Sequestro penale preventivo di una costruzione abusiva
ABUSI EDILIZI --> SEQUESTRO PENALE

Il sequestro preventivo finalizzato alla confisca dei terreni, oggetto di ipotizzata lottizzazione abusiva, non può essere legittimamente adottato quando l'esercizio dell'azione penale risulti precluso, essendo già maturata la prescrizione del reato, poiché in tal caso è impedito al giudice di compiere, nell'ambito di un giudizio che assicuri il contraddittorio e la piena partecipazione degli interessati, l'accertamento del fatto illecito, sotto il profilo oggettivo e soggettivo (richiedendosi almeno la colpa).

Il giudice penale non è vincolato a sequestrare il manufatto a cagione della intervenuta revoca della concessione da parte del Comune: se ciò avviene, è ascrivibile ad una iniziativa autonoma ed indip... _OMISSIS_ ...dice stesso.

Il sequestro preventivo e la successiva confisca penale non sono considerati a guisa di facta principis idonei a determinare una sospensione dei termini perentori di ultimazione dei lavori edilizi ex art. 15, comma 2 bis, del d.p.r. n. 380/2001, laddove applicati nei confronti di coloro di cui sia stata accertata la condotta criminosa.

Gli unici casi in cui il sequestro preventivo o la confisca penale vanno reputati a guisa di facta principis giustificativi a determinare una sospensione dei termini perentori di ultimazione dei lavori edilizi ex art. 15, comma 2 bis, d.p.r. 380/2001 riguardano provvedimenti susseguiti dalla piena assoluzione dell'imputato, dovendo, in tali ipotesi, escludersi che la misura cautelare e/o sanzionatoria... _OMISSIS_ ...a determinata da una causa imputabile al beneficiario del titolo edilizio.

La volontarietà dell’inottemperanza all'ordine di demolizione in forza di un sequestro penale gravante sull’immobile può restare esclusa solo nel caso in cui il destinatario di tale ordine dimostri di aver attivato tutti gli strumenti predisposti dall’ordinamento per sottrarre l’immobile abusivo al vincolo esistente e provvedere al ripristino dell’ordine giuridico violato.

Non può riconoscersi al sequestro penale su un immobile il carattere di impedimento di “natura assoluta” all’esecuzione o all’adozione dell’ordine di demolizione ivi affermato. In particolare, osta ad una siffatta conclusione, la considerazione... _OMISSIS_ ...ia autonomia tra il procedimento amministrativo rivolto alla verifica dell’illecito edilizio ed all’adozione delle immanenti misure conseguenziali di natura stringente e vincolata, che l’amministrazione è tenuta ad adottare senza indugio, e quello di natura penale volto all’accertamento del reato edilizio che in caso di condanna può comportare a sua volta, in via conseguenziale, l’adozione di un autonomo ordine di demolizione, ove non altrimenti disposto, anche laddove sia già intervenuta l’acquisizione del bene al patrimonio pubblico.

In tema di reati edilizio urbanistici, la valutazione che, al fine di disporre il sequestro preventivo di manufatto abusivo, il giudice di merito ha il dovere di compiere in ordine al pericolo... _OMISSIS_ ...disponibilità della cosa pertinente al reato possa agevolare o protrarre le conseguenze di esso o agevolare la commissione di altri reati, va diretta in particolare ad accertare se esista un reale pregiudizio degli interessi attinenti al territorio o una ulteriore lesione del bene giuridico protetto ovvero se la persistente disponibilità del bene costituisca un elemento neutro sotto il profilo dell'offensività.

È legittimo il sequestro preventivo di un manufatto abusivo già ultimato allorquando, pur cessata la permanenza, le conseguenze lesive della condotta sul bene protetto possano perdurare nel tempo, sempre che il pericolo degli effetti pregiudizievoli del reato presenti il requisito della concretezza, della cui sussistenza in punto di fatto il giudice di ... _OMISSIS_ ...nire adeguata giustificazione.

Il sequestro preventivo di cose pertinenti al reato può essere adottato anche nel caso di ipotesi criminosa già perfezionatasi. In particolare, per i reati edilizi, è ammissibile il sequestro di un immobile costruito abusivamente la cui edificazione sia ultimata, fermo restando l'obbligo di motivazione del giudice circa le conseguenze antigiuridiche, ed ulteriori rispetto alla consumazione del reato, derivanti dall'uso dell'edificio realizzato abusivamente che la misura cautelare intende inibire.

È irrilevante la pendenza di un sequestro penale, ai fini della legittimità dell’ordine di demolizione, sulla base della non qualificabilità della misura cautelare reale quale impedimento assoluto all’attuazion... _OMISSIS_ ...giunzione, in ragione della possibilità, per il destinatario dell’ordine, di ottenere il dissequestro del bene.

La circostanza che l’immobile sia sottoposto a sequestro giudiziario non impedisce l’adozione di misure sanzionatorie ovvero non incide sull’esercizio dei poteri/doveri sanzionatori dell’Amministrazione comunale in materia edilizia, trattandosi di strumenti che operano su piani diversi, e, dunque, non vale ad inficiare la legittimità del provvedimento di demolizione, potendo – al più – costituire una circostanza di fatto valutabile in relazione alla fase di esecuzione dell’ordine di ripristino impartito.

In tema di reati edilizi, ai fini del sequestro preventivo, il giudice di merito deve... _OMISSIS_ ...ricolo che la libera disponibilità della cosa pertinente al reato possa agevolare o protrarre le conseguenze di esso o agevolare la commissione di altri reati; in altri termini deve accertare se esista un reale pregiudizio degli interessi attinenti al territorio o un'ulteriore lesione del bene giuridico protetto (anche con riferimento ad eventuali interventi di competenza della Pubblica Amministrazione in relazione a costruzioni non assistite da concessione edilizia, ma tuttavia conformi agli strumenti urbanistici) ovvero se la persistente disponibilità del bene costituisca un elemento neutro sotto il profilo dell'offensività.

L’esecuzione della demolizione dipende da una apposita determinazione dell’autorità giudiziaria e l’applicazione dell... _OMISSIS_ ...ista dalla legge non è impedita, ma solo differita dal sequestro penale di un immobile, per cui incombe sull’interessato l’onere di rimuovere la condizione ostativa al ripristino dello stato dei luoghi chiedendo all’Autorità giudiziaria il dissequestro allo scopo di eseguire l’ordine a demolire.

Nel caso di fabbricati oggetto del reato di lottizzazione abusiva, il sequestro preventivo "impeditivo" può essere applicato a qualsiasi bene - a chiunque appartenente e, quindi, anche a persona estranea al reato - purché esso sia, anche indirettamente, collegato al reato e, ove lasciato in libera disponibilità, idoneo a costituire pericolo di aggravamento o di protrazione delle conseguenze del reato ovvero di agevolazione della commis... _OMISSIS_ ...ori fatti penalmente rilevanti.

Onde escludere la assoggettabilità alla misura del sequestro preventivo della porzione di terreno pertinente a soggetti terzi rispetto a coloro i quali sono attinti dalle indagini penali, il giudice del riesame deve valutare se nel comportamento di detti terzi siano da escludere ictu oculi profili di colpa, il che ricorre ogni qualvolta non siano state assunte dal terzo le necessarie informazioni sulla sussistenza del valido titolo abilitativo alla realizzazione delle opere edilizie e della loro conformità e compatibilità con i vigenti e legittimi strumenti urbanistici.

L'esigenza di impedire la prosecuzione dei lavori di edificazione di un immobile abusivo ancora in corso è, di per sé, condizione sufficiente per ... _OMISSIS_ ...enere il sequestro preventivo del manufatto e dell'area ove esso insiste, indipendentemente dalla natura e dalla entità degli interventi ancora da eseguire per ultimarlo.

Il sequestro di un immobile abusivo non determina l'illegittimità dell'ordinanza di demolizione, ma soltanto l'eventuale differimento del termine fissato per la rimessa in pristino, decorrente dalla data del dissequestro penale, che sarà onere dell'interessato richiedere tempestivamente.

Il sequestro penale di un immobile abusivo non esclude di per sé la possibilità di procedere alla demolizione delle opere abusive; così come, per contro, non giustifica l'inerzia del privato sulla base del semplice rispetto delle esigenze probatorie e difensive che possono averlo determi... _OMISSIS_ ...o che voglia evitare l'effetto ablatorio legato "ope legis" alla scadenza del termine per ottemperare all'ordine di demolizione, deve tenere un comportamento attivo volto comunque ad eliminare l'abuso perpetrato sollecitando all'Autorità giudiziaria il dissequestro, secondo la procedura prevista dall'art. 85 disp. att. c.p.p., allo scopo di poter provvedere direttamente alla eliminazione.

Il sequestro penale di un immobile abusivo non determina l'illegittimità dell'ordinanza di demolizione, ma soltanto l'eventuale differimento del termine fissato per la rimessa in pristino, decorrente dalla data del dissequestro, che sarà onere dell'interessato richiedere tempestivamente.

È legittima l'ordinanza di demolizione che ha ad oggetto immobil... _OMISSIS_ ...usivamente che siano sottoposti a sequestro penale, in quanto è onere del responsabile domandare all'autorità giudiziaria il dissequestro dell'immobile al fine di ottemperare all'ordine di demolizione.

È applicabile il sequestro preventivo all'immobile abusivo già ultimato nel caso in cui le conseguenze, ulteriori rispetto alla consumazione del reato, derivanti dall'uso dell'immobile abusivo ultimato, abbiano carattere antigiuridico e siano strettamente collegate all'azione vietata dalla legge penale, individuando nell'aggravio del c.d. carico urbanistico le conseguenze antigiuridiche che il sequestro preventivo mira ad inibire.

Ai fini del sequestro preventivo di un immobile abusivo già ultimato, l'incidenza di un intervento edilizio sul carico... _OMISSIS_ ...ve essere considerata con riferimento all'aspetto strutturale e funzionale dell'opera ed è rilevabile anche nel caso di una concreta alterazione della originaria consistenza sostanziale di un manufatto in relazione alla volumetria, alla destinazione o alla utilizzazione tale da determinare un mutamento dell'insieme delle esigenze urbanistiche valutate in sede di pianificazione con particolare riferimento agli standard fissati dal D.M. n. 1444 del 1968.

La sussistenza del sequestro penale sul manufatto abusivo non inficia la legittimità dell’ordine di demolizione e neppure giustifica l’asserita impossibilità di osservanza dell’ordine stesso, in quanto il destinatario ha l’onere di rendersi parte attiva chiedendo alla competente autorità ... _OMISSIS_ ...revoca del sequestro al fine di dare esecuzione all’ingiunzione demolitoria e per evitare l’effetto ablatorio legato ope legis alla scadenza del termine di ottemperanza all’ordine di demolizione.

Soltanto l’eventuale rigetto dell’Autorità giudiziaria alla richiesta di dissequestro di un manufatto soggetto all’ordine di demolizione avanzata per adempiere a tale obbligo può costituire un factum principis che potrebbe inibire l’ordine suddetto.

È illegittimo il sequestro preventivo di un immobile abusivo, mancante del certificato di abitabilità, ove sia finalizzato unicamente ad impedire la consumazione dell'illecito amministrativo di cui all'art. 221 del T.U.LL.SS.

Nel caso in cui il sequest... _OMISSIS_ ...ntervenga mentre sono in corso i lavori di ampliamento di u...

...continua.  Qui sono visibili 12500 su 54403 caratteri complessivi dell'articolo.

Acquista per soli 5,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo