n. 35.

A fronte di un annullamento del diniego all'assegnazione di un'area (nella specie, in pretesa esecuzione di una convenzione) per difetto di motivazione, il nuovo diniego, contenente diversa e più articolata motivazione di ragioni (riferite nella specie all'esaurimento dell'efficacia della convenzione, al suo superamento in funzione di sopravvenienze normative e pianificatorie, alla sua risoluzione e/o rescissione per inadempimento di obblighi assunti) non costituisce né atto violativo né atto elusivo del giudicato.

Anche a valle di un giudicato demolitorio, l'accertamento diretto e peraltro complesso, relativo alla sussistenza di un diritto all'assegnazione di aree pubbliche non può costituire oggetto della sfera cognitoria correlata all'ottemperanza, dovendo trovare esplicazione in sede di cognizione piena.

GIUDIZIO --> GIUDICATO --> OTTEMPERANZA --> CASISTICA --> ANNULLAMENTO DEL DINIEGO DI SANATORIA EDILIZIA

Sono illegittimi il diniego di ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...lizio e il consequenziale ordine di demolizione che si fondano esclusivamente sugli atti istruttori che hanno determinato una precedente sentenza demolitoria.

GIUDIZIO --> GIUDICATO --> OTTEMPERANZA --> CASISTICA --> ANNULLAMENTO DEL DINIEGO DI TITOLO EDILIZIO

A seguito del passaggio in giudicato di una sentenza di annullamento di un diniego di concessione edilizia (oggi permesso di costruire), è onere dell'amministrazione esaminare la pratica nella sua interezza, con la conseguenza che, una volta rinnovato il diniego, non può più assumere ulteriori provvedimenti sfavorevoli per profili non esaminati.

Il preavviso di diniego di permesso di costruire spiccato dopo il passaggio in giudicato della sentenza di annullamento del primo diniego costituisce sostanziale inottemperanza al giudicato.

GIUDIZIO --> GIUDICATO --> OTTEMPERANZA --> CASISTICA --> ANNULLAMENTO DEL TITOLO EDILIZIO

In séguito all'annullamento giurisdizionale di un titolo abilitativo (o di un diniego di esso), l'Amministrazione deve riesaminare la relativa istanza non già "ora per allora", ma tenendo conto della normativa sopravvenuta medio tempore, con il solo limite dell'inopponibili... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...elle modifiche legislative intervenute dopo la notifica della sentenza da parte del ricorrente vittorioso.

Il principio di intangibilità del giudicato determina l'illegittimità del titolo edilizio in sanatoria avente ad oggetto opere la cui abusività è stata già accertata in sede giurisdizionale con provvedimento definitivo.

GIUDIZIO --> GIUDICATO --> OTTEMPERANZA --> CASISTICA --> ANNULLAMENTO DELL'AFFIDAMENTO DI BENI PUBBLICI

A seguito della sentenza amministrativa che dichiara l'illegittimità dell'affidamento di beni pubblici, l'Amministrazione non può che procedere, in ottemperanza al giudicato, a richiedere la restituzione delle aree.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI