Onere della prova sull'epoca di realizzazione di un abuso edilizio

ABUSI EDILIZI --> ONERE DELLA PROVA

Una volta che l’amministrazione contesti la realizzazione di abusi edilizi, spetta a colui che si oppone alla contestazione dimostrare che gli interventi eseguiti sono assistiti da idoneo titolo edilizio.

L'onere di provare la data di realizzazione dell’immobile abusivo spetta a colui che ha commesso l’abuso e solo la deduzione, da parte di quest’ultimo, di concreti elementi di riscontro trasferisce il suddetto onere di prova contraria in capo all’amministrazione.

L’onere di fornire la prova che le opere edilizie siano comprese nella domanda di condono non può che ricadere sul ricorrente.

Nel processo amministrativo grava sul privato l'onere d... _OMISSIS_ ...ta di realizzazione di un'opera edilizia, sia al fine di beneficiare del condono edilizio, sia al fine di poter escludere la necessità di un titolo abilitativo, laddove si tratti di opera realizzata al di fuori del centro abitato, in epoca antecedente alla l. n. 765 del 1967 , che ha esteso a tutto il territorio comunale l'obbligo della licenza edilizia.

Gli artt. 63, comma 1, e 64, comma 1, c. p. a., pongono in capo al ricorrente l'onere della prova in ordine a circostanze che rientrano nella sua disponibilità: quindi, l'onere di provare la data di realizzazione di un'opera spetta al ricorrente, perché solo questi può fornire (in quanto ordinariamente ne dispone) atti, documenti o altri elementi probatori che siano in grado di radicare la ragionevole certezza... _OMISSIS_ ...realizzazione dell'intervento edilizio.

Ai fini della prova di abusi edilizi, si ritiene che i principi di prova concernenti la collocazione di manufatti - tanto nello spazio, quanto nel tempo - si rinvengono nei ruderi, fondamenta, aerofotogrammetrie e mappe catastali, mentre la prova per testimoni è del tutto residuale.

Grava sul privato interessato l'onere di dimostrare la legittimità urbanistico-edilizia del proprio opus.

L’onere di provare la data di realizzazione dell’immobile abusivo spetta a colui che ha commesso l’abuso e solo la deduzione, da parte di quest’ultimo, di concreti elementi, trasferisce il suddetto onere di prova contraria in capo all’amministrazione.

L’onere... _OMISSIS_ ...lla sanabilità ratione temporis di un immobile posto a distanza inferiore ai 150 metri dalla battigia grava sul privato interessato.

Nei casi in cui l’istanza di sanatoria edilizia, lato sensu intesa, concerna immobili costruiti in aree in cui sia stato apposto un vincolo che esclude tout court l’edificabilità, grava interamente sul privato l’onere della prova circa l’anteriorità dell’opus rispetto all’apposizione del vincolo.

È il privato che deve provare l’effettiva ricorrenza dei requisiti per fruire delle ipotesi eccezionali di sanatoria previste dall’ordinamento, riespandendosi, altrimenti, le ordinarie e generali regole disciplinanti l’attività edilizia.

L'onere della pro... _OMISSIS_ ...o;ultimazione dei lavori entro la data utile per ottenere il condono grava sul richiedente la sanatoria, dal momento che solo l’interessato può fornire inconfutabili atti, documenti ed elementi probatori che siano in grado di radicare la ragionevole certezza dell’epoca di realizzazione di un manufatto, e, in difetto di tali supporti di prova, resta integro il potere dell’Amministrazione comunale di negare la sanatoria dell’abuso.

L'onere della prova circa l'ultimazione dei lavori entro la data utile per ottenere il condono grava sul richiedente la sanatoria, dal momento che solo l'interessato può fornire inconfutabili atti, documenti ed elementi probatori che siano in grado di radicare la ragionevole certezza dell'epoca di realizzazione... _OMISSIS_ ...da sanare.

La prova dell'ultimazione dei lavori entro la data utile per richiedere il condono dev’essere rigorosa e deve fondarsi su documentazione certa e univoca e comunque su elementi oggettivi, dovendosi, tra l’altro, negare ogni rilevanza a dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà o a semplici dichiarazioni rese da terzi, in quanto non suscettibili di essere verificate.

L’epoca di costruzione di un immobile può essere fornita sia per tabulas (con testamenti e atti pubblici di trasferimento della proprietà; estratti catastali; licenze di agibilità), sia tramite prove tecniche (saggi e ispezioni in situ, che consentano una datazione sulla base delle tecniche costruttive utilizzate) nonché tramite testimonianze giurate ... _OMISSIS_ ...ziari o presuntivi; infatti il principio inquisitorio consente alla PA di avvalersi di propria iniziativa, di ogni mezzo probatorio che ritenga utile, come previsto dall’art. 6, co. 1, lett. b), l. n. 241/90, tale regola generale vale con speciale riguardo alle pratiche edilizie, laddove si rinviene di frequente la necessità di dare prova di risalenti fatti storici, quali, in particolare, l’epoca di costruzione dei manufatti.

I rilievi aerofotogrammetrici costituiscono atti ricognitivi di carattere strumentale che, inserendosi in un procedimento preordinato all'emanazione di un provvedimento, assumono la stessa efficacia probatoria degli atti formatisi in seno alla stessa PA, con la conseguenza che, data la presunzione di legittimità di tali atti, ... _OMISSIS_ ...vato, appunto, l'onere di fornire una prova contraria atta a superare tale presunzione.

Spetta all’interessato di provare l'ultimazione delle opere edili da sanare entro il termine di legge o di quelle realizzabili legittimamente senza titolo. Infatti, soltanto il privato ha a disposizione i documenti e gli altri elementi di prova da cui evincere, con ragionevole certezza, l'epoca in cui fu realizzato il manufatto.

L’onere della prova dell’ultimazione entro una certa data di un’opera edilizia abusiva, allo scopo di dimostrare che essa rientra fra quelle per le quali si può ottenere una sanatoria speciale ovvero fra quelle per cui non era richiesto un titolo ratione temporis, perché realizzate legittimamente senza titolo, ... _OMISSIS_ ...vato a ciò interessato, unico soggetto ad essere nella disponibilità di documenti e di elementi di prova, in grado di dimostrare con ragionevole certezza l’epoca di realizzazione del manufatto.

L’onere di fornire la prova dell'epoca di realizzazione di un abuso edilizio della sua consistenza e, quindi, in ultima analisi, della sua sanabilità, incombe sull'interessato, e non sull'amministrazione, la quale, in presenza di un'opera edilizia non assistita da un titolo che la legittimi, ha solo il potere - dovere di sanzionarla ai sensi di legge.

Ai fini della richiesta di sanatoria di un abuso edilizio, la prova circa l'epoca di realizzazione delle opere e la relativa consistenza è nella disponibilità dell'interessato, e non dell'amminis... _OMISSIS_ ...che solo l'interessato può fornire gli inconfutabili atti, documenti o gli elementi probatori che siano in grado di radicare la ragionevole certezza dell'addotta sanabilità del manufatto, dovendosi in ogni caso fare applicazione del principio processualcivilistico in base al quale la ripartizione dell'onere della prova va effettuata secondo il principio della vicinanza della prova.

Spetta a colui che ha commesso l'abuso edilizio l'onere di provare la data di realizzazione e la consistenza originaria dell'immobile abusivo, in quanto solo l'interessato può fornire...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 64547 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 8,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo
Nuovo

L’articolo sopra riportato è composto da contenuti tratti da questo prodotto (in formato PDF) acquistabile e scaricabile con pochi click. Attenzione: ove l'articolo contenga NOTE, per motivi tecnici esse NON sono riportate nell'articolo stesso ma solamente nel prodotto da cui esso è tratto. Pertanto se si pensa di avere necessità di un testo completo di note, si invita a comprare direttamente il prodotto. Si ricorda comunque che in caso di acquisto successivo del prodotto, dal costo dello stesso verrà scontato il costo già sostenuto per l'articolo.

pdf 7612 pagine in formato A4

50,00 €