Carrello
Carrello vuoto



L'approvazione dei progetti di immobili da destinare alle comunità alloggio e ai centri socio-riabilitativi

L'approvazione di progetti edilizi relativi ad immobili da destinare alle comunità alloggio e ai centri socio-riabilitativi e localizzati in aree vincolate o a diversa specifica destinazione si riferisce ai soli progetti presentati da enti pubblici o da enti, associazioni.

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:IL CODICE DELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA
anno:2017
pagine: 3590 in formato A4, equivalenti a 6103 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 45,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


PIANIFICAZIONE --> VARIANTE URBANISTICA --> CENTRI SOCIO-RIABILITATIVI

L'art. 10, co. 6, legge 104/1992, che prevede che l'approvazione dei progetti edilizi concernenti immobili da destinare alle comunità alloggio e ai centri socio-riabilitativi ove localizzati in aree vincolate o a diversa specifica destinazione costituisca variante al P.R.G. si riferisce ai soli progetti presentati da enti pubblici o da enti, associazioni, fondazioni, Istituzioni pubbliche di assistenza e beneficienza (IPAB), società cooperative e organizzazioni di volontariato iscritte negli albi regionali se, ed in quanto, sono specificamente beneficiari di contributi e sovvenzioni e che qualora vi sia stato il previo parere della regione sulla congruità dell'iniziativa, rispetto ai programmi regionali.

L'approvazione del progetto richiesta dall'art. 10, co. 6, legge 104/1992 non è del responsabile del procedimento edilizio, ma è quella di competenza del Consiglio comunale.

L'interpretazione sistematica dell'art. 10, co. 6, legge 104/1992 nell'ambito complessivo delle disposizioni dell'ordinamento che disciplinano la materia dell'assistenza e dell'urbanistica implica che debba negarsi la legittimazione dei privati a pretende... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...azione della stessa norma, proprio perché il ricorso indiscriminato ad edificazioni formalmente collegate con le finalità di cui a detta legge si risolverebbe nella nullificazione di fatto della pianificazione posta in essere dall'Ente Locale, senza alcuna possibilità per lo stesso Ente di contrastare il fenomeno.

L'ippoterapia non costituisce tecnica riconducibile all'attività di recupero funzionale delle persone svantaggiate, qualora la normativa regionale non ricomprenda tale attività nei L.E.A. e non sia accreditabile con il servizio sanitario nazionale.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI