Il sistema di regole che disciplinano il regime giuridico dei beni demaniali e patrimoniali pubblici

I beni demaniali: definizione e disciplina.


Ai sensi dell’art. 823, comma 1 c.c., i beni appartenenti al demanio pubblico sono per definizione “inalienabili e non possono formare oggetto a favore di terzi, se non nei modi e nei limiti stabiliti dalle leggi che li riguardano”.



Ciò comporta che per qualità e caratteri intrinseci i beni demaniali non possono che essere inalienabili, inusucapibili ed imprescrittibili proprio in funzione del soddisfacimento dell’interesse superiore a cui sono protesi.


L’incommerciabilità che ne deriva e la mancanza di potere di acquisto secondo i modi conosciuti dal sistema ordinamentale, originario o a titolo derivativo, determinano nell... _OMISSIS_ ...sione”, di cui si parlerà in seguito, l’unica possibilità di riconoscere diritti a favore di terzi su tali beni.


La rigorosa tesi appena illustrata radica il convincimento che qualsiasi disposizione contraria all’indisponibilità del bene demaniale, diversa dalla mera concessione, è da considerarsi ex se nulla in ossequio all’art. 1418, comma 1 cod. civ in cui si afferma l’invalidità di un contratto per impossibilità dell’oggetto.


Il divieto (non proprio) assoluto di intoccabilità dei beni demaniali, più forte di qualsiasi altro principio espresso in tema di proprietà privata, denota anche l’impossibilità per un altro soggetto, pubblico o privato, pur dotato della potestà coattiva tipi... _OMISSIS_ ...ndividuata disposizione di legge, di potere espropriare un bene demaniale.


L’affermazione enunciata però abbisogna di una dovuta correzione alla luce della lex specialis dedicata dal legislatore nel d.P.R. n. 327/2001 (meglio conosciuto come T.U.Es.) sull’espropriazione pubblica o di pubblica utilità.


Ricordiamo che la procedura espropriativa è il metodo di natura impositiva con cui si acquisisce il diritto reale, assoluto o relativo, su un bene, traslandolo da un patrimonio privato a quello pubblico, in presenza di un superiore interesse pubblico, ossia per la realizzazione di un’opera al servizio della collettività.


Orbene, per quello che qui ci riguarda, l’art. 4 del T.U.Es. pr... _OMISSIS_ ...pportunità di espropriare un bene demaniale se questi sia stato preventivamente “spogliato” della sua veste impenetrabile di “ruolo pubblico” attraverso un’operazione amministrativa definita “sdemanializzazione”, la quale però non è sempre possibile.


La ratio sottesa alla normativa suddetta basa la sua fondatezza sui principi di equilibrio degli interessi contrapposti e sulla prevalenza di quello rappresentato dalla procedura coattiva di acquisizione del bene (espropriazione di pubblica utilità), più segnatamente, insito nell’opera da realizzare.


L’art. 829 c.c. detta le condizioni per un passaggio diretto di un bene dal demanio al patrimonio dello Stato.
Il passagg... _OMISSIS_ ...lificato può però avvenire sulla base di un atto amministrativo dell’organo che riveste nella fattispecie qualificata la competenza di legge, tale atto altresì sarà soggetto alla pubblicità prevista attraverso l’uso della Gazzetta Ufficiale.


Nei casi in cui il suddetto passaggio avvenga per beni di appartenenza ad un Ente che sia diverso dallo Stato, come Province e Comuni, il provvedimento dovrà essere pubblicato secondo le forme previste dai regolamenti interni.


I beni patrimoniali: differenze.

La differenza tra bene demaniale e bene patrimoniale pubblico è assolutamente sottile ed è contraddistinta non solo da una distinzione tra gli alvei normativi che li descrivono, come si è già detto i p... _OMISSIS_ ...iti nell’art. 822 c.c., mentre i secondi per esclusione nell’art. 826 c.c., piuttosto anche da una destinazione funzionale al pubblico servizio.


Ne deriva che la mancata inclusione secondo il criterio tipologico e l’assenza di un collegamento diretto con la destinazione predefinita, sussistendo soltanto la mera titolarità pubblica comporta che il bene appartenga alla seconda delle categorie astrattamente determinate di “patrimonio disponibile”.


La suddetta categoria, quindi, assume una definizione di carattere puramente descrittivo, essendo conformemente assimilata a quella dei beni appartenenti a soggetti privati.


L’ovvio corollario che ne discende è che se i beni patrim... _OMISSIS_ ...ibili sono assoggettati alla stessa disciplina dei beni demaniali, quelli afferenti all’ultima specie citata diversamente vengono sottoposti ad un regime sostanzialmente privatistico.


I beni patrimoniali indisponibili, pertanto, pur avendo carattere residuale, anche se oggigiorno la fonte codicistica non è più sufficiente alla loro individuazione, “godono” dello stesso trattamento “rafforzato” di tutela sia amministrativa, sia giurisdizionale, mentre quelli disponibili al contrario sono perfettamente commerciabili, alienabili, usucapibili e pignorabili, ma, soprattutto possono essere dati in godimenti a terzi secondo gli istituti privatistici della locazione o del comodato.


L’assenza del vin... _OMISSIS_ ...zione comporta una generale capacità di agire della P.A. che dovrà attenersi soltanto al principio di libertà contrattuale, gli atti posti in essere non saranno condizionati da alcuna regola tipica della potestà pubblica, ma saranno orientati esclusivamente dai precetti dell’autonomia privata.


Bisogna tuttavia ricordare che affinché un bene non appartenente alla sfera del demanio, necessario o artificiale, possa essere classificato nel patrimonio indisponibile occorre un duplice presupposto che la giurisprudenza definisce di ordine soggettivo e oggettivo.


In tal senso sarà necessario un provvedimento formale amministrativo mediante il quale la P.A. espliciti la sua volontà di destinare quel dato bene ad un servizio di pubb... _OMISSIS_ ...egue ovviamente la destinazione ad una pubblica utilità che completa il quadro d’insieme con l’oggetto o scopo precipuo dei beni pubblici demaniali.


Non par dubbio che sia l’uno che l’altro debbano essere concomitanti e, soprattutto, il secondo debba trovare corrispondenza nell’attualità della condizione.


La destinazione vincolata e la sua necessaria attribuzione formale è intesa come espressione della causa di strumentalità tra il bene e la funzione istituzionale che l’Apparato pubblico si prefigura di conseguire.


A ciò si deve aggiungere che la piena conformità ai requisiti richiesti comporta ogni forma di autotutela che la P.A. può esercitare per la protezione della... _OMISSIS_ ...roprio patrimonio, riportata con tanta attenzione dal legislatore all’art. 823, comma 2 c.c.

.
Il comma 3 dell’art. 826 c.c. è contemplato frequentemente nel comprensorio delle pronunce giudiziarie, sia di legittimità che dell’A.G.O., in quanto proprio il caso ivi trattato ha postulato con maggiore attenzione l’enunciato che si è sviluppato in materia ed ha posto l’o...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 12847 caratteri complessivi dell'articolo.

 Sono omessi dal presente articolo eventuali note ed altri contenuti reperibili nel prodotto

Acquista per soli 2,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo