Carrello
Carrello vuoto



Decreto motivato di occupazione ex art. 22-bis dpr 327/2001: aspetti particolari


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:OCCUPAZIONE LEGITTIMA DI BENI PRIVATI PER PUBBLICA UTILITÀ
anno:2018
pagine: 1271 in formato A4, equivalenti a 2161 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 35,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


OCCUPAZIONE --> DECRETO MOTIVATO ART. 22 BIS DPR 327/2001 --> CONTENUTO

Il decreto di occupazione di urgenza, oltre a rivestire carattere non necessario bensì meramente eventuale, consente all'Amministrazione di fare fronte a due differenti esigenze, consistenti nella determinazione provvisoria dell'indennità di espropriazione e nell'occupazione anticipata dei beni.

Illegittimo è il decreto di occupazione emanato ex art. 22 bis DPR 327/2001, che difetti dell'esplicitazione delle ragioni di particolare urgenza, della determinazione, in via provvisoria, dell'indennità di espropriazione; dell'avvertenza che il proprietario, nei trenta giorni successivi all'immissione in possesso, può, nel caso non condivida l'indennità offerta, presentare osservazioni scritte e depositare documenti.

L'art. 22 bis DPR 327/2001 non impone che venga notificato, al singolo espropriato, l'intero elenco dei beni e dei proprietari coinvolti nel procedimento ablativo (di cui può comunque essere presa visione qualora sussista interesse). Correttamente può essere notificato il decreto e lo stralcio delle ulteriori informazioni (beni, relative estensioni e identificazioni), riguardanti il singolo destina... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...>
OCCUPAZIONE --> DECRETO MOTIVATO ART. 22 BIS DPR 327/2001 --> COSTITUZIONALITÀ

L'art. 22-bis del DPR 327/2001 non costituisce una violazione della delega legislativa prevista dall'art. 5 comma 4 della legge 166/2002.

E' stata ritenuta manifestamente infondata (Cons. Stato, IV, n 8259/2006) la questione di legittimità costituzionale dell'art. 22 bis DPR 327/2001 per eccesso di delega nella parte in cui estende l' operatività dell'occupazione di urgenza per le opere diverse da quelle previste dalla L. n. 443/2001, in quanto l'art. 5, comma 4, della L. n. 166/2002 aveva delegato il Governo a modificare il T.U. sulle espropriazioni non solo ai fini di un suo coordinamento con le disposizioni in tema di insediamenti produttivi e strategici, ma anche per "agevolare le procedure di immissione nel possesso".

E' manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale dell'art. 22 bis DPR 327 del 2001 per eccesso di delega e irragionevolezza nella parte in cui estende l'operatività dell'occupazione di urgenza per le opere diverse da quelle previste dalla legge 21 dicembre 2001, n.443. Infatti, l'art. 5, comma 4 della L.166 del 2002 aveva delegato il Governo a modificare il Tes... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...lle espropriazioni non solo per integrare e coordinare il testo unico stesso alle disposizioni in tema di insediamenti produttivi e strategici, ma anche al fine di >.

E' manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale dell'art. 22 bis per eccesso di delega rispetto all'art. 5, comma 4, della legge delega n. 166/2002, anche con riferimento al numero di destinatari.

OCCUPAZIONE --> DECRETO MOTIVATO ART. 22 BIS DPR 327/2001 --> DESTINATARI

Legittimamente il decreto di occupazione d'urgenza è notificato ed eseguito nei confronti del soggetto che, a causa del mancato aggiornamento catastale, risulti ancora proprietario delle aree occupate.

OCCUPAZIONE --> DECRETO MOTIVATO ART. 22 BIS DPR 327/2001 --> DESTINATARI --> NON CONSENZIENTI

Non è affetto da vizio di eccesso di potere per disparità di trattamento e sviamento, il provvedimento di occupazione d'urgenza che sia stato emanato soltanto nei confronti dei proprietari che non hanno voluto concludere il procedimento espropriativo nella forma civilistica della stipulazione del contratto di cessione volontaria, così assumendo una posizione giuridica differenziata non paragonabile ai bonar... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...i.

OCCUPAZIONE --> DECRETO MOTIVATO ART. 22 BIS DPR 327/2001 --> ECCEZIONALITÀ

Con la disciplina di cui al d.p.r. n. 327/2001, incluse le successive modificazioni, il legislatore ha inteso sottolineare la natura eccezionale e straordinaria della fase dell'occupazione d'urgenza, che, in passato, si era invece tramutata in una sorta di passaggio ordinario e fisiologico del procedimento espropriativo.

Il ricorso allo strumento dell'occupazione d'urgenza di cui all'art. 22-bis DPR 327/2001, deve ritenersi eccezionale e pertanto limitato ai soli casi di obiettiva, evidente urgenza dell'intervento e ciò al fine di sanzionare l'eccessiva propensione delle amministrazioni a continuare, pur nel nuovo regime introdotto dal testo unico, ad abusare di suddetto strumento.

L'istituto dell'occupazione d'urgenza ex art. 22 bis DPR 327/2001 è strumento eccezionale che devia dall'ordinaria sequenza procedimentale ablatoria.

Con l'art. 22 bis DPR 327/2001 il legislatore ha inteso reintrodurre l'istituto dell'occupazione d'urgenza, indicandone e specificandone, con la formula letterale usata, la straordinarietà ed eccezionalità; memore del continuo e quasi sistematico ricorso f... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...Amministrazioni nel previgente sistema normativo all'occupazione d'urgenza preespropriativa, tanto da farla divenire una via quasi usuale di avvio dell'esproprio, ha così inteso precisarne la natura straordinaria e specificarne i limiti di utilizzo.

Ai sensi dell'art. 22 bis del T.U. (che parla di "particolare urgenza dell'inizio dei lavori"), il procedimento di occupazione d'urgenza costituisce una sorta di eccezionale "deviazione" rispetto al normale corso del procedimento espropriativo; nel caso in cui l'amministrazione si determini ad utilizzare tale procedura, è necessario che l'urgenza sia qualificata all'interno del provvedimento di occupazione in modo circostanziato in relazione al caso di specie.

OCCUPAZIONE --> DECRETO MOTIVATO ART. 22 BIS DPR 327/2001 --> INDICAZIONE TERMINE

La mancata indicazione della durata dell'occupazione non è vizio d'illegittimità del decreto, in quanto l'art. 22-bis, d.P.R. n. 327 del 2001 non considera elemento costitutivo del decreto di occupazione l'indicazione del termine di durata, fissando direttamente un termine massimo di efficacia coincidente con quello della dichiarazione di p.u..

Il decreto di occupazione d'urgenza non richiede particol... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ioni sulla sua durata le quali discendono dall'art 22 bis comma 6 DPR 327/2001.

Non risulta viziante del provvedimento di occupazione, l'omessa indicazione del termine di durata dell'occupazione, posto che, alla stregua del comma 6 dell'art. 22 bis D.P.R. 327/2001, esso deriva implicitamente dalla legge, in quanto " Il decreto che dispone l'occupazione ai sensi del comma 1 perde efficacia qualora non venga emanato il decreto di esproprio nel termine di cui all'art. 13".

OCCUPAZIONE --> DECRETO MOTIVATO ART. 22 BIS DPR 327/2001 --> MOTIVAZIONE

Sopra i cinquanta destinatari non serve motivare l'occupazione.

OCCUPAZIONE --> DECRETO MOTIVATO ART. 22 BIS DPR 327/2001 --> NATURA RECETTIZIA

Anche alla luce del testo dell'art. 22 – bis DPR 327/2001, la notificazione del decreto di occupazione, lungi dall'acquisire non tanto la natura di elemento "integratore" della legittimità dell'atto, quanto la veste di condizione per la legittima produzione degli effetti di questo, si pone come elemento estraneo all'atto stesso e alla produzione di effetti da esso derivanti "secundum legem", e costituisce esclusivamente una forma di comunicazione del provvedimento emesso dall'amministrazione al suo d... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ..., esclusa ogni natura recettizia dell'atto, implicante come tale una diversa e possibile decorrenza dei suoi effetti.

Il vizio (o il difetto) della notifica del decreto di esproprio e/o di occupazione non incide sulla legittimità del provvedimento, quanto sull'opponibilità dello stesso al destinatario e sulla effettiva decorrenza dei termini posti a disposizione dell'espropriando per esercitare il suo diritto alla tutela, in particolare giurisdizionale.

La mancata notificazione del decreto d'occupazione d'urgenza non comporta l'illegittimità dello stesso, essendo la notifica solo una forma qualificata di comunicazione del provvedimento ma non ne rappresenta un elemento costitutivo; ne consegue che la mancata notificazione del decreto medesimo è rilevante soltanto ai fini del dies a quo di decorrenza del termine per l'eventuale impugnazione dell'atto.

La notifica del decreto di occupazione è solo una forma qualificata di comunicazione, rilevante ai fini del dies a quo per l'eventuale impugnativa, senza perciò incidere sulla validità della determinazione assunta.

La comunicazione del decreto con cui è disposta l'occupazione d'urgenza ex art. 22 bis DPR 327/2001 piut... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ncidere sulla validità o sulla sua stessa efficacia, rileva ai soli fini della conoscenza legale ai limitati effetti della decorrenza del termine d'impugnazione.

In senso favorevole alla natura recettizia del provvedimento di occupazione d'urgenza può essere richiamata la previsione dell'obbligo di notifica del decreto contenuta nell'art. 22 bis, comma primo, DPR 327/2001, in quanto trattasi di comunicazione prevista ai soli fini della determinazione dell'indennità di esproprio in via provvisoria, allo scopo di acquisire le controdeduzioni sul punto del proprietario espropriando.

OCCUPAZIONE --> DECRETO MOTIVATO ART. 22 BIS DPR 327/2001 --> REITERAZIONE

Ben può un'ordinanza di occupazione d'urgenza essere sostituita da un altro analogo provvedimento, quando risulti che il termine di efficacia del primo (art. 22 bis comma 4 TU) sia in prossimità di scadenza, con conseguente impossibilità di rispettare il termine per la sua esecuzione.

OCCUPAZIONE --> DISPONIBILITÀ DEL BENE

Il periodo di mancata disponibilità, decorre dalla notifica del decreto di occupazione.

È illegittima la revoca dell'autorizzazione all'esercizio d... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...o per lo smaltimento di rifiuti inerti contenente una serie di prescrizioni per la sistemazione finale dei luoghi e la gestione post-discarica, quando si tratta di un terreno occupato per pubblica utilità, dunque sottratto alla disponibilità dei proprietari.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI