Carrello
Carrello vuoto



L'accertamento della fattispecie relativa alla c.d. lottizzazione formale

La lottizzazione formale (negoziale o cartolare) si verifica quando la trasformazione urbanistica od edilizia venga predisposta attraverso il frazionamento e la vendita, o atti equivalenti, del terreno in lotti che, per le loro caratteristiche denuncino in modo inequivocabile la destinazione a scopo edificatorio.

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:IL CODICE DEGLI ABUSI EDILIZI
anno:2017
pagine: 5843 in formato A4, equivalenti a 9933 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 50,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


TITOLO EDILIZIO --> ABUSI EDILIZI --> INTERVENTI ABUSIVI, CASISTICA --> LOTTIZZAZIONE ABUSIVA --> TIPOLOGIE --> LOTTIZZAZIONE FORMALE

La lottizzazione abusiva formale, negoziale ovvero cartolare, si delinea quando tale trasformazione venga predisposta attraverso il frazionamento e la vendita, o atti equivalenti, del terreno in lotti che, per le loro caratteristiche quali la dimensione in relazione alla natura del terreno e alla sua destinazione secondo gli strumenti urbanistici, il numero, l'ubicazione o la eventuale previsione di opere di urbanizzazione ed in rapporto ad elementi riferiti agli acquirenti, denuncino in modo non equivoco la destinazione a scopo edificatorio.

La lottizzazione abusiva cd. formale, negoziale ovvero cartolare, si delinea quando la trasformazione venga predisposta attraverso il frazionamento e la vendita, o atti equivalenti, del terreno in lotti che, per le loro caratteristiche quali la dimensione in relazione alla natura del terreno e alla sua destinazione secondo gli strumenti urbanistici, il numero, l'ubicazione o la eventuale previsione di opere di urbanizzazione ed in rapporto ad elementi riferiti agli acquirenti, denuncino in modo non equivoco la destinazione a scopo edificatorio.

Per qu... [Omissis - La versione integrale é presente nel prodotto - Omissis] ...ne la lottizzazione abusiva formale o cartolare, sebbene l'accertamento dei presupposti di cui all'art. 30 del d.P.R. n. 380 comporti la ricostruzione di un quadro indiziario sulla scorta degli elementi indicati nella norma, dalla quale sia possibile desumere in maniera non equivoca la destinazione a scopo edificatorio degli atti posti in essere dalle parti, è tuttavia sufficiente che lo scopo edificatorio emerga anche solo da alcuni degli indizi o, anche da un solo indizio.In particolare, basta che lo scopo edificatorio emerga chiaramente anche solo dal frazionamento o dalle modalità dell'attività negoziale, che costituiscono lo strumento per il perseguimento dell'intento lottizzatorio

La lottizzazione abusiva formale, negoziale o cartolare si verifica quando, pur non essendo ancora avvenuta una trasformazione lottizzatoria di carattere materiale, se ne siano già realizzati i presupposti con il frazionamento e la vendita (o altri equipollenti) del terreno in lotti che, per le specifiche caratteristiche, quali la dimensione dei lotti stessi, la natura del terreno, la destinazione urbanistica, la ubicazione e la previsione di opere urbanistiche, e per gli altri elementi riferiti agli acquirenti, evidenzino in modo non equivoco la destina... [Omissis - La versione integrale é presente nel prodotto - Omissis] ... edificatorio, creando così una variazione in senso accrescitivo tanto del numero dei lotti quanto di quello dei soggetti titolari dei diritti sugli stessi, col risultato di stravolgere l'assetto del territorio preesistente e realizzare un nuovo insediamento abitativo, determinando un concreto ostacolo alla futura attività di programmazione del territorio (che viene posta di fronte al fatto compiuto) e un nuovo e non previsto carico urbanistico.

In caso di lottizzazione abusiva cartolare, sebbene l'accertamento dei presupposti di cui all'art. 30 del d.P.R. n. 380 comporti la ricostruzione di un quadro indiziario sulla scorta degli elementi indicati nella norma, dalla quale sia possibile desumere in maniera non equivoca la destinazione a scopo edificatorio degli atti posti in essere dalle parti, è tuttavia sufficiente che lo scopo edificatorio emerga anche solo da alcuni degli indizi o, anche da un solo indizio: in particolare, basta che lo scopo edificatorio emerga chiaramente anche solo dal frazionamento o dalle modalità dell'attività negoziale, che costituiscono lo strumento per il perseguimento dell'intento lottizzatorio.

La lottizzazione c.d. cartolare o negoziale si verifica quando la trasformazione urbanistic... [Omissis - La versione integrale é presente nel prodotto - Omissis] ...disposta mediante il frazionamento e la vendita, o atti equivalenti, del terreno in lotti i quali, per le loro caratteristiche, come la dimensione in relazione alla natura del terreno ed alla sua destinazione sulla base degli strumenti urbanistici, il numero, l'ubicazione o l'eventuale previsione di opere di urbanizzazione, denuncino in modo non equivoco la destinazione a scopo edificatorio degli atti adottati dalle parti.

Ai fini dell'esistenza di una lottizzazione negoziale non è sufficiente il mero riscontro del frazionamento del terreno collegato a plurime vendite, ma è richiesta anche la necessità di acquisire un sufficiente quadro indiziario dal quale sia oggettivamente possibile desumere, in maniera non equivoca, la destinazione a scopo edificatorio degli atti posti in essere dalle parti.

Lo scopo edificatorio connesso alla lottizzazione abusiva cartolare è ravvisabile nel caso di vendita frazionata di un vasto appezzamento di terreno in lotti, di dimensione ridotta e palesemente incompatibile con una loro valida destinazione agli usi agricoli, trasferiti a soggetti che non presentano le qualità soggettive pertinenti a tale utilizzazione agricola.

Perché si possa ritenere sussistente la... [Omissis - La versione integrale é presente nel prodotto - Omissis] ...one negoziale, sulla base non della realizzazione di alcune opere, quanto del frazionamento contrattuale di un più vasto terreno con la creazione di lotti sufficienti per la costruzione di un singolo edificio, ciò deve essere desumibile in modo non equivoco dalle dimensioni e dal numero dei lotti, dalla natura del terreno, dall'eventuale revisione di opere di urbanizzazione e dalla loro destinazione a scopo edificatorio.

Perché si possa ritenere sussistente la lottizzazione negoziale non è sufficiente il riscontro della vendita di un fondo ricavato da un più ampio appezzamento di terreno: per far emergere i profili dell'intento lottizzatorio occorre che la suddivisione in lotti per dimensioni, per natura del terreno e per numero evidenzi la loro destinazione a scopo edificatorio.

Si ha lottizzazione abusiva giuridica o cartolare nei casi in cui la trasformazione è realizzata mediante attività giuridica ovverosia con atti di frazionamento e vendita o atti equivalenti che denuncino in modo non equivoco la destinazione a scopo edificatorio dei terreni.

A differenza della lottizzazione abusiva materiale – la quale rileva ex se in relazione al tipo di opere realizzate – la lottiz... [Omissis - La versione integrale é presente nel prodotto - Omissis] ... "negoziale" o "cartolare" si fonda sulla presenza di "elementi indiziari", da cui risulti, in modo non equivoco, la destinazione a scopo edificatorio del terreno. Tali elementi indiziari non devono però essere presenti tutti in concorso fra di loro, in quanto è sufficiente anche la presenza di uno solo di essi, rilevante e idoneo a far configurare, con margine di plausibile veridicità, la volontà di procedere a lottizzazione.

Vi è lottizzazione abusiva c.d. giuridica o cartolare laddove la trasformazione del territorio venga realizzata non attraverso un'attività materiale bensì mediante attività giuridica ovverosia con atti di frazionamento e vendita o atti equivalenti che denuncino in modo non equivoco la destinazione a scopo edificatorio dei terreni.

La lottizzazione c.d. negoziale o cartolare consiste nell'attività di frazionamento di un terreno, o di vendita frazionata dello stesso, in presenza di circostanze che evidenzino in modo non equivoco lo scopo edificatorio del frazionamento, idoneo già come tale a configurare la lottizzazione abusiva.

La lottizzazione abusiva cartolare, sebbene non correlata alla realizzazione di opere, attien... [Omissis - La versione integrale é presente nel prodotto - Omissis] ...alla tutela del medesimo bene giuridico, ossia quello della corretta pianificazione urbanistica del territorio e dello sviluppo dello stesso secondo le direttive tracciante dallo strumento urbanistico generale.

Vi è lottizzazione abusiva formale o cartolare quando, pur non essendo ancora avvenuta una trasformazione lottizzatoria di carattere materiale, se ne siano già realizzati i presupposti con il frazionamento e la vendita (o altri equipollenti) del terreno in lotti che, per le specifiche caratteristiche, quali la dimensione dei lotti stessi, la natura del terreno, la destinazione urbanistica, la ubicazione e la previsione di opere urbanistiche, evidenzino in modo non equivoco la destinazione a uso edificatorio.

Si ha lottizzazione abusiva cosiddetta "giuridica o cartolare" qualora la trasformazione venga realizzata non attraverso un'attività materiale, bensì mediante attività giuridica ovverosia con atti di frazionamento e vendita o atti equivalenti che denuncino in modo non equivoco la destinazione a scopo edificatorio dei terreni.

Ai fini della configurazione di una lottizzazione abusiva cd. negoziale non è sufficiente che il terreno sia frazionato e venduto o, comunque, attribuito ad un... [Omissis - La versione integrale é presente nel prodotto - Omissis] ...agrave; di soggetti, in quanto la norma richiede un terzo requisito ossia la non equivocità della destinazione a scopo edificatorio abusivo sia del frazionamento che della vendita.

La sussistenza della fattispecie della lottizzazione abusiva per mezzo di frazionamento e vendita di terreno implica la ricostruzione di un quadro indiziario sulla scorta degli elementi indicati nell'art. 30 D.P.R. 380/2001, dalla quale sia possibile desumere in maniera non equivoca la destinazione a scopo edificatorio degli atti compiuti dalle parti.

La lottizzazione abusiva cartolare può configurarsi anche nel caso di cui all'art. 30, co. 10, D.P.R. 380/2001, dove si prevede che le disposizioni in tema di lottizzazione abusiva non si applicano, tra l'altro, alle divisioni ereditarie; detto precetto non deve essere inteso nel senso di escludere assolutamente, sempre e comunque, la configurabilità di una lottizzazione cartolare pur in presenza di un atto di divisione ereditaria.

Ai fini della sussistenza della fattispecie della lottizzazione abusiva, le attività giuridiche e/o negoziali devono avere ad oggetto lotti che, per le loro caratteristiche (la dimensione in relazione alla natura ed alla destinazione del terreno secondo g... [Omissis - La versione integrale é presente nel prodotto - Omissis] ...i urbanistici, il numero, l'ubicazione, la natura e la destinazione urbanistica dei lotti, e l'eventuale previsione di opere di urbanizzazione), o in rapporto ad elementi riferiti agli acquirenti, palesino come evidente e avulsa da ogni ragionevole dubbio la volontà comune di trasformare urbanisticamente i lotti stessi a scopo edificatorio.

La lottizzazione c.d. formale (o negoziale) si verifica allorquando, pur non essendo ancora avvenuta una trasformazione lottizzatoria di carattere materiale, se ne sono già realizzati i presupposti con il frazionamento e la vendita, o altri atti equiparati, del terreno in lotti che per le specifiche caratteristiche, quali la dimensione dei lotti stessi, la natura del terreno, la destinazione urbanistica, l'ubicazione e la previsione di opere urbanistiche, e per altri elementi riferiti agli acquirenti, evidenzino in modo non equivoco la destinazione ad uso edificatorio.

Vi è lottizzazione cd. formale (negoziale ovvero cartolare) quando la trasformazione urbanistica od edilizia venga predisposta attraverso il frazionamento e la vendita, o atti equivalenti, del terreno in lotti che, per le loro caratteristiche quali la dimensione in relazione alla natura del terreno e alla sua destinazione secon... [Omissis - La versione integrale é presente nel prodotto - Omissis] ...menti urbanistici, il numero, l'ubicazione o la eventuale previsione di opere di urbanizzazione ed in rapporto ad elementi riferiti agli acquirenti, denuncino in modo non equivoco la destinazione a scopo edificatorio.

L'accertamento della fattispecie relativa alla c.d. lottizzazione negoziale non richiede la contemporanea esistenza di tutti gli indici rilevatori indicati nell'art. 30 del testo unico sull'edilizia, essendo sufficiente che lo scopo edificatorio emerga chiaramente dalle modalità dell'attività negoziale, che costituisce lo strumento per il perseguimento dell'intento lottizzatorio.

La lottizzazione abusiva formale o cartolare si verifica quando, pur non essendo ancora avvenuta una trasformazione lottizzatoria di carattere materiale, se ne siano già realizzati i presupposti con il frazionamento e la vendita (o altri equipollenti) del terreno in lotti che, per le specifiche caratteristiche, quali la dimensione dei lotti stessi, la natura del terreno, la destinazione urbanistica, la ubicazione e la previsione di opere urbanistiche, e per gli altri elementi riferiti agli acquirenti, evidenzino in modo non equivoco la destinazione a uso edificatorio, creando così una variazione in senso accrescitivo tanto del numer... [Omissis - La versione integrale é presente nel prodotto - Omissis] ... quanto di quello dei soggetti titolari dei diritti sugli stessi.

La lottizzazione cartolare è caratterizzata dal fatto che sui lotti derivanti dal frazionamento non sono state iniziate opere di trasformazione urbanistico-edilizia dei terreni.

La lottizzazione cartolare presuppone che, dagli elementi indicati nell'art. 30 D.P.R. 380/2001, sia possibile desumere in maniera non equivoca "la destinazione a scopo edificatorio" degli atti posti in essere dalle parti.

La lottizzazione abusiva è cartolare o formale, quando la trasformazione è predisposta attraverso il frazionamento e la vendita del terreno in lotti che, per le loro caratteristiche particolari, denuncino in modo non equivoco la destinazione a scopo edificatorio.

La lottizzazione cd. negoziale o cartolare si fonda sulla presenza di elementi indiziari, da cui risulti, in modo non equivoco, la destinazione a scopo edificatorio del terreno.

Gli elementi indiziari che danno luogo alla lottizzazione negoziale o cartolare non sono descritti in modo tassativo dall'art. 30 d.P.R. 6 giugno 2001 n. 380.

Non è necessario che gli elementi indiziari della lottizzazione cartolare siano tutti presenti in conco... [Omissis - La versione integrale é presente nel prodotto - Omissis] ...loro, in quanto è sufficiente anche la presenza di uno solo di essi, rilevante e idoneo a far configurare, con margine di plausibile veridicità, la volontà di procedere a lottizzazione.

Sebbene l'accertamento dei presupposti di cui all'art. dell'art. 30 del D.P.R. n. 380 comporti la ricostruzione di un quadro indiziario sulla scorta degli elementi indicati nella norma, dalla quale sia possibile desumere in maniera non equivoca la destinazione a scopo edificatorio degli atti posti in essere dalle parti, è tuttavia sufficiente che lo scopo edificatorio emerga anche solo da alcuni degli indizi o, anche da un solo indizio.

In linea di principio lo scioglimento del regime di comunione di beni, avvenga esso in via ereditaria o per atto tra vivi, può mascherare una lottizzazione abusiva cartolare, ma l'intento lottizzatorio, quando la divisibilità è consentita dalla legge e non è incomoda, non si può desumere dal semplice frazionamento, occorrendo elementi di fatto ulteriori che esprimano la volontà di lottizzare, consistente nella predisposizione e attuazione di un insediamento edilizio in una zona non sistemata urbanisticamente per la mancanza dello strumento urbanistico previsto dalla... [Omissis - La versione integrale é presente nel prodotto - Omissis] ...stituito dal piano di lottizzazione regolarmente approvato dal Comune.

Ai fini della configurazione di una lottizzazione cd. negoziale non è sufficiente che il terreno sia frazionato e venduto o comunque attribuito ad una pluralità di soggetti, in quanto la norma richiede un terzo requisito ossia la non equivocità della destinazione a scopo edificatorio abusivo sia del frazionamento che della vendita.

La suddivisione di un terreno in lotti di dimensione inferiore al minimo prescritto dal P.R.G. seguita dalla stipula di atti di trasferimento della proprietà dai lottizzanti ai terzi e dalla costruzione di opere abusive destinate ad abitazione sono elementi sintomatici da cui può evincersi l'intento lottizzatorio.

La lottizzazione "negoziale" o "cartolare" si fonda sulla presenza di elementi indiziari, da cui risulti in modo non equivoco la destinazione a scopo edificatorio del terreno, che non devono necessariamente essere tutti presenti, in quanto è sufficiente la presenza di uno solo di essi, rilevante ed idoneo a fare configurare, con margini di plausibile veridicità, la volontà di procedere alla lottizzazione.

La lottizzazione «negoziale... [Omissis - La versione integrale é presente nel prodotto - Omissis] ...laquo;cartolare» si fonda sulla presenza di elementi indiziari da cui risulti, in modo non equivoco, la destinazione a scopo edificatorio del terreno: tali elementi indiziari non devono essere necessariamente presenti tutti in concorso tra loro, in quanto è sufficiente anche la presenza di uno solo di essi, rilevante ed idoneo a fare configurare, con margini di plausibile veridicità, la volontà di procedere a lottizzazione.

Il reato di lottizzazione abusiva è configurabile non solo nei confronti del venditore e degli acquirenti di terreni illegittimamente frazionati, ma anche nei confronti di coloro che vendono e acquistano edifici già costruiti: invero, sarebbe illogico circoscrivere la punibilità soltanto alla prima ipotesi, atteso che la vendita di edifici già realizzati è destinata ad incidere in modo più significativo sul territorio.

La lottizzazione abusiva negoziale si fonda sulla presenza di elementi indiziari, da cui risulti, in modo non equivoco, la destinazione a scopo edificatorio del terreno.

Gli elementi indiziari da cui desumere la lottizzazione abusiva negoziale sono descritti dalla normativa con elenco non tassativo, e non devono essere presenti tutt... [Omissis - La versione integrale é presente nel prodotto - Omissis] ...so fra di loro, in quanto è sufficiente anche la presenza di uno solo di essi, rilevante ed idoneo a fare configurare, con margini di plausibile veridicità, la volontà di procedere a lottizzazione.

L'intento edificatorio connesso alla lottizzazione abusiva cartolare, rilevante ai fini e per gli effetti di cui all'art. 30 D.P.R. 380/2001 può certamente essere evinto dalle specifiche modalità del frazionamento, sia tecniche che relative al contesto storico in cui avvengono i trasferimenti di proprietà.

Perché possa ritenersi sussistente una lottizzazione abusiva cartolare, non è necessario dimostrare l'esistenza di tutti gli indici rivelatori di cui all'art. 30 D.P.R. 380/2001, ma è sufficiente che lo scopo edificatorio emerga anche da un solo indizio, che indubbiamente è ravvisabile nel caso di vendita frazionata di un vasto appezzamento di terreno in lotti di dimensione ridotta e palesemente incompatibile con una loro valida destinazione agli usi agricoli e trasferiti a soggetti che non presentano le qualità soggettive pertinenti a tale utilizzazione agricola.

La lottizzazione abusiva c.d. formale si verifica allorquando, pur non essendo ancora avvenuta una t... [Omissis - La versione integrale é presente nel prodotto - Omissis] ...ne lottizzatoria di carattere materiale, se ne sono già realizzati i presupposti con il frazionamento e la vendita, o altri atti equiparati, del terreno in lotti, creando così una variazione in senso accrescitivo sia del numero dei lotti che in quello dei soggetti titolari del diritto sul bene.

Il contesto temporale in cui avvengono le vendite può essere elemento sintomatico della lottizzazione abusiva formale, specie quando il lasso temporale è circoscritto.

Ai fini della configurabilità della lottizzazione abusiva c.d. formale non è necessaria la contestualità delle operazioni di vendita, ma è sufficiente che i singoli atti di vendita siano posti in essere "in serie", a breve distanza di tempo l'uno dall'altro.

In tema di reati edilizi, ai fini della configurabilità del reato di lottizzazione abusiva negoziale o cartolare, l'elencazione degli elementi indiziari di cui all'art. 30 D.P.R. 380/2001 non è tassativa né tali elementi devono sussistere contemporaneamente, in quanto è sufficiente per l'integrazione del reato anche la presenza di uno solo di essi, qualora risulti inequivocabilmente la destinazione a scopo edificatorio del terreno.[Omissis - La versione integrale é presente nel prodotto - Omissis] ...> Integra il reato di lottizzazione abusiva cosiddetta negoziale non soltanto la vendita di un terreno frazionato in lotti, ma anche la vendita di quote di un terreno indiviso mediante un unico atto di trasferimento a più acquirenti, così da imporre al suolo un equivalente assetto proprietario, purché ne risulti inequivocabilmente, da elementi indiziari, la destinazione a scopo edificatorio.

In tema di lottizzazione abusiva, fra gli atti equivalenti al frazionamento e alla vendita, cui fa riferimento, ai fini della configurabilità del reato, l'art. 30 D.P.R. 380/2001 si possono ricomprendere anche i contratti preliminari di alienazione dei singoli lotti, allorché gli stessi si collochino in un contesto indiziario atto a rivelare in modo non equivoco le finalità edificatorie, che costituisce l'elemento comune alle varie forme (materiale, negoziale, mista) in cui l'illecito può essere realizzato.

La lottizzazione abusiva negoziale si configura quando la trasformazione urbanistica od edilizia dei terreni viene predisposta attraverso il frazionamento e la vendita, o atti equivalenti, del terreno in lotti che denuncino in modo non equivoco la destinazione a scopo edificatorio.

Può co... [Omissis - La versione integrale é presente nel prodotto - Omissis] ...l reato di lottizzazione abusiva la modifica di destinazione d'uso di un complesso alberghiero, realizzata attraverso la vendita di singole unità immobiliari a privati, allorché (indipendentemente dal regime proprietario della struttura) non sussiste una organizzazione imprenditoriale preposta alla gestione dei servizi comuni ed alla concessione in locazione dei singoli appartamenti compravenduti secondo le regole comuni del contratto di albergo, atteso che in tale ipotesi le singole unità perdono la loro originaria destinazione d'uso alberghiera per assumere quella residenziale.

Ai fini della lottizzazione abusiva realizzata attraverso una struttura alberghiere è irrilevante la titolarità della proprietà della struttura, che indifferentemente può appartenere ad un solo soggetto proprietario oppure ad una pluralità di soggetti.

La lottizzazione abusiva negoziale ha carattere generalmente plurisoggettivo.

Esistono due tipi di lottizzazione abusiva di terreni a scopo edificatorio, ricollegabili: a) a un'attività materiale, verificabile quando vengono iniziate opere che comportino trasformazione urbanistica od edilizia dei terreni; b) a un'attività giuridica, quando ta... [Omissis - La versione integrale é presente nel prodotto - Omissis] ...azione venga predisposta attraverso il frazionamento e la vendita, o atti equivalenti, del terreno in lotti che, per le loro caratteristiche, denuncino in modo non equivoco la destinazione a scopo edificatorio.

A differenza della lottizzazione abusiva materiale, che rileva ex se in relazione al tipo di opere realizzate, la lottizzazione cosiddetta negoziale o cartolare si fonda sulla presenza di elementi indiziari, da cui risulti, in modo non equivoco, la destinazione a scopo edificatorio del terreno. Tali elementi indiziari non devono però essere presenti tutti in concorso fra di loro, in quanto è sufficiente anche la presenza di uno solo di essi.

L'accertamento di una lottizzazione abusiva di tipo prevalentemente formale non può essere affidato al mero riscontro del frazionamento o della vendita di un terreno, ma richiede la ricostruzione di un quadro indiziario dalla quale sia possibile desumere in via non equivoca la destinazione a scopo edificatorio degli atti posti in essere dalle parti.

La lottizzazione c.d. formale (o negoziale) di cui al secondo periodo dell'art. 30, comma 1, d.p.r. 6 giugno 2001 n. 380 si verifica allorquando, pur non essendo ancora avvenuta una trasformazione lottizzatoria di carattere ... [Omissis - La versione integrale é presente nel prodotto - Omissis] ...se ne sono già realizzati i presupposti con il frazionamento e la vendita, o altri atti equiparati, del terreno in lotti che per le specifiche caratteristiche, quali la dimensione dei lotti stessi, la natura del terreno, la destinazione urbanistica, l'ubicazione e la previsione di opere urbanistiche, e per altri elementi riferiti agli acquirenti, evidenzino in modo non equivoco la destinazione ad uso edificatorio.


 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI