Carrello
Carrello vuoto



Premio per il rinvenimento di beni archeologici


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:BENI E VINCOLI CULTURALI ARCHEOLOGICI, STORICI, ARTISTICI nel governo del territorio
anno:2018
pagine: 256 in formato A4, equivalenti a 435 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 20,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


Per il 'ritrovatore' dei beni archeologici mobili o immobili il diritto alla riscossione del premio non deriva soltanto dalla rilevanza artistica culturale del bene rinvenuto, ma anche dall'acquisto in favore dello Stato dei beni oggetto della scoperta o del ritrovamento.

Il premio di rinvenimento di cui agli artt. 44, 46, 47 e 49 legge 1089/1939 si applica esclusivamente nel caso di beni ritrovati nel sottosuolo del terreno di proprietà di privati e che, quindi, sono ipso iure acquisiti alla proprietà dello Stato, a prescindere dal soggetto e dalla modalità in cui è avvenuta la scoperta.

Le cose di interesse culturale rinvenute nel sottosuolo appartengono allo Stato, in deroga al tradizionale principio dell'appartenenza del tesoro al proprietario del fondo ex art. 932 c.c..

Il premio di rinvenimento di cui all'art. 91 d. lgs. 42/2004 trova la sua causa nell'acquisto del bene al patrimonio statale, e più precisamente al demanio o al patrimonio indisponibile, ai sensi degli articoli 822 e 826 c.c., a seconda che siano immobili o mobili: pertanto, esso non spetta nel caso in cui l'opera non sia stata ritrovata nel sottosuolo.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI