Sequestro penale preventivo di una costruzione abusiva

ABUSI EDILIZI --> SEQUESTRO PENALE

L'esigenza di impedire la prosecuzione dei lavori di edificazione di un immobile abusivo ancora in corso è ex se condizione sufficiente per disporne e mantenerne il sequestro preventivo, e ciò indipendentemente dalla natura, nonché dall'entità degli interventi da eseguire per il suo completamento.

Nel caso di lottizzazione abusiva, nel giudizio cautelare concernente il sequestro di immobili o terreni abusivi, la buona fede può essere oggetto di valutazione a condizione che risulti immediatamente evidente.

La presenza di un sequestro penale sull'immobile abusivo non può impingere sulla legittimità degli atti di demolizione ingiunti dal Comune; spetta, invero, all’interessato attivarsi per... _OMISSIS_ ...ssequestro.

La possibilità di utilizzare il sequestro preventivo anche dopo che il reato sia già stato consumato trova applicazione, in modo particolare, nel settore dell'abusivismo edilizio, ove, in considerazione del fatto che la costruzione edilizia realizzata in violazione di norme urbanistiche o edilizie, anche se ultimata, continua a proiettare le sue conseguenze negative sul regolare assetto del territorio.

È legittimo il sequestro preventivo di un manufatto abusivo realizzato in assenza o totale difformità dal permesso di costruire, poiché in tal caso tra le specifiche conseguenze antigiuridiche che possono determinarsi a causa del mancato impedimento alla libera disponibilità del manufatto abusivo può farsi rientrare la violazione dell'... _OMISSIS_ ...Unico Leggi Sanitarie, atteso che in questo caso si determina una ulteriore situazione illecita prodotta dalla condotta originaria.

Il sequestro di uno stabile abusivo, adottato al fine di impedire la prosecuzione di un'attività criminosa, non può continuare ad essere mantenuto dopo la sentenza di primo grado con cui si determina la cessazione della permanenza del reato.

È necessario che il sequestro preventivo di un immobile abusivo, quale misura incidente su libertà costituzionalmente protette, sia disposto in vista di un periculum concreto ed attuale, valutato, cioè in riferimento alla situazione esistente al momento dell'adozione della cautela e non già in una prospettiva astratta ed incerta, nell'an e nel quando, di un evento futuro.
... _OMISSIS_ ...uestro penale sull’area di sedime delle opere abusive non ha effetto preclusivo all’esecuzione della loro demolizione: può essere infatti richiesto al giudice penale il dissequestro del cantiere proprio al fine di ottemperare alla prescrizione demolitoria; o, al fine di evitarla, almeno va data la prova di essersi attivato a tale fine senza aver ottenuto l’eventuale autorizzazione.

In presenza del fumus del reato di lottizzazione il relativo sequestro, motivato da una parte con l'esigenza di evitare la protrazione del reato mediante il completamento delle opere ancora in corso ovvero l'ulteriore vendita di quelle completate, dall'altra in funzione della confisca obbligatoria del terreno e delle opere realizzate, appare conforme alle disposizi... _OMISSIS_ ...art. 321 c.p.p., commi 1 e 2.

Posto che la confisca dei terreni lottizzati e delle opere abusivamente costruite è conseguenza ineludibile del commesso reato, una volta che questo è perfezionato in tutti i suoi elementi, la misura ablatoria è immediatamente disposta su quanto ha formato oggetto del reato.

Il sequestro dell'immobile abusivo disposto dall’Autorità giudiziaria in sede penale è privo di rilievo sul procedimento amministrativo, perché l’autore dell’abuso, destinatario dell’ordinanza di demolizione, avrebbe sempre la possibilità di conformarvisi richiedendo il dissequestro all’Autorità giudiziaria competente.

Il sequestro penale dell’immobile non influenza la legittimità dell’ord... _OMISSIS_ ...sione in pristino, infatti argomentando diversamente la tutela del territorio verrebbe a dipendere da circostanze non nel dominio della PA preposta, che anzi potrebbe esserne all’oscuro; il contemperamento con le esigenze della difesa si realizza ritenendo che il termine assegnato dall’ordinanza per la demolizione o la rimessione in pristino non decorra sin quando l’immobile rimane sotto sequestro, restando all’autonoma iniziativa della difesa ovvero della magistratura inquirente attivare gli strumenti che al dissequestro possono condurre.

Il sequestro preventivo finalizzato alla confisca dei terreni, oggetto di ipotizzata lottizzazione abusiva, non può essere legittimamente adottato quando l'esercizio dell'azione penale risulti preclus... _OMISSIS_ ...maturata la prescrizione del reato, poiché in tal caso è impedito al giudice di compiere, nell'ambito di un giudizio che assicuri il contraddittorio e la piena partecipazione degli interessati, l'accertamento del fatto illecito, sotto il profilo oggettivo e soggettivo (richiedendosi almeno la colpa).

Il giudice penale non è vincolato a sequestrare il manufatto a cagione della intervenuta revoca della concessione da parte del Comune: se ciò avviene, è ascrivibile ad una iniziativa autonoma ed indipendente del giudice stesso.

Il sequestro preventivo e la successiva confisca penale non sono considerati a guisa di facta principis idonei a determinare una sospensione dei termini perentori di ultimazione dei lavori edilizi ex art. 15, comma 2 bis, del... _OMISSIS_ ...2001, laddove applicati nei confronti di coloro di cui sia stata accertata la condotta criminosa.

Gli unici casi in cui il sequestro preventivo o la confisca penale vanno reputati a guisa di facta principis giustificativi a determinare una sospensione dei termini perentori di ultimazione dei lavori edilizi ex art. 15, comma 2 bis, d.p.r. 380/2001 riguardano provvedimenti susseguiti dalla piena assoluzione dell'imputato, dovendo, in tali ipotesi, escludersi che la misura cautelare e/o sanzionatoria reale sia stata determinata da una causa imputabile al beneficiario del titolo edilizio.

La volontarietà dell’inottemperanza all'ordine di demolizione in forza di un sequestro penale gravante sull’immobile può restare esclusa solo nel caso ... _OMISSIS_ ...natario di tale ordine dimostri di aver attivato tutti gli strumenti predisposti dall’ordinamento per sottrarre l’immobile abusivo al vincolo esistente e provvedere al ripristino dell’ordine giuridico violato.

Non può riconoscersi al sequestro penale su un immobile il carattere di impedimento di “natura assoluta” all’esecuzione o all’adozione dell’ordine di demolizione ivi affermato. In particolare, osta ad una siffatta conclusione, la considerazione della necessaria autonomia tra il procedimento amministrativo rivolto alla verifica dell’illecito edilizio ed all’adozione delle immanenti misure conseguenziali di natura stringente e vincolata, che l’amministrazione è tenuta ad adottare senza indug... _OMISSIS_ ... natura penale volto all’accertamento del reato edilizio che in caso di condanna può comportare a sua volta, in via conseguenziale, l’adozione di un autonomo ordine di demolizione, ove non altrimenti disposto, anche laddove sia già intervenuta l’acquisizione del bene al patrimonio pubblico.

In tema di reati edilizio urbanistici, la valutazione che, al fine di disporre il sequestro preventivo di manufatto abusivo, il giudice di merito ha il dovere di compiere in ...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 52612 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 8,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo