Presupposti del procedimento semplificato di variante per insediamenti produttivi ex art. 8 del D.P.R. n. 160/2010

PIANIFICAZIONE --> VARIANTE URBANISTICA --> INSEDIAMENTI PRODUTTIVI --> PRESUPPOSTI

Il procedimento semplificato di variante ex art. 8 del D.P.R. n. 160/2010, consiste in un procedimento che ha carattere eccezionale e derogatorio e non può essere surrettiziamente trasformato in una modalità ordinaria di variazione dello strumento urbanistico generale. Pertanto, perché a tale procedura possa legittimamente farsi luogo, occorre che siano preventivamente accertati in modo oggettivo e rigoroso i presupposti di fatto richiesti dalla norma, e quindi anche l'assenza nello strumento urbanistico di aree destinate ad insediamenti produttivi ovvero l'insufficienza di queste, laddove per insufficienza deve intendersi, in costanza degli standard previsti, una supe... _OMISSIS_ ...rua (e, quindi, insufficiente) in ordine all'insediamento da realizzare.

Il procedimento semplificato di variante urbanistica per insediamenti produttivi ex art. 8 del d.P.R. n. 160 del 2010 ha carattere eccezionale e derogatorio e non può essere surrettiziamente trasformato in una modalità “ordinaria” di variazione dello strumento urbanistico generale; pertanto, perché a tale procedura possa legittimamente farsi luogo, occorre che siano preventivamente accertati in modo oggettivo e rigoroso i presupposti di fatto richiesti dalla norma, e quindi anche l'assenza nello strumento urbanistico di aree destinate ad insediamenti produttivi ovvero l'insufficienza di queste, laddove per “insufficienza” deve intendersi, in costanza degli standard... _OMISSIS_ ...superficie non congrua (e, quindi, insufficiente) in ordine all'insediamento da realizzare.

È imprescindibile per l'avvio del procedimento di variante urbanistica per insediamenti produttivi previsto dall'art. 8 del D.P.R. n. 160/2010 il presupposto dell'impossibilità di reperire aree idonee all'iniziativa produttiva, con la conseguenza che qualora risultino disponibili nel P.R.G. altre aree con destinazione idonea per l’allocazione dell'intervento produttivo vengono meno le esigenze promozionali alla base della disciplina derogatoria, in quanto il detto procedimento ha natura eccezionale e non costituisce in alcun modo strumento ordinario di modifica dell'assetto urbanistico, azionabile in base alle soggettive preferenze e convenienze dell'imprenditore.... _OMISSIS_ ... la decisione in ordine alla convocazione della conferenza di servizi ai sensi dell'art. 5 del d.P.R. 20.10.1998 n. 447 impone all’Amministrazione di valutare ex ante, in una fase originaria, effettuando un’istruttoria appropriata, se sussistano o meno, secondo lo strumento urbanistico, aree destinate all'insediamento di impianti produttivi ovvero se queste, ove presenti, debbano ritenersi insufficienti in relazione al progetto presentato.

Considerato il carattere eccezionale e derogatorio della procedura relativa alla variante urbanistica semplificata, disciplinata dall' art. 5, d.P.R. 20 ottobre 1998, n. 447, la quale non può essere surrettiziamente trasformata in una modalità "ordinaria" di variazione dello strumento urbanistico genera... _OMISSIS_ ...le procedura possa legittimamente farsi luogo occorre che siano preventivamente accertati in modo oggettivo e rigoroso i presupposti di fatto richiesti dalla norma e, quindi, anche l'assenza nello strumento urbanistico di aree destinate ad insediamenti produttivi ovvero l'insufficienza di queste, laddove per "insufficienza" deve intendersi, in costanza degli standard previsti, una superficie non congrua (e, quindi, insufficiente) in ordine all'insediamento da realizzare.

Ai fini dell'art. 5, d.P.R. 20 ottobre 1998, n. 447, per “insufficienza” deve intendersi, in costanza degli standard previsti, una superficie non congrua (e, quindi, insufficiente) in ordine all'insediamento da realizzare, quale concetto che pertanto non sfugge ad una esa... _OMISSIS_ ...e dimensionale.

Anche gli interventi in variante del PRG ai sensi dell'art. 5, comma 1, del d.P.R. n. 447/1998 (ora art. 8 del d.P.R. n. 160/2010) devono rispettare la disciplina (a monte) regionale e paesaggistica (nella specie ostativa alla realizzazione di nuovi insediamenti in zona agricola).

L'art. 5, D.P.R. 20 ottobre 1998, n. 447 prevede una procedura semplificata per la variazione di strumenti urbanistici preordinati all'autorizzazione di insediamenti produttivi contrastanti con il vigente strumento urbanistico, allorché il progetto sia conforme alle norme in materia ambientale, sanitaria e di sicurezza sul lavoro e lo strumento urbanistico non individui aree destinate all'insediamento di impianti produttivi ovvero questi siano insuffici... _OMISSIS_ ...l progetto presentato.

Affinché la procedura di cui all’art. 5 del d.P.R. n. 447 del 1998 possa legittimamente farsi luogo, occorre che siano preventivamente accertati in modo oggettivo e rigoroso i presupposti di fatto richiesti dalla norma, e quindi l’assenza nello strumento urbanistico di aree destinate ad insediamenti produttivi, ovvero l’insufficienza di queste, laddove per “insufficienza” deve intendersi, in costanza degli standard previsti, una superficie non congrua (e, quindi, insufficiente) in ordine all’insediamento da realizzare.

L'art. 5 del D.P.R. 20 ottobre 1998 n. 447 prevede una procedura semplificata per la variazione di strumenti urbanistici preordinati all'autorizzazione di insediamenti pro... _OMISSIS_ ...tanti con il vigente strumento urbanistico, allorché il progetto sia conforme alle norme in materia ambientale, sanitaria e di sicurezza sul lavoro e lo strumento urbanistico non individui aree destinate all'insediamento di impianti produttivi ovvero questi siano insufficienti rispetto al progetto presentato.

Perché si possa legittimamente applicare la procedura di cui all'art. 5 del d.P.R. n. 447/1998, occorre che siano preventivamente accertati in modo oggettivo e rigoroso i presupposti di fatto richiesti dalla norma, e quindi anche l’assenza nello strumento urbanistico di aree destinate ad insediamenti produttivi ovvero l’insufficienza di queste, laddove per “insufficienza” deve intendersi, in costanza degli standard previsti, una su... _OMISSIS_ ...ngrua (e, quindi, insufficiente) in ordine all’insediamento da realizzare.

Se è vero che il concetto di sufficienza o insufficienza delle aree esistenti, ai fini dell'art. 5, d.P.R. nr. 447/1998, va verificato “in relazione al progetto presentato” (il che certamente significa che esiste un margine di flessibilità e adattabilità di quest’ultimo per inserirlo nel contesto risultante dallo strumento urbanistico) resta fermo, però, che il parametro di riferimento è costituito dallo strumento vigente, il quale non può essere esso oggetto di modifiche per adeguarlo alle esigenze del proponente.

A fronte di un insediamento commerciale e non produttivo è evidente che il presupposto fattuale costituito dalla assenza o insufficienz... _OMISSIS_ ...to urbanistico di aree a destinazione specifica e coerente con il progetto va inteso nel senso della necessità di verificare preventivamente la disponibilità non soltanto di aree stricto sensu destinate a insediamenti produttivi (zone D), ma anche di aree con destinazione commerciale, anche se non in via esclusiva, quali certamente sono le aree con destinazione a zona C di espansione.

La procedura semplificata di variante urbanistica di cui all’art. 5 del D.P.R. n. 447/1998, in quanto diretta a consentire una deroga alla disciplina urbanistica dell’area di riferimento, costituisce di per sé ...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 21694 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 6,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo