Carrello
Carrello vuoto



L'art. 21 octies L. 241/90 nell'occupazione d'urgenza


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:OCCUPAZIONE LEGITTIMA DI BENI PRIVATI PER PUBBLICA UTILITÀ
anno:2018
pagine: 1271 in formato A4, equivalenti a 2161 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 35,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


PROCEDURA --> CONTRADDITTORIO, GIUSTO PROCEDIMENTO --> ART. 21 OCTIES L. 241/90 --> NEL PROCEDIMENTO ESPROPRIATIVO --> OCCUPAZIONE D'URGENZA

In merito alla mancata comunicazione di avvio del procedimento di occupazione d'urgenza, deve ritenersi che, ai sensi dell'art. 21 – octies co. 2, l. n. 241/1990, alla luce del progetto esecutivo dell'opera e del connesso piano particellare di esproprio, nonché della dichiarazione di pubblica utilità, il provvedimento di occupazione d'urgenza non avrebbe potuto essere diverso da quello emanato.

Ai sensi dell'art. 21 octies, comma 2, L. n. 241/1990, non è annullabile il provvedimento adottato in violazione di norme sul procedimento se, per la natura vincolata del provvedimento, è palese che il suo contenuto dispositivo non avrebbe potuto essere diverso da quello in concreto adottato; ne consegue che l'omissione di avviso di immissione nel possesso al proprietario catastale (nel caso di specie peraltro diverso dal proprietario effettivo), non ha effetto invalidante in quanto l'avviso individuale che sarebbe stato omesso non avrebbe modificato l'esito del procedimento.

La proroga della durata dell'occupazione d'urgenza richiede la previa comunica... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...vio del procedimento, in quanto subprocedimento autonomo, dotato di autonoma capacità lesiva della sfera giuridica del proprietario. Tuttavia, alla luce dell'art. 21 octies L. n. 241/1990, l'omessa comunicazione di avvio del procedimento non determina illegittimità della procedura, configurandosi come atto sostanzialmente vincolato (a occupazione e trasformazione del suolo già realizzate), il cui contenuto dispositivo non può ragionevolmente essere diverso da quello in concreto adottato.

Per effetto dell'art. 21-octies, comma 2, l. n. 241/90, dalla natura vincolata che deve essere riconosciuta al decreto di occupazione (in quanto meramente esecutivo della dichiarazione di pubblica utilità), consegue che l'omessa comunicazione del provvedimento è insuscettibile di condurre a pronuncia caducatoria, in difetto di allegazioni sulla possibilità che suddetto decreto possa recare un "contenuto dispositivo diverso".

PROCEDURA --> CONTRADDITTORIO, GIUSTO PROCEDIMENTO --> ART. 21 OCTIES L. 241/90 --> NEL PROCEDIMENTO ESPROPRIATIVO --> OCCUPAZIONE D'URGENZA --> AVVISO

L'avviso di immissione in possesso ha natura vincolata; lo stesso infatti non potrebbe avere altro contenuto ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...di preavvisare il soggetto interessato che l'Amministrazione si immetterà in una certa data, nel possesso del terreno di sua proprietà, in esecuzione degli atti già adottati dalla giunta e dal sindaco. Applicabile pertanto è la norma di cui all'art. 21 octies comma 2 L. n. 241/1990.

PROCEDURA --> CONTRADDITTORIO, GIUSTO PROCEDIMENTO --> OCCUPAZIONE

Se non vi è dubbio che il provvedimento di occupazione d'urgenza non ha bisogno, ai fini della sua legittimità, della previa comunicazione di avvio del procedimento, trattandosi di provvedimento che si pone quale necessaria conseguenza sul piano giuridico della dichiarazione di pubblica utilità, è altrettanto evidente che la violazione delle garanzie partecipative che inficia tale ultimo provvedimento non può non ripercuotersi anche sul decreto di occupazione d'urgenza.

PROCEDURA --> CONTRADDITTORIO, GIUSTO PROCEDIMENTO --> OCCUPAZIONE --> ART. 10 L. 865

La giurisprudenza ormai consolidata e condivisa ritiene ininfluente ai fini della legittimità del decreto di occupazione d'urgenza, il mancato previo esperimento delle formalità previste dall'art. 10 della L. n. 865/1971.

[Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...licazione degli atti espropriativi di cui agli art. 10 e 11 l. 22 ottobre 1971 n. 865 è necessaria ai soli fini del provvedimento d'esproprio, ma non anche a quelli dell'occupazione d'urgenza dell'area interessata.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI