Carrello
Carrello vuoto



Acquisto della proprietà a titolo originario da parte della P.A.

Nell'ambito dell'accessione invertita, l'acquisto a titolo originario del bene da parte della P.A., si verifica soltanto quando: 1) è scaduto il periodo di legittima occupazione; 2) si sia verificata l'irreversibile trasformazione del bene; 3) il bene abbia perduto la sua connotazione originaria e si sia ormai definitivamente inserito nel contesto dell'opera pubblica.

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:OCCUPAZIONI ED ESPROPRI ILLEGITTIMI
anno:2014
pagine: 4019 in formato A4, equivalenti a 6832 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 55,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


PATOLOGIA --> OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA --> OCCUPAZIONE APPROPRIATIVA E USURPATIVA --> OCCUPAZIONE APPROPRIATIVA O ACQUISITIVA --> FORMALIZZAZIONE

Qualora la traslazione della proprietà del bene si sia verificata per effetto della sentenza che abbia accertato l'intervenuta occupazione acquisitiva per effetto dell'irreversibile destinazione dei terreni ad opera pubblica, e tale sentenza sia passata in giudicato, non vi è ragione di discutere circa un'illecita occupazione successivamente a tale momento ed il decreto eventualmente emanato al solo fine di porre in essere un titolo idoneo alla trascrizione e poter quindi opporre l'acquisto del diritto reale ai terzi, non è circostanza che possa determinare l'insorgere di ulteriori questioni.

Il passaggio di proprietà in capo alla pubblica amministrazione si produce soltanto a seguito di formale acquisizione dei terreni stessi al patrimonio pubblico, che non può perfezionarsi mediante "facta concludentia", sia per la necessità della forma scritta "ad substantiam" per la manifestazione della volontà della P.A., sia perché un atto formale è necessario ai fini della trascrizione della proprietà del bene nei pubblici registri.
[Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...L'accertamento dell'irreversibile trasformazione del suolo e della perdita del diritto di proprietà privata in favore della PA, deve essere riservato al Giudice e non certo alla pubblica amministrazione, alla quale non è mai stato attribuito né dalla legge, né tanto meno dalla giurisprudenza, tale, inesistente, potere; ne deriva la nullità, per difetto assoluto di attribuzione, del provvedimento con cui l'Amministrazione abbia dichiarato l'avvenuta acquisizione a titolo originario delle aree su cui sono stati realizzati i lavori per effetto dell'irreversibile trasformazione del bene.

La determinazione ricognitiva dell'asserito avvenuto trasferimento della proprietà, con cui l'Amministrazione, nel convincimento di avere conseguito la proprietà dei terreni occupati a titolo originario in virtù dell'irreversibile trasformazione, ha preso atto dell'avvenuto acquisto della proprietà degli stessi, manca dei presupposti di legge tali da consentire il trasferimento della proprietà del bene; detto provvedimento, infatti, avente carattere meramente ricognitivo di (un insussistente) trasferimento di proprietà, non costituisce comunque espressione del potere che l'Amministrazione avrebbe dovuto eserc... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...nsi dell'art. art. 43 del d. P.R. n. 327 del 2001 (ed oggi art. 42 bis TU).

Il provvedimento dell'Amministrazione con cui è decretata l'acquisizione del bene al demanio a titolo originario, a far tempo dalla data di scadenza del periodo di occupazione legittima, in applicazione dell'istituto della "accessione invertita, deve ritenersi adottato in carenza di potere; l'atto in questione non si configura, infatti, come provvedimento espropriativo né può costituire atto di accertamento dell'effetto traslativo della proprietà che all'epoca, semmai, poteva conseguire esclusivamente ad una pronuncia giurisdizionale.

PATOLOGIA --> OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA --> OCCUPAZIONE APPROPRIATIVA E USURPATIVA --> OCCUPAZIONE APPROPRIATIVA O ACQUISITIVA --> MOMENTO DELL'ACQUISTO A TITOLO ORIGINARIO

Deve essere tenuta distinta l'ipotesi in cui la radicale trasformazione dell'immobile si realizza durante il protrarsi di una situazione di detenzione illegittima, da quella in cui si verifica invece nel corso del periodo in cui l'utilizzazione del bene è autorizzata da un decreto di occupazione; in tal caso (e solo in tal caso), il momento consumativo dell'illecito deve essere differito alla scadenza dell'occu... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...orizzata, perché tutto quanto si produce durante il periodo suddetto ha, per definizione, il carattere della legittimità ed è quindi improduttivo di danno nei termini di cui all'art. 2043 cod. civ..

Nell'ambito dell'istituto giuridico dell'accessione invertita, l'estinzione del diritto del privato ed il contestuale acquisto a titolo originario del bene da parte della P.A., si verificano soltanto "scaduto il periodo di legittima occupazione, allorquando si sia verificata l'irreversibile trasformazione del bene ovvero questo abbia perduto la sua connotazione originaria e si sia ormai definitivamente inserito nel contesto dell'opera pubblica".

Solo nel caso in cui la radicale trasformazione del bene si verifichi nel corso del periodo di occupazione legittima, il momento consumativo dell'illecito deve essere differito alla scadenza dell'occupazione autorizzata: perché tutto quanto si produce durante il periodo sudetto ha, per definizione, il carattere della legittimità ed è quindi improduttivo di danno nei termini di cui all'art. 2043 cod. civ..

Nell'ambito dell'istituto dell'accessione invertita delineato dalla Suprema Corte di Cassazione, l'estinzione del diritto del privato ed il cont... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...uisto a titolo originario del bene in capo alla P.A., conseguente all'irreversibile trasformazione del fondo in opera pubblica, sorge, almeno secondo un largamente maggioritario orientamento, soltanto allo scadere del periodo di legittima occupazione, con la conseguenza che fino a quando il termine, originario ovvero prorogato, non sia spirato, il proprietario dell'area non può pretendere null'altro se non la corresponsione della relativa indennità ed è sempre possibile l'emanazione del decreto di espropriazione.

L'illecito si consuma allorché, per effetto della irreversibile trasformazione del fondo, non è più possibile procedere alla restituzione del medesimo ai legittimi proprietari, tuttavia, ove la realizzazione dell'opera pubblica sia avvenuta precedentemente alla scadenza della occupazione legittima, deve ritenersi che la fattispecie si perfezioni solo alla detta scadenza.

La cosiddetta accessione invertita che consuma l'illecito si verifica quando, in presenza di una dichiarazione di pubblica utilità, si sia verificata l'irreversibile trasformazione del bene occupato e sia scaduto il termine di occupazione legittima, senza che l'autorità competente abbia emesso il decreto di esproprio. ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...e consegue dunque al concorrere delle due condizioni indicate, indipendentemente dall'ordine in cui sopravvengono.

Il fenomeno della cd. occupazione appropriativa, che ha il carattere dell'illiceità, si consuma alla scadenza del periodo di occupazione legittima o, se più breve, alla scadenza del termine stabilito dalla dichiarazione di pubblica utilità; si consuma, invece, al momento dell'irreversibile trasformazione se questa avviene dopo la scadenza del periodo di occupazione legittima o, se più breve, del termine stabilito dalla dichiarazione di pubblica utilità.

L'irreversibile trasformazione del fondo comporta l'estinzione del diritto di proprietà del privato sul suolo e l'acquisizione dello stesso a titolo originario in capo alla pubblica amministrazione occupante, a decorrere dalla sopravvenuta scadenza del termine di occupazione (ove la realizzazione dell'opera o l'irreversibile trasformazione del fondo sia avvenuta in pendenza del detto termine) ovvero dalla realizzazione dell'opera o dalla irreversibile trasformazione del fondo (ove esse siano avvenute in assenza di provvedimenti autorizzativi di occupazione o comunque dopo la scadenza del termine di occupazione temporanea).

Nell'amb... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...tituto dell'accessione invertita l'estinzione del diritto del privato ed il contestuale acquisto a titolo originario del bene in capo alla P.A., conseguente all'irreversibile trasformazione del fondo in opera pubblica, sorge, almeno secondo un largamente maggioritario orientamento, soltanto allo scadere del periodo di legittima occupazione, con la conseguenza che fino a quando il termine, originario ovvero prorogato, non sia spirato, il proprietario dell'area non può pretendere null'altro se non la corresponsione della relativa indennità ed è sempre possibile l'emanazione del decreto di espropriazione che, pur se successivo alla irreversibile trasformazione, impedisce il prodursi del fatto illecito.

Il fenomeno della cosiddetta occupazione appropriativa, secondo cui la trasformazione irreversibile del fondo, con destinazione ad opera pubblica o ad uso pubblico, determina l'acquisizione della proprietà alla mano pubblica, si consuma al momento della trasformazione del suolo, in cui l'ingerenza nella proprietà privata ha già carattere abusivo.

In fattispecie in cui non è intervenuto decreto di esproprio nei termini, deve ritenersi verificata alla data di ultimazione dei lavori, l'acquisizione alla P.A. ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... occupata per l'espletamento dell'opera pubblica come effetto della c.d. occupazione acquisitiva.

Nell'ambito dell'istituto giurisprudenziale dell'accessione invertita l'estinzione del diritto del privato ed il contestuale acquisto a titolo originario del bene in capo alla P.A., conseguente all'irreversibile trasformazione del fondo in opera pubblica, sorge soltanto allo scadere del periodo della legittima occupazione del suolo, con la conseguenza che fino a quando il termine, originario ovvero prorogato, non sia spirato, il proprietario dell'area non può pretendere null'altro se non la corresponsione della relativa indennità ed è sempre possibile l'emanazione del decreto di espropriazione del bene.

Qualora l'irreversibile trasformazione del fondo sia avvenuta in pendenza del termine dell'occupazione autorizzata, il fenomeno appropriativo (e con esso l'illecito causativo dell'obbligo risarcitorio), si consuma alla scadenza del predetto termine, ove non sia nel frattempo intervenuto il decreto di esproprio, mentre è solo nella diversa ipotesi in cui prima della trasformazione irreversibile l'ingerenza nella proprietà privata avesse già assunto carattere abusivo che l'illecito si perfeziona contestualmente all... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...zione.

Il fenomeno della cosiddetta occupazione appropriativa, secondo cui la trasformazione irreversibile del fondo, con destinazione ad opera pubblica o ad uso pubblico, determina l'acquisizione della proprietà alla mano pubblica, si verifica anche in assenza di decreto di occupazione d'urgenza, ma sempre nell'ambito di una valida dichiarazione di pubblica utilità ed in questo caso si consuma al momento della trasformazione del suolo, in cui l'ingerenza nella proprietà privata ha già carattere abusivo.

La fattispecie della cosiddetta occupazione acquisitiva o appropriativa o accessione invertita, comportante l'acquisto della proprietà a titolo originario a favore della P.A. e la corrispondente estinzione del diritto del proprietario, si verifica quando il fondo occupato nell'ambito di una procedura espropriativa ha subito un'irreversibile trasformazione in esecuzione di un'opera di pubblica utilità, senza che sia intervenuto il decreto di esproprio o altro atto idoneo a produrre l'effetto traslativo della proprietà.

L'occupazione acquisitiva si verifica quando il suolo già occupato legittimamente a seguito di dichiarazione di pubblica utilità e quindi nell'ambito della p... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...propriativa, subisce un'irreversibile trasformazione per l'esecuzione dell'opera pubblica senza che però intervenga decreto di esproprio idoneo a produrre l'effetto traslativo della proprietà alla data della scadenza dell'occupazione.

Ove nel periodo di occupazione legittima si sia verificata l'irreversibile trasformazione dell'immobile nell'opera pubblica preventivata dalla dichiarazione di p.u., l'effetto estintivo-acquisitivo si sposta alla sua scadenza ovvero alla scadenza della proroga (ove l'originario periodo di occupazione sia stato interessato da un provvedimento o da una disposizione legislativa in tali sensi), semprecchè prima di detto termine finale non sia stato emanato il decreto di esproprio (o sia stata stipulata la cessione volontaria).

Deve ritenersi verificata l'occupazione acquisitiva del bene irreversibilmente trasformato alla data di scadenza della dichiarazione di p.u., ancorché il termine di occupazione sia stato prorogato, qualora suddetta proroga abbia inciso su un'occupazione legittima non più in corso, in quanto cessata contestualmente alla perdita di efficacia della dichiarazione di p.u. per l'inutile spirare dei suoi termini essenziali.

Qualora non intervenga alcun decre... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...prio nei termini, è alla data di scadenza dell'occupazione legittima che deve essere riportato il momento dell'intervenuta occupazione acquisitiva dell'area irreversibilmente trasformata.

Qualora l'opera sia completata nel periodo di decorrenza dell'occupazione legittima, la data di acquisizione della proprietà da parte della pubblica amministrazione coincide con la data di cessazione della occupazione legittima stessa, considerando l'inizio dell'occupazione dalla data di effettiva immissione in possesso e non da quella di emissione del primo decreto di occupazione.

Secondo l'impostazione tradizionale l'istituto dell'occupazione acquisitiva opera nell'ipotesi in cui, sebbene si sia in presenza di una dichiarazione di pubblica utilità valida ed efficace (e ciò a prescindere dall'eventuale successivo annullamento di questa), il decreto di esproprio non venga affatto adottato, ovvero non sia emanato nel termine fissato per il completamento della procedura; in tal caso, l'irreversibile trasformazione del fondo segna il momento in cui il diritto di proprietà del privato deve considerarsi estinto e, dunque, il momento perfezionativo della cd. "occupazione acquisitiva".

E' dal momento dell'irreversibile tra... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... del bene e della destinazione ad opera pubblica che si verifica l'estinzione del diritto di proprietà in capo al titolare ed il contestuale acquisto dello stesso diritto, a titolo originario, da parte dell'ente pubblico.

La c.d. occupazione espropriativa nasce da un atto di autorità dell'amministrazione espropriante che, pur priva di un titolo legittimo, attua l'irreversibile trasformazione dell'immobile privato appreso, inglobandolo nell'opera preventivata dalla dichiarazione di p.u. e così acquistandone, per l'intervento del legislatore, la proprietà a titolo originario al momento dell'inutile scadenza del periodo di occupazione temporanea, ovvero (in mancanza di questa) a quello della radicale trasformazione del bene.

L'accessione invertita costituisce un fatto illecito (art. 2043 c.c.) comportante il trasferimento del bene che si perfeziona nel momento in cui diventa assolutamente impossibile il ripristino dell'originaria destinazione del fondo e che sopraggiunge automaticamente ed a prescindere dall'eventuale volontà contraria delle parti interessate.

Nell'"occupazione appropriativa", il fatto illecito, estintivo del diritto di proprietà del privato, si perfeziona al momento de... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...e ed irreversibile trasformazione del fondo, se avvenuta in pendenza di occupazione illegittima, od allo scadere dell'occupazione legittima, se avvenuta in corso di essa; ciò in quanto in quest'ultimo caso l'attività dell'amministrazione espropriante per tutta la durata dell'occupazione è autorizzata dal decreto ablatorio e non può perciò stesso essere considerata illegittima.

In ipotesi in cui si sia perfezionata l'accessione invertita, per effetto dell'irreversibile trasformazione del fondo in assenza di decreto di esproprio, al titolare del bene spetta il risarcimento del danno per la perdita definitiva del suolo in ragione dell'illecito istantaneo dell'amministrazione perfezionatosi una volta scaduta l'occupazione legittima.

Secondo la ricostruzione di matrice giurisprudenziale dell'istituto dell'occupazione acquisitiva, l'effetto acquisitivo di regola coincideva con la scadenza del termine di occupazione legittima, poiché la fattispecie più ricorrente era quella in cui, approvato un progetto implicante dichiarazione di pubblica utilità dell'opera e di urgenza e indifferibilità dei relativi lavori, il suolo occorrente era occupato in via d'urgenza per dare inizio ai lavori che veniva... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...letati, con conseguente "irreversibile" trasformazione del bene e sua destinazione all'uso pubblico, senza che tuttavia il procedimento espropriativo svolgentesi a latere giungesse al suo fisiologico epilogo.

Qualora l'utilizzazione del bene sia originariamente autorizzata da un decreto di occupazione d'urgenza, il momento consumativo dell'illecito consistente nella sopravvenuta occupazione acquisitiva per effetto dell'irreversibile trasformazione del bene, deve essere differito alla scadenza dell'occupazione legittima; a suddetto momento va collegata l'intera vicenda estintivo - acquisitiva del diritto reale.

Allo spirare del termine di occupazione legittima senza che sia emesso il decreto di esproprio, si verifica, con riferimento al terreno irreversibilmente interessato dall'opera pubblica (nel caso di specie insediamento edilizio abitativo), l'accessione invertita a favore dell'Amministrazione, con conseguente maturazione del correlato diritto risarcitorio, ancorché l'irreversibile materiale trasformazione possa essersi determinata anteriormente alla data predetta.


 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI