Carrello
Carrello vuoto



Il contraddittorio nell'autotutela demaniale


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:AUTOTUTELA AMMINISTRATIVA nel governo del territorio
anno:2018
pagine: 1174 in formato A4, equivalenti a 1996 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 30,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


Non è necessario uno specifico avviso di avvio del procedimento se l'adozione della ingiunzione di sgombero, in caso di mancata spontanea ottemperanza all'obbligo di liberazione delle aree conseguenti al prefato annullamento parziale della concessione, è attività amministrativa nota all'interessato, onde lo stesso si può attivare per rappresentare al Comune le proprie ragioni a sostegno della eventuale insussistenza dell'obbligo di sgomberare l'area.

Laddove l'apertura di un procedimento di sgombero di area demaniale consegua per necessità ad una sentenza amministrativa, l'autorità portuale non è tenuta all'invio di alcuna comunicazione ai sensi dell'art. 7 della legge 7.8.1990, n. 241.

Il provvedimento di rilascio adottato dalla p.a., ai sensi dell'art. 823, comma 2, c.c., in caso di detenzione "sine titulo" da parte di un privato di un immobile facente parte del demanio pubblico, non deve essere preceduto dalla comunicazione di avvio del procedimento al soggetto interessato ex art. 7, l. 7 agosto 1990, n. 241, atteso che in tale ipotesi non può ravvisarsi alcuno spazio utile per un'eventuale cooperazione da parte del privato all'adozione dell'atto in questione.

Il prov... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...i sgombero di un'area pubblica può essere legittimamente emanato senza la previa comunicazione di avvio del procedimento, trattandosi di un provvedimento espressione di autotutela esecutiva, che la P.a. è tenuta a disporre per rientrare in possesso del bene illegittimamente detenuto.

La notifica del verbale di contestazione dell'abusiva occupazione di suolo pubblico e di violazione dell'art. 20 D. Lgs. 285/1992 assume valore di comunicazione di avvio del procedimento preordinato all'ingiunzione di sgombero.

Il provvedimento ex art. 3, co. 16, legge 94/2009 ha natura vincolata, e pertanto l'omissione della comunicazione d'avvio del procedimento può essere valutata ai sensi dell'art. 21-octies, co. 2, legge 241/1990.

La diffida a sgomberare l'area costituisce un atto dovuto riconducibile all'esercizio di un potere vincolato e strettamente consequenziale rispetto alla decadenza della concessione demaniale e all'inosservanza dell'intimazione di lasciare libera l'area, e dunque non deve essere preceduto dalla comunicazione al destinatario dell'avvio del procedimento.

La natura vincolata del potere sanzionatorio esercitato in esecuzione di un'ordinanza sindacale emessa ai sensi dell'art. 3, co. 16, legge ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...stifica l'omessa comunicazione dell'avvio del procedimento.

Il provvedimento di rilascio emesso ai sensi dell'art. 823, comma 2 del codice civile può essere legittimamente emanato senza la preventiva comunicazione dell'avvio del procedimento e senza instaurare alcun contraddittorio con l'interessato, trattandosi di un provvedimento di autotutela esecutiva che l'Amministrazione è tenuta ad adottare per rientrare nel possesso di un bene, appartenente al patrimonio indisponibile, abusivamente detenuto da un soggetto privato.

Il provvedimento che ingiunge la rimozione delle installazioni che occupano abusivamente il suolo pubblico non necessita della comunicazione di avvio del procedimento.

Il provvedimento di rilascio ai sensi dell'art. 823, comma 2, cod. civ., può essere legittimamente emanato senza la preventiva comunicazione dell'avvio del procedimento e senza instaurare alcun contraddittorio con l'interessato, trattandosi di un provvedimento di autotutela esecutiva che l'amministrazione è tenuta ad adottare per rientrare in possesso di un bene demaniale abusivamente detenuto da un privato.

Laddove la pubblica amministrazione, nell'emanare provvedimenti espressamente basati sul presupposto de... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...lità dell'area (nella specie, ingiunzioni di sgombero e di pagamento), abbia in atti risultanze al riguardo non univoche, è tenuta a garantire la partecipazione al procedimento dell'interessato, potendone scaturire elementi utili per il definitivo accertamento della natura dell'area occupata.

Non deve essere preceduto dall'avviso di inizio del procedimento il provvedimento con cui il Prefetto ordina lo sgombero di immobili oggetto di confisca ai sensi degli art. 2-ter e ss., legge 575/1965 avendo esso natura strettamente vincolata, e costituendo atto dovuto in conseguenza dell'avvenuta trasformazione della destinazione del bene e dell'esigenza di renderla effettiva, con la conseguenza che, ai fini della sua adozione, non si richiedono apporti partecipativi del soggetto destinatario, essendo applicabile l'art. 21 octies, legge 241/1990.

L'atto di autotutela ex art. 823 c.c. con riguardo ai beni pubblici non necessita dell'avviso di avvio del procedimento anche in considerazione il fatto che, a seguito dell'ordinario svolgimento del procedimento di prevenzione, il bene appartiene definitivamente allo Stato e qualunque affermazione circa la titolarità dell'immobile non avrebbe potuto trovare ingresso in sede amministrativa (in tale... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...nfatti, non può ravvisarsi alcuno spazio utile per un'eventuale cooperazione da parte del privato all'adozione dell'atto in questione) e, dunque, nessuna utilità avrebbe potuto avere l'avviso ex art. 7 legge 241/1990.

Il carattere automatico della decadenza della concessione dell'alloggio di servizio, a seguito di cessazione del rapporto di lavoro, svalorizza qualsivoglia interlocuzione procedimentale ai sensi della legge 241/1990.

Il provvedimento di rilascio ai sensi dell'art. 823 co. 2, c.c. può essere legittimamente emanato senza la preventiva comunicazione dell'avvio del procedimento e senza instaurare alcun contraddittorio con l'interessato.

Ove l'adozione del provvedimento di autotutela possessoria rivesta carattere urgente, stante la necessità di ripristinare immediatamente l'unico accesso pedonale ad una spiaggia libera, non è necessario comunicare l'avvio del procedimento.

Le fasi giurisdizionali della procedura ablativa antimafia configurano un contatto qualificato e pienamente consapevole di tutte le conseguenze giuridiche della procedura stessa, sollevando l'Agenzia del demanio dall'onere di comunicare l'avvio del procedimento di sgombero.

Non è legit... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ne di rilascio ex art. 54 cod.nav. se privo della fase endoprocedimentale di contestazione.

Il provvedimento di rilascio emesso ai sensi dell'art. 823, co. 2, c.c. può essere legittimamente emanato senza la preventiva comunicazione dell'avvio del procedimento e senza instaurare alcun contraddittorio con l'interessato, trattandosi di un provvedimento di autotutela esecutiva che la P.A. è tenuta ad adottare per rientrare nel possesso di un bene, appartenente al patrimonio indisponibile, abusivamente detenuto da un soggetto privato.

L'ordinanza che ordina il ripristino del libero accesso alla spiaggia deve essere preceduta dalla comunicazione di avvio del procedimento.

E' illegittimo il provvedimento di autotutela demaniale non preceduto dalla comunicazione di avvio del procedimento se questa avrebbe potuto impedire, con l'apporto deduttivo e documentale, l'adozione del provvedimento stesso.

Nel caso dell'ordine di rilascio e/o di sgombero del bene demaniale adottato ai sensi dell'art. 823, co. 2 c.c., la comunicazione di avvio del procedimento è superflua, poiché il provvedimento in parola è un atto di autotutela esecutiva che la P.A. è tenuta ad adottare per rientrare in possesso... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... demaniale abusivamente detenuto da un privato.

E' illegittimo l'ordine di sgombero di suolo pubblico non preceduto da comunicazione di avvio del procedimento se il concessionario dimostra in giudizio l'utilità che ne avrebbe tratto (nella specie, il destinatario dell'atto avrebbe potuto sottoporre all'autorità la necessità di estendere l'ordine di sgombero anche ad altro soggetto che utilizzava le aree in questione, con miglior perseguibilità dell'interesse pubblico, senza affidare il necessario sgombero del compendio demaniale, cui parte ricorrente non si opponeva, a liti fra privati).

L'atto di diffida a non eseguire opere emanato nei confronti del titolare di concessione demaniale marittima scaduta non deve essere preceduto da alcuna garanzia procedimentale, atteso il suo carattere urgente.

Costituendo lo sgombero di beni confiscati alla mafia un esercizio di attività vincolata, finalizzata a preservare la proprietà o il possesso del bene oggetto di confisca, devono ritenersi applicabili le disposizioni contenute nell'art. 21 octies della legge n. 241 del 1990.

In caso di incertezza sull'appartenenza al demanio marittimo dell'area che si assume occupata sine titulo, l'eserci... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ere di autotutela demaniale deve essere preceduto dall'instaurazione del contraddittorio con il destinatario dell'ordine di sgombero.

Nell'ambito del procedimento amministrativo l'onere di motivazione che incombe sulla P.A. in ordine alle «memorie scritte e documenti» presentati dai soggetti che hanno partecipato al procedimento non è tale da ricomprendere in sé la confutazione punto per punto e analiticamente di tutte le osservazioni e i rilievi formulati dai soggetti interessati, richiedendosi piuttosto che la P.A. dia conto della ragione sostanziale della decisione maturata, tenuto conto dell'apporto collaborativo dei soggetti coinvolti nel procedimento e che della relativa valutazione resti traccia nella motivazione del provvedimento finale.

L'esercizio dei poteri di autotutela possessoria ha natura vincolata, pertanto l'apporto partecipativo è in linea di principio irrilevante, quantomeno in assenza di obiettiva incertezza e/o contestazioni sul piano fattuale dei presupposti legittimanti del medesimo potere.

L'ordine di sgombero è atto dovuto e vincolato, per cui non è dovuta la comunicazione di avvio del procedimento.

In mancanza di rapporti (ad esempio concessori) tr... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...d amministrazione, quest'ultima non è tenuta all'instaurazione di un contraddittorio prima di acquisire al demanio le costruzioni abusivamente realizzate su un'area di proprietà pubblica.

Non è necessario comunicare a soggetti diversi dal concessionario l'avvio del procedimento di decadenza dalla concessione dell'alloggio di servizio.

In quanto espressione del potere di autotutela, l'ordine di rilascio di un alloggio MAP intimato ad una vittima del sisma del 6 aprile 2009 deve essere preceduto dalla relativa comunicazione ex art. 7 L. 241/90.

Non è dovuta la comunicazione di avvio del procedimento di sgombero di un'area abusivamente occupata laddove l'amministrazione, che non dispone dei poteri di indagine tipici della polizia giudiziaria, non abbia alcuno strumento conoscitivo per individuare in anticipo l'occupatore abusivo dell'area demaniale.

Trattandosi di procedimento tipizzato e vincolato, che presuppone un mero accertamento tecnico sulla consistenza delle opere e sull'illiceità dell'occupazione demaniale, non è necessaria una fase partecipativa nel procedimento di sgombero di area demaniale.

La diffida al rilascio dell'immobile illegittimamente occupato da... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...uò qualificarsi come atto equipollente alla comunicazione di avvio del procedimento di sgombero, in base al principio del "raggiungimento dello scopo", essendo comunque l'avviso informativo aliunde percepto.

Non è dovuta la comunicazione di avvio del procedimento se l'ordine di cessare l'occupazione abusiva dello spazio pubblico è preceduto dal verbale di contestazione dell'infrazione commessa.

L'intimazione allo sgombero di fondo demaniale deve essere preceduta dall'attivazione di un idoneo contraddittorio procedimentale.

Le ingiunzioni di sgombero sono atti vincolati, nei confronti dei quali non è predicabile alcun utile apporto degli interessati: l'eventuale omissione della comunicazione dell'avvio del procedimento può essere superata ai sensi dell'art. 21-octies, co. 2, legge 241/1990.

L'ingiunzione di sgombero dall'area demaniale marittima richiede il previo avviso di inizio del procedimento ogniqualvolta sia imprescindibile accertare il fatto costitutivo, come nel caso della demanialità dell'area occupata che risulti contestata dall'occupante: in questo caso, la violazione delle garanzie partecipative non si appalesa una semplice irregolarità sanabile, ma costituisc... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...nziale violazione di legge lesiva di un diritto dell'interessato a partecipare all'attività istruttoria.

L'omessa comunicazione d'avvio non vizia l'ordinanza di sgombero, stante la natura vincolata della stessa.

L'ordinanza di rimozione di impianti pubblicitari abusivi si pone come atto vincolato, per cui non è necessaria la comunicazione d'avvio del procedimento.

L'omessa comunicazione d'avvio del procedimento preordinato all'eventuale annullamento dell'ordinanza di demolizione di opera costruita sul demanio marittimo, incidendo sul piano della dialettica procedimentale, determina l'annullabilità dell'ordinanza stessa.

L'ordine di rimozione del manufatto costruito nella fascia di 30 metri dal confine demaniale marittimo deve essere preceduto dalla comunicazione d'avvio del procedimento.

La mancata comunicazione dell'avvio del procedimento non inficia la legittimità dell'dell'ingiunzione di sgombero, annoverabile (una volta premessa la demanialità dell'area in questione) nella categoria degli atti vincolati nel contenuto.

Qualora vi siano state ripetute proroghe e rinnovi della concessione demaniale, il provvedimento di autotutela demaniale deve essere pre... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...omunicazione d'avvio del procedimento.

E' illegittimo l'atto di risoluzione del rapporto concessorio assunto senza la comunicazione dell'avvio del procedimento.

In caso di incertezza sull'appartenenza al demanio marittimo dell'area occupata, l'ingiunzione di sgombero deve essere preceduta da comunicazione d'avvio del procedimento.

A fronte di una situazione di incertezza in ordine all'esatta delimitazione dell'area demaniale, l'ordinanza di sgombero deve essere proceduta dalla comunicazione di avvio del procedimento.

L'ordinanza di sgombero relativa ad un'area demaniale abusivamente occupata costituisce senz'altro un atto vincolato, ma laddove sia in contestazione proprio il presupposto del carattere demaniale dell'area l'amministrazione deve svolgere tale accertamento in contraddittorio con la parte privata previa comunicazione dell'avvio del procedimento.

E' illegittima l'ingiunzione di sgombero e rilascio di un'area demaniale non preceduta dalla comunicazione di avvio del procedimento nonostante l'incertezza del confine demaniale.

L'ordine di rilascio di un immobile ha natura strettamente vincolata, ostituisce un atto dovuto in conseguenza dell'avvenuta trasformazione della destinazione ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...dell'esigenza di renderla effettiva, con la conseguenza che, ai fini della sua adozione, non si richiedono apporti partecipativi del soggetto destinatario e la comunicazione d'avvio del procedimento.

In caso di collocamento a riposto la concessione onerosa dell'alloggio di servizio cessa, ai sensi dell'art. 7 D.M. 574/1992 al termine del novantesimo giorno dalla data di cessazione del rapporto, e il provvedimento dell'amministrazione assume natura semplicemente ricognitiva: di conseguenza, non si applica né l'art. 8 D.M. cit., che impone di notificare l'avviso di cessazione della concessione, ne è necessaria la comunicazione d'avvio del procedimento.

Il provvedimento di sgombero di cui all'art. 823, comma 2, cod. civ., può essere legittimamente emanato senza la preventiva comunicazione dell'avvio del procedimento e senza instaurare alcun contraddittorio con l'interessato, trattandosi di un provvedimento di autotutela che l'amministrazione è tenuta ad adottare per rientrare in possesso di un bene pubblico abusivamente detenuto da un privato.

In caso di incertezza in ordine alla delimitazione tra area di proprietà privata e demanio marittimo l'ingiunzione di sgombero deve essere preceduta da un idoneo ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...orio.

Non si applica l'art. 10-bis legge 241/1990 nel procedimento di autotutela possessoria.

Il provvedimento di sgombero del bene confiscato ha natura strettamente vincolata e costituisce un atto dovuto in conseguenza dell'avvenuta trasformazione della destinazione del bene e dell'esigenza di renderla effettiva, con la conseguenza che, ai fini della sua adozione, non si richiedono apporti partecipativi del soggetto destinatario

E' illegittimo, se non preceduto da comunicazione di avvio del procediemento, il provvedimento con cui si ordina al titolare di concessione demaniale di rimuovere le opere abusive, insistenti in area demaniale.

L'ordinanza che ingiunge la rimozione dei rifiuti da area del demanio idrico deve essere emanata in contraddittorio con il responsabile dell'abbandono.

È illegittima l'ingiunzione di sgombero non preceduta dalla comunicazione d'avvio del procedimento: detto adempimento infatti, avente lo scopo di realizzare un vero e proprio contraddittorio all'interno del procedimento amministrativo, ha valenza di carattere generale e si applica a tutti i procedimenti amministrativi, salve le eccezioni previste dalla legge e le ipotesi in cui essa sia superflua in quanto il provved... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...tato non avrebbe potuto essere diverso, anche se fosse stata osservata la relativa formalità.

A seguito della comunicazione alla P.A. della notizia di reato di cui all'art. 1161 cod. nav., l'ordinanza di ingiunzione di sgombero deve ritenersi un provvedimento a carattere vincolato, che non necessita della comunicazione di avvio del procedimento.

In presenza di un contrasto sulla natura del bene, demaniale o privata, nonché sull'esatta delimitazione delle aree di proprietà pubblica, deve ritenersi utile la partecipazione del privato al procedimento amministrativo diretto all'emanazione di atti di autotutela amministrativa a difesa del bene pubblico.

A fronte di un provvedimento di autotutela in ordine a beni oggetto di confisca, qualunque affermazione concernente la titolarità dei beni stessi non può trovare ingresso in sede amministrativa, con la conseguenza che non residua alcuno spazio per un'attività partecipativa del privato e che un avviso ex art. 7 della legge n. 241/1990 non può avere alcuna utilità.

L'ordinanza di sgombero da un'area di cui sia incerta la demanialità deve essere preceduta dalla comunicazione di avvio del procedimento, allo scopo di g... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... adeguato contraddittorio col destinatario.

L'avvio del procedimento volto alla dichiarazione della decadenza di una concessione demaniale deve necessariamente essere comunicato all'interessato, posto che la finale pronuncia di non è mai assolutamente dovuta o vincolata, ma è sempre eventuale e collegata alla valutazione dell'osservanza degli obblighi concessori, per la quale è sicuramente fondamentale l'instaurazione di una dialettica procedimentale con l'interessato.

L'ingiunzione di demolizione di fabbricati abusivamente edificati su suolo demaniale costituisce un atto dovuto, per cui l'assenza della comunicazione dell'avvio del relativo procedimento risulta irrilevante.

L'adozione del provvedimento di autotutela demaniale non deve essere preceduto dall'avviso di inizio del procedimento agli interessati ai sensi dell'art. 7 legge 241/1990, atteso che in tale ipotesi non può ravvisarsi alcuno spazio utile per un'eventuale cooperazione da parte del privato all'adozione dell'atto in questione.

L'ordinanza di sgombero relativa ad una area demaniale abusivamente occupata deve essere preceduta dalla comunicazione d'avvio del procedimento qualora sia controverso il presupposto del carattere deman... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... dell'area.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI