Carrello
Carrello vuoto



Inedificabilità dei terreni gravati da usi civici


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:IL CODICE DEGLI USI CIVICI
anno:2017
pagine: 598 in formato A4, equivalenti a 1017 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 25,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


DEMANIO E PATRIMONIO --> USI CIVICI --> INEDIFICABILITÀ

Laddove vengano realizzati dei manufatti senza titolo edilizio su un'area inedificabile in quanto sottoposta ad usi civici, risulta corretta l'applicazione dell'art. 27 comma 2, d.P.R. n. 380 del 2001, il quale in tale ipotesi prevede la demolizione d'ufficio.

I beni di uso civico sono sostanzialmente riconducibili al regime giuridico della demanialità e di norma le terre appartenenti ai diritti civici risultano incompatibili con l'attività edificatoria per l'evidente ragione che "privatizzano" a tempo indeterminato un bene, i cui diritti spettano invece ad una collettività, sottraendo spesso definitivamente alla pubblica utilità i benefici provenienti dalla terra, dai boschi e dalle acque.

L'uso civico non può essere assicurato se si consente l'impiego dell'area per la realizzazione di un complesso immobiliare: esiste cioè una oggettiva incompatibilità tra l'impiego esclusivo dell'area occupata da manufatti e l'esistenza di determinati usi civici sull'area stessa.

Le terre appartenenti ai diritti civici risultano, di norma, incompatibili con l'attività edificatoria per l'evidente ragione... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...tizzano" a tempo indeterminato un bene, i cui diritti spettano invece ad una collettività, sottraendo spesso definitivamente alla pubblica utilità i benefici provenienti dalla terra, dai boschi e dalle acque.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI