Carrello
Carrello vuoto



Motivazione del ricorso al provvedimento di acquisizione sanante: la valutazione degli interessi in gioco

Ai sensi del nuovo comma 4 art. 42 bis DPR 327/2001, è fatto obbligo alla P.A. di motivare in modo puntuale il ricorso al provvedimento di acquisizione sanante. Tale istituto va ritenuto specificamente motivato da ragioni di interesse pubblico, valutate comparativamente con i contrapposti interessi privati ed evidenziando l'assenza di ragionevoli alternative alla sua adozione.

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:OCCUPAZIONI ED ESPROPRI ILLEGITTIMI
anno:2014
pagine: 4019 in formato A4, equivalenti a 6832 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 55,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


PATOLOGIA --> ACQUISIZIONE SANANTE --> ART. 42 BIS DPR 327/2001 --> MOTIVAZIONE

L'obbligo motivazionale ai sensi del nuovo comma 4 art. 42 bis DPR 327/2001, impone di dare conto dell'assenza di ragionevoli alternative all'adozione del nuovo provvedimento acquisitivo.

Alla luce del disposto di cui al comma 4 dell'art. 42 bis del Dpr n. 327 del 2001, il provvedimento di acquisizione deve recare una congrua ed adeguata motivazione che ponga in luce esattamente le ragioni di pubblico interesse sottese alla realizzazione dell'opera e, soprattutto, alla sua conservazione, compiendo altresì una valutazione comparativa tra l'interesse pubblico e quello privato, da intendere come interesse alla tutela di un diritto costituzionalmente garantito.

Il provvedimento di acquisizione sanante ex art. 42 DPR 327/2001 deve recare l'indicazione delle circostanze che hanno condotto all'indebita utilizzazione dell'area e la data dalla quale essa ha avuto inizio e deve specificamente motivare sulle attuali ed eccezionali ragioni di interesse pubblico che ne giustificano l'emanazione, valutate comparativamente con i contrapposti interessi privati ed evidenziando l'assenza di ragionevoli alternative alla sua adozione.

Non sussist... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...i motivazione del provvedimento acquisitivo ex art. 42 bis DPR 327/2001 che abbia ampiamente riferito in merito alle attuali ed eccezionali ragioni di interesse pubblico che ne giustificano l'emanazione e che dia atto dell'assenza di valide ragioni alternative alla sua adozione precisando che l'eventuale permanere della situazione quo ante sarebbe fonte di oggettivo pericolo per l'incolumità personale dei cittadini.

La motivazione deve consentire di ricostruire l'iter logico secondo il quale l'Amministrazione è pervenuta ad una determinata decisione; ciò risponde allo scopo di consentire di valutare la legittimità della decisione. In ipotesi di provvedimento acquisitivo ex art. 42 bis TU l'assenza di qualunque enunciazione circa le ragioni che hanno spinto l'Amministrazione a ritenere infondate le osservazioni del privato, non consente la ricostruzione di tale iter logico.

E' motivazione adeguata a soddisfare l'onere istruttorio e motivazionale imposto dall'art. 42 bis DPR 327/2001, quella articolata in ordine alle ragioni di interesse pubblico "di assoluta preminenza" sottese alla decisione di acquisire il terreno al patrimonio indisponibile, alla preminenza dell'interesse pubblico su quello privato, ed alla assenza di r... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...alternative.

Devono ritenersi corrette e non illogiche o contraddittorie le motivazioni a sostegno del provvedimento ex art. 42 bis DPR 327/2001 che abbiano fatto riferimento alla rilevanza e pubblica utilità dell'opera realizzata e che abbiano richiamate le trattative pacificamente intercorse fra le parti, senza esito positivo, per addivenire ad una soluzione bonaria mediante la cessione delle aree interessate dagli interventi di ampliamento del tratto stradale.

L'obbligo motivazionale ai sensi del comma 4 dell'art. 42 bis DPR 327/2001 impone di dare conto dell'assenza di ragionevoli alternative alla adozione del nuovo provvedimento.

L'istituto dell'acquisizione sanante, reintrodotto dall'art. 34 del d.l. 6 luglio 2011, n. 98, (convertito nella legge 15 luglio 2011, n. 111), consente all'Amministrazione di intervenire con un provvedimento specificamente motivato in riferimento alle attuali ed eccezionali ragioni di interesse pubblico che ne giustificano l'emanazione.

PATOLOGIA --> ACQUISIZIONE SANANTE --> ART. 42 BIS DPR 327/2001 --> MOTIVAZIONE --> VALUTAZIONE INTERESSI

La valutazione degli interessi in conflitto di cui all'art. 42-bis, primo comma, d.p.r. n. 327/2001, è necess... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...rodromica rispetto alla concreta opzione fra acquisizione autoritativa e restituzione "civilistica" e deve essere obbligatoriamente compiuta dall'Amministrazione in tutti i casi in cui si verifichi una delle situazioni contemplate dal primo e dal secondo comma della disposizione indicata.

Il provvedimento di acquisizione sanante ex art. 42 bis DPR 327/2001, recante l'indicazione delle circostanze che hanno condotto alla indebita utilizzazione dell'area e se possibile la data dalla quale essa ha avuto inizio, è specificamente motivato in riferimento alle attuali ed eccezionali ragioni di interesse pubblico che ne giustificano l'emanazione, valutate comparativamente con i contrapposti interessi privati ed evidenziando l'assenza di ragionevoli alternative alla sua adozione.

La circostanza dell'edificazione sul lotto occupato illegittimamente previo consistente esborso economico dell'amministrazione per la sua edificazione, lungi dal costituire elemento preclusivo in termini assoluti alla restituzione, rientra senz'altro tra gli elementi intorno ai quali si dovrà concretizzare la valutazione da parte dell'amministrazione degli interessi in conflitto e che dovrà sfociare nella decisione se acquisire o meno l'immobile al patrimonio co... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...vio ristoro al proprietario del diritto dominicale perduto, ovvero restituirglielo previa rimozione di tutte le opere realizzate.

In ipotesi di occupazione illegittima per avere l'Amministrazione omesso di adottare nei termini il decreto di esproprio, spetta esclusivamente alla stessa la valutazione in ordine agli interessi in conflitto (attuali ed eccezionali ragioni di interesse pubblico che giustificano, in luogo della restituzione del bene, l'emanazione del provvedimento di acquisizione, valutate comparativamente con i contrapposti interessi privati, evidenziando l'assenza di ragionevoli alternative alla sua adozione, v. cc. 1-4 dell'art. 42 bis d.p.r. n. 327/2001).

La non corretta valutazione degli interessi in conflitto, dedotta in giudizio, non integra una palese carenza dei presupposti previsti dalla legge per l'esercizio del potere ex art. 42 bis DPR 327/2001, potendo semmai tale elemento rilevare ai fini della valutazione di legittimità del nuovo atto.

Il provvedimento acquisitivo ex art. 42 bis DPR 327/2001 deve dar conto di aver approfondito adeguatamente la problematica relativa alla persistenza di un interesse pubblico all'adozione dell'atto medesimo e tener conto anche dell'interesse privato al mantenimento della... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...rietà, quale evincibile da un ricorso già pendente.

Deve ritenersi motivato il provvedimento acquisitivo ex art. 42 bis DPR 327/2001 che rechi ampia narrativa delle circostanze dell'indebita utilizzazione del bene e spieghi dettagliatamente le ragioni di interesse pubblico (valore storico - artistico e investimento pubblico già effettuato) che ne giustificano l'acquisizione e impediscono l'adozione di soluzioni diverse, quale l'invocata restituzione e la "messa a reddito" da parte dei proprietari, che trarrebbero in detta ipotesi ingiustificato vantaggio da ingenti spese di ripristino sostenute dall'amministrazione, sia pure senza rispettare le procedure espropriative.

L'art. 42 bis DPR n. 327/2001 presuppone la valutazione di attualità e prevalenza dell'interesse pubblico a disporre l'acquisizione (da effettuarsi da parte dell'organo competente ex lege).

L'art. 42 bis del TU 327/01 subordina il provvedimento di acquisizione dell'opera pubblica, realizzata sine titulo su aree private, alla dimostrazione, da parte della PA procedente, di "attuali ed eccezionali ragioni di interesse pubblico che ne giustificano l'emanazione, valutate comparativamente con i contrapposti interessi privati ed evidenziando l'asse... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...onevoli alternative alla sua adozione"; quanto sopra, a differenza del pregresso art. 43 ove il provvedimento sanante veniva rimesso ad una sola previa valutazione degli interessi in conflitto (comma 1).

Ai sensi dell'art. 42 bis DPR 327/2001, spetta esclusivamente alla p.a. la valutazione in ordine agli interessi in conflitto (attuali ed eccezionali ragioni di interesse pubblico che giustificano, in luogo della restituzione del bene, l'emanazione del provvedimento di acquisizione, valutate comparativamente con i contrapposti interessi privati), interessi della cui esistenza dovrà darsi atto nella motivazione del provvedimento di acquisizione sanante.

Ai sensi dell'art. 42 bis DPR 327/2001 spetta esclusivamente alla p.a. la valutazione in ordine agli interessi in conflitto; attuali ed eccezionali ragioni di interesse pubblico che giustificano l'emanazione del provvedimento di acquisizione, valutate comparativamente con i contrapposti interessi privati, evidenziando l'assenza di ragionevoli alternative alla sua adozione, interessi della cui esistenza dovrà darsi atto nella motivazione del provvedimento di acquisizione.

PATOLOGIA --> ACQUISIZIONE SANANTE --> ART. 42 BIS DPR 327/2001 --> MOTIVAZIONE --> VALUTAZI... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...SI --> COSTI SOSTENUTI

La destinazione a cimitero del lotto occupato illegittimamente previo consistente esborso economico dell'amministrazione per la sua edificazione, lungi dal costituire elemento preclusivo in termini assoluti alla restituzione, rientra senz'altro tra gli elementi intorno ai quali si dovrà concretizzare la valutazione da parte dell'amministrazione degli interessi in conflitto e che dovrà sfociare nella decisione se acquisire o meno l'immobile al patrimonio comunale, previo ristoro al proprietario del diritto dominicale perduto, ovvero restituirglielo previa rimozione di tutte le opere realizzate.

Ai fini della valutazione dell'interesse pubblico sotteso all'emanazione del provvedimento acquisitivo ex art. 42 bis DPR 327/2001, va considerato che il raffronto dei costi non va fatto esclusivamente con riguardo a quelli di cui si dovrebbe far carico l'Amministrazione per una modifica del tracciato, dovendosi valutare anche l'esperibilità di azioni nei confronti della ditta costruttrice e responsabile dell'abuso.

PATOLOGIA --> ACQUISIZIONE SANANTE --> ART. 42 BIS DPR 327/2001 --> MOTIVAZIONE --> VALUTAZIONE INTERESSI --> DIMENSIONE AREA

Ai fini della valutazione dell... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...pubblico sotteso all'emanazione del provvedimento acquisitivo ex art. 42 bis DPR 327/2001, va anche considerata la scarsa entità dell'area, argomento che non può essere invocato a senso unico, solo per dimostrare lo scarso valore di quanto sottratto al privato, ma deve anche essere valutato per quanto concerne il valore che tale piccola porzione di bene rappresenta per l'interesse pubblico, con riferimento ad una valutazione concreta dei costi di un eventuale ripristino e di un riposizionamento in altra sede di quanto costruito a suo tempo sulla proprietà privata.

PATOLOGIA --> ACQUISIZIONE SANANTE --> ART. 42 BIS DPR 327/2001 --> MOTIVAZIONE --> VALUTAZIONE INTERESSI --> PARTICOLARE RILEVANZA DELL'INTERESSE PUBBLICO

Il provvedimento acquisitivo ex art. 42 bis DPR 327/2001 deve dare, in particolare, preciso conto sia delle contingenze che hanno impedito che il procedimento espropriativo venisse condotto a buon fine, sia della assoluta necessità che l'immobile sia acquisito nello stato in cui si trova. L'interesse pubblico che, prevalendo sul contrapposto interesse privato alla conservazione della proprietà del bene, giustifica l'acquisizione di esso al patrimonio indisponibile deve essere, infatti, n... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...uale, ma anche di eccezionale rilevanza.

Non è supportato da adeguata motivazione il provvedimento acquisitivo ex art. 42 bis DPR 327/2001 che si limiti a rilevare che "nel conflitto di interessi tra l'espropriante e l'espropriato debba ritenersi prevalente l'interesse pubblico"; si tratta di una motivazione chiaramente tautologica ed inadeguata a dar conto di quelle ragioni attuali ed eccezionali di pubblico interesse, che giustificano, nell'ottica normativa, la compressione di un diritto costituzionalmente rilevante, quale il diritto di proprietà privata.

Il provvedimento acquisitivo ex art. 42 bis DPR 327/2001 deve recare l'indicazione delle circostanze che hanno condotto all'indebita utilizzazione dell'area e la data dalla quale essa ha avuto inizio e deve specificamente motivare sulle attuali ed eccezionali ragioni di interesse pubblico che ne giustificano l'emanazione, valutate comparativamente con i contrapposti interessi privati ed evidenziando l'assenza di ragionevoli alternative alla sua adozione.

In ipotesi di adozione del provvedimento di acquisizione ex art. 42 bis DPR 327/2001, dell'esistenza degli attuali ed eccezionali ragioni di interesse pubblico che giustificano, in luogo della restituzione del bene, l... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ... del provvedimento di acquisizione, deve darsi atto nella motivazione del provvedimento di acquisizione sanante, per come previsto dal c. 4, primo periodo, della norma citata.

PATOLOGIA --> ACQUISIZIONE SANANTE --> ART. 42 BIS DPR 327/2001 --> MOTIVAZIONE --> VALUTAZIONE INTERESSI --> PARTICOLARE RILEVANZA DELL'INTERESSE PUBBLICO --> ESEMPI

E' congruamente motivato, in ordine all'attualità ed eccezionalità delle ragioni di interesse pubblico che ne hanno giustificato l'emanazione, il provvedimento acquisitivo, ex art. 42 bis DPR 327/2001, di area adibita a parcheggio, che dia conto della mancanza di altre infrastrutture, del suo utilizzo da parte di numero elevato di utenti (residenti e turisti) e la cui soppressione potrebbe addirittura mettere in pericolo l'incolumità dei pedoni e dei ciclisti in considerazione della conformazione dei luoghi.

Scongiurare il pericolo di dover demolire l'opera pubblica da tempo funzionante (nel caso di specie un Ufficio Postale), per consegnare la relativa area di sedime nel suo stato originario al proprietario, costituisce di per sé, come previsto dal comma 4 dell'art. 42 bis DPR n. 327/2001, un'attuale ed eccezionale ragione di interesse pubblico, giusti... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...ll'emanazione del provvedimento di acquisizione: interesse pubblico che risulta senz'altro prevalente rispetto al contrapposto interesse di mera natura economica del ricorrente.

In ipotesi di opere pubbliche già realizzate, in relazione alle quali il precedente provvedimento espropriativo è stato annullato solo per vizi di carattere formale e non sostanziale, e comunque non attinenti alla pubblica utilità delle opere stesse, deve ritenersi adeguatamente motivato il provvedimento acquisitivo ex art. 42 bis DPR 327/2001; è infatti di tutta evidenza l'interesse dell'amministrazione ad acquisire al proprio patrimonio tali opere.

In assenza di un contratto di acquisto del terreno occupato senza titolo, pur sussistendo, in capo alla P.A., il potere-dovere di disporre (con le necessarie cautele per la pubblica incolumità), la materiale rimozione delle opere che attualmente risultano prive del relativo titolo di esproprio, fondamentali esigenze di tutela dell'interesse pubblico possono imporre alla P.A di mantenere l'opera realizzata (nel caso di specie impianto di depurazione), apparendo così indubbia la rilevanza dell'art. 42 bis DPR 327/2001.


 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI