Carrello
Carrello vuoto



Retroattività dell'acquisizione sanante ex art. 42 bis D.P.R. 327/2001

Come più volte chiarito dal Consiglio di Stato, in virtù della previsione contenuta al comma 8 (“Utilizzazione senza titolo di un bene per scopi di interesse pubblico”), il potere sanante dell'art.42 bis T.U.E. è applicabile anche ai fatti anteriori all'entrata in vigore della norma.

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:OCCUPAZIONI ED ESPROPRI ILLEGITTIMI
anno:2014
pagine: 4019 in formato A4, equivalenti a 6832 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 55,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


PATOLOGIA --> ACQUISIZIONE SANANTE --> ART. 42 BIS DPR 327/2001 --> RETROATTIVITÀ --> CONDIZIONI

Non può invocarsi l'applicazione dell'art. 42-bis del d. P.R. n. 327/2001, qualora i criteri di liquidazione del danno costituiscono oggetto di sentenza già passata in giudicato.

Le norme introdotte dall'art. 42-bis DPR 327/2001, si applicano anche ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore (6 luglio 2011), ma a condizione che sia stata comunque rinnovata la valutazione sia dell'attualità sia della prevalenza dell'interesse pubblico a disporre la acquisizione, ossia – detto altrimenti – a condizione che sia stato adottato un nuovo provvedimento di acquisizione. Laddove manchi un atto del genere l'art. 42-bis non è in grado di incidere in via retroattiva su assetti di interessi che siano stati già cristallizzati in un giudicato e pertanto legittimare una rimodulazione della originaria domanda risarcitoria al fine di adeguarla alle nuove previsioni.

PATOLOGIA --> ACQUISIZIONE SANANTE --> ART. 42 BIS DPR 327/2001 --> RETROATTIVITÀ --> NON RETROATTIVO

Il D.P.R. n. 327, art. 55, reca una norma transitoria destinata a regolare le occupazioni app... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ed usurpative che abbiano avuto inizio in epoca anteriore all'entrata in vigore del medesimo D.P.R. (e per le quali non è dunque ammessa l'acquisizione sanante ai sensi dapprima dell'art. 43 ed ora dell'art. 42-bis).

La norma transitoria dettata dell'art. 57 del D.P.R. 327/2001, esclude l'applicabilità delle disposizioni del testo unico ai progetti per i quali alla data di entrata in vigore del D.P.R. sia già intervenuta la dichiarazione di pubblica utilità, prevedendo in tal caso la perdurante operatività delle norme previgenti; deve escludersi, in tale ipotesi, l'applicabilità del D.P.R. n. 327, art. 42 bis.

PATOLOGIA --> ACQUISIZIONE SANANTE --> ART. 42 BIS DPR 327/2001 --> RETROATTIVITÀ --> RETROATTIVO

Lo speciale "potere sanante" previsto dal citato art.42-bis DPR 327/2001 è applicabile anche anche "a fatti anteriori" alla sua entrata in vigore in virtù dell'espressa previsione contenuta al comma 8.

L'art. 42 bis del d. P. R. 8 giugno 2011, n. 327 è applicabile per espressa previsione del comma 8 "ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore".

L'art. 42 bis DPR 327/2001 trova applicazione anche in relazione "ai fa... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ri" (art. 42 bis, comma 8).

Il potere di disporre l'acquisizione sanante è conservato dal nuovo art. 42 bis del T. U. espropriazioni, dichiaratamente applicabile ai giudizi pendenti.

L'art. 42 bis DPR 327/2001 è applicabile anche "a fatti anteriori" alla sua entrata in vigore in virtù dell'espressa previsione contenuta al comma 8.

Non vi sono più dubbi sull'applicazione retroattiva dell'art.43 e ora art. 42 bis DPR 327/2001; ciò sulla base di quanto già chiarito dal Consiglio di Stato con riferimento all'art. 43. Allo stato della vigente normativa comunque rileva l'espressa previsione contenuta al comma 8 dell'articolo 42 bis, per cui ogni questione dubbia può ritenersi superata.

Per effetto del comma 8 dell'art. 42 bis DPR 327/2001 le disposizioni di tale articolo trovano applicazione ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore.

L'art. 42 bis DPR 327/2001, al comma 8, ha previsto che le sue disposizioni "trovano altresì applicazione ai fatti anteriori".

Il nuovo art. 42 bis d.P.R. n. 327/2001, stante l'espressa previsione ivi contenuta, nel c. 8, trova applicazione anche ai fatti anteriori alla sua entrata i... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...r />
Lo speciale "potere sanante" previsto dall'art.42-bis DPR 327/2001 è applicabile anche "a fatti anteriori" alla sua entrata in vigore, in virtù dell'espressa previsione contenuta al comma 8.

L'art. 42 bis DPR 327/2001 trova applicazione ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore.

L'applicazione retroattiva dell'art. 42-bis DPR 327/2001 trova fondamento nella previsione generale secondo cui tale disciplina va applicata anche in relazione ai fatti anteriori all'entrata in vigore del citato d.p.r..

L'ultimo comma dell'art. 42-bis DPR 327/2001, nuova norma regolatrice della fattispecie di "utilizzazione senza titolo di un bene per scopi di interesse pubblico", prevede che "Le disposizioni del presente articolo trovano altresì applicazione ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore". La nuova norma risulta applicabile a giudizio in corso anche in virtù dei principi generali dell'ordinamento giuridico e, precisamente, dell'art. 113, comma 1, c.p.c., norma applicabile anche al giudizio amministrativo stante il richiamo operato dall'art. 39, comma 1, c.p.a., secondo un principio generale riassumibile nella nota formula iura novit curia.

Lo speciale "potere sanante" previsto dal ci... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...-bis DPR 327/2001 è applicabile anche "a fatti anteriori" alla sua entrata in vigore in virtù dell'espressa previsione contenuta al comma 8.

Il meccanismo "sanante" di cui all'art. 42 bis DPR 327/2001 risulta applicabile anche alle occupazioni sine titulo già sussistenti alla data di entrata in vigore della norma (cfr. art. 42 bis, comma 8)

Il D.P.R. n. 327 del 2001, art. 42 bis, introdotto dal D.L. n. 98 del 2011, art. 34 è applicabile, secondo quanto espressamente previsto dal comma 8, "anche ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore".

Lo speciale "potere sanante" previsto dall'art. 42 bis del DPR 327/2001 , è applicabile anche "a fatti anteriori" alla sua entrata in vigore in virtù dell'espressa previsione contenuta al comma 8.

Allo stato, non vi sono più dubbi sull'applicazione retroattiva dell'art.43 e ora art. 42 bis (così come inserito nel testo unico sugli espropri dall'art. 34, comma 1, del decreto legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito nella legge 15 luglio 2011, n. 111), in forza dell'espressa previsione contenuta al comma 8 del medesimo articolo 42 bis.

L'art. 42 bis DPR 327/2001 trova applicazione anche in relazione "a... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...eriori", (art. 42 bis, comma 8).

Il nuovo art. 42 bis d.P.R. n. 327/2001 è applicabile, in forza della espressa previsione contenuta nel comma 8, ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore.

L'art. 42 bis DPR 327/2001 è applicabile anche a fattispecie sorta in epoca anteriore alla sua entrata in vigore, per l'espressa previsione in tal senso contenuta nel comma 8 della citata norma.

Premesso che l'art. 43 TU espropriazione era stato condivisibilmente ritenuto, dalla giurisprudenza prevalente, applicabile anche a situazioni non regolate ratione temporis dal TU espropriazione, l'art. 42-bis dello stesso TU espropriazioni, che ha riformulato l'istituto della cd. "acquisizione coattiva sanante", dispone espressamente, al comma 8, che «…Le disposizioni del presente articolo trovano altresì applicazione ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore…».

Il potere sanante ex art. 42 bis DPR 327/2001 è applicabile anche "a fatti anteriori" alla sua entrata in vigore, in virtù dell'espressa previsione contenuta al comma 8.

L'art. 42 bis DPR 327/2001 trova applicazione ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore diversamente dall'art. 43 che non si... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...alle occupazioni verificatesi prima dell'entrata in vigore del D.P.R. n. 327 del 2001; ciò assume particolare rilievo, al punto di sovrapporsi all'art. 55 TU, di cui potrebbe essere predicata, ex art. 15 disp. att. c.c., l'abrogazione per incompatibilità, se interpretato nel senso che consente ancora all'Amministrazione di acquisire la proprietà dell'immobile, contro la volontà del privato e pure in mancanza di un provvedimento espropriativo ex art. 42 bis, nelle più antiche procedure non concluse con un valido provvedimento di esproprio alla data del 30 settembre 1996.

Il nuovo art. 42 bis d.p.r. n. 327/2001 è applicabile, stante l'espressa previsione ivi contenuta, nel comma 8, anche ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore.

Il nuovo art. 42 bis d.P.R. n. 327/2001, stante l'espressa previsione ivi contenuta, nel comma 8, trova applicazione ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore.

Le disposizioni dell'art. 42 bis DPR 327/2001 trovano applicazione anche ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore ed anche se vi è già stato un provvedimento di acquisizione successivamente ritirato o annullato; deve essere comunque rinnovata la valutazione di attualità e prevale... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...teresse pubblico a disporre l'acquisizione.

Il comma 8 dell'art. 42 bis DPR 327/2001 ha stabilito espressamente, in via transitoria, che le sue disposizioni "trovano altresì applicazione ai fatti anteriori".

Il comma ottavo dell'art. 42 bis DPR 327/2001 prevede che la norma trovi applicazione anche in relazione "ai fatti anteriori".

L'art. 42 bis DPR 327/2001 è applicabile anche ai fatti anteriori.

L'art. 42 - bis del D.P.R. n. 327 del 2001 trova applicazione anche in relazione "ai fatti anteriori" (art. 42 bis, comma 8).

Anche a seguito della declaratoria d'incostituzionalità dell'art. 43 DPR 327/2001, deve mantenersi fermo nel "sistema" il principio dell'estraneità della fase dell'eliminazione delle conseguenze dell'occupazione sine titulo al procedimento espropriativo propriamente detto, essendo unicamente mutato lo strumento attraverso il quale si realizza l'effetto traslativo della proprietà in favore dell'Amministrazione. Il comma 8 dell'art. 42-bis del T.U. 327 del 2001 espressamente precisa, concordando quindi con l'indirizzo giurisprudenziale precedente alla sua emanazione, che "le disposizioni del presente articolo trovano altresì applicazione ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...teriori alla sua entrata in vigore".

L'art. 42 bis DPR 327/2001 prevede che le relative disposizioni trovino applicazione anche con riguardo a fatti anteriori alla sua entrata in vigore ed anche se vi è già stato un provvedimento di acquisizione successivamente ritirato o annullato, ferma restando la necessità di rinnovare la valutazione di attualità e prevalenza dell'interesse pubblico all'acquisizione e di disporre il conguaglio con le somme eventualmente già erogate al proprietario, maggiorate dell'interesse legale.

Il meccanismo "sanante" di cui all'art. 42 bis DPR 327/2001 risulta applicabile anche alle occupazioni sine titulo già sussistenti alla data di entrata in vigore della norma (cfr. art. 42 bis, comma 8).

L'art. 42 bis DPR 327/2001 al comma 8, prevede che le sue disposizioni "trovino altresì applicazione ai fatti anteriori".

L'art. 42 bis DPR n. 327/2001 trova applicazione anche ai fatti anteriori all'entrata in vigore della norma stessa.

Qualora l'Amministrazione intenda optare per l'acquisizione del bene illegittimamente occupato, l'adeguamento della situazione di diritto a quella di fatto è possibile facendo ricorso all'istituto disci... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...l'art. 42 bis DPR 327/2001, le cui disposizioni, come previsto dalla norma transitoria "trovano altresì applicazione ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore".

L'art. 42 bis del TU 327/01, introdotto dall'articolo 34, comma 1, legge n. 111 del 2011, è immediatamente applicabile anche a fattispecie pregresse, ai sensi del suo ottavo comma.

L'art. 42 bis DPR 327/2001 è applicabile, stante l'espressa previsione ivi contenuta, nel comma 8, anche ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore.

Come ripetutamente affermato dalla giurisprudenza amministrativa, l'art. 57 DPR 327/2001 si riferisce al procedimento espropriativo nella sua fase "fisiologica", limitando l'applicazione della disciplina ai procedimenti "in corso", mentre l'art. 43, e oggi l'art. 42-bis, non si riferiscono a procedimenti espropriativi "in corso", ma ad ipotesi patologiche in cui sia scaduto il termine per l'emanazione del decreto di esproprio o sia stato annullato un atto del procedimento ablatorio.

I criteri di determinazione del danno ex art. 42 bis comma 3 DPR 327/2001 trovano applicazione, da un lato, con riferimento ai procedimenti espropriativi non ancora definiti al momento della sua entrata in vigore, dall'altro lato an... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...o non sia ancora intervenuto il provvedimento di acquisizione sanante.

Il Legislatore ha introdotto (con l'art.34 del DL n.98/2011) un nuovo art.42 bis nel TU sulle espropriazioni (DPR 8.6.2001 n.327), applicabile - per espressa disposizione in esso contenuta - anche a fatti anteriori alla sua entrata in vigore.

L'art. 42 bis DPR 327/2001, per effetto del disposto del comma 8, trova applicazione ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore.

L'art. 42 bis, VIII comma del DPR n. 327/2001, prevede che l'istituto dell'acquisizione sanante ivi disciplinato trovi applicazione anche ai fatti anteriori all'entrata in vigore della norma.

Le disposizioni di cui all'art. 42 bis DPR 327/2001, come previsto dalla norma transitoria, "trovano altresì applicazione ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore".

Il comma 8 dell'art. 42 bis DPR 327/2001, ha stabilito espressamente, in via transitoria, che le sue disposizioni "trovano altresì applicazione ai fatti anteriori".

La procedura di acquisizione in sanatoria di un'area occupata sine titulo, prevista dall'art. 43 del d.P.R. nr. 327 del 2001, trovava una generale applicazione anche con riguardo alle occupazioni attuate prima dell'entrata... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...della norma; siffatte conclusioni non sono destinate a mutare a seguito dell'introduzione nello stesso d.P.R. dell'art. 42 bis, dovendosi mantenere fermo il principio dell'estraneità della fase risarcitoria al procedimento espropriativo propriamente detto e cambiando unicamente lo strumento tecnico-giuridico attraverso il quale si realizza l'effetto traslativo della proprietà in favore dell'Amministrazione.

L'art. 42 bis DPR 327/2001, al comma 8, prevede che le sue disposizioni "trovano altresì applicazione ai fatti anteriori".

L'art. 42 bis DPR 327/2001 trova una generale applicazione anche con riguardo alle occupazioni attuate prima dell'entrata in vigore della norma.

Il nuovo art. 42 bis DPR 327/2001 è applicabile, stante l'espressa previsione ivi contenuta, nel comma 8, anche ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore.

L'art. 42 bis DPR 327/2001 ha previsto al comma 8 che le sue disposizioni "trovano altresì applicazione ai fatti anteriori".

Il nuovo art. 42 bis d.P.R. n. 327/2001, è applicabile a fatti anteriori alla sua entrata in vigore alla luce del disposto del suo comma 8. A ciò non osta il principio secondo cui il giudicato non può esse... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...in discussione da norme successivamente intervenute, qualora il giudicato non abbia esaurito i propri effetti, per non essere ancora data compiuta esecuzione alla sentenza invocata, tramite adozione del provvedimento acquisitivo ex art. 43 tu, nella parte in cui è in contestazione la determinazione del risarcimento/indennizzo per il danno causato dall'illegittimo procedimento espropriativo.

Il comma 8 dell'art. 42 bis DPR 327/2001 statuisce la retroattività di tutte le disposizione del medesimo articolo.

L'art 42-bis DPR 327/2001 è norma dichiarata espressamente applicabile ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore (comma 8).

Pur a seguito della sopravvenuta declaratoria d'incostituzionalità dell'art. 43 DPR 327/2001, che trovava applicazione retroattiva, deve mantenersi fermo il principio dell'estraneità della fase risarcitoria al procedimento espropriativo propriamente detto, cambiando unicamente lo strumento tecnico-giuridico attraverso il quale si realizza l'effetto traslativo della proprietà in favore dell'Amministrazione (meccanismo disciplinato dal nuovo art. 42 bis del t.u., introdotto dal decreto legge 6 luglio 2011, nr. 98).

L'art. 34 del d.l. 6 luglio 2011, n. 98 ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... nella legge 15 luglio 2011, n. 111), ha reintrodotto, con talune modifiche, l'istituto dell'acquisizione sanante, dichiaratamente applicabile anche ai fatti anteriori alla sua entrata in vigore.

L'art. 42 bis DPR 327/2001 trova applicazione anche per i fatti anteriori alla sua entrata in vigore, stante l'espressa previsione contenuta nel comma 8.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI