Carrello
Carrello vuoto



L'attuazione delle varianti urbanistiche e la necessaria ripubblicazione del P.R.G.

La giurisprudenza è costante nel ritenere «incombente procedimentalmente dovuto a norma di legge» la ripubblicazione del piano, rendendo note al pubblico le modifiche apportate dalla variante con portata innovativa, ovvero dei cambiamenti subiti dalle caratteristiche essenziali del P.R.G..

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:IL CODICE DELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA
anno:2017
pagine: 3590 in formato A4, equivalenti a 6103 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 45,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


PIANIFICAZIONE --> VARIANTE URBANISTICA --> RIPUBBLICAZIONE

Non sussiste l'obbligo di ripubblicazione del piano qualora le modifiche apportate a seguito dell'accoglimento delle osservazioni non abbiano determinato un mutamento essenziale del suo contenuto, traducendosi in un nuovo progetto di piano.

La giurisprudenza è costante nel ritenere necessaria la ripubblicazione del piano allorché, in un qualunque momento della procedura che porta alla sua approvazione (ed in particolare quando ciò avvenga a seguito dell'accoglimento delle osservazioni presentate), vi sia stata una rielaborazione complessivamente innovativa del piano stesso, e cioè un mutamento delle sue caratteristiche essenziali e dei criteri che hanno presieduto alla sua impostazione.

L'accoglimento delle osservazioni ad una variante che confermi la pur destinazione a standard ordinari, ma ne modifichi in misura comunque rilevante la disciplina dell'utilizzazione edificatoria, è soggetta a ripubblicazione.

E' necessario render generalmente note al pubblico le modifiche della variante generale con portata sostanzialmente innovativa, anche al fine di produrre eventuali possibili ulteriori osservazioni sulla disciplina cos... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...dificata.

La ripubblicazione di una variante al PRG conseguente all'accoglimento delle osservazioni da parte del Consiglio Comunale costituisce un incombente procedimentalmente dovuto a norma di legge ma, come tale, privo di ogni profilo discrezionale sul piano della competenza istituzionale del Consiglio.

E' legittimo che, una volta concluso l'esame delle osservazioni da parte del Consiglio Comunale, sia il Dirigente a provvedere ai conseguenti adempimenti concernenti la pubblicità-notizia delle modifiche approvate dal Consiglio Comunale alla variante generale al PRG.

Le modifiche allo strumento urbanistico adottato, introdotte d'ufficio dall'ente territoriale sovraordinato, non comportano la necessità per il Comune interessato di riavviare il procedimento di approvazione dello strumento, con conseguente ripubblicazione dello stesso, inserendosi tali modifiche - in conformità a quanto stabilito dall'art. 10, secondo comma, lettera c) della L. n. 1150/1942 (e nel caso di specie ex art. 16, decimo comma, L.R. Lombardia n. 56/1980), nell'ambito di un unico procedimento di formazione progressiva del disegno relativo alla programmazione generale del territorio.

L'obbligo di ripubblicazione del piano urb... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ... ha soltanto quando le modifiche apportate dal Comune in seguito all'acquisizione dei pareri obbligatori e alle controdeduzioni alle osservazioni presentate dagli interessati risultino di portata e rilievo tale da determinare una rielaborazione complessiva del piano, ovvero un mutamento delle sue caratteristiche essenziali, e dei criteri che presiedono alla sua stessa impostazione.

Solo nel caso in cui le modifiche apportate in replica alle osservazioni formulate nel corso del procedimento di variante urbanistica, risultino di portata e rilievo tale da determinare un mutamento rilevante all'impostazione dello strumento urbanistico, sorga l'obbligo di ripubblicazione.

In materia di strumenti urbanistici, se l'atto adottato risulta sostanzialmente modificato in sede di approvazione può ammettersi la necessità della ripubblicazione solo in caso di radicale trasformazione, nel corso del procedimento, dello strumento urbanistico, ma non, invece, nel caso in cui il piano sia stato modificato prevalentemente a seguito di accoglimento di osservazioni.

Non è necessaria la ripubblicazione dello strumento urbanistico nel caso in cui il piano, in sede di approvazione, sia stato modificato prevalentemente a seguito di accoglim... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...ervazioni.

Deve ritenersi necessaria la ripubblicazione del piano allorché, in un qualunque momento della procedura che porta alla sua approvazione (ed in particolare quando ciò avvenga a seguito dell'accoglimento delle osservazioni presentate), vi sia stata una rielaborazione complessivamente innovativa del piano stesso, e cioè un mutamento delle sue caratteristiche essenziali e dei criteri, che alla sua impostazione rispettivamente hanno presieduto e presiedono.

Le modifiche apportate al PRG, in accoglimento delle osservazioni dei privati, ove coerenti con i criteri tecnico discrezionali posti a fondamento dello strumento urbanistico, non comportano l'obbligo di un'ulteriore pubblicazione, salvo casi particolari, in cui le variazioni introdotte siano di entità tali da configurare una nuova adozione dello strumento in itinere e si tratti di modificazioni che producono una profonda alterazione qualitativa o quantitativa dell'insieme del piano adottato e dei suoi criteri ispiratori.

Nel procedimento di formazione degli strumenti urbanistici, la pubblicazione è finalizzata alla presentazione, da parte dei soggetti interessati al progetto di piano, di osservazioni che hanno funzione collaborativa e non ... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...ste nelle successive fasi del procedimento, anche se il piano regolatore generale originario viene modificato in sede di approvazione definitiva.

Mentre, per le modifiche "facoltative" e "concordate", ove superino il limite di rispetto dei canoni guida del piano adottato, sussiste l'obbligo della ripubblicazione da parte del Comune, diversamente, per le modifiche "obbligatorie" non sorge tale obbligo, poiché proprio il carattere dovuto dell'intervento regionale rende superfluo l'apporto collaborativo del privato, superato e ricompreso nelle scelte pianificatorie operate in sede regionale e comunale".

L'obbligo di ripubblicazione del piano si pone solo allorquando vengano introdotte dalla Regioni modificazioni facoltative e in ipotesi di modifiche concordate, ossia conseguenti all'accoglimento di osservazioni presentate al piano ed accettate dal comune, qualora esse superino il limite del rispetto dei canoni guida del piano adottato; tali evenienze non ricorrono nel caso in cui, per effetto delle modifiche introdotte dalla Regione, venga sostanzialmente ripristinato l'originario progetto urbanistico proposto dal Comune, prima dell'accoglimento da parte di quest'ultimo, delle osservazioni del privato al piano adott... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...
L'accoglimento delle osservazioni dei privati alle delibere di adozione del piano regolatore non comporta, per il Comune, l'obbligo di una seconda pubblicazione; ciò in quanto la pubblicazione prevista dall'art. 9 della L. n. 1150/1942 è finalizzata alla presentazione delle osservazioni da parte dei soggetti interessati al progetto di piano adottato, ma non è richiesta per le successive fasi del procedimento, anche se il piano originario risulti modificato a seguito dell'accoglimento di alcune osservazioni o di modifiche introdotte in sede di approvazione regionale.

In sede di approvazione regionale dello strumento urbanistico, la giurisprudenza è costante nel ritenere che la Regione ben può apportare modificazioni al piano, con la limitazione che sia necessaria la ripubblicazione dello stesso solo nel caso in cui vi sia stata una rielaborazione complessiva del piano medesimo e cioè un mutamento delle sue caratteristiche essenziali e dei criteri che sono alla base della sua impostazione.

L'accoglimento di un'osservazione ad un P.R.G. in itinere che sia stata presentata da un soggetto diverso dal proprietario dell'area interessata e che possa arrecare a questo un nocumento, esige la ripubblicazione d... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...esso, onde consentire alla proprietà di formulare le proprie osservazioni.

La ripubblicazione di variante urbanistica si rende necessaria solo qualora le modifiche introdotte nell'iter dell'approvazione integrino una sostanziale modificazione rispetto a quella adottata.


 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI