Lavori ed atti vietati in modo assoluto nella fascia di rispetto delle acque pubbliche, loro alvei, sponde e difese

VINCOLI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI E LEGALI --> FASCE DI RISPETTO --> TIPOLOGIE --> CORSI D'ACQUA

I divieti di edificazione stabiliti dall'art. 96 del regio decreto n. 523/1904, in materia di distanze delle costruzioni dagli argini, hanno carattere assoluto e inderogabile e sono informati alla ragione pubblicistica di salvaguardare non solo la possibilità di sfruttamento delle acque demaniali, ma anche - e soprattutto - il libero deflusso delle acque scorrenti nei fiumi, torrenti, canali e scolatoi pubblici.

L’obiettivo di salvaguardare la possibilità di sfruttamento delle acque demaniali ed il libero deflusso delle acque scorrenti nei fiumi, torrenti, canali e scolatoi pubblici, perseguito dall'art. 96 del regio ... _OMISSIS_ ...1904, può essere messo a rischio anche da strutture temporanee, amovibili, di dimensioni modeste e prive di rilevanza urbanistica.

L'art. 96 del T.U. sulle opere idrauliche di cui al R.D. 25 luglio 1904, n. 523 contiene un'elencazione di lavori ed atti vietati in modo assoluto sulle acque pubbliche, loro alvei, sponde e difese. Nello specifico, la lett. f) vieta: le piantagioni di alberi e siepi, le fabbriche, gli scavi e lo smovimento del terreno a distanza dal piede degli argini e loro accessori da fiumi, torrenti e canali navigabili, minore di quella stabilita dalle discipline vigenti nelle diverse località, ed in mancanza di tali discipline, a distanza minore di metri quattro per le piantagioni e smovimento del terreno e di metri dieci per le fabbriche e p... _OMISSIS_ ...l divieto di edificazione ha carattere assoluto e riguarda in genere tutte le acque pubbliche, ed è informato alla ragione pubblicistica di assicurare, oltre che alla possibilità di sfruttamento delle acque demaniali, anche (e soprattutto) il libero deflusso delle acque di fiumi, torrenti, canali e scolatoi pubblici.

Il R.D. 25 luglio 1904, n. 523, art. 96, lett. f), per come è formulato, è indubbiamente una norma intesa a conferire prevalenza, in materia di distanza dagli argini, alla normativa locale, svolgendo, pertanto, una funzione sussidiaria, nel senso che essa è destinata ad operare solo laddove siffatta disciplina manchi.

In materia di distanza dagli argini, la normativa locale, anche espressa mediante l'utilizzo di uno strumento urbani... _OMISSIS_ ...alere sulla norma generale di cui al R.D. 25 luglio 1904, n. 523, art. 96, lett. f), deve avere carattere specifico, ossia essere una normativa espressamente dedicata alla regolamentazione della tutela delle acque e alla distanza dagli argini delle costruzioni, che tenga esplicitamente conto della regola generale espressa dalla normativa statale e delle peculiari condizioni delle acque e degli argini che la norma locale prende in considerazione al fine di stabilirvi l'eventuale deroga.

Alla luce del generale divieto di costruzione di opere in prossimità degli argini dei corsi d’acqua ex art. 96, primo comma, lett. f), del r.d. 25 luglio 1904, n. 523, il rinvio da quest'ultima disposto alla normativa locale assume carattere eccezionale: tale normativa, pe... _OMISSIS_ ...quella generale, dovrebbe avere carattere specifico, ossia essere espressamente dedicata alla tutela delle acque e alla distanza delle costruzioni dagli argini, nonché tener conto, in modo esplicito, della regola generale espressa dalla normativa statale e delle peculiari condizioni delle acque e degli argini prese in considerazione al fine di stabilire l’eventuale deroga.

Laddove il Comune ritenga presente in loco un fossato appartenente al reticolo idrico minore, si giustifica certamente la previsione di una fascia di rispetto, indipendentemente dalla circostanza che manchi allo stato un tubo di sversamento nel predetto fossato, oppure la portata d’acqua possa variare o addirittura, in alcuni periodi, essere del tutto assente.

Gli ... _OMISSIS_ .... a), del r.d. n. 268 del 1904 e 96, lett. f), del r.d. n. 523 del 1904 regolano due diversi regimi, che, in ragione dell'oggetto e delle esigenze poste a fondamento di ciascuno, sono da ritenersi tuttora vigenti malgrado il sopravvenuto art. 144 del d.lgs. n. 152 del 2006 (secondo cui tutte le acque superficiali e sotterranee, ancorché non estratte dal sottosuolo, appartengono al demanio dello Stato) atteso che il primo, concernente le opere di bonifica e le loro pertinenze, prevede, a seconda dell'importanza, una distanza minima per i fabbricati che può essere fissata da 4 a 10 metri, mentre il secondo riguarda tutte le altre acque pubbliche, le loro sponde, alvei e difese e fissa la distanza minima di 10 metri per le fabbriche, sicché è legittima la trasposizione nella pr... _OMISSIS_ ... urbanistica, da parte di un comune, di differenti regimi per ciascun corso d'acqua.

E’ legittimo il diniego di rilascio di permesso di costruire in sanatoria relativamente ad un fabbricato realizzato all'interno della c.d. fascia di servitù idraulica, atteso che il divieto di costruzione ad una certa distanza dagli argini dei corsi d'acqua demaniali ha carattere assoluto ed inderogabile.

La rilevanza degli interessi pubblici tutelati dal divieto di costruzione di opere ad una certa distanza dagli argini dei corsi d'acqua comporta che il vincolo opera con un effetto conformativo particolarmente ampio, determinando l'inedificabilità assoluta all'interno della fascia di rispetto.

Il divieto di costruzione nella c.d. fascia di ... _OMISSIS_ ...ca ha carattere assoluto ed inderogabile e permane nonostante la tombatura del corso d’acqua.

La c.d. fascia di servitù idraulica imposta dall'art. 96 lett. f), r.d. 25 luglio 1904, n. 523, essendo informata alla ragione pubblicistica di assicurare non solo la possibilità di sfruttamento delle acque demaniali, ma anche (e soprattutto) il libero deflusso delle acque scorrenti nei fiumi, torrenti, canali e scolatoi pubblici, ha carattere assoluto e non derogabile in relazione a qualsiasi costruzione (recinzioni, strade, depuratore e quant’altro).

Anche i semplici muretti rientrano tra le "fabbriche" che sono vietate in modo assoluto sulle acque pubbliche, loro alvei, sponde e difese, ai sensi art. 96 del R.D. n. 523 del 25 lu... _OMISSIS_ ...|
Non assume rilievo alcuno, per escludere l’applicabilità della fascia di servitù idraulica, il fatto che un corso d'acqua che è sempre stato tale si possa presentare privo d'acqua.

La distanza di un manufatto dall'argine di un fiume deve essere determinata riferendosi alla delimitazione effettiva del corso d’acqua, partendo dal ciglio della sponda, quale confine naturale dell’ordinaria portata d’acqua, e non già dal piede esterno dell’argine ogni qual volta esso non esplichi una funzione analoga alla sponda nel contenere l’acqua, rappresentando invece una barriera esterna artificiale eretta a difesa del territorio nell'ipotesi del verificarsi di piene eccezionali.

Il divieto di costruire ad una cert... _OMISSIS_ ...i argini dei corsi d’acqua demaniali, essendo volto principalmente a garantire il libero deflusso delle acque, ha carattere assoluto e le ipotesi di deroga eccezionalmente previste dalle normative locali sono ancorate a rigorosi presupposti la cui dimostrazione grava sul privato.

Per le aree gravate dal vincolo di cui all'art. 142 lett. c) d.lgs. 42/2004, che tutela direttamente il paesaggio idrico relativo all'alveo del corso d’acqua e indirettamente il profilo estetico-culturale, il diniego di nulla osta non è sufficientemente motivato con l'indicazione del pregio paesaggistico dell...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 31259 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 4,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo