Carrello
Carrello vuoto



Espropriazione del fondo ed assegnazione delle aree P.E.E.P.: autonomia dei procedimenti

Il procedimento di espropriazione delle aree e quello di assegnazione del diritto di superficie sono del tutto autonomi, di modo che il proprietario espropriato non può ottenere, come corrispettivo della mancata opposizione al procedimento espropriativo, un impegno al trasferimento della proprietà superficiaria di un appartamento in area P.E.E.P..

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:IL CODICE DELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA
anno:2017
pagine: 3590 in formato A4, equivalenti a 6103 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 45,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


PIANIFICAZIONE --> PIANI URBANISTICI ATTUATIVI --> PEEP --> RAPPORTO ESPROPRIAZIONE - ASSEGNAZIONE DELLE AREE

Il proprietario di area PEEP non può ottenere, come corrispettivo della mancata opposizione al procedimento espropriativo, un impegno del concessionario del diritto di superficie al trasferimento della proprietà superficiaria di un appartamento, pur quando egli sia privo dei requisiti previsti per l'assegnazione o, allorché ne sia in possesso, di un numero di appartamenti superiore all'unità. Una tale pattuizione, infatti, è nulla perché contraria a norme imperative (art. 1418 c.c., comma 1).

Anche se l'art. 35 della legge 22 ottobre 1971 n. 865, prevede una certa sequenza procedimentale in materia di attuazione dei Piani di zona per l'edilizia economica e popolare statuente prima l'espropriazione delle aree e poi la loro assegnazione in proprietà od in superficie, non è tuttavia illegittimo il provvedimento di assegnazione adottato prima del perfezionamento della procedura espropriativa.

La facoltà di svolgere le procedure di assegnazione delle aree incluse nel PEEP senza attendere il compimento delle espr... [Omissis - La versione integrale é presente nel prodotto - Omissis] ...risulta accettabile anche alla luce dello stesso art. 35 L. n. 865/71 nella parte in cui prescrive la realizzazione del P.E.E.P."in pareggio". La necessità di raggiungere la completa copertura dei costi sostenuti giustifica infatti l'anticipazione della procedura selettiva per l'individuazione degli assegnatari, la quale è in grado di offrire una ragionevole certezza sulle somme che l'Ente pubblico potrà percepire a garanzia dell'equilibrio economico della complessa operazione posta in essere.

Il procedimento di espropriazione delle aree incluse in un piano di zona per l'edilizia economica e popolare e quello di assegnazione delle relative aree conservano la loro autonomia, nel senso che, pur divenendo l'assegnazione efficace solo a seguito dell'espropriazione, nessuna invalidità è riscontrabile nel provvedimento di assegnazione prima che sia intervenuta l'espropriazione dell'area.

Il procedimento di espropriazione delle aree incluse in un piano di zona per l'edilizia economica e popolare e quello di assegnazione delle stesse sono procedimenti che, ancorché collegati tra loro, rispondono a finalità autonome e sono posti in essere sulla base di condizioni che... [Omissis - La versione integrale é presente nel prodotto - Omissis] ...tano apprezzabili interferenze se non quella di ordine logico che l'assegnazione risulterà operativa solo dopo che l'originario proprietario risulti spogliato dell'area.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI