Carrello
Carrello vuoto



Agevolazioni fiscali per la sanatoria degli abusi edilizi

Le agevolazioni fiscali rappresentano, in tema di sanatoria degli abusi edilizi, delle disposizioni eccezionali che non possono essere estese a fattispecie differenti rispetto a quelle contemplate dal legislatore.

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:IL CODICE DEGLI ABUSI EDILIZI
anno:2017
pagine: 5843 in formato A4, equivalenti a 9933 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 50,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


TITOLO EDILIZIO --> ABUSI EDILIZI --> SANATORIA --> AGEVOLAZIONI FISCALI

Le norme agevolative tributarie costituiscono delle disposizioni eccezionali non estensibili a fattispecie diverse da quelle discrezionalmente contemplate dal legislatore.

L'applicazione dell'aliquota agevolata in materia di IVA costituisce un'eccezione alle normali disposizioni in materia di aliquota ordinaria e per la sua applicazione il contribuente che deve provare l'esistenza dei presupposti richiesti dalla legge.

Per effetto dell'art. 41 ter, comma 1, L. 17 agosto 1942, n. 1150, il rilascio di una licenza o concessione e l'assenza di quel "contrasto con la stessa" definito in prosieguo dalla medesima disposizione costituiscono condizioni indefettibili per beneficiare delle "agevolazioni fiscali previste".

La sopravvenienza, in corso del giudizio, di concessione edilizia in sanatoria, determina automaticamente il venir meno degli effetti della revoca del beneficio di cui all'art. 41 ter della Legge urbanistica e comporta la cessazione dell'efficacia dell'atto impositivo e la consequenziale cessazione della materia del contendere.

I provvedimenti di revoca o di decadenza di cui all'art. 41-ter della Le... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...tica conservano appieno la loro efficacia e producono gli effetti propri finché non siano rilasciate, in sanatoria, una concessione od una autorizzazione specifica per le opere o le parti di opere abusivamente realizzate.

In base al combinato disposto della L. n. 47 del 1985, art. 46 (commi 1 e 4) e L. 17 agosto 1942, n. 1150, art. 41 ter (alias, L. 6 agosto 1967, n. 765, art. 15), è il riconoscimento del beneficio fiscale dell'aliquota IVA agevolata, e non già il diritto dell'Ufficio a disconoscere tale beneficio per insussistenza dei presupposti richiesti dalla legge (ed a richiedere l'imposta calcolata in base all'aliquota ordinaria), ad essere subordinato e/o condizionato all'effettivo rilascio di un provvedimento di sanatoria delle difformità edilizie ostative riscontrate.


 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI