Indagini catastali: documentazione e limiti

L'ispezione catastale: modalità e documentazione Al termine dell'ispezione catastale, l'interessato dispone di una documentazione che dipende dal tipo di ricerca effettuata.

Il concetto di documentazione catastale comprende al suo interno atti differenti, ai quali è riconosciuta una differente efficacia giuridica. In generale «per atti catastali si intende l'insieme degli atti che, ai sensi della normativa vigente, costituiscono il nuovo catasto terreni e il nuovo catasto edilizio urbano» [1].

Benché la maggior parte degli atti siano oggi informatizzati o meccanizzati [2], entrambi i registri catastali detengono tuttora atti cartacei. La differenza tra le due forme non rileva sul piano giuridico - essendo comunque consultabili gli... _OMISSIS_ ...be le tipologie [3] - ma comporta notevoli differenze pratiche, in relazione al fatto che gli atti meccanizzati, in quanto inseriti in una banca dati informatica, sono accessibili da qualsiasi ufficio e determinano il rilascio immediato della documentazione.

Gli atti non meccanizzati - che sono principalmente gli atti antecedenti all'avvento dell'informatica e che non hanno ancora subìto un processo di recupero meccanografico - possono essere chiesti invece al solo sportello catastale del competente Ufficio provinciale dell'Agenzia del Territorio e in questo caso l'accesso alla documentazione sottostà ai tempi tecnici predeterminati con Regolamento del Direttore dell'Agenzia. Inoltre la visura degli atti ed elaborati disponibili su supporto cartaceo e... _OMISSIS_ ...el sistema informativo è consentita a vista, con facoltà di estrarne brevi note ed appunti [4].

L'ispezione catastale può essere effettuata con diverse modalità, a cominciare dalla possibilità di procedere alternativamente per immobile, per soggetto o per partita (se e dove esistente).

Nel primo caso, occorre indicare l'identificativo catastale del bene, cioè la particella catastale se si tratta di catasto terreni e l'unità immobiliare se si tratta di catasto fabbricati. La ricerca per soggetto, invece, si effettua inserendo i dati identificativi dell'interessato - persona fisica o giuridica - e dà come esito i beni immobili dei quali esso risulta essere il proprietario catastale. Per ragioni tecniche, la ricerca per soggetto è effettuabile sol... _OMISSIS_ ...agli atti già informatizzati.

La ricerca può poi essere modulata in base al periodo di riferimento. L'ufficio, infatti, può fornire la documentazione attuale ma anche, se richiesto, la documentazione c.d. ampliata o storica cioè relativa ad arco temporale più o meno esteso, che può essere decennale, ventennale, dall’impianto del catasto meccanizzato.

Diversamente da quanto si dirà in sede di ispezione ipotecaria, per la ricerca negli atti catastali finalizzata all'individuazione della proprietà del bene, di per sé, sarebbe sufficiente la sola documentazione attuale, la quale è già idonea a soddisfare le due esigenze di cui si è dato conto, cioè unire alla delimitazione dell'immobile un indizio in merito al reale attuale proprietario del be... _OMISSIS_ ...oi approfondito presso i registri immobiliari.

Sennonché è diffusa la prassi di richiedere a tal fine (anche) il certificato catastale storico ventennale, come fa usualmente, ad esempio, la Cassa Depositi e Prestiti in sede di accertamento della piena e libera proprietà preordinato alla svincolo di una somma depositata a titolo di indennità di espropriazione.

L'ispezione o indagine catastale si effettua per mezzo di visure o certificati.

La visura catastale consente la consultazione degli atti giacenti negli archivi informatici o cartacei catastali ed è rappresentata dal rilascio di una copia in carta libera delle risultanze di tale consultazione. Più precisamente, giusta l’art. 3, comma 1, del Provvedimento dell'Agenzia de... _OMISSIS_ ...l 12 ottobre 2006 «sono rilasciabili da sistema informativo le visure: per soggetto; attuale per immobile; storica per immobile; elenco immobili; porzione della mappa; planimetrie delle unità immobiliari urbane ed elaborati planimetrici degli immobili; libretti delle misure degli atti di aggiornamento geometrico; monografie dei punti fiduciali; elenchi delle coordinate dei punti fiduciali» e, ai sensi del successivo comma 2, «sono consultabili a vista: gli atti catastali su supporto cartaceo; gli atti di aggiornamento geometrico; le monografie dei punti trigonometrici catastali; gli elaborati catastali di cui al comma 1, qualora esclusivamente su supporto cartaceo».

Il certificato catastale è la rappresentazione certificata dei contenut... _OMISSIS_ ...li atti catastali e della ulteriore documentazione giacente negli archivi. Esso può riguardare sia l’estratto, riportante ciò che è rappresentato nella mappa e negli atti censuari, sia la rappresentazione autentica delle planimetrie e degli elaborati e degli altri documenti depositati.

Più precisamente, i documenti rilasciabili sotto forma di certificazione sono: estratti relativi alla situazione, attuale o storica, di: singoli immobili, immobili contenuti in una partita catastale o immobili intestati (almeno) al soggetto richiesto; estratti di mappa per tipo di frazionamento (necessario per il frazionamento di particelle in vista di trasferimento di diritti), tipo mappale (necessario per la denuncia di nuova costruzione urbana) o per altri scopi (non ... _OMISSIS_ ...ia di tipi di frazionamento; copia di planimetrie catastali di unità immobiliari urbane (richieste dagli aventi diritto sull’immobile o loro delegati); copia degli elaborati planimetrici; coordinate di vertici desunte da mappa catastale d’impianto; copia di monografie di punti trigonometrici catastali; copia di altri documenti depositati.

Ai sensi del D.L. 3 ottobre 2006, n. 262, il rilascio della visura catastale non è più subordinato ad alcun tributo speciale catastale, mentre vi rimane assoggettata la certificazione [5], per la quale tuttavia pare essere ancora operante l'esenzione in materia di espropriazione per pubblica utilità di cui all'articolo 1 della legge 21.11.1967 n. 1149 [6].

L'indagine presso i registri immobiliari:... _OMISSIS_ ...li Come si è visto, l'indagine catastale si limita a fornire i dati di un immobile, l'ubicazione geografica - che emerge dagli elaborati grafici – e, in un modo che si è detto latamente indiziario, i titolari di diritti reali sul bene, nonché eventualmente i relativi titoli di acquisto.

La veridicità dell'assetto proprietario risultante dalla visura catastale deve però essere vagliata altrove e segnatamente in Conservatoria. Diversamente dal Catasto, quest'ultimo ufficio svolge appunto la funzione di rendere pubbliche le vicende che interessano la proprietà degli immobili. Da ciò discende un'efficacia dimostrativa maggiore - benché, come si dirà, non probatoria in modo assoluto - rispetto alla documentazione ottenuta dal Catasto.

La norma... _OMISSIS_ ...ento si trova nel codice civile, che all'art. 2643 elenca gli atti soggetti a trascrizione, tra i quali spiccano i contratti che trasferiscono la proprietà di beni immobili (n. 1). Ai sensi dell'art. 2645, poi, la trascrizione è prevista anche per gli atti che producono gli effetti degli atti di cui all'art. 2643, che hanno per lo più riguardo a diritti reali immobiliari. Inoltre, nello stesso ...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 25132 caratteri complessivi dell'articolo.

 Sono omessi dal presente articolo eventuali note ed altri contenuti reperibili nel prodotto

Acquista per soli 4,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo

Autore