Natura e durata degli abusi edilizi

ABUSI EDILIZI --> NATURA E DURATA

L’illecito edilizio è per sua natura un illecito permanente, che persiste sino alla rimessione in pristino.

Le misure repressivo-ripristinatorie, in quanto atti dovuti e rigorosamente vincolati, rimangono affrancati dalla ponderazione discrezionale del confliggente interesse al mantenimento in loco della res, dove l’interesse pubblico risiede in re ipsa nella riparazione (tramite ripristino dello stato dei luoghi) dell’illecito edilizio e, stante il carattere permanente di quest’ultimo, non viene meno per il mero decorso del tempo, insuscettibile di ingenerare affidamenti nel soggetto trasgressore.

La sanzione edilizia, contrariamente a quella penale, ha un carattere ess... _OMISSIS_ ...le che prescinde dalla ricerca della responsabilità personale nella commissione dell’illecito e tende piuttosto alla reintegrazione dello stato dei luoghi.

Avendo l’illecito edilizio natura permanente, in quanto è tale l’alterazione dell’assetto urbanistico-edilizio del territorio indotta dall’opera abusiva, il potere repressivo dell’amministrazione può essere esercitato anche a lunga distanza di tempo, non derivando dal decorso di questo né una sorta di sanatoria dell’opera abusiva né tantomeno una situazione di affidamento in capo all’autore dell’abuso.

La repressione degli abusi edilizi è espressione di attività strettamente vincolata e non soggetta a termini di decadenza o di prescrizione... _OMISSIS_ ...sura repressiva intervenire in ogni tempo, anche a notevole distanza dall'epoca della commissione dell'abuso.

L'illecito edilizio ha carattere permanente, che si protrae e che conserva nel tempo la sua natura, per modo che l'interesse pubblico alla repressione dell'abuso è in re ipsa, mentre l'interesse del privato al mantenimento dell'opera abusiva è necessariamente recessivo rispetto all'interesse pubblico all'osservanza della normativa urbanistico-edilizia e al corretto governo del territorio.

Gli illeciti in materia urbanistica, edilizia e paesistica hanno carattere permanente, nel senso che la situazione di illiceità posta in essere con la realizzazione di un’opera abusiva viene meno solo con il conseguimento delle prescritte autorizz... _OMISSIS_ ...oria, paesaggistiche o urbanistico-edilizie, oppure con il ripristino dello stato dei luoghi.

Deve riconoscersi all'illecito edilizio natura di illecito permanente in quanto un immobile interessato da un intervento illegittimo conserva nel tempo la sua natura abusiva tale per cui l'interesse pubblico al ripristino della legalità violata è “in re ipsa”, quindi l'interesse del privato deve intendersi necessariamente recessivo rispetto all'interesse pubblico all'osservanza della normativa urbanistico-edilizia e al corretto governo del territorio.

Poiché gli illeciti edilizi hanno natura permanente, il termine di prescrizione inizia a decorrere dal momento della cessazione dell’illecito, ad esempio con il ripristino della legalità ... _OMISSIS_ ...ggetto che ha commesso l’abuso. Ciò a differenza degli illeciti di natura penale in cui, ai fini della decorrenza della prescrizione, la permanenza cessa con la ultimazione dei lavori.

Gli abusi edilizi ed urbanistici costituiscono illeciti permanenti, caratterizzati, cioè, dall’obbligo, perdurante nel tempo, di ripristinare secundum jus lo stato dei luoghi, onde la sanzione non solo non è emanata a distanza di tempo da un illecito ormai esaurito, ma interviene su una vicenda antigiuridica che perdura fino al momento della sua repressione.

Il reato urbanistico ha natura di reato permanente, la cui consumazione ha inizio con l'avvio dei lavori di costruzione e perdura fino alla cessazione dell'attività edificatoria abusiva.

... _OMISSIS_ ...edilizi, in particolare su area vincolata in assenza di idonei titoli abilitativi, si configurano come illeciti permanenti, con la conseguenza che l’interesse pubblico alla rimozione di tali illeciti deve ritenersi prevalente rispetto alla tutela accordata dall’ordinamento, nazionale e sovranazionale, alla libertà d’iniziativa economica.

Gli illeciti edilizi hanno natura permanente: di conseguenza, da un lato, colui che ha realizzato l’abuso mantiene inalterato nel tempo l’obbligo di eliminarlo; specularmente, il relativo potere di repressione può essere esercitato anche a distanza di tempo dalla violazione commessa e anche per opere realizzate prima dell’entrata in vigore della norma che disciplina il potere repressivo.
... _OMISSIS_ ...squo;abuso edilizio costituisce – sotto il profilo amministrativo – un illecito a carattere permanente e pertanto non rileva che l’intervento abusivo sia stata realizzata dal precedente proprietario dell’immobile.

L’abuso edilizio rappresenta un illecito permanente integrato dalla violazione dell’obbligo, perdurante nel tempo, di ripristinare in conformità a diritto lo stato dei luoghi, di talché ogni provvedimento repressivo dell’Amministrazione non è emanato a distanza di tempo da un illecito ormai esaurito, bensì interviene su una situazione antigiuridica che perdura sino a quel momento.

Nessun affidamento può sorgere dall’anteriorità della situazione di abusivismo edilizio, configurante ... _OMISSIS_ ...manente, rispetto alla successiva legittima conformazione del territorio per finalità di interesse pubblico generale, a maggior ragione quando l’apposizione del vincolo risponde ad una pregressa intrinseca caratteristica del bene ambientale tutelato.

L’abuso edilizio si configura, nella attuale legislazione, quale illecito formale, nel senso di opera realizzata in assenza o in difformità dal titolo abilitativo, a prescindere dalla conformità o meno dell’opera alla normativa urbanistico-edilizia. Tale ultima circostanza incide sulla possibilità di rilascio di un titolo edilizio in sanatoria, ma non esclude l’abusività dell’opera (e, pertanto, la legittimità dell’intervento repressivo) tutte le volte in cui – come è avve... _OMISSIS_ ...dash; il manufatto edilizio non risulti assistito da un atto di assenso.

L'irrogazione della misura demolitoria da parte della PA può intervenire in ogni tempo, anche a notevole distanza dall'epoca della commissione dell'abuso in quanto l'illecito edilizio ha carattere permanente e si protrae nel tempo l'interesse pubblico al ripristino dell'ordine violato, il quale è sempre prevalente sull’aspirazione del privato al mantenimento dell'opera.

Gli abusi in materia edilizia, consistenti nella realizzazione di opere in assenza del prescritto titolo legittimante, hanno carattere di illeciti permanenti e vengono meno solo con il cessare della situazione di illiceità.

In forza della natura permanente dell'illecito edilizio, co... _OMISSIS_ ...izzato l'abuso mantiene inalterato nel tempo l'obbligo di eliminare l'opera abusiva e anche il potere di repressione può essere esercitato retroattivamente, cioè anche per fatti verificatisi prima dell'entrata in vigore della norma che disciplina tale potere.

La colpevole inerzia dell’Amministrazione nell'espletamento dei propri doveri di vigilanza e controllo del territorio, nonché di repressione degli abusi edilizi, non può trasformarsi in consolidamento delle posizioni di chi abbia commesso ...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 24340 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 3,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo