Carrello
Carrello vuoto



Giurisprudenza relativa alle concessioni demaniali marittime

La concessione demaniale marittima è espressione dell’uso eccezionale o particolare di un bene del demanio marittimo. L'affidamento al privato di facoltà e diritti su beni demaniali e/o patrimoniali indisponibili costituisce non atto ma afferente alla potestà discrezionale della P.A., perciò subordinato alla rispondenza all'interesse pubblico, nonché al conseguimento della finalità specifica per la quale il potere le è stato conferito.

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:IL CODICE DELLE CONCESSIONI DEMANIALI
anno:2017
pagine: 5772 in formato A4, equivalenti a 9812 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 50,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


DEMANIO E PATRIMONIO --> CONCESSIONE E AUTORIZZAZIONE --> CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA

La mancata approvazione del piano delle coste non giustifica il comportamento omissivo del comune nell'esame delle istanze di concessione demaniale marittima.

L'uso individuale a base della richiesta di una concessione demaniale deve essere del tutto compatibile con l'intero spettro delle esigenze pubblicistiche gravanti sul territorio in cui ricade l'area oggetto della richiesta concessione.

L'uso particolare da parte di soggetti privati ed imprese di acque facenti parte della Laguna di Venezia non può che fondarsi su uno specifico titolo concessorio o autorizzativo.

A fronte di criteri regolamentari ben predeterminati e sufficientemente dettagliati, il giudizio sulla scelta del soggetto a cui affidare la concessione demaniale marittima può dirsi rispettoso dell'art. 3 legge 241/1990 anche se le motivazioni sono state espresse mediante griglia numerica.

È legittimo il diniego di una concessione demaniale marittima richiesta originariamente da una società in accomandita semplice che, nelle more del procedimento amministrativo, si sia sciolta e cancellata dal registro delle imprese e l... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ità è poi proseguita dall'ex accomandatario in forma di imprenditore individuale.

La semplice autorizzazione al noleggio di attrezzature balneari sulla spiaggia libera non può sostituire la concessione demaniale marittima.

Il fatto che la struttura portuale non sia prevista dal vigente programma di fabbricazione costituisce di per sé valida ragione ostativa al rilascio della concessione demaniale marittima.

Per i beni demaniali che hanno ricevuto in forza di atti o provvedimenti destinazione commerciale preordinata alla loro valorizzazione non è astrattamente predicabile il regime della sub-concessione o del sub-ingresso nella concessione.

La valorizzazione della salvaguardia della commercializzazione dei prodotti della pesca, in attesa della nuova organizzazione del mercato, risponde ad un interesse pubblico che giustifica la previsione che riserva la preferenza agli enti pubblici della gestione di un'area del demanio marittimo.

È legittimo il rigetto della domanda di concessione di uno specchio acqueo avanzata da un'impresa che svolge attività cantieristica qualora non sia ancora definita la procedura di affidamento in concessione del terreno demaniale an... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...r />
La nozione di provvedimento concessorio di facoltà e diritti su beni demaniali e/o patrimoniali indisponibili costituisce un atto non dovuto, ma emanato nell'esercizio di una potestà discrezionale di detta amministrazione, perciò subordinato alla rispondenza all'interesse pubblico, nonché al conseguimento della finalità specifica per la quale il potere le è stato conferito.

Il diritto del concessionario di uno stabilimento balneare, il quale abbia ottenuto, nell'ambito della concessione demaniale, anche il riconoscimento della facoltà di edificare e mantenere sulla spiaggia una costruzione, più o meno stabile, e consistente in vere e proprie strutture edilizie o assimilate (sale ristoranti, locali d'intrattenimento o da ballo, caffè, spogliatoi muniti di servizi igienici e docce, etc.), integra una vera e propria proprietà superficiaria, sia pure avente natura temporanea e soggetta ad una peculiare regolazione in ordine al momento della sua modificazione, cessazione o estinzione.

È legittimo il provvedimento che impone al titolare di una concessione demaniale marittima la sostituzione di una struttura fissa di depurazione con w.c. chimici, ferma restando tutta... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ssità di tener conto dell'impatto ambientale.

Le concessioni di aree demaniali marittime rilasciate per finalità imprenditoriali devono ritenersi sempre sottoposte ai principi dell'evidenza pubblica, sia nell'ipotesi in cui il relativo procedimento abbia inizio per volontà dell'Amministrazione, sia nel caso in cui venga avviato a seguito di una specifica richiesta proveniente da uno dei soggetti interessati all'utilizzo del bene.

Le concessioni demaniali marittime sono espressione dell'uso eccezionale o particolare di un bene del demanio marittimo, che è sottratto all'uso comune per essere attribuito in godimento esclusivo ad un certo soggetto, detto concessionario, il quale acquista sul bene un diritto privato di godimento reale o personale, senza, tuttavia, poter abusare, della sua posizione dominante.

La concessione demaniale marittima può essere rilasciata per l'esercizio di pubblici servizi, ovvero per servizi ed attività portuali e produttive, oltre che per l'esercizio di attività con finalità turistico-ricreative (balneari).

La concessione demaniale marittima ha lo scopo di perseguire fini pubblicistici, rappresentati dalla migliore fruibilità "pubbli... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...e in questione, tenendo anche conto del legame della spiaggia con gli interessi della collettività degli utenti e della complessiva offerta di servizi a detta collettività: tale scopo rappresenta il limite implicito del diritto esclusivo concesso ai privati.

DEMANIO E PATRIMONIO --> CONCESSIONE E AUTORIZZAZIONE --> CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA --> ACCORDI SOSTITUTIVI

In base alla L. 28 gennaio 1994, n. 84, art. 18, comma 4, il presidente dell'Autorità portuale può concludere, per le iniziative di maggiore rilevanza, accordi sostitutivi della concessione demaniale ai sensi della L. 7 agosto 1990, n. 241, art. 11.

DEMANIO E PATRIMONIO --> CONCESSIONE E AUTORIZZAZIONE --> CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA --> ASSENZA DI PIANO PORTUALE

Fino all'approvazione dei piani comunali delle coste i comuni applicano, nell'attività concessoria, esclusivamente le disposizioni rivenienti dal piano regionale delle coste.

In assenza di un piano portuale, la decisione sulle istanze di concessione demaniale deve avvenire cercando di minimizzare gli effetti dannosi sul privato cittadino, specie quando di tratta dello svolgimento di un'attività lavorativa.

[Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... DEMANIO E PATRIMONIO --> CONCESSIONE E AUTORIZZAZIONE --> CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA --> LIMITI DI DURATA

La destagionalizzazione, prevista da leggi regionali, delle concessioni demaniali marittime presenta l'evidente intento di favorire lo sviluppo delle attività turistiche anche oltre il consueto orizzonte temporale, operando un'estensione ex lege dei titoli abilitativi (non solo demaniali) e privando l'autorità preposta al rilascio delle concessioni del potere di subordinare le stesse ad una valutazione discrezionale propriamente intesa.

La destagionalizzazione, prevista da leggi regionali, delle concessioni demaniali marittime determina l'illegittimità del rifiuto dell'amministrazione al mantenimento degli impianti che si fondi unicamente sul mero rispetto del termine (stagionale), apposto nell'atto di concessione.

In materia di concessione demaniale marittima i contesti, estivo e invernale, in cui gli stabilimenti balneari si inseriscono sono diversi, il che implica che differente è l'impatto che un manufatto può avere a seconda del periodo dell'anno.

In presenza di una concessione demaniale rilasciata per la sistemazione di uno stabilimento balneare con annesse att... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...; ricreative e di accoglienza ai bagnanti, è ragionevole ritenere che nessun danno alla attività imprenditoriale possa derivare dalla riduzione della temporaneità della predetta concessione alla sola stagione estiva.

La concessione demaniale marittima per il solo periodo estivo si giustifica alla luce di un complessivo bilanciamento degli interessi rilevanti e in considerazione che l'incidenza sull'ambiente è comunque temporalmente limitata.

Le concessioni finalizzate alla nautica da diporto hanno durata massima di quattro anni ai sensi dell'art. 8 reg. es. cod. nav. mar., che, peraltro, ammette rapporti concessori di minor durata.

La necessità di non compromettere o rallentare la futura pianificazione affidata all'emanando piano regolatore portuale e di garantire il proficuo sfruttamento dei beni demaniali giustifica il rilascio di una concessione demaniale marittima per l'installazione di strutture di nautica da diporto avente una durata inferiore ai quattro anni.

Le concessioni non possono avere effetti protratti nel tempo tali da contrastare con il piano portuale di prossima adozione, ovvero non possono modificare l'assetto portuale così da compromettere o rallentare l'esecu... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... pianificazione dettata dal futuro piano regolatore del porto; pertanto, appare legittima la deroga alla durata quadriennale prestabilita dal legislatore se preordinata ad evitare che, in sede di pianificazione, l'autorità amministrativa sia condizionata dall'esistenza di un assetto degli specchi acquei stabile o destinato ad essere lungamente protratto nel tempo.

L'art. 8 del regolamento del codice della navigazione fa riferimento a concessioni efficaci per un tempo non superiore a quattro anni, ammettendo così rapporti concessori di minor durata.

L'art. 03, comma 4-bis, del d. l. 5 ottobre 1993, n. 400, conv. in l. 4 dicembre 1993, n. 494 introduce nell'ordinamento una previsione destinata a trovare applicazione con riferimento alla durata delle nuove concessioni demaniali marittime e non ha niente a che fare con la problematica delle proroga che è, al contrario, disciplinata dalla diversa previsione dell'art. 01, comma 2 del d.l. 400/1993 che prevede una proroga limitata ad un periodo massimo di sei anni.


DEMANIO E PATRIMONIO --> CONCESSIONE E AUTORIZZAZIONE --> CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA --> DESTINAZIONE DEI PROVENTI

Prevedere, per ogni provento concessorio, vincoli di dest... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... una finalità pubblica significa rendere antieconomica la concessione ad ogni operatore privato ed estromettere quindi qualsiasi imprenditore dalla gestione dello specchio acqueo, precludendo così la libera competizione cui fa riferimento l'art. 37 del codice della navigazione.

DEMANIO E PATRIMONIO --> CONCESSIONE E AUTORIZZAZIONE --> CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA --> DISTANZE

La violazione delle distanze minime tra concessioni va considerato in sede di istruttoria dell'istanza e non ai fini della pubblicazione della stessa.

DEMANIO E PATRIMONIO --> CONCESSIONE E AUTORIZZAZIONE --> CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA --> TRASLAZIONE/VARIAZIONE DELLA CONCESSIONE

L'ordinamento esclude dall'iter istruttorio previsto dalla legge (e, dunque, pure dalla necessità di nuova pubblicazione) le modificazioni alla concessione demaniale marittima in esito alle quali "non venga apportata alterazione sostanziale al complesso della concessione e non vi sia modifica nell'estensione della zona demaniale": in tali casi, infatti, "la variazione può essere autorizzata per iscritto dal capo del compartimento, previo nulla osta dell'autorità che ha approvato l'atto di concessione" (art. 24, c... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...g. esecuzione c. nav.).

A fronte di una sopravvenuta riduzione del fronte mare dell'area concessa, l'interessato può e deve avvalersi del rimedio offerto dall'art. 45 del codice navigazione (riduzione del canone).

La semplice sostituzione di una tenda di copertura di limitate dimensioni, risolvendosi nella mera sostituzione di un elemento accessorio alle strutture dello stabilimento balneare, non incide sull'oggetto della concessione demaniale né varia le modalità del suo esercizio. Tale intervento, non concreta neppure un'innovazione rilevante ai sensi dell'art. 54 cod. nav., non implicando alcuna alterazione sostanziale o cambiamento della originaria destinazione del bene. Si tratta, perciò, di attività liberamente esercitabile che non necessita di un titolo demaniale ad hoc ovvero di variazione della concessione esistente.

L'installazione del tutto precaria e correlata alle esigenze di conduzione dello stabilimento balneare di un manufatto in legno ad uso ricovero dei lettini da spiaggia, privo di consistenza edilizia e di capacità di alterare lo stato dei luoghi, non implica la necessità di variazione dell'esistente concessione demaniale, non incidendo sul suo contenuto o sulle moda... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... di esercizio né costituendo innovazione giuridicamente rilevante.

L'Autorità amministrativa preposta alla gestione e salvaguardia dei beni facenti parte del demanio marittimo non deve vigilare sulla indefettibile coincidenza fra titolarità del rapporto concessorio ed utilità ritraibili mediante l'impiego del bene demaniale all'interno del ciclo produttivo dell'impresa gestita in proprio dal concessionario, atteso che l'art. 45 bis del Codice della Navigazione prevede una possibile, anche parziale, scissione tra titolarità e gestione della concessione, in tal modo implicando una differenziazione dei corrispondenti rapporti giuridici.

L'art. 24 reg. es. cod. nav. mar. va intesa nel senso che qualsiasi variazione al contenuto della concessione demaniale marittima attuata mediante la realizzazione di interventi sul suolo demaniale deve essere oggetto di espressa autorizzazione.

L'autorizzazione allo svolgimento dell'attività di carenaggio rilasciata al concessionario che esercita attività di rimessaggio con travellift non determina una alterazione sostanziale del contenuto del titolo, ma una variazione consentita ai sensi dell'art. 24 D.P.R. 328/1952.

Il concessionario non p... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...nserire altri soggetti nella gestione della concessione, in considerazione dell'intuitus personae che connota il rapporto concessorio, salvo autorizzazione della P.A. concedente ai sensi dell'art. 46 cod. nav..

In presenza di un provvedimento giurisdizionale che sospende gli effetti della delibera assembleare che ha autorizzato l'amministratore di un condominio a trasferire a terzi la titolarità della concessione demaniale marittima, la P.A. non può autorizzare il mutamento dell'intestazione del titolo concessorio, specie quando gli sia stata rappresentata la sussistenza del provvedimento di sospensione.

Se è vero che non incombe sulla P.A. l'obbligo di compiere complesse operazioni ricognitive o accertamenti in ordine ad eventuali pretese che potrebbero essere avanzate da soggetti estranei al rapporto amministrativo, è altresì vero che essa è tenuta a svolgere le opportune indagini, prive del carattere di complessità, dirette ad accertare la legittimazione ad avanzare istanze amministrative.

Qualora emerga ictu oculi la mancanza o il vizio del potere di disporre della concessione, l'Amministrazione ha l'autorità ed il dovere di verificare l'esistenza, in capo al richiedente, di ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...itolo di disponibilità della concessione.

E' legittimo apportare variazioni alla concessione demaniale marittima per mantenere un corridoio tra due aree confinanti e per motivi connessi alla nuova pianificazione delle modalità d'uso degli spazi portuali.

Nell'art. 24, co. 2, seconda parte reg. esec. cod. nav., la modifica nell'estensione della zona demaniale che impedisce la variazione autorizzata per iscritto dal capo del compartimento non è solo quella rilevante in senso quantitativo, ma anche una modifica che si caratterizzi nella differente allocazione dell'area demaniale originariamente oggetto di concessione.

Nella Regione Puglia è legittima la scelta dell'amministrazione comunale di non autorizzare la traslazione della concessione demaniale marittima stante la non intervenuta adozione del Piano Comunale delle Coste, che solo può disciplinare in termini compiuti e armonici l'assetto costiero, facente capo al territorio comunale, attraverso l'individuazione dei lotti oggetto di concessione.

Appare ragionevole operare uno spostamento non eccessivo delle strutture da gestire nell'area di concessione demaniale qualora le circostanze di fatto relative allo stato dei luoghi lo rendano ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...

Laddove la necessità di eseguire lavori portuali comporti la rinuncia alla postazione concessa in atto, la sua traslazione in una sede provvisoria e la successiva allocazione in altro posto, all'esito dei lavori da espletare, i diritti del concessionario si devono ritenere limitati al solo periodo residuale della concessione in godimento: il concessionario matura infatti in tal modo un "diritto di persistenza" della concessione, ma non un "diritto di insistenza".

Il quadro normativo vigente non consente di configurare la figura del mero 'spostamento' di una precedente concessione demaniale, inteso come una sorta di spuria novazione oggettiva del precedente titolo abilitativo, il quale permarrebbe per il resto inveriato nei suoi elementi costitutivi.


 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI