Legislazione regionale in materia di procedure accelerate

Emilia Romagna: L.R. n. 37 del 19 dicembre 2002 - Art. 27




L’art. 27 LR 37/2002, nella sua versione originaria, conteneva disposizioni in ordine all’istituto dell’occupazione d’urgenza.

Tale disposizione, che è bene rimarcare, era antecedente all’introduzione dell’art. 22 bis ad opera del DLGS 302/2002 e che quindi interveniva in un sistema nazionale privo dell’istituto in esame, consentiva di disporre l’occupazione anticipata nei casi di particolare urgenza, esigendo nel contempo la determinazione dell’indennità provvisoria e la motivazione puntuale delle ragioni della suddetta particolare urgenza.

Tale disposizione è stata abrogata dalla LR 10/200... _OMISSIS_ ... del primo comma che dispone: «fino all’entrata in vigore del DPR327/2001 la dichiarazione di pubblica utilità delle opere comporta altresì l’indifferibilità e l’urgenza delle stesse, nei casi previsti dalla legislazione previgente».

La circolare regionale prot. n. 17565 del 22/08/2003 ad oggetto «Indicazioni in merito alla recente normativa regionale e statale in materia di espropriazioni per pubblica utilità», motiva tale abrogazione con il fatto che a seguito delle modifiche apportate al Testo unico con il DLGS 302/2002, è stata reintrodotta l’occupazione d’urgenza che trova pertanto la sua disciplina nel Testo unico (22 bis); conseguentemente «è apparso non più necessario disciplinare in mo... _OMISSIS_ ...le istituto».

In Emilia Romagna pertanto il ricorso all’istituto dell’occupazione d’urgenza potrà effettuarsi nei modi e termini di cui al DPR 327/2001, così come anche sarà possibile il ricorso alla procedura di cui all’art. 22 in base alla normativa ivi contenuta.




Valle D’Aosta: L.R. 2 luglio 2004 n. 11 – Art. 21




L’istituto dell’occupazione d’urgenza preordinata all’espropriazione di cui alla legge regionale in esame si discosta dalla disciplina nazionale per alcuni profili.

Per quanto riguarda i presupposti, le condizioni di ricorso alla procedura accelerata sono esplicitate nell’art. ... _OMISSIS_ ...tratta dell’ipotesi in cui l’avvio dei valori rivesta carattere di urgenza in relazione alla particolare natura delle opere. In particolare il decreto di cui al comma 1 può essere emanato, fermo restando la possibilità della Giunta Regionale di adottare « ulteriori modalità di applicazione»del medesimo articolo «in ordine alla specificazione del carattere di particolare urgenza previsto dal comma 1», oltre che nei casi coincidenti con la disciplina dettata a livello nazionale dall’art. 22 bis.2 lett. a) e b) ossia per gli interventi di cui alla L 443/2001 e quando il numero dei destinatari della procedura espropriativa sia superiore a 50, anche per la realizzazione di opere di urbanizzazioni primaria, di difesa del suolo e di r... _OMISSIS_ ...e acque pubbliche e nella realizzazione di opere relative a servizi a rete d’interesse pubblico in materia di telecomunicazioni, acque ed energia.

Deve inoltre essere tenuto presente che le deroghe al procedimento ordinario, conseguenti all’adozione del procedimento accelerato, vanno valutate in riferimento al sistema complessivo delineato dalla legge regionale. In particolare la deviazione consiste nell’omissione delle fasi di cui all’articolo 17 della stessa legge, consistenti nella quantificazione, da parte del responsabile del procedimento, delle somme ritenute congrue per la espropriazione da sottoporre in un momento successivo al dirigente o responsabile dell’ufficio per le espropriazioni per la determinazione della misura... _OMISSIS_ ...à provvisorie e nelle attività a ciò propedeutiche quali in particolare le operazioni di sopralluogo.

Da segnalare altresì i criteri di quantificazione dell’indennità di occupazione di cui all’art. 33 della LR 11/2004. richiamato dal citato art. 21. In particolare il criterio del dodicesimo dell’indennità di espropriazione annua (indipendentemente, come nel sistema nazionale, dal carattere edificabile e non edificabile del terreno) è criterio suppletivo cui si farà ricorso nel caso in cui non possa trovare applicazione, per mancanza di prova, il criterio principale, consistente nel mancato reddito ricavabile dal bene occupato.

Per quanto riguarda la procedura accelerata consistente nell’emanazione del decreto di... _OMISSIS_ ... contestuale determinazione dell’indennità, non trova applicazione in Valle d’Aosta la normativa nazionale (22) in quanto già la Legge Regionale 11/2004 contempla, quale procedura ordinaria, un procedimento fondato suola emanazione del decreto di esproprio con contestuale determinazione dell’indennità (art. 17 e segg.).

In materia di notifiche da segnalare l’art. 7 che consente l’utilizzo della raccomandata con avviso di ricevimento, salvo il provvedimento di espropriazione di cui è prescritta la notifica nelle forme degli atti processuali civili.

Relativamente infine alla notifica del decreto di esproprio e del decreto di occupazione la LR 11/2004 (art. 20 comma 5, art. 21 comma 4), riprendendo quanto disposto ... _OMISSIS_ ...1 (23.3) consente la notifica anche contestualmente alla sua esecuzione, circoscrivendo nel contempo le ipotesi in cui è possibile ricorrere a tale semplificazione. Detta procedura è percorribile, infatti, solo nei casi in cui sia presente il proprietario effettivo diverso da quello catastale che è stato destinatario delle comunicazioni e notificazioni e nei casi in cui l’interessato dichiari di non avere ricevuto l’avviso.




Lombardia: L.R. 8 febbraio 2005 n. 6 – Art. 5




Nei procedimenti di espropriazione per l’esecuzione nel territorio regionale di opere pubbliche o di pubblica utilità non espressamente attribuite alla competenza delle amministrazioni statali, oltre ai ca... _OMISSIS_ ...li artt. 22.2 e 22 bis.2 DPR 327/2001, il decreto ivi previsto può essere emanato, ai sensi dell’art. 5 LR 6/2005 senza particolari indagini e formalità, anche nei casi di realizzazione di opere di urbanizzazioni primaria, di difesa del suolo e di regimazione delle acque pubbliche, di realizzazione di opere afferenti impianti e servizi a rete d’interesse pubblico in materia di trasporti, telecomunicazioni, acque ed energia e distribuzione di combustibili e carburanti a basso impatto ambientale e infine di realizzazione di opere di edilizia sanitaria ampliative di opere già esistente o consistenti in nuove strutture.

Da sottolineare che la previsione da parte del legislatore regionale di ricorso alla procedura accelerata in relazione ad opere specif... _OMISSIS_ ...di prospettare un minor contenzioso in merito alla motivazione della sussistenza delle ragioni di urgenza, almeno nei casi specifici espressamente indicati dalla legge.




Toscana: L.R. 18 febbraio 2005 n. 30 - Art. 10




Anche la Regione Toscana interviene disciplinando le ipotesi in cui è consentito il ricorso alle procedure accelerate.

In particolare oltre ai casi previsti dall’articolo 22.2 ed art. 22 bis.2, del DPR 327/200...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 14848 caratteri complessivi dell'articolo.

 Sono omessi dal presente articolo eventuali note ed altri contenuti reperibili nel prodotto

Acquista per soli 5,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo