Presupposti per l'applicazione della disciplina ex art. 2051 c.c. ai danni causati dal demanio stradale

DEMANIO E PATRIMONIO - STRADE - RESPONSABILITÀ CIVILE - ART. 2051 - PRESUPPOSTI

Alla P.A. non è si applica la disciplina normativa dettata dall'art. 2051 c.c. allorquando sul bene di sua proprietà non è possibile un continuo, efficace controllo, idoneo ad impedire l'insorgenza di cause di pericolo per gli utenti.

Il fattore decisivo per l'applicabilità della disciplina ex art. 2051 c.c. ai danni causati da beni demaniali deve individuarsi nella possibilità o meno di esercitare un potere di controllo e di vigilanza sui beni stessi.

L'impossibilità di esercitare un potere di controllo e di vigilanza sui beni demaniali, tale da escludere l'applicabilità dell'art. 2051 c.c., non può ricollegarsi puramente e semplicemente alla notevole... _OMISSIS_ ... bene e all'uso generale e diretto da parte dei terzi, considerati meri indici di tale impossibilità.

La possibilità in concreto della custodia ai fini dell'applicabilità dell'art. 2051 c.c. deve essere indagata non soltanto con riguardo all'estensione della strada, ma anche alle sue caratteristiche, alla posizione, alle dotazioni, ai sistemi di assistenza che lo connotano, agli strumenti che il progresso tecnologico appresta.

La presunzione di responsabilità per il danno cagionato dalle cose che si hanno in custodia, stabilita dall'art. 2051 c.c., è applicabile nei confronti dei Comuni, quali proprietari delle strade del demanio comunale, pur se tali beni siano oggetto di un uso generale e diretto da parte dei cittadini, qualora la loro estensi... _OMISSIS_ ... consentire l'esercizio di un continuo ed efficace controllo che sia idoneo ad impedire l'insorgenza di cause di pericolo per i terzi.

La presunzione di responsabilità per danni da cosa in custodia, di cui all'art. 2051 c.c., non si applica agli enti pubblici per danni subiti dagli utenti di beni demaniali ogni qual volta sul bene demaniale, per le sue caratteristiche, non risulti possibile esercitare la custodia, intesa quale potere di fatto sulla stessa.

Ai fini dell'applicabilità dell'art. 2051 c.c., l'estensione del bene demaniale e l'utilizzazione generale e diretta dello stesso da parte di terzi assumono soltanto la funzione di circostanze sintomatiche dell'impossibilità della custodia.

Ai fini dell'applicabilità dell'art. 2... _OMISSIS_ ...stradale, la ricorrenza della custodia dev'essere esaminata non soltanto con riguardo all'estensione della strada, ma anche alle sue caratteristiche, alla posizione, alle dotazioni, ai sistemi di assistenza che li connotano ed agli strumenti che il progresso tecnologico appresta, in quanto tali caratteristiche assumono rilievo condizionante anche delle aspettative degli utenti.

E' l'esistenza o meno del potere di controllo e di vigilanza sul bene, la cui sussistenza in concreto deve essere oggetto di indagine mirata, caso per caso, da parte del giudice del merito, a costituire il discrimine per l'applicabilità dell'art. 2051 c.c. e non già la natura demaniale del bene medesimo.

La presunzione di responsabilità per il danno cagionato dalle cose c... _OMISSIS_ ...custodia, stabilita dall'art. 2051 c.c., è applicabile nei confronti dei comuni, quali proprietari delle strade del demanio comunale, qualora la loro estensione sia tale da consentire l'esercizio di un continuo ed efficace controllo che sia idoneo ad impedire l'insorgenza di cause di pericolo per i terzi, salvo ricorso del caso fortuito.

La responsabilità per i danni cagionati da cose in custodia ex art. 2051 c.c. ha carattere oggettivo e perché possa configurarsi in concreto è sufficiente che sussista il nesso causale tra il bene e il danno arrecato.

Se il danno cagionato dalla strada è stato determinato da cause intrinseche alla cosa, come il vizio costruttivo o manutentivo, l'amministrazione ne risponde ai sensi dell'art. 2051 c.c.

... _OMISSIS_ ...enza o meno del potere di controllo e di vigilanza sul bene - la cui sussistenza in concreto deve essere oggetto di indagine mirata, caso per caso, da parte del giudice del merito - a costituire il discrimine per l'applicabilità dell'art. 2051 c.c. e non già la natura demaniale del bene medesimo.

La responsabilità per i danni cagionati da cose in custodia ex art. 2051 c.c. ha carattere oggettivo e perché possa configurarsi in concreto è sufficiente che sussista il nesso causale tra il bene e il danno arrecato.

L'appartenenza del bene al demanio o al patrimonio della pubblica amministrazione e il suo uso diretto da parte di un rilevantissimo numero di utenti sono solo indici sintomatici dell'impossibilità di evitare l'insorgenza di situazioni di ... _OMISSIS_ ...bene, ma non la attestano in modo automatico, sicché l'art. 2051 c.c. trova applicazione ogniqualvolta nel caso concreto non sia ravvisabile l'oggettiva impossibilità di un esercizio del potere di controllo dell'ente sul bene in custodia, determinata appunto dal suo uso generale da parte dei terzi e dalla sua notevole estensione.

La responsabilità da insidia o trabocchetto stradale è configurabile a condizione che venga provata dal danneggiato l'esistenza di una situazione insidiosa caratterizzata dal doppio e concorrente requisito della non visibilità oggettiva del pericolo e della non prevedibilità subiettiva del pericolo stesso.

E' invocabile l'art. 2051 c.c. nei confronti della pubblica amministrazione in tutti i casi in cui l'ente proprieta... _OMISSIS_ ...etamente la possibilità di custodia e vigilanza del bene, possibilità di per sé non esclusa dall'estensione e dall'uso dello stesso da parte della collettività, la cui valutazione, dunque, deve essere fatta caso per caso.

La responsabilità della PA per insidia stradale è subordinata al doppio e concorrente requisito della non visibilità oggettiva del pericolo e della non prevedibilità subiettiva del pericolo stesso.

Sussistono i presupposti per l'applicazione dell'art. 2051 c.c. nel caso di strada che si trova in zona centrale dell'abitato, che assume una funzione di diretto e importante collegamento tra due zone centrali della città e che è utilizzata assai di frequente.

L'art. 2051 c.c. è applicabile alle strade demaniali se, te... _OMISSIS_ ...'estensione territoriale del bene demaniale e delle modalità e dell'ampiezza della sua utilizzazione da parte del pubblico, sia effettivamente possibile esercitare un controllo sul bene medesimo, idoneo ad impedire l'insorgere di cause di pericolo per gli utenti.

In ordine all'applicabilità dell'art. 2051 c.c. ai beni demaniali, va considerato che i criteri di imputazione della responsabilità debbono tener conto della peculiare natura e funzione dei beni stessi, in quanto, rispetto al custode di beni privati, il soggetto che custodisce beni demaniali destinati all'uso pubblico è esposto a fattori di rischio potenzialmente indeterminati a causa dei comportamenti più o meno corretti ed avveduti degli innumerevoli utilizzatori, che egli non può escludere dall'uso... _OMISSIS_ ...cui solo entro certi limiti può sorvegliare le azioni.

La delimitazione della responsabilità ex art. 2051 c.c. del custode dei beni demaniali dipende: a) dall'estensione territoriale del bene: b) dalle concrete possibilità di vigilanza sul bene e sul comportamento degli utenti; c) dal fatto che il danno scaturisca, non da fattori di rischio intrinseci al bene, conosciuti, cono...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 56146 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 8,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo
Nuovo

L’articolo sopra riportato è composto da contenuti tratti da questo prodotto (in formato PDF) acquistabile e scaricabile con pochi click. Attenzione: ove l'articolo contenga NOTE, per motivi tecnici esse NON sono riportate nell'articolo stesso ma solamente nel prodotto da cui esso è tratto. Pertanto se si pensa di avere necessità di un testo completo di note, si invita a comprare direttamente il prodotto. Si ricorda comunque che in caso di acquisto successivo del prodotto, dal costo dello stesso verrà scontato il costo già sostenuto per l'articolo.

pdf 2368 pagine in formato A4

40,00 €