Carrello
Carrello vuoto



Annullamento in autotutela del titolo paesaggistico


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:AUTOTUTELA AMMINISTRATIVA nel governo del territorio
anno:2018
pagine: 1174 in formato A4, equivalenti a 1996 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 30,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


È legittimo l'annullamento in autotutela del titolo edilizio e paesaggistico rilasciati ove si osserva che il breve lasso di tempo trascorso dal rilascio del titolo edilizio e il mancato inizio dei lavori inducono a ritenere prevalente l'interesse pubblico a precludere un'alterazione permanente della zona ad opera di un'edificazione residenziale incompatibile con la classificazione urbanistica della zona contenuta nel P.T.C.P..

Il provvedimento di annullamento in autotutela dell'autorizzazione paesaggistica presuppone l'insussistenza dei presupposti al momento dell'adozione e, quindi, l'illegittimità originaria del provvedimento.

L'attribuzione e/o la delega alle regioni del potere di rilascio delle autorizzazioni paesaggistiche comprenda altresì, come suo contenuto naturale, anche il potere di adozione degli atti di autotutela relativi all'esercizio della medesima funzione, rientrando gli stessi a pieno titolo tra quelli di amministrazione attiva.

La legislazione regionale ben può prevedere il potere dell'Amministrazione regionale di annullare in autotutela le aurorizzazione paesaggistiche rilasciate illegittimamente.

In materia di autotutela non è necessaria una motivazione sulla suss... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... c.d. interesse pubblico concreto ed attuale a disporre l'annullamento, né rileva il lungo tempo trascorso dalla sua emanazione, allorché per un verso, l'annullamento fonda sul (tempestivo) venir meno del nullaosta paesaggistico quale presupposto indefettibile per il permanere della concessione edilizia e, per altro verso, il provvedimento annullato abbia conseguenze permanenti sull'ambiente; ragion per cui non può neppure legittimamente parlarsi di posizioni di diritto acquisite.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI