Determinazione e rideterminazione dell’indennità provvisoria

Elemento comune del decreto di esproprio (22) e del decreto di occupazione d’urgenza (22 bis) è la determinazione della indennità di espropriazione.

La determinazione provvisoria della indennità dovrà essere effettuata secondo i criteri di cui agli artt. 32 e segg. del DPR 327/2001. Le procedure accelerate non consentono, infatti, alcuna deviazione rispetto ai criteri di quantificazione ivi previsti.

La peculiarità della procedura in esame consiste semmai, come già in precedenza evidenziato, nella deroga all’iter procedimentale ordinario di determinazione della indennità, con particolare riferimento ai momenti di contraddittorio previsti dall’art. 20.1 e 20.2.

Ulteriore precisazione delle norme in esame è che ta... _OMISSIS_ ...ne deve essere effettuata «senza particolari indagini e formalità». La norma esonera l’Autorità procedente dall’effettuare operazioni, ricerche o approfondimenti per la quantificazione della indennità eccessivamente dispendiosi in termini di tempo, ad esempio mediante procedimenti di stima di tipo analitico ricostruttivo. In buona sostanza l’Amministrazione procedente è legittimata ad una stima meno “accurata” rispetto al procedimento ordinario.

Non va in ogni modo dimenticato che già l’Amministrazione ha redatto un piano particellare ai fini dell’approvazione del progetto definitivo, avvalendosi dello strumento di accesso ai fondi (15) e già un primo contraddittorio utile alla acquisizione di informazioni ... _OMISSIS_ ...tato attuato in sede di comunicazione dell’efficacia dell’atto con il quale è stata dichiarata la pubblica utilità (17.2), contraddittorio che, se ha comportato la produzione di perizie, ha costretto l’amministrazione a valutarle, in ossequio al carattere sostanziale, e non di vuoto simulacro, che deve caratterizzare il “giusto procedimento”.

Non si ritiene, infatti, che l’inciso in esame legittimi l’Autorità procedente ad omettere suddetta fase (TAR RC 73/2007).

A tale proposito va ribadito che l’omissione o il differimento di garanzie partecipative dei soggetti destinatari, non può che essere oggetto d’interpretazione restrittiva e come tale ricondotta alle sole ipotesi espressamente prev... _OMISSIS_ ...a.

E’ preferibile, dal punto di vista operativo, procedere ad una determinazione dell’indennità sufficientemente accurata, anche in considerazione delle possibili conseguenze negative per l’Amministrazione procedente derivanti da una mancata immediata conclusione bonaria, quali le spese dei tecnici eventualmente nominati (21.6).

Quel che è certo, comunque, è che l’indennità d’espropriazione dovrà essere determinata e tale quantificazione dovrà essere parte indefettibile del contenuto nel provvedimento in esame. Va al riguardo posto l’accento sul fatto che la mancanza della determinazione dell’indennità da offrire in via provvisoria e della relativa copertura finanziaria è causa di illegittimità del provv... _OMISSIS_ ...er espressa prescrizione normativa, non può limitarsi a disporre l’espropriazione dei beni (22.1, 22.2, 23.1 lett. e) o l’occupazione d’urgenza (22 bis.1, 22 bis.2) (TAR PA 1336/2007, CGA 540/2006).

Sia l’articolo 22 che l’articolo 22 bis consentono l’immissione in possesso solamente in esecuzione di un provvedimento, di esproprio o di occupazione, che poggia sulla determinazione dell’indennità provvisoria.

A questo proposito l’articolo 22 precisa che «il decreto di esproprio può essere emanato ed eseguito in base alla determinazione urgente della indennità di espropriazione, senza particolari indagini o formalità. Nel decreto si dà atto della determinazione urgente dell’indennità e si ... _OMISSIS_ ...ietario, nei trenta giorni successivi alla immissione in possesso, a comunicare se la condivide».

La particolare formulazione letterale della disposizione ha indotto la diffusione dell’opinione che in un unico atto vada determinata l’indennità e poi di seguito disposta l’espropriazione, anche se, in ultima analisi, non appare essenziale la contestualità, potendo anche concepirsi due provvedimenti separati notificati contemporaneamente, purché risulti chiaro che il decreto di esproprio poggia sulla precedente determinazione dell’indennità, di cui dà atto.

Quanto alla reiterata esplicita precisazione normativa dell’urgenza che dovrebbe caratterizzare la determinazione dell’indennità, stride con la possibil... _OMISSIS_ ...e all’articolo 22 non perché sussista l’urgenza, ma per il configurarsi di uno dei due altri presupposti generalmente considerati alternativi e autosufficienti (opera ex legge obiettivo, più di cinquanta destinatari).

L’articolo 22 bis al primo comma si esprime in maniera diversa, in quanto il decreto di occupazione «può essere emanato, senza particolari indagini e formalità, decreto motivato che determina in via provvisoria l’indennità di espropriazione, e che dispone anche l’occupazione anticipata dei beni immobili necessari. Il decreto contiene l’elenco dei beni da espropriare e dei relativi proprietari, indica i beni da occupare e determina l’indennità da offrire in via provvisoria».

Qui ... _OMISSIS_ ...o all’articolo 22 – viene meno il riferimento all’urgenza della determinazione dell’indennità (e ciò è paradossale, dal momento che in questo primo comma il decreto di occupazione è caratterizzato da una “particolare” e maggiore urgenza rispetto all’art. 22), urgenza della determinazione dell’indennità che ricompare invece proprio dove non ce ne sarebbe bisogno, al secondo comma (« il decreto di cui al comma 1, può altresì essere emanato ed eseguito in base alla determinazione urgente della indennità di espropriazione senza particolari indagini o formalità »), laddove si individuano le altre due ipotesi di emanazione del decreto di occupazione che – secondo l’opinione (al momento) prevalente ... _OMISSIS_ ...a che vedere con l’urgenza (opera ex legge obiettivo, più di cinquanta destinatari).

Il provvedimento di occupazione e di determinazione dell’indennità provvisoria è invece indiscutibilmente unico: si tratta innanzitutto di un decreto motivato di determinazione dell’indennità, il quale dispone anche l’occupazione: esso individua le aree da occupare, e determina contestualmente l’indennità provvisoria.

Una rilevante differenza tra l’articolo 22 e l’articolo 22 bis si registra a proposito della fase successiva alla notifica dell’indennità.

Infatti mentre l’articolo 22 prevede che il proprietario possa accettare la determinazione, chiedere la nomina dei tecnici, o non inviare alcu... _OMISSIS_ ... qual caso la pratica viene inviata alla commissione provinciale), l’articolo 22 bis consente espressamente al proprietario di «presentare osservazioni scritte e depositare documenti».

Ora, o l’amministrazione che riceve la documentazione fa da passacarte, trasmettendola alla commissione, o la valuta per “rideterminare&...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 14806 caratteri complessivi dell'articolo.

 Sono omessi dal presente articolo eventuali note ed altri contenuti reperibili nel prodotto

Acquista per soli 5,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo