Carrello
Carrello vuoto

  • HOME
  • giudizio, processo
  • Utilizzabilità del fatto notorio nell'impugnazione della determinazione dell'indennità d'esproprio


Utilizzabilità del fatto notorio nell'impugnazione della determinazione dell'indennità d'esproprio


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:DETERMINAZIONE GIUDIZIALE DELL'INDENNITÀ DI ESPROPRIO
anno:2018
pagine: 978 in formato A4, equivalenti a 1663 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 30,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!

Avvocato, Responsabile Servizio Espropri Amministrazione provinciale di Catanzaro

Sintesi: Non possono essere annoverate tra le nozioni di comune conoscenza, intesa quale esperienza dell'individuo medio in un dato tempo ed in un dato luogo, inquadrabili nella categoria del notorio, quegli elementi valutativi che implichino cognizioni tecniche particolari come il valore di mercato di un terreno in un dato momento; ciò in particolare quando ne sia richiesta una precisa determinazione ai fini della corresponsione dell'indennità di espropriazione.

Sintesi: La scienza individuale del giudice, pur ove comprovata, in quanto non universale, non è annoverabile nella categoria del notorio, neppur quando la cognizione derivi al giudice medesimo dalla pregressa trattazione d'analoghe controversie, onde non può in alcun caso essere utilizzata nelle argomentazioni elaborate a suffragio dell'adottanda decisione (nel caso di specie in materia di determinazione dell'indennità di esproprio).

Estratto: «E' infatti esatto che l'utilizzazione del fatto notorio, comportando una deroga al principio dispositivo ed al contraddittorio e dando luogo a prove non fornite dalle parti e relative a fatti dalle stesse non vagliati né controllati, va inteso, come da consolidato insegnamento di questa Corte, in senso rigoroso, id es... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...o acquisito alle conoscenze della collettività con tale grado di certezza da apparire indubitabile ed incontestabile (Cass. 5680/2000; 2859/1995); di guisa che non possono essere annoverate tra le nozioni di comune conoscenza, intesa quale esperienza dell'individuo medio in un dato tempo ed in un dato luogo, quegli elementi valutativi che implichino cognizioni tecniche particolari come il valore di mercato di un terreno in un dato momento: soprattutto quando ne sia richiesta una precisa determinazione ai fini della corresponsione dell'indennità di espropriazione (Cass. 7181/1999; 5542/1999; 2808/1997).Ed è del pari esatto che non può soccorrere al riguardo la scienza individuale del giudice, poiché questa, pur ove comprovata - e tale non risulta nella specie - in quanto non universale, non è annoverabile nella categoria del notorio, neppur quando la cognizione derivi al giudice medesimo dalla pregressa trattazione d'analoghe controversie, onde non può in alcun caso essere utilizzata nelle argomentazioni elaborate a suffragio dell'adottanda decisione in assenza di più precise indicazioni sulle altre espropriazioni dalle quali si è dedotto il dato posto a base della stessa.Sennonché nel caso concreto la sentenza impugnata ha accert... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...epoca successiva al decreto ablativo (anno 1983) tra le stesse parti era stato raggiunto un accordo bonario per la vendita di un terreno ubicato nella medesima zona ed avente le medesime caratteristiche, anche perché di proprietà dello stesso C. che vi aveva attribuito il valore di L. 30.000 mq.; e perché la consulenza di parte convenuta aveva confermato siffatto valore: perciò mostrando di essersi avvalsa per la stima dell'immobile del cd. metodo sintetico-comparativo.Ora, questa Corte ha ripetutamente osservato al riguardo che si tratta, di un metodo incentrato sulla ricognizione di prezzi storici e certi che, in ragione della loro rappresentatività, si porgono come idonei parametri di determinazione del valore da attribuire al bene oggetto della stima. E siffatta rappresentatività si configura allorquando i prezzi di confronto riguardino terreni forniti di caratteristiche, per lo meno, analoghe a quelle proprie dell'immobile da valutare, attengano esse sia alla disciplina urbanistica delle rispettive zone di appartenenza sia alla morfologia, nonché ad ogni altra caratteristica dei beni considerati (giacitura, natura geologica, conformazione orografica, accessibilità, ecc..). Per cui ciò che rileva non è la categoria degli atti... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...umere il probabile valore di mercato dell'area, che non costituisce un numero chiuso necessariamente coincidente con le perizie giudiziali e con le decisioni giudiziali, bensì il preventivo motivato riscontro della rappresentatività dei dati utilizzati per la comparazione, e cioè l'accertamento che essi riguardino terreni muniti di caratteristiche analoghe, tanto con riferimento alla loro obiettiva natura ed ubicazione, quanto in relazione alla disciplina urbanistica cui sono soggetti:il prezzo di mercato può essere quindi tratto anche da fonti diverse, quali appunto accertamenti di valore di natura fiscale o pubblicazioni specializzate del settore, ovvero atti di natura privatistica, quali compravendite e cessione, come nel caso di specie, ovvero permute, donazioni o ancora locazioni, o ancora da altri documenti di equivalente valore probatorio, semprecchè gli immobili che ne sono oggetto presentino indubbio carattere di omogeneità con l'immobile da stimare (Cass. 3175/2008; 6122/1990; 4583/1990).Pertanto non bastava al ricorrente dedurre che la cessione del 1988, costituendo un concordamento bonario avrebbe potuto non essere rappresentativa per innumerevoli ragioni, dovendo invece egli indicare quelle per i quali si era in effetti discostata dai p... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...rcato degli immobili nella zona individuati da altri atti con riferimento all'epoca del decreto ablativo; che il C. non ha invece neppure prospettato.»



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI