Carrello
Carrello vuoto



Accessione gratuita allo Stato delle opere non amovibili realizzate dal privato alla scadenza della concessione demaniale marittima


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:IL CODICE DEL DEMANIO MARITTIMO, FLUVIALE E LACUALE
anno:2018
pagine: 4005 in formato A4, equivalenti a 6808 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 45,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!

Avvocato

DEMANIO E PATRIMONIO --> CONCESSIONE E AUTORIZZAZIONE --> CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA --> CESSAZIONE DEL RAPPORTO --> SCADENZA

Ove, sulla base della normativa regionale, il Comune sia competente al rilascio delle concessioni demaniali marittime, deve ritenersi che alla scadenza del titolo rilasciato al Comune per l'uso del bene da parte del medesimo Comune, a questo spetta la gestione del bene, sia pure con carattere di temporaneità al fine di salvaguardare l'utilizzazione che si intenderà fare una volta ottenuta la concessione.

L'ordinaria durata dei titoli a finalità turistico ricreativa è di 6 anni (come risulta dal combinato disposto dell'art.13, comma 1, della legge n.172/2003 e dell'art.1, comma 2, del d.l. n.400/1993), mentre per le restanti tipologie la durata quadriennale è prevista dall'art. 8 del regolamento del codice della navigazione.

In materia di concessione demaniale marittima, il provvedimento di decadenza dalla concessione è sufficientemente motivato con riguardo al comportamento tenuto del concessionario durante il rapporto, cosicché la pronuncia è caratterizzata dal concorso del tempo e dall'inerzia del titolare della situazione giuridica.
[Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...DEMANIO E PATRIMONIO --> CONCESSIONE E AUTORIZZAZIONE --> CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA --> CESSAZIONE DEL RAPPORTO --> SCADENZA --> OPERE NON AMOVIBILI

Il principio dell'accessione gratuita, in forza del quale alla scadenza della concessione demaniale le opere non amovibili realizzate dal privato concessionario restano acquisite allo Stato proprietario del suolo senza compenso o rimborso, non si presta a generalizzazioni, con la conseguenza che esso deve ritenersi circoscritto all'effettiva cessazione del rapporto concessorio e non è operante in caso di rinnovo automatico della concessione.

Il principio dell'accessione gratuita, fortemente penalizzante per il diritto dei superficiari e per gli investimenti, dovrebbe ritenersi disposizione eccezionale e di stretta interpretazione, con riferimento all'effettiva cessazione - e non alla mera scadenza - del rapporto concessorio, per la comprensibile esigenza di assicurare, in tal caso, che le opere "non amovibili", destinate a restare sul territorio o ad essere rimosse con inevitabile distruzione, tornino nella piena disponibilità dell'ente proprietario del suolo, a fini di corretta gestione di quest'ultimo (quando non più in uso del concessionario) per fi... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...e; di interesse pubblico. Detta esigenza non può evidentemente ravvisarsi quando il titolo concessorio preveda forme di rinnovo automatico o preordinato in antecedenza, rispetto alla data di naturale scadenza della concessione, tanto da configurare il rinnovo stesso, al di là del "nomen iuris", come una vera e propria proroga, protraendosi il medesimo rapporto senza soluzione di continuità.

L'art. 49 del Codice della navigazione, che richiama l'istituto dell'accessione, di cui all'art. 934 c. c.– va interpretato nel senso che l'acquisto delle opere non amovibili costruite sulla zona demaniale al termine della concessione si verifica ipso iure e va applicato anche in caso di rinnovo della concessione stessa, implicando il rinnovo – a differenza della proroga – una nuova concessione in senso proprio, dopo l'estinzione della concessione precedente alla relativa scadenza, con automatica produzione degli effetti di cui al predetto art. 49.

Solo a seguito di prova che il bene insistente su area demaniale marittima è stato iscritto nell'inventario dei beni del demanio pubblico dello Stato, o del verificarsi della definitiva cessazione (non già della mera scadenza) della originaria concessione d... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...i determina – ex art. 49 del codice della navigazione - l'incameramento delle opere valutate come inamovibili, e la loro acquisizione ope legis allo Stato.

Alla scadenza di una concessione demaniale, in assenza di diversa previsione, le opere inamovibili edificate sul demanio marittimo sono devolute ex lege allo Stato ragion per cui il provvedimento d'incameramento al demanio ha efficacia meramente dichiarativa dell'effetto acquisitivo già prodottosi.

L'acquisizione pubblica di opere non amovibili ricadenti nella zona demaniale non costituisce una conseguenza ineluttabile della scadenza della concessione, in quanto l'amministrazione ben può ordinare la demolizione all'intestatario della concessione scaduta e, in caso di inottemperanza, procedervi d'ufficio oppure concordare con il concessionario subentrante l'accollo a suo carico delle operazioni di rimessa in pristino.

L'accessione a favore dell'Ente delle opere non amovibili costruite sul suolo demaniale si compie in modo automatico, per il solo fatto della scadenza della concessione e prescinde dalla formale adozione di un provvedimento in tal senso.

L'art. 49 cod. nav. va interpretato nel senso che l'accessione si verifica "ipso iure" al termine ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... di concessione e, secondo parte della giurisprudenza va applicata anche in caso di rinnovo della concessione.

L'art. 49 cod. nav., nello statuire, a proposito dei beni edificati su suolo demaniale in concessione, che quando venga a cessare la concessione, le opere non amovibili, costruite sulla zona demaniale, restano acquisite allo Stato, senza alcun compenso o rimborso, salva la facoltà dell'autorità concedente di ordinarne la demolizione con la restituzione in pristino, confermandosi da un lato il principio generale dell'accessione al suolo di quanto su di esso costruito, enunciato dall'art. 934 c.c., e dall'altro deroga all'art. 936 c.c., che riconosce un indennizzo al costruttore delle opere ove il proprietario voglia ritenerle.

L'art. 49 cod. nav. va interpretato nel senso che l'accessione in favore dell'Amministrazione delle opere non amovibili costruite sul suolo del demanio marittimo si verifica al termine del periodo di concessione durante il quale le opere furono costruite e tale acquisto si compie, in modo automatico ed "ipso iure", per il solo fatto della scadenza della concessione.

L'atto di incameramento (redazione del testimoniale e del verbale di constatazione) delle opere valutate come inamovibili real... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...suolo del demanio marittimo dal concessionario assume carattere puramente ricognitivo di un effetto "ope legis" prodottosi, indipendentemente dalla determinazione in parola e dalle norme che prevedono l'iscrizione dei beni di proprietà dello Stato in appositi registri di consistenza o di inventario, trattandosi di formalità non costitutive, la cui omissione è incapace di incidere sulla produzione di un effetto traslativo automatico.

DEMANIO E PATRIMONIO --> CONCESSIONE E AUTORIZZAZIONE --> CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA --> OPERE ED INTERVENTI, CASISTICA --> OPERE NON AMOVIBILI

E' palesemente contraddittoria la condotta del Comune che, da un lato, autorizza il subingresso in una concessione, mostrando, così, di ritenerla efficace, nonché la costituzione da parte dello stesso privato di un'ipoteca sulla proprietà superficiaria, ma, d'altro lato, partecipa a mezzo di un proprio tecnico alla riunione della Commissione ex art. 49 c.nav., sottoscrivendo il verbale di incameramento, nonostante la precedente condotta del Comune lasciasse intendere l'insussistenza dei presupposti per addivenire all'acquisizione delle opere (perdita di efficacia della concessione) o, almeno, la necessità di approf... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ell'istruttoria.

Il principio dell'accessione gratuita -fortemente penalizzante per il diritto dei superficiari e per gli investimenti, che potrebbero contribuire alla valorizzazione del demanio marittimo - deve ritenersi disposizione eccezionale e di stretta interpretazione, con riferimento all'effettiva cessazione - e non alla mera scadenza - del rapporto concessorio.

Non si applica l'art. 49 Cod. Nav. (devoluzione allo Stato delle opere non amovibili allo scadere della concessione demaniale marittima) tutte le volte in cui il titolo concessorio preveda forme di rinnovo automatico o preordinato in antecedenza, rispetto alla data di naturale scadenza della concessione, tanto da configurare il rinnovo stesso - al di là del nomen iuris - come una vera e propria proroga, protraendosi il medesimo rapporto senza soluzione di continuità.

Il fabbricato in muratura ordinaria elevato su più piani, con strutture in cemento armato e sottostanti fondazioni, non è opera di facile rimozione e, pertanto, rientra nella categoria prevista dall'articolo 49 del Codice della Navigazione: la sua rimozione, invero, ne comporta, in relazione alle caratteristiche costruttive sopra evidenziate, la distruzione, senza consentirne la... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...lità.

Il privato non possa essere tratto in inganno dall'utilizzo dello schema della licenza per introdurre una clausola tipica delle opere non amovibili (che richiedono, invece, l'atto formale) quando sia presente nel provvedimento una clausola di incameramento espressa e dal contenuto inequivocabile.

In base alla lettera dell'articolo 49 del Codice della Navigazione, la demolizione è una facoltà riservata alla p.a. (non un obbligo della stessa), onde l'amministrazione può liberamente scegliere di non esercitarla ed il privato non ha alcun interesse o legittimazione a contestare le determinazioni assunte in proposito.

Le opere costruite sull'area demaniale vengono acquisite ipso iure al termine della concessione demaniale marittima ex art. 49 cod. nav.: il successivo atto amministrativo, di "incameramento" o altro equivalente, ha natura meramente ricognitiva ma non è assolutamente necessario affinché l'Amministrazione possa essere considerata titolare delle opere stesse.

L'acquisto delle costruzioni non amovibili edificate su suolo demaniale al termine della concessione si verifica ipso iure ex art. 49 cod. nav., anche, in caso di rinnovo della concessione stessa, che... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...enza della proroga - implica una nuova concessione in senso proprio.

L'acquisizione allo Stato delle opere inamovibili ex art 49 Cod. Nav., avendo carattere eventuale, non è idonea a sottrarre il concessionario alla possibilità di controllo della PA concedente.

Le opere non amovibili realizzate nel corso del rapporto concessorio, alla scadenza dello stesso, sono acquisite al demanio marittimo, a meno che la P.A. non ne ordini la demolizione e il ripristino dello status quo ante: in quest'ultimo caso, però, è necessario che il provvedimento rechi una congrua motivazione.

Non possono intendersi geneticamente abusive le opere inamovibili costruite sul demanio marittimo nel corso di una occupazione regolarmente autorizzata e mai rinnovata in conseguenza della naturale scadenza, mai oggetto di ordine di rimozione. Le opere predette alla scadenza della concessione vengono acquisite al patrimonio dello Stato, per accessione, in virtù dell'effetto devolutivo espressamente codificato nell'art. 49 del codice della navigazione.

Non tutti i manufatti insistenti su aree demaniali partecipano della natura pubblica e dell'inerente qualificazione demaniale della titolarità del sedime, poich&eac... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...d alcuni, nella stessa dizione della legge, appartiene la natura pertinenziale; per gli altri (che la legge indica come impianti di difficile o non difficile rimozione) si deve riconoscere, per esclusione, la qualificazione di cose immobili di proprietà privata fino a tutta la durata della concessione, evidentemente in forza di un implicito diritto di superficie.

L'acquisizione alla proprietà pubblica delle opere non amovibili realizzate sull'area demaniale marittima oggetto di concessione avviene soltanto al momento della cessazione del rapporto, mentre ciò non avviene in caso di proroga ex lege o di rinnovo automatico prima della scadenza della concessione.

Il principio dell'accessione gratuita di cui all'art. 49 cod.nav. – fortemente penalizzante per il diritto dei superficiari e per gli investimenti, che potrebbero contribuire alla valorizzazione del demanio marittimo – è disposizione eccezionale e di stretta interpretazione, applicandosi solo in caso di effettiva cessazione – e non di mera scadenza – del rapporto concessorio.

L'esigenza di assicurare che le opere "non amovibili" tornino nella piena disponibilità dell'ente proprietario del suolo, non può evidentemen... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...si quando il titolo concessorio preveda forme di rinnovo automatico o preordinato in antecedenza, rispetto alla data di naturale scadenza della concessione.

In caso di rinnovo intervenuto ex lege prima della data di prevista scadenza della concessione non sussiste il presupposto applicativo dell'accessione gratuita delle opere inamovibili di cui all'art. 49 del codice della navigazione.

L'acquisizione gratuita al demanio ai sensi dell'art. 49 cod. nav. dei beni non amovibili costruiti dal concessionario su area demaniale avviene ipso iure al termine del periodo di concessione e trova applicazione anche in caso di rinnovo della concessione.

La scadenza della concessione e il relativo rinnovo, non determinano un'unica concessione «senza durata», ma tanti nuovi rapporti, con la logica conseguenza che alla scadenza dei singoli periodi concessori i manufatti non amovibili sono acquisiti al patrimonio della P.A. ai sensi dell'art. 49 cod. nav..

Dall'art. 49 cod. nav. si ricava il principio per cui le opere non amovibili realizzate dal concessionario su area del demanio marittimo sono automaticamente trasferite al demanio dello Stato allo spirare della concessione, secondo un meccanismo riconducibile alla logica de... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ne: di conseguenza, gli atti di incameramento che qualificano le opere come «inamovibili» hanno natura meramente ricognitiva dell'acquisizione e non costitutiva.

L'atto con cui viene accertata la «non amovibilità» delle opere realizzate sul demanio marittimo dal concessionario ha natura ricognitiva e paritetica, e pertanto si presentano irrilevanti i vizi formali e procedimentali che lo inficierebbero e non sono proponibili censure di eccesso di potere.

Per censurare l'atto con cui viene accertata la «non amovibilità» delle opere realizzate sul demanio marittimo dal concessionario occorre far riferimento alle istruzioni contenute nella circolare dell'Agenzia del Demanio del 21.2.2007, che non si discostano, nella sostanza, da quelle contenute in una circolare ministeriale del 1962.

La circostanza che l'atto di concessione contempli la sola ipotesi delle «opere abusive di difficile rimozione» quale caso in cui sarebbe intervenuta l'acquisizione al demanio dopo la scadenza della concessione non osta all'applicazione dell'art. 49 cod. nav. perché il silenzio della concessione sulle «opere non abusive» consente la diretta operatività della norma statal... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...br /> Nel d.P.R. 2 dicembre 1997, n. 509 (Regolamento recante disciplina del procedimento di concessione di beni del demanio marittimo, per la realizzazione di strutture dedicate alla nautica da diporto, a norma dell'art. 20, comma 8, della legge 15 marzo 1997, n. 59) il termine "struttura" è utilizzato per individuare ogni possibile installazione di manufatti amovibili, di non grande consistenza, nei punti di ormeggio.

L'art. 49 c. nav. in base al quale "quando venga a cessare la concessione, le opere non amovibili, costruite sulla zona demaniale, restano acquisite allo Stato, senza alcun compenso o rimborso", richiama l'istituto dell'accessione, di cui all'art. 934 c.c. con deroga al principio dell'indennizzo, di cui al successivo art. 936 c.c. e va interpretato nel senso che l'accessione si verifica "ipso iure" al termine del periodo di concessione per le opere non amovibili, costruite su zona demaniale.

L'acquisizione delle opere non amovibili al demanio ex art. 49 cod. nav. avviene anche in mancanza di un atto d'incameramento o di una recettizia manifestazione formale di volontà da parte della P.A., atteso che le norme che prevedono l'iscrizione dei beni di proprietà dello Stato in appositi registri di ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... o d'inventario consistono in formalità non costitutive, la cui omissione è incapace di incidere sulla produzione di un effetto traslativo automatico ope legis.

In materia di concessioni demaniali marittime, il principio dell'accessione gratuita di cui all'art. 49 cod .nav. non si applica qualora il titolo concessorio preveda forme di rinnovo automatico e preordinato in antecedenza rispetto alla data di naturale scadenza della concessione, tanto da configurare una vera e propria proroga, protraendosi il rapporto senza soluzione di continuità.

La proroga ex lege della concessione demaniale marittima impedisce l'acquisizione delle opere non amovibili al demanio marittimo ex art. 49 cod. nav..

L'acquisizione delle opere non amovibili al demanio avviene anche in mancanza di un atto d'incameramento o di una recettizia manifestazione formale di volontà da parte della pubblica amministrazione, atteso che le norme che prevedono l'iscrizione dei beni di proprietà dello Stato in appositi registri di consistenza o d'inventario consistono in formalità non costitutive, la cui omissione è incapace di incidere sulla produzione di un effetto traslativo automatico "ope legis".

S... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...sione demaniale marittima per la valorizzazione di un manufatto demaniale marittimo autorizza l'apertura di nuovi ingressi, devono ritenersi assentiti anche i lavori di abbattimento di muri perimetrali che siano connessi all'apertura dei nuovi ingressi.

L'art. 49 cod. nav. va interpretata nel senso che l'accessione si verifica "ipso iure" al termine del periodo di concessione e va applicata anche in caso di rinnovo della concessione, implicando il rinnovo una nuova concessione in senso proprio, dopo l'automatica estinzione della concessione precedente alla relativa scadenza.

Il concessionario che abbia edificato opere non amovibili sul demanio marittimo ha un interesse qualificato ad ottenere che l'amministrazione si determini in ordine all'acquisizione delle opere o alla loro demolizione, ai sensi dell'art. 49 cod. nav. e dell'art. 31 del relativo regolamento.


 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI