Natura giuridica e disciplina di legge applicabile alle convenzioni urbanistiche

PIANIFICAZIONE --> PIANI URBANISTICI ATTUATIVI --> CONVENZIONE URBANISTICA --> NATURA E DISCIPLINA APPLICABILE

Le cc.dd. convenzioni urbanistiche rientrano nel più ampio genus degli accordi sostitutivi di cui all’art. 11 della legge n. 241/1990.

All’art. 29 della legge n. 241/1990 le disposizioni dell’art. 11 della legge n. 241/1990 rientrano tra quelle di cui al comma 1 (ossia tra quelle che “si applicano a tutte le amministrazioni pubbliche”, ivi comprese le Regioni a statuto speciale e le Province autonome di Trento e di Bolzano), al pari di quelle inserite nel capo IV-bis della legge n. 241/1990, recante la disciplina dell’efficacia e dell’invalidità del provvedimento amministrativo. Questa ... _OMISSIS_ ...lle disposizioni dell’art. 11 della legge n. 241/1990 sta ad indicare che le disposizioni stesse (e, in particolare, quella del comma 1 del medesimo art. 11, ove si afferma che gli accordi sono conclusi “in ogni caso nel perseguimento del pubblico interesse”, quella del successivo comma 2, ove si afferma che gli accordi “debbono essere stipulati, a pena di nullità, per atto scritto”, e quella del comma 4, ove si afferma che l’amministrazione per sopravvenuti motivi di pubblico interesse può recedere unilateralmente dall’accordo, “salvo l’obbligo di provvedere alla liquidazione di un indennizzo in relazione agli eventuali pregiudizi verificatisi in danno del privato”) non si limitano a fissare livelli essenziali dell... _OMISSIS_ ...ma richiedono piuttosto un’uniforme ed omogenea applicazione su tutto il territorio nazionale, perché attengono all’efficacia e all’invalidità del dell’accordo amministrativo, al pari di quelle inserite nel capo IV-bis della legge n. 241/1990.

Pur essendo innegabile (nella specie alla luce dell’art. 49, comma 6, della legge provinciale di Trento n. 15/2015, ove è prevista la convenzione che deve essere stipulata tra il Comune ed i proprietari interessati dal piano attuativo) il ruolo che la c.d. urbanistica consensuale ha assunto nell’ambito della dinamica dell’esercizio del potere finalizzato all’adozione del piano di lottizzazione, la prevalente natura pubblicistica del piano attuativa è tuttavia confermata dal... _OMISSIS_ ... delle c.d. convenzioni urbanistiche agli accordi sostitutivi di provvedimenti di cui all’art. 11 della legge n. 241/1990 e dal fatto che, secondo la unanime giurisprudenza della Corte costituzionale, delle Sezioni unite della Corte di cassazione e dell’Adunanza plenaria del Consiglio di Stato, tali accordi non possono essere qualificati come strumenti di matrice civilistica.

La funzione della convenzione urbanistica non è di integrare la disciplina urbanistica, per sé completa e definitiva, ma di definire nel dettaglio gli impegni delle parti, e principalmente dei privati, in vista del conseguimento dell’equilibrio nello scambio di utilità.

Alla “convenzione” che accede al p.d.l. non può essere riconosciuta alcuna ... _OMISSIS_ ...ne di atto di disciplina urbanistica del territorio, ma esclusivamente quella di atto negoziale avente ad oggetto il complesso delle obbligazioni discendenti dall’approvazione dell’atto di pianificazione cui accede. Conseguentemente, ad essa può riconoscersi esclusivamente natura accessoria e funzionale all’attuazione delle previsioni urbanistiche dettate dallo strumento attuativo. Ne deriva che i termini di efficacia del piano di lottizzazione sono modulabili solo nel limite massimo decennale previsto dalla legge, di talché, decorso infruttuosamente tale termine, lo strumento attuativo perde automaticamente efficacia.

La convenzione di lottizzazione ha natura di accordo di diritto pubblico che, secondo lo schema delineato sin dalle leggi n. ... _OMISSIS_ ...765/1967, diventa il vero strumentario per la pianificazione di dettaglio degli interventi a carattere residenziale su aree non ancora urbanizzate.

Alle convenzioni urbanistiche, in quanto sostitutive di provvedimenti amministrativi, come previsto all'art. 11, comma 2, l. 7 agosto 1990 n. 241, si applicano i principi civilistici in materia di obbligazioni e contratti, per aspetti non incompatibili con la generale disciplina pubblicistica.

Quanto alla natura giuridica della convenzione di lottizzazione, essa non è un contratto sic et simpliciter di diritto privato, ma un accordo integrativo di provvedimento, che presuppone pur sempre un formale atto amministrativo con cui il Comune, nell’esercizio della propria potestà di conformazione del ... _OMISSIS_ ...rova il piano attuativo di iniziativa privata, e che deve essere a sua volta rispettoso delle prescrizioni discendenti dalla strumentazione urbanistica generale e dalla normativa primaria.

Le convenzioni urbanistiche sono unanimemente inquadrate nel novero degli accordi tra privati e amministrazione, ai sensi dell’articolo 11 della legge n. 241 del 1990.

La natura impositiva e non negoziale della "convenzione urbanistica" la cui essenza giuridica, al di là della sua definizione formale che richiama caratteri contrattuali, è assimilabile a quella di un onere quale prestazione avente le caratteristiche di obbligatorietà tipiche della nozione di "prestazione patrimoniale imposta", con la conseguenza che tali cessioni devon... _OMISSIS_ ...stazioni patrimoniali aventi titolo in atto autoritativo.

L'atto con il quale l'originario proprietario dei terreni edificabili, in adempimento dell'obbligazione assunta con la convenzione urbanistica, cede gratuitamente al Comune la proprietà delle aree destinate all'urbanizzazione non si può considerare come un autonomo atto di liberalità, ma come adempimento dell'obbligazione già assunta nella vendita del terreno ed accettata preventivamente dall'ente con la stipula della convenzione, e quindi costo successivo "inerente", ossia necessario per la realizzazione della lottizzazione.

Il principio della natura reale delle obbligazioni derivanti dalle convenzioni urbanistiche, funzionalizzate non solo alla realizzazione di interessi priva... _OMISSIS_ ...to all’interesse pubblico al corretto assetto del territorio, può essere riferito anche alla specifica obbligazione di cessione gratuita delle aree prevista nella convenzione contestata nel presente giudizio, in quanto le clausole delle convenzioni urbanistiche devono essere interpretate in relazione allo scopo delle convenzioni stesse, di garantire che all’edificazione del territorio corrisponda non solo l'approvvigionamento delle dotazioni minime di infrastrutture pubbliche, ma anche il suo equilibrato inserimento in rapporto al contesto di zona che, nell'insieme, garantiscano la normale qualità del vivere in un aggregato urbano discrezionalmente, e razionalmente, individuato dall'autorità preposta alla gestione del territorio.

La convenzione di ... _OMISSIS_ ... inquadrabile negli accordi sostitutivi di provvedimento di cui all’art. 11 della legge n. 241 del 1990 che, inserendosi nell’alveo dell’esercizio di un potere, ne mutuano le caratteristiche e la natura, salva l’applicazione dei principi civilistici in materia di obbligazione e contratti per aspetti non incompatibili con la generale disciplina pubblicistica.

La convenzione urbanistica, stipulata tra un Comune e un privato costruttore, con la quale questi, al fine di conseguire il rilascio di una concessione o di una licenza edilizia, si obblighi ad un "facere&q...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 25909 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 4,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo