Articolo

 Questo articolo è tratto dal testo in formato PDF nel riquadro, scaricabile in pochi minuti

 COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con citazione della fonte e link

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

IL CODICE DEGLI ABUSI EDILIZI

TITOLO EDILIZIO --> ABUSI EDILIZI

L'esecuzione di una costruzione in assenza di permesso di costruire o in violazione delle norme edilizie dà luogo ad un illecito permanente e la cessazione della permanenza è determinata, fra le altre cause, dal decorso del termine ventennale utile per l'usucapione del diritto di mantenere la costruzione nelle condizioni in cui si trova.

In presenza di un abuso di notevoli dimensioni, composto da diverse opere l’una funzionale all’altra, si è in presenza di un’unica attività di trasformazione edilizia od urbanistica, per la quale è necessaria la concessione edilizia, senza possibilità di scomporre una parte per sostenerne l’assoggettabilità a d.i.a..

Nell’assenza di permesso di costruire o di autorizzazione nei modi di legge, l’attività edificatoria è di regola interdetta a chiunque, in qualsiasi zona del territorio comunale e per qualsiasi movente, d’urgenza oppure per ineludibili esigenze di carattere imprenditoriale ovvero alla luce del carattere pertinenziale dei lavori edilizi.

La vendita all'asta nell'ambito di una procedura di esecuzione forzata non ha effetto sanante degli eventuali illeciti edilizi non rilevati in sede esecutiva.

Le disposizioni vigenti attribuiscono la responsabilità dell’abuso edilizio al proprietario del bene.

Gli illeciti amministrativi in materia urbanistica edilizia e paesistica hanno carattere permanente, e detta permanenza cessa non con la demolizione dell'edificio, ma soltanto con l'irrogazione della sanzione amministrativa oppure con il conseguimento dell'autorizzazione, che può essere rilasciata anche in via postuma.

La materia degli abusi edilizi è contraddistinta da un’attività amministrativa di tipo vincolato.

Sussiste a carico del proprietario dell'immobile una presunzione di responsabilità per gli abusi edilizi accertati, sicché l'interessato può sottrarsi a tale responsabilità solo dimostrando la sua estraneità all'abuso commesso.

Qualora sia presentata D.I.A. per regolarizzare delle difformità delle costruzioni assentite e il Comune abbia emesso un provvedimento negativo, se questo diventa inoppugnabile, non può negarsi la presenza dell'abuso.

TITOLO EDILIZIO --> ABUSI EDILIZI --> ACCERTAMENTO

In presenza di illeciti edilizi è insuscettibile di utilità l'apporto partecipativo del privato destinatario del provvedimento di demolizione, tenuto conto del preminente interesse pubblico dell'amministrazione alla rimozione delle opere abusive ed al conseguente ripristino della situazione di legalità compromessa.

A prescindere dal titolo edilizio ritenu... _OMISSIS_ ...