Giusto procedimento: l'art.10 BIS L. 241/90

La natura giuridica della segnalazione certificata di inizio attività - che non è una vera e propria istanza di parte per l'avvio di un procedimento amministrativo poi conclusosi in forma tacita, bensì una dichiarazione di volontà privata di intraprendere una determinata attività ammessa direttamente dalla legge - induce ad escludere che l'autorità procedente debba comunicare al segnalante l'avvio del procedimento o il preavviso di rigetto ex art. 10 bis della legge n. 241/1990 prima dell'esercizio dei relativi poteri di controllo e inibitori.

La comunicazione del preavviso di rigetto a chi richiede l’emissione di provvedimenti contingibili e urgenti consente all’Amministrazione di avere un quadro più completo prima di prendere la sua decisi... _OMISSIS_ ...ssione, viceversa, rende illegittimo il provvedimento conclusivo.

È illegittimo il diniego di accertamento di conformità che, non essendo stato preceduto da un preavviso di diniego che evidenzi l’istruttoria svolta, non ha consentito agli interessati di far valere il loro punto di vista, illustrandone le carenze.

L'omessa comunicazione del preavviso di rigetto, in vista del diniego di titolo edilizio, deve essere valutata in relazione al disposto dell'art. 21- octies della L. n. 241/1990, che esclude l'annullabilità di un provvedimento quando per la sua natura vincolata, a prescindere da apporti esterni, esso non potrebbe essere diverso da quello adottato.

La nota comunale di trasmissione del parere vincolante negativo reso ... _OMISSIS_ ...denza a fronte di un'istanza di accertamento di compatibilità paesaggistica ha esattamente la funzione di comunicazione dei motivi ostativi all’accoglimento dell’istanza di cui all’art. 10-bis L.n.241/1990.

Non appaiono confacenti ai procedimenti di assoggettabilità alla valutazione di impatto ambientale, sulla base della speciale disciplina dettata dal Codice dell’Ambiente, le norme sulla partecipazione al procedimento amministrativo, ed in specie quella dettata con riferimento alla comunicazione dei motivi ostativi all'accoglimento dell'istanza.

La previsione di cui all'art. 10-bis, l. 7 agosto 1990, n. 241, non impone nel provvedimento finale la puntuale e analitica confutazione delle singole argomentazioni svolte dall... _OMISSIS_ ..., essendo sufficiente ai fini della sua giustificazione una motivazione complessivamente e logicamente resa a sostegno dell'atto stesso.

Ai fini dell’osservanza del contraddittorio procedimentale, non sussiste un obbligo di analitica confutazione delle osservazioni presentate dal privato, risultando sufficiente che le stesse siano state prese in considerazione.

L’art. 10 bis l. 241/1990 non si applica quando sia proposta una istanza di riesame, volta alla rinnovazione dell’esercizio del potere, e non prospetti alcuna sopravvenienza: in tal caso, infatti, si chiede all’Amministrazione di effettuare una ulteriore valutazione della situazione di fatto e di diritto già in precedenza valutata e non vi sono profili che potrebbe... _OMISSIS_ ...squo;motivazione a sorpresa’.

Il richiamo esplicito e testuale, contenuto nel t. u. n. 42 del 2004 (nella formulazione vigente nel 2012) all’art. 10 bis della l. n. 241 del 1990, rende applicabile, anche all’interno del procedimento di cui all'art. 146 d.lgs. 42/2004, la disciplina dei termini stabilita in via generale dall’art. 10 bis, sicché il termine dei 45 giorni riprende a correre “ex novo”.

Un’applicazione corretta dell’art.10-bis della legge n.241 del 1990 esige non solo che l’Amministrazione enunci compiutamente nel preavviso di provvedimento negativo le ragioni che intende assumere a fondamento del diniego, ma anche che le integri, nella determinazione conclusiva (ovviamente, s... _OMISSIS_ ...va), con le argomentazioni finalizzate a confutare la fondatezza delle osservazioni formulate dall’interessato nell’ambito del contraddittorio predecisorio attivato dall’adempimento procedurale in questione.

L’omessa considerazione delle osservazioni rese dal privato, in chiave partecipativa, dopo aver ricevuto la comunicazione, ex art. 10 bis l. 241/1990 vizia irrimediabilmente il provvedimento conclusivo del procedimento.

È illegittimo il provvedimento di rigetto che afferma che non sono pervenute osservazioni in seguito alla comunicazione ex art. 10-bis l. 241/1990 laddove tali osservazioni siano agli atti, con ciò denotando la totale mancata doverosa valutazione da parte della p.a. delle osservazioni stesse.

... _OMISSIS_ ...-bis, l. 7 agosto 1990, n. 241 che stabilisce l'obbligo per l'amministrazione pubblica, nei procedimenti ad istanza di parte, di inviare il c.d. preavviso di rigetto, non impone nel provvedimento finale la puntuale e analitica confutazione delle singole argomentazioni svolte dalla parte privata, essendo sufficiente ai fini della sua giustificazione una motivazione complessivamente e logicamente resa a sostegno dell'atto stesso.

Il termine di cui all’art. 10 bis L. n. 241/1990 non è perentorio e la comunicazione di cui al medesimo articolo non interrompe e non sospende i termini per la conclusione del procedimento che iniziano nuovamente a decorrere dalla data di presentazione delle osservazioni o, in mancanza, dalla scadenza del termine di dieci giorni, ... _OMISSIS_ ...istrazione deve prendere in considerazione anche le osservazioni presentate oltre il termine concesso, se non ha ancora concluso il procedimento.

L'annullamento dell'autorizzazione paesistica non è soggetto all'obbligo di comunicazione preventiva del preavviso di rigetto di cui all'art. 10 bis della legge 241 del 1990.

Il preavviso di rigetto trova applicazione con riferimento alle istanze di parte che avviano un procedimento volto all'adozione di un provvedimento e non, invece, alle istanze costituenti SCIA.

L’ambito di applicazione dell’art. 19, comma 3, L. n. 241/1990 è più ristretto di quello previsto dall'art. 10 bis L. n. 241/1990, essendo limitato esclusivamente alla conformazione dell’attività del privato... _OMISSIS_ ...oni normative mentre l’art. 10 bis inerisce a qualsiasi motivo ostativo all'accoglimento della domanda.

In caso di sospensione del procedimento (nella specie, per valutare l'istanza di concessione demaniale marittima alla luce del piano dell'arenile) difetta il presupposto previsto dall'articolo 10 bis della legge n. 241/1990 perché si configuri un obbligo di comunicazione dei motivi ostativi all’accoglimento dell’istanza.

L’istituto del preavviso di rigetto di cui all'art. 10 bis, l. n. 241 del 1990 deve trovare applicazione anche nei procedimenti di sanatoria o di condono edilizio.

Il diniego del permesso di costruire in sanatoria deve essere preceduto dal preavviso di diniego di cui all'art. 10 bis, l. n... _OMISSIS_ ...

È illegittimo il diniego di titolo edilizio che non abbia dato apprezzamento, sul piano motivazionale, delle ragioni per cui non potevano essere accolte le osservazioni presentate ai sensi dell'art. 10-bis l. 241/1990.

La comunicazione dei motivi ostativi all'accoglimento di una domanda interrompe anche i termini per la formazione di un eventuale silenzio assenso, in quei casi in cui l´ordinamento ha inteso assegnare al silenzio serbato dall'amministrazione su un'istanza il valore di assenso alla richiesta; del resto, non potrebbe ritenersi logica la formazione di un provvedimento tacito di assenso qua...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 73525 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 5,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo