Finalità del vincolo di rispetto cimiteriale

VINCOLI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI E LEGALI --> FASCE DI RISPETTO --> TIPOLOGIE --> CIMITERIALE --> FINALITÀ

La fascia di rispetto cimiteriale prevista dall'art. 338 RD 1265/1934, misurata a partire dal muro di cinta del cimitero, costituisce un vincolo assoluto d'inedificabilità, tale da imporsi anche a contrastanti previsioni di piano regolatore generale, che non consente in alcun modo l'allocazione sia di edifici che di opere incompatibili col vincolo medesimo, in considerazione dei molteplici interessi pubblici che tale fascia di rispetto intende tutelare e che sono da individuarsi in esigenze di natura igienico-sanitaria, nella salvaguardia della peculiare sacralità che connota i luoghi destinati all'inumazione e alla sepoltur... _OMISSIS_ ...ento di un'area di possibile espansione della cinta cimiteriale; segue da ciò che non esiste ragione alcuna per ritenere tale vincolo applicabile solo ai centri abitati e non ai fabbricati sparsi, così come, ai fini dell'applicazione del vincolo, appare ininfluente che, a distanza inferiore ai 200 metri, vi sia una strada, atteso che essa non interrompe la continuità del vincolo .

Il vincolo cimiteriale determina un regime di inedificabilità ex lege e integra una limitazione legale della proprietà a carattere assoluto e non consente in alcun modo l'allocazione sia di edifici, sia di opere incompatibili con il vincolo medesimo, e ciò in considerazione dei molteplici interessi pubblici che la fascia di rispetto intende tutelare, quali le esigenze di natur... _OMISSIS_ ...taria, la salvaguardia della peculiare sacralità che connota i luoghi destinati alla sepoltura e il mantenimento di un'area di possibile espansione della cinta cimiteriale.

Il vincolo del rispetto della fascia di inedificabilità di 200 meri dal cimitero, recato dall’art. 338 del R.D. n. 1265/1934 si impone ex se con caratteri di assolutezza che non consentono il dispiegarsi di alcuna valutazione discrezionale da parte dell’Amministrazione, non richiedendo, pertanto, l’assolvimento di un onere di motivazione in ordine alla sussistenza delle ragioni d’interesse pubblico presidiato dal vincolo, né in punto di incisione dello stesso attraverso un’attività edificatoria che è interdetta in via generale, prescindendo dalla tipologia dell... _OMISSIS_ ... dalla destinazione d’uso, residenziale o commerciale ovvero artigianale o industriale dell’immobile realizzato nella fascia di rispetto cimiteriale, che è preordinata a salvaguardare sia la sacralità del luogo e la silenziosa espressione dei sentimenti di pietas, sia le pariordinate istanze di tutela igienico - sanitaria.

In ordine al vincolo cimiteriale, l'art. 338, quinto comma TULS, non presidia interessi privati e non può legittimare interventi edilizi futuri su un'area indisponibile per ragioni di ordine igienico-sanitario, nonché per la sacralità dei luoghi di sepoltura.

In materia edilizia il vincolo di inedificabilità assoluta previsto ex lege in relazione alla fascia di rispetto cimiteriale è posto a tutela degli interessi ... _OMISSIS_ ...ura igienico-sanitaria e di salvaguardia della sacralità dei luoghi destinati alla sepoltura dei defunti oltre che al mantenimento di un'area necessaria all'espansione del cimitero.

In materia di vincolo cimiteriale la salvaguardia del rispetto dei duecento metri previsti dall'art. 338 del R.D. 27 luglio 1934, n. 1265, così come modificato dall'art. 28 della legge n. 166/2002, si pone alla stregua di un vincolo assoluto di inedificabilità che non consente in alcun modo l'allocazione sia di edifici, che di opere incompatibili col vincolo medesimo, in considerazione dei molteplici interessi pubblici che tale fascia di rispetto intende tutelare e che possono enuclearsi nelle esigenze di natura igienico sanitaria, nella salvaguardia della peculiare sacralit... _OMISSIS_ ... luoghi destinati all'inumazione e alla sepoltura, nel mantenimento di un'area di possibile espansione della cinta cimiteriale.

Il vincolo di rispetto cimiteriale assume carattere assoluto e non consente in alcun modo l’allocazione sia di edifici, sia di opere incompatibili con il vincolo medesimo, e ciò in considerazione dei molteplici interessi pubblici che la fascia di rispetto intende tutelare, quali le esigenze di natura igienico-sanitaria, la salvaguardia della peculiare sacralità che connota i luoghi destinati alla sepoltura e – come si vedrà appresso - il mantenimento di un'area di possibile espansione della cinta cimiteriale.

Posto che la funzione primaria assolta dal vincolo cimiteriale si identifica con la tutela della pub... _OMISSIS_ ...salute, non può allora non convenirsi sull’assunto che l’utilizzo in tale contesto da parte del legislatore di espressioni quali “centro abitato”, “abitazioni”, “aggregati”, “case sparse” o simili non assume di per sé una valenza e un significato di tipo tecnico, ma assolve più semplicemente all’esigenza di comunque tutelare, in coerenza con la complessiva ratio delle disposizioni predette, la salute delle persone insediate in una qualsivoglia abitazione o aggregato di abitazioni.

Il vincolo cimiteriale ha carattere assoluto e non consente in alcun modo l’allocazione sia di edifici, sia di opere incompatibili con il vincolo medesimo, e ciò in considerazione dei molteplici interessi pubblic... _OMISSIS_ ... di rispetto intende tutelare, quali le esigenze di natura igienico-sanitaria, la salvaguardia della peculiare sacralità che connota i luoghi destinati alla sepoltura e il mantenimento di un'area di possibile espansione della cinta cimiteriale.

Il vincolo cimiteriale persegue una triplice finalità: in primo luogo, vuole assicurare condizioni di igiene e dì salubrità mediante la conservazione di una sorta di "cintura sanitaria" intorno allo stesso cimitero; in secondo luogo è finalizzato a garantire la tranquillità ed il decoro ai luoghi di sepoltura; in terzo luogo è diretto a consentire futuri ampliamenti dell'impianto funerario.

Il vincolo cimiteriale è di natura assoluta e si impone, in quanto limite legale, al momento di ogn... _OMISSIS_ ...i rilascio di titoli edilizi, in relazione alle sue finalità di tutela di preminenti esigenze igienico-sanitarie, a salvaguardia della sacralità dei luoghi di sepoltura, e della conservazione di adeguata area di espansione della cinta cimiteriale.

La fascia di rispetto cimiteriale costituisce un vincolo di inedificabilità assoluta posto ex lege a tutela di interessi pubblici di natura igienico-sanitaria e di salvaguardia della peculiare sacralità dei luoghi destinati alla sepoltura dei defunti, oltre che del mantenimento di un’area di possibile espansione della cinta dell’impianto.

Il vincolo assoluto di inedificabilità ex l’art. 338 del r.d. n. 1265/1934 risponde a una pluralità di funzioni, quali assicurare condizioni di igie... _OMISSIS_ ... garantire tranquillità e decoro ai luoghi di sepoltura, consentire futuri ampliamenti dell'impianto funerario, e opera indipendentemente dal tipo di fabbricato, riguardando anche gli edifici sparsi.

il vincolo cimiteriale di inedificabilità ha carattere assoluto e non consente in alcun modo l'allocazione sia di edifici, sia di opere incompatibili con il vincolo medesimo, in considerazione dei molteplici interessi pubblici che la fascia di rispetto int...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 18953 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 3,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo