Carrello
Carrello vuoto



La procedura amministrativa di delimitazione del demanio marittimo rispetto alla proprietà privata


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:IL CODICE DEL DEMANIO MARITTIMO, FLUVIALE E LACUALE
anno:2018
pagine: 4005 in formato A4, equivalenti a 6808 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 45,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!

Avvocato

DEMANIO E PATRIMONIO --> DEMANIO --> DEMANIO MARITTIMO --> PROCEDIMENTO DI DELIMITAZIONE

In materia di delimitazione del demanio rispetto alla proprietà privata, la pubblica Amministrazione non esercita un potere autoritativo costitutivo, ma si limita ad accertare l'esatto confine demaniale; siffatto accertamento, pur svolgendosi con le forme del procedimento amministrativo, ha carattere vincolato, non comporta la spendita di potere amministrativo discrezionale ed è inidoneo a degradare il diritto di proprietà privata in interesse legittimo, trattandosi appunto, di un atto di accertamento e non di un atto ablatorio.

In materia di delimitazione del demanio rispetto alla proprietà privata, la p.a. non esercita un potere autoritativo costitutivo, ma si limita all'accertamento dell'esatto confine demaniale che, pur svolgendosi con le forme del procedimento amministrativo, ha carattere vincolato, non comporta la spendita di potere amministrativo discrezionale ed è inidoneo a degradare il diritto di proprietà privata in interesse legittimo, trattandosi appunto di un atto di accertamento e non di un atto ablatorio, da qualificare come autotutela privatistica speciale e non come attività provvedimenta... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...onale.

L'art. 32, primo comma, del codice della navigazione attribuisce il potere di delimitazione del demanio marittimo al «capo del compartimento»: quindi ai sensi dell'art. 35 del d.P.R. n. 380 del 2001, il Comune è titolare dei poteri pubblicistici di autotutela ivi previsti, quale autorità preposta alla tutela del territorio, e non può porre in essere iniziative volte alla delimitazione del patrimonio dello Stato. Inoltre, un tale potere è comunque discrezionale e non va attivato senz'altro quando risulti una occupazione abusiva di un'area demaniale, specie quando essa sia adiacente al demanio marittimo e sia stata riscontrata una occupazione da parte del proprietario limitrofo.

Per stabilire l'appartenenza di un'area al demanio marittimo è sufficiente l'indicazione catastale solo qualora non vi siano elementi di oggettiva incertezza sull'individuazione del confine demaniale. Invece, in presenza di elementi concreti d'incertezza del confine tra l'area demaniale e la proprietà privata, è onere dell'Amministrazione, prima di adottare l'ingiunzione di sgombero di manufatti irregolari, procedere alla delimitazione del confine demaniale ai sensi dell'art. 32 cod. nav.

Il pro... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...i delimitazione del confine demaniale marittimo ai sensi dell'art. 32 cod. nav., sotto il profilo sostanziale, sfocia in un provvedimento meramente dichiarativo (non costitutivo) dell'estensione del demanio marittimo; sotto il profilo procedimentale, rappresenta un indispensabile presupposto per il conseguente legittimo uso del potere di autotutela del demanio stesso e della connessa fascia di rispetto.

Considerando che il demanio marittimo, cui appartengono quali beni naturali il lido del mare e la spiaggia ha, a causa della continua azione delle correnti marine sulle coste, una conformazione mutevole, proprio a causa di tale naturale mutevolezza il codice della navigazione all'art. 32 prevede, in capo alla autorità marittima un potere di accertamento della esatta delimitazione delle aree demaniali da esercitarsi, anche d'ufficio, in contraddittorio con i privati proprietari ogni volta che vi sia una situazione di incertezza obiettiva in relazione alle linee di confine.

I fenomeni naturali di erosione della spiaggia o di ritiro del mare non incidono sulla natura demaniale del terreno, dovendosi ritenere che i confini del demanio marittimo - come individuati dall'autorità amministrativa ai sensi dell'art. 32 cod. nav. - non possono mut... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...in forza di nuovo provvedimento amministrativo di spostamento dei confini demaniali.

Lo spostamento dei confini della zona demaniale della spiaggia non è automatico, ma consegue alla nuova delimitazione cui l'amministrazione del Demanio marittimo ha facoltà di procedere, attraverso la commissione di cui agli artt. 34 cod. nav. e art. 58 del relativo regolamento; tale delimitazione non può, quindi, essere effettuata dal giudice ordinario sulla base di una consulenza tecnica.

L'estensione del demanio lacuale, analogamente a quella del demanio marittimo, deve essere determinata secondo i criteri stabiliti dalla legge, cioè con riferimento all'alveo (costituito dall'estensione ricoperta dal bacino idrico con le piene ordinarie) e alla spiaggia, risultante dalla superficie contigua lasciata scoperta dalle acque nel loro volume ordinario.

Il procedimento di delimitazione del demanio marittimo, previsto dall'art. 32 c.n., è il corrispondente amministrativo del procedimento giurisdizionale di cui all'art. 950 c.c. e l'eventuale verbale di accordo delle parti, in analogia col negozio privato di accertamento mediante il quale i proprietari di fondi finitimi addivengano ad un'amichevole determinazione del confi... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...una rilevanza probatoria, a tal fine, che può essere superata solo adducendo concreti elementi atti ad inficiarne la validità, sul piano formale o per intrinseci vizi sostanziali. Ne deriva che non occorre altro per provare l'appartenenza al demanio marittimo di una data area, e che è onere della parte privata allegare l'esistenza di cause d'invalidità di tale atto d'accertamento.

Il procedimento di delimitazione dell'area demaniale marittima previsto dall'art. 32 c. nav. è indispensabile solo nel caso in cui ricorra un'oggettiva incertezza da superare mediante un formale contraddittorio sull'esatta posizione dei confini.

Nel procedimento per abusiva occupazione di suolo demaniale, non rileva che sia in corso con il demanio una controversia civile diretta a contestare l'esatta determinazione dell'area demaniale e neppure rileva che il tribunale amministrativo regionale abbia sospeso, in via cautelare, il decreto di delimitazione emanato dalla pubblica amministrazione.

Il procedimento di delimitazione del demanio marittimo, previsto dall'art. 32 cod. nav., tendendo a rendere evidente la demarcazione fra tale demanio e le proprietà private finitime, si presenta quale proiezione specifica della n... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ne di regolamento di confini di cui all'art. 950 c.c. e si conclude con un atto di delimitazione, il quale ha una funzione di mero accertamento, in sede amministrativa, dei confini del demanio marittimo rispetto alle proprietà dei privati.

In materia di delimitazione del demanio rispetto alla proprietà privata, la P.A. non esercita un potere autoritativo costitutivo, piuttosto limitandosi ad accertare l'esatto confine demaniale.

Il procedimento di delimitazione del demanio marittimo, pur svolgendosi con le forme del procedimento amministrativo, ha carattere vincolato, non comporta la spendita di potere amministrativo discrezionale ed è inidoneo a degradare il diritto di proprietà privata in interesse legittimo, trattandosi, appunto, di un atto di accertamento e non di un atto ablatorio, da qualificare come autotutela privatistica speciale e non come attività provvedimentale discrezionale.

Il procedimento di delimitazione del demanio marittimo di cui all'art. 32 cod. nav., sotto il profilo sostanziale, sfocia in un provvedimento meramente dichiarativo dell'estensione del demanio marittimo mentre, sotto il profilo procedimentale, rappresenta un indispensabile presupposto per il conseguente legittimo us... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...e di autotutela del demanio stesso e della connessa fascia di rispetto.

Il demanio marittimo, cui appartengono quali beni naturali il lido del mare e la spiaggia ha, per effetto della continua azione delle correnti marine sulle coste, una conformazione mutevole e a causa di tale naturale mutevolezza il codice della navigazione all'art. 32 prevede, in capo alla autorità marittima un potere di accertamento della esatta delimitazione delle aree demaniali da esercitarsi, anche d'ufficio, in contraddittorio con i privati proprietari ogni volta che vi sia una situazione di incertezza obiettiva in relazione alle linee di confine.

Per stabilire l'appartenenza di un'area al demanio marittimo si ritiene sufficiente l'indicazione catastale solo qualora non vi siano elementi di oggettiva incertezza sull'individuazione del confine demaniale.

In presenza di elementi concreti d'incertezza del confine tra l'area demaniale marittima e la proprietà privata, è onere dell'Amministrazione, prima di adottare l'ingiunzione di sgombero, procedere alla delimitazione del confine demaniale ai sensi dell'art. 32 cod. nav., procedimento questo che, sotto il profilo sostanziale, sfocia in un provvedimento meramente dichiarativo (non costitutiv... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ensione del demanio marittimo; sotto il profilo procedimentale, rappresenta un indispensabile presupposto per il conseguente legittimo uso del potere di autotutela del demanio stesso e della connessa fascia di rispetto.

Poichè il demanio marittimo, cui appartengono quali beni naturali il lido del mare e la spiaggia ha, a causa della continua azione delle correnti marine sulle coste, una conformazione per natura mutevole, il codice della navigazione all'art. 32 prevede, in capo alla autorità marittima un potere di accertamento della esatta delimitazione delle aree demaniali da esercitarsi, anche d'ufficio, in contraddittorio con i privati proprietari ogni volta che vi sia una situazione di incertezza obiettiva in relazione alle linee di confine.

In presenza di una situazione di obiettiva incertezza in ordine alla natura demaniale o meno di un'area è necessario attivare il procedimento di delimitazione di cui all'art. 32 Cod. nav. non risultando sufficienti le sole risultanze catastali.

L'accertamento del carattere demaniale di un'area pur svolgendosi con le forme del procedimento amministrativo ha carattere vincolato ed è qualificabile come autotutela privatistica speciale e non come attività provvedi... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...crezionale per cui le controversie di cui all'art. 32 cod. nav. rientrano nella giurisdizione del giudice ordinario.

Il procedimento di delimitazione del demanio marittimo, previsto dall'art. 32 cod. nav., tendendo a rendere evidente la demarcazione fra tale demanio e le proprietà private finitime, si presenta quale proiezione specifica della normale azione di regolamento di confini di cui all'art. 950 c.c., e si conclude con un atto di delimitazione, il quale ha una funzione di mero accertamento, in sede amministrativa, dei confini del demanio marittimo rispetto alle proprietà dei privati, senza l'esercizio di un potere discrezionale della p.a.

La carenza di un preventivo accertamento dell'esatta delimitazione delle aree demaniali marittime, in contraddittorio con i privati proprietari, ai sensi dell'art. 32 cod. nav., inficia la legittimità del provvedimento sanzionatorio inflitto per la tutela di un bene demaniale, dal momento che i beni naturali quali il lido del mare e la spiaggia, nel corso del tempo, assumono una mutevole conformazione, a causa delle continua azione delle correnti marine sulle coste, per cui appare opportuno verificare, in qualunque momento, le condizioni di certezza obiettiva, in relazione alle linee di ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... />
Il demanio marittimo, cui appartengono quali beni naturali il lido del mare e la spiaggia, assume, a causa della continua azione delle correnti marine sulle coste, una conformazione mutevole. E proprio a causa di tale naturale mutevolezza, il codice della navigazione prevede, in capo all'autorità marittima, un potere di accertamento dell'esatta delimitazione delle aree demaniali, da esercitarsi anche d'ufficio, purché in contraddittorio coi privati proprietari, ogni qual volta vi sia una situazione di incertezza obiettiva in relazione alle linee di confine.

Il procedimento di delimitazione del demanio marittimo di cui all'art. 32 del Codice della Navigazione delinea un procedimento, avente carattere ricognitivo e non costitutivo della demanialità, che costituisce una facoltà e non un obbligo per l'Amministrazione, la quale tuttavia è tenuta ad esercitarla nei casi in cui esista un ragionevole dubbio in ordine all'esatta collocazione del confine tra l'area demaniale e l'area di proprietà privata.

In ragione del fatto che il demanio marittimo presenta una conformazione variabile nel corso del tempo, a causa della mutevole azione del mare sulle coste, con la conseguenza che le aree demaniali maritt... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...trinseca natura, possono risultare di incerta perimetrazione per l'influenza di fattori naturali, l'art. 32 del codice della navigazione attribuisce all'autorità marittima il potere di accertamento della esatta delimitazione di determinate zone del demanio marittimo, attraverso un procedimento che deve essere svolto in contraddittorio con gli interessati, procedimento che ha natura meramente dichiarativa.

Il demanio marittimo presenta una conformazione variabile nel corso del tempo, in considerazione della mutevole azione del mare sulle coste, con la conseguenza che le aree demaniali marittime, per intrinseca natura, possono risultare di incerta perimetrazione.

Il procedimento di accertamento della esatta delimitazione di determinate zone del demanio marittimo (art. 32 Cod. Nav.) ha natura meramente dichiarativa.

Il procedimento di delimitazione di zone del demanio marittimo, previsto dall'art. 32 del codice della navigazione, costituisce il corrispondente amministrativo di quello giurisdizionale di cui all'art. 950 c.c., ossia dell'azione di regolamento di confini, e si svolge davanti all'autorità marittima con l'intervento delle amministrazioni pubbliche e dei privati che possono avervi interesse.

Il pro... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...i delimitazione del demanio marittimo rispetto alla proprietà privata di cui all'art. 32 cod. nav. svolge sì la medesima funzione pratica dell'azione di regolamento di confini ex art. 950 c.c. (rimozione di uno stato di incertezza sulla delimitazione fondiaria), ma opera sul piano meramente amministrativo, e lascia indenne (previa disapplicazione dell'atto di delimitazione, se esistente e ritenuto illegittimo) la possibilità di una diversa delimitazione in sede giurisdizionale.

Il procedimento di delimitazione del demanio marittimo, previsto dall'art. 32 cod. nav., è il corrispondente amministrativo del procedimento giurisdizionale di cui all'art. 950 c.c. e l'eventuale verbale di accordo delle parti, in analogia col negozio privato di accertamento mediante il quale i proprietari di fondi finitimi addivengano ad un'amichevole determinazione del confine, assume una rilevanza probatoria, a tal fine, che può essere superata solo adducendo concreti elementi atti ad inficiarne la validità, sul piano formale o per intrinseci vizi sostanziali.

L'atto di delimitazione previsto dall'art. 32 cod. nav. si pone in funzione di mero accertamento in sede amministrativa dei confini del demanio marittimo rispetto alle propri... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...private, con esclusione quindi di ogni potere discrezionale della P.A., permanendo la posizione giuridica del proprietario in termini di diritto soggettivo.

L'atto di delimitazione ex art. 32 cod. nav. non ha natura attributiva della qualità dell'area e del corrispondente diritto del privato, bensì puramente ricognitiva e di accertamento.

L'atto di delimitazione ex art. 32 cod. nav., avendo natura ricognitiva, non è indefettibile ma meramente eventuale; resta fermo, naturalmente, che, allorquando l'amministrazione si risolva a discrezionalmente procedere all'atto di delimitazione, quest'ultimo debba essere realizzato nel contraddittorio delle parti interessate e secondo le procedure previste dalla disciplina speciale.

Il procedimento di delimitazione di un'area demaniale marittima ex art.32 Cod. nav. postula l'esistenza di una obiettiva incertezza in ordine ai confini del demanio marittimo, non essendo quindi a tal fine sufficiente una semplice non documentata asserzione della natura privata dell'area oggetto del provvedimento di autotutela: incertezza che il procedimento suddetto si propone di superare con una certazione sull'esatta posizione dei confini stessi; pertanto, l'esigenza di una preventiva delimitazion... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...soltanto ove risulti realmente esistente l'indicata obiettiva incertezza.

Il procedimento di cui all'art. 32 cod. nav. costituisce il corrispondente amministrativo di quello giurisdizionale ex art. 950 c.c..

Il verbale ex art. 32 cod. nav., non diversamente dal negozio privato di accertamento, assume una rilevanza probatoria, agli effetti dell'accertamento del confine, che può essere superata soltanto adducendo concreti elementi atti ad inficiarne la validità, sul piano formale o per intrinseci vizi sostanziali.

Non può ipotizzarsi che un manufatto regolarmente insistente su area privata divenga abusivo e passibile di rimozione coatta, in un secondo tempo, per effetto della determinazione unilaterale con cui la pubblica amministrazione ha realizzato una nuova demarcazione del confine demaniale, configurandosi, in tal caso, gli effetti propri di una misura ablativa non prevista dall'ordinamento.

L'estensione del demanio marittimo necessario è determinata da eventi naturali e varia al variare di essi, sicché le operazioni che l'autorità effettua per delimitare detto demanio hanno valore puramente dichiarativo.

Il carattere accertativo dei confini del bene demaniale ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...le proprietà confinanti escludono in radice ogni posizione di interesse legittimo, non potendosi configurare una tale posizione nel mero interesse formale alla rimozione dell'atto illegittimo.

In assenza di specifica delineazione del confine demaniale, l'autorità competente non è legittimata ad adottare provvedimenti sanzionatori, senza violare l'art. 32 cod nav, ed art. 58 reg. relativo, e senza ingiustamente ledere le legittime aspettative del privato, che, ex art. 32 cit., vanta il diritto a fare valere la propria posizione legittimante nel corso del formale procedimento di verifica del confine demaniale.

Il procedimento di delimitazione del demanio marittimo ha carattere semplicemente ricognitivo e non costitutivo della demanialità del bene.

Il procedimento di delimitazione ex art. 32 cod. nav. si pone non già quale esplicazione di poteri autoritativi della P.A. cui corrisponde una posizione di soggezione del proprietario, bensi in funzione di mero accertamento in sede amministrativa dei confini del demanio marittimo rispetto alle proprietà private.

La procedura ex art. 32 cod. nav., tendendo a rendere evidente la demarcazione tra il demanio marittimo e le proprietà p... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...time (senza, tuttavia, che ne resti alterata la situazione giuridica preesistente), si presenta quale proiezione specifica, nel campo del demanio marittimo, della normale actio finium regundorum, di cui all'art. 950 c.c..

L'appartenenza al demanio marittimo di un'area deriva dalle sue caratteristiche intrinseche.

La competenza alla delimitazione tra demanio marittimo e proprietà private non è stata trasferita alle Regioni dall'art. 59 D.P.R. 616/1977, che ha unicamente trasferito solo l'esercizio delle funzioni inerenti al "turismo ed industria alberghiera".

Il procedimento di delimitazione di cui all'art. 32 cod. nav. non deve essere esperito in ogni situazione ma solo allorché vi sia obiettiva incertezza in ordine al confine demaniale.

L'assenza di strumenti e di personale in capo alla P.A. non può giustificare l'inerzia sull'istanza di delimitazione del confine del demanio marittimo ai sensi dell'art. 32 cod. nav..

Presupposto per attivare il procedimento di delimitazione del demanio marittimo è la presenza di una situazione di incertezza obiettiva in merito alla definizione dei confini tra demanio e proprietà privata.

Il procedimento di delimita... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...emanio marittimo , contemplato nell'art. 32 comma 1, c. nav. costituisce mera facoltà e non un obbligo per l'amministrazione, la quale può essere esercitata sul presupposto che esista un ragionevole dubbio in ordine all'esatto confine del bene demaniale, non ravvisabile allorquando l'area in argomento risulta, in base a rilievi svolti in epoca recente, ricadere nel demanio marittimo.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI